venerdì 24 settembre 2021

L'Angolo del Rockpoeta®: "Super Green Fuck!" (A seguire importante post con domandona finale per voi)

A SEGUIRE QUESTA POESIA CHE HA GIA' ALCUNI GIORNI QUASI TRE SETTIMANE CREDO, IL POST CHE HO MESSO IL 22 SETTEMBRE SU FACEBOOK E VORREI CHE ANCHE SE LUNGO PER FAVORE LO LEGGESTE E MI RISPONDESTE, VOLENDOLO, AL MIO QUESITO FINALE. GRAZIE!!!!!

SUPER GREEN FUCK!

Nessun obbligo
Virtualmente e legalmente
Nessun obbligo vaccinale
Ma super green pass ovunque
Anche per andare 
Dalla propria sala alla cucina o al cesso.

Nessun obbligo di vaccinarsi
Ma tamponi ogni 48 ore ed a pagamento
Anche per i lavoratori.

Nessun obbligo di vaccinarsi
Ma la Costituzione è comunque violata
Il principio di uguaglianza leso decisamente:
I tamponi per chi lavora
Devono essere gratuiti e facilmente effettuabili.

Eppure....

Nessun obbligo di iniettarsi quel veleno
Ma senza di esso
Vogliono rendere difficile fare ogni cosa
Perfino la spesa, e financo fumare.

Quella fu la famosa goccia 
Che fece traboccare quel leggendario vaso

Prima,
Corse mai viste per accaparrarsi beni di prima necessità
Senza usare ancora quel maledetto foglio 
Con quell'orribile disegno metafisico
Schifosamente messo  sopra al foglio medesimo.

Assalti ai tabacchini 
Per prendere più pacchetti possibili
Delle sigarette della propria marca.

Poi
Dopo i primi giorni
Il cibo scarseggiava 
Per tutti ovviamente

Giorno dopo nessun obbligo di vacc...
Correction
Obbligo vaccinale sancito definitivamente. 

Il mattino seguente
Un esercito compatto
Senza elmetto ed uniformi
Ma con tanto coraggio in corpo
Marcia unito verso il Governo,
Tutti cantando "Bella Ciao"
Tutti con un passo scandito
Eloquente
Inconfutabile
Tutti con una rudimentale rivoltella 
Stampata in 3D e perfettamente funzionante
Tutti pronti a sacrificarsi, pistola alla tempia,
Tutti pronti a morire per mano loro 
Invece che per mano nemica,
Ognuno di loro pronto a combattere 
Per la libertà di tutti
Anche quella di chi ne farebbe a meno
E sì, vi sembrerà surreale,
Anche della vostra.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®
-----------------------------------------------------------------------
"ANCORA UNA VOLTA DUE PESI E DUE MISURE, DA UNA PARTE GREEN PASS SEMPRE MA SE VOTI..."
Quando dico che sono tutti dei bastardi liberticidi e che Draghi insieme con Speranza e spalleggiati da Mattarella la fanno sporca lo si vede per me con evidenza, nel nuovo decreto sul green pass: ora chiederò a fine post a tutti, anche ai più incalliti, ai più fanatici amanti del vaccino pfizer per il covid, (perchè solo di quello parliamo, io su quelli passati nulla ho da obiettare e li ho anche fatti,) dove secondo loro stia il discrimine sanitario in quanto sto per riportarvi (perchè il discrimine "se a noi servi green pass fottiti, altrimenti green pass sempre" io quello lo vedo benissimo) Abbiate pazienza di leggere con attenzione tutto e poi in fondo ci sarà la domandona. Grazie 🙂
DUNQUE REGOLA GREEN PASS PER LAVORARE, copio ed incollo da OPEN:"Chi si presenterà a lavoro senza Green pass dal 15 ottobre si vedrà sospeso lo stipendio finché non si metterà in regola. Nel decreto sul Green pass pubblicato questa notte in Gazzetta ufficiale è sparito il riferimento sulla sospensione del lavoratore dal quinto giorno senza certificato verde, previsto invece in prima battuta quando il decreto era stato approvato in Consiglio dei ministri. Nel testo definitivo, le regole per lavoratori del settore pubblico e privato sono le stesse. In assenza di Green pass, il lavoratore risulterà assente ingiustificate dal lavoro e quindi non percepirà la stipendio, non potrà essere licenziato o sospeso. Finché almeno non otterrà almeno uno dei requisiti per ottenere il pass, come ad esempio una dose di vaccino anti Covid, soluzione che il governo spera venga scelta dalla maggior parte dei lavoratori, considerando che è anche gratis. Oppure con un tampone negativo, che resterà a pagamento ma con prezzi calmierati. In quest’ultimo caso, però, la validità per quello molecolare è fissata a 72 ore, mentre per quello antigenico o salivare a 48 ore. Restano però ancora dei nodi da sciogliere, per esempio sui controlli in particolare nella pubblica amministrazione, oltre che per i lavoratori autonomi. Un punto su cui entro fine mese dovrebbero arrivare i chiarimenti tecnici del governo con delle linee guida specifiche." PERTANTO IN SOSTANZA NIENTE SCHIAFFO SUL CULETTO SE VAI AL LAVORO SENZA IL LASCIAPASSARE MA "SOLO" TORNARE A CASA CON ASSENZA INGIUSTIFICATA E ZERO SOLDI FINO A CHE O TAMPONE A PAGAMENTO O VACCINO.
VENIAMO ADESSO ALLE ELEZIONI COMUNALI E REGIONALI CHE A BREVE SI TERRANNO IN ITALIA: SEMPRE COPIO ED INCOLLO DA OPEN: REGOLE GREEN PASS PER VOTARE: "Per votare alle prossime elezioni comunali e le suppletive delle Politiche previste per il 3 e 4ottobre, non sarà necessario essere in possesso del Green pass per entrare nel seggio. Esonerati quindi sia gli elettori che presidenti e scrutatori, ma per questi ultimi solo al primo turno delle Comunali. Dai ballottaggi però che saranno il 18 e 19 luglio, quindi dopo l’entrata in vigore del decreto, presidenti e scrutatori dovranno esibire il certificato verde, essendo in quell’occasione pagati dallo Stato e quindi sostanzialmente equiparati ai dipendenti pubblici."

