giovedì 9 settembre 2021

L'Angolo del Rockpoeta®: È Arrivato Un Bastimento Pieno Di...(E.I.T.R.D.)

Nuovo appuntamento con il post contro la violenza sulle donne che fa parte
dell'iniziativa E.I.T.R.D alla quale partecipano i blogger che vedrete segnati in fondo a questo post. Per saperne di più su questa iniziativa vi rimando QUI al primo post che la spiegava in dettaglio.

È ARRIVATO UN BASTIMENTO PIENO DI...

Asia
14 anni
È tra le più "vecchie"
Giunta tra noi
Da luoghi invisibili
Avvolti da nubi di mortai
E pezzi di carne dilaniati 
Da mine disseminate ovunque.

Tamara di anni ne ha 13
E con tutto quel rossetto
E quei vestiti così improponibili
Su una ragazza della sua età
Sembra una Barbie
Uscita con un difetto di fabbricazione

Solo un piccolo orsetto di pelouche
Fa scorgere quello che era
Ossia una ragazzina più gioiosa
Nonostante la guerra che imperversa 
Nella sua terra.

Con loro
Tantissime altre schiave del sesso
Ad incrementare il numero sbalorditivo
E sconvolgente
Della prostituzione minorile.

E poi c'è il secondo carico
Con "merce" più matura, più stagionata
Sempre rispetto all'età delle bambine
Del primo container.

Ventenni, venticinquenni
Diciottenni,
Piò o meno questa l'età di queste ragazze.

Età differenti
Provenienze diverse
Ma stessa sorte
Stesso destino
Quello di essere sfruttate
Per fini sessuali
Quello di avere sperato un futuro migliore
O un sogno da realizzare

Ed invece
L'unica parte del corpo
Che da oggi chiuderanno
Regolarmente, 
Saranno gli occhi.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®
-----------------------------------------------------------------------

UN GRAZIE GIGANTESCO AI SEGUENTI BLOGGER CHE HANNO ADERITO A QUESTA INIZIATIVA IN ATTESA ANCHE DI CHI VOLESSE AGGIUNGERSI: C'È SEMPRE TEMPO :-)))



3) POSTO DI BLOGGO DI FRANCO BATTAGLIA 

4) WEB SUL BLOG DI CAVALIERE OSCURO DEL WEB  

5) LILLADORO DI CRISTIANA

6) MYRTILLA'S HOUSE DI PATRICIA MOLL

19 commenti:

Franco Battaglia ha detto...

Mi chiedo sempre, quando vedo praticamente bambine ai bordi delle strade, che se non ci fosse domanda, non ci sarebbe offerta. Quindi penso a quegli uomini malati che siamo, che soltanto pagando pensano di poter fare e ottenere tutto. Che uomini sono? Che uomini siamo? Magari gente con la quale ci rapportiamo in altri ambiti, persone che pensiamo di conoscere, a volte parenti anche, persone con le quali scherziamo, ridiamo, affrontiamo problemi. Che gene malato coltivano nel loro cervello contorto? Quante persone hanno una psiche che li tiene in scacco?

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FRANCO hai ragione esiste questo inquietante rovescio della medaglia e forse si dovrebbe insistere proprio anche da quella parte per eliminare il più possibile questa abominevole domanda. Tu parli di gente malato e forse è anche vero ma quando una malattia provoca danni a terzi prima di impedisce al cosiddetto malato di nuocere e dopo io pensereia curarlo se possibile è se è davvero malato.

Claudia Turchiarulo ha detto...

L'idea delle bambine e ragazze con gli occhi chiusi mentre vengono possedute dal primo animale di turno (senza offesa per gli animali) mi ha fatta rabbrividere.
Complimenti. Un'immagine fortissima.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CLAUDIA: se penso l'orrore el la sofferenza di queste creature vengono i brividi anche a me.

LaDama Bianca ha detto...

Non solo loro chiudono gli occhi.
Li chiudiamo anche noi, fingendo di non sapere, di non vedere, di non capire.
Altrimenti tutto questo scempio finirebbe.

Angela ha detto...

Sto leggendo un romanzo che ruota attorno alla schiavitù sessuale, dove purtroppo anche le ragazzine non sono risparmiate.., anzi per i depravati che le stuprano più son giovani, meglio è.
È una sofferenza il pensiero di queste povere vittime dell'immoralità di questi esseri che l'umanità non sanno proprio dov'è.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ANGELA: è una piaga terribile che deve essere combattuta con ogni mezzo.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LA DAMA BIANCA: già, e poi ci sono questi schifosi, questi depravati che invece gli occhi li tengono bene aperti per spassarsela e riescono praticamente sempre a cavarsela.

Gus O. ha detto...

Daniele, di te ho sempre apprezzato il *parlare chiaro*. Lo hai fatto anche oggi con una poesia esemplare.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS: ti ringrazio.

Farfalle Libere ha detto...

Allaciandomi al commento di Franco, non posso che dire che quel che mi fa ancora più orrore è la grande domanda che c'è di queste povere bambine che vengono trattate come merce. Non è un problema di poche mele marce, c'è una richiesta enorme. L'unica parola che mi viene in mente è "orrore".

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FARFALLE LIBERE: infatti iil risvolto di cui parla Franco nel suo commento è di assoluta rilevanza e pertinenza e sollevai il problema di come combattere questa domanda.

Fabio Melis ha detto...

La cosa che spaventa è che tutto ciò spesso si svolge nell'indifferenza generale. La gente comune come noi si indigna ma, come al solito, non sembra che il mondo politico di tutti i paesi del mondo faccia qualcosa. Insopportabile l'indifferenza e il pelo nello stomaco di quei potenti che, avendo lo a possibilità di intervenire, continuano a lasciare che queste cose accadano.

Fabio Melis ha detto...

Ho scritto l"Mondo politico di tutti i paesi del mondo" ... Mamma mia!








Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FABIO vero ma qui la colpa è anche di chi magari questi mostri li conosce ma si gira dall'altra parte.

Mariella ha detto...

Nell'assordante silenzio delle istituzioni, mi rendo conto che siamo tutti colpevoli di questa ignominia. Ipocriti e ignavi. Concordo con Fabio. Gridiamo, ci stracciamo le vesti, ci diciamo sconvolti ma poi, voltiamo lo sguardo e andiamo avanti sulla bella e rassicurante strada della nostra vita.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIELLA: Già senza capire che così facendo siamo noi in primis colpevoli e senza capire che se non debelliamo da questi mostri orrendi le strade e le nostre case, anche le strade di nostra figlia, di nostra moglie, di nostra sorella, ecc... non saranno mai veramente sicure.

Ariano Geta ha detto...

In effetti, non voglio fare il moralista alla Savonarola, però davvero non riesco a capire che senso abbia questa ossessione per le minorenni. Non è un fisiologico bisogno di sesso (che potrei anche comprendere) ma proprio una perversione.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIANO concordo