DUNQUE RIASSUMENDO : PER LAVORARE DEVI FARTI O QUEL VACCINO PER NULLA EFFICACE E CON TUTTI I DUBBI CHE HO GIA' ESPOSTO, E NON SOLO IO, PIù VOLTE O PAGARSI IL TAMPONE OGNI 48 ORE M E N T R E PER VOTARE ANDANDO TUTTI NELLO STESSO SEGGIO, DENTRO LO STESSO GABBIOTTO ELETTORALE NO, Lì NON SERVE IL COVID SI SA, LUI NON VOTA.
SICURAMENTE ANCHE SE QUESTA TORNATA LE ELEZIONI LOCALI NON MI RIGUARDANO, QUANDO ARRIVERA' IL MIO MOMENTO NON ANDRO' A VOTARE IN UN AMBIENTE A RISCHIO VISTO CHE NON HO MAI VISTO SANIFICARE UNA VOLTA E VISTO COME RICORDO BENE L'ASSEMBRAMENTO.
CMQ VENGO FINALMENTE ALLA DOMANDA: MI SPIEGATE PER QUALE RAGIONE IL VACCINO MI SERVE PER LAVORARE ED IL TAMPONE ANCHE MENTRE PER VOTARE NO? E GUARDATE CHE PER PRENDERSI IL COVID BASTA VENIRE IN CONTATTO COL VIRUS ANCHE UN SOLO MINUTO UNA SOLA VOLTA. AGLI INCALLITI SOSTENITORI DEL GREEN PASS E DEL VACCINO MA ANCHE AI MODERATI, LASCIO, PREGO SEMPRE CIVILMENTE, SPAZIO PER RISPONDERE, GRAZIE.
DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®
PS: Ed intanto Sileri ha dichiarato che arriva la terza dose per tutti Parafrasando Baglioni "Io me ne andrò..."
PS2 il link del post di OPEN el 22 settembre per chi volesse leggere dalla fonte giustamente QUI

45 commenti:

Gus O. ha detto...

Tutto il mondo è convinto che l'unica possibilità per far fuori Covid-19 sia la vaccinazione che diventa lo strumento morale per salvare l'umanità. La Sanità conferma che le persone non vaccinate rappresentano la totalità dei contagiati e morti di Covid negli ospedali.
Il green pass diventa il braccio armato dei governi che non potendo obbligare le persone a farsi vaccinare mette i no vax in quarantena morale e materiale annullando ai resistenti il diritto di percepire una retribuzione. Di fatto il no vax diventa un reato.
Mi sembra una cosa ingiusta, ma anche evitare di vaccinarsi ridando spazio e vita allo strumento di morte che si chiama Covid-19 lo è molto di più.
La domanda mia domandona è: "Pensi e sei sicuro che le multinazionali farmaceutiche abbiano coinvolto e corrotto preti e governanti in un un imbroglio spaventoso per vendere i vaccini?

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS: beh i preti non credo ma il Vaticano si e poi guarda quanti casi di vaccinati ci sono anche se non vengono detti. E poi stamane su open. contagi in calo nonostante precipitino tra gli over 50 i vaccinati. Io vedo mio padre, il covid alla peggio alla sua età forse lo uccideva, la degenerazione della sua malattia l'lAlzheimer con una non autosufficienza causata proprio dal vaccino, lo sta cancellando lentamente. E poi se chi è vaccinato fosse davvero immortale, colui che si è vaccinato dovrebbe egoisticamente pensare a se stesso non obbligare gli altri soprattutto con bugie. La Pfizer sta uscendo con report autoreferenziali che tutti prendono sul serio quando poi alla luce dei fatti sono errati. Caso varianti docet. Sui vaccini gira molto di più di un semplice affair economico secondo me. E cmq non tutto il mondo è convinto ma USA Italia ed in minima parte Francia e Spagna sono i più intransigenti gli altri applicano il Green Pass, se lo applicano, con molta più moderazione e libertà. Quando ad uno scandalo Pfizer e Vaticano e Satti, beh ho assistito a cose molto più fantacientifiche di questa per non considerarla un'ipotesi plausibile E cmq tu non hai risposto al mio quesito anzi hai "risposto" con una domanda ad una domanda precedente.... :-))))

Franco Battaglia ha detto...

Di sicuro andrò a votare indossando i guanti. Che spero siano forniti dai seggi per i più sprovveduti. E questo sia il 3 ottobre, sia al ballottaggio poi, col green pass che già ho. Casomai trovo ridicolo che alla Camera serva - giustamente - il green pass e al Senato o in Tribunale no.. Sul resto, come ti ho già scritto in altra sede, spero che la stragrande maggioranza di vaccinati serva a debellare la pandemia. Altrimenti, come iperboli con sagacia, sono favorevole sul monitorarti il passaggio anche dalla sala da pranzo al bagno.. ;)

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FRANCO: ok ma visto che il vaccino non sembra essere così efficace se mi devi monitorare per la tua non la mia incolumità, voglio avere poter godere dello stesso tuo privilegio nei tuoi confronti. Quindi a quel punto tutto si azzererebbe perchè nessuno sarebbe sicuro di essere "sicuro" ossia in grado di non prendersi ancora il covid e saremmo al punto di partenza, Un po' come nel gioco dell'oca a tre caselle dal traguardo incappavi nella frasetta "Torna al Via e ricomincia dall'inizio" :-))) ...

Le incongruenze sono molte sia per i vaccini sia per i dati che forniscono, (se tu come sono sicuro, hai letto la risposta che tio ho dato il post precedent a questo sai a cosa alludo) su tutto quanto riguarda questa pandemia. E questo non aiuta, e poi hai visto l'articolo con i dati di Gimbe uscito questa mattina su Open...

Ariano Geta ha detto...

Sul fatto del voto presumo che la decisione sia dovuta all'inopportunità di negare il diritto di voto. Prova a immaginare una cosa tipo: "solo chi ha il green pass può accedere alla sezione elettorale e votare"... farebbe il gioco della Meloni e dei gruppuscoli di estrema destra, urlerebbero "vogliono togliere di mezzo i nostri elettori!"
Perché alla fine quelli che stanno facendo più opposizione al green pass sono quelli di estrema destra, non a caso la Meloni non sostiene questo governo, a differenza di Salvini (che bercia come sempre ma alla fine vota sempre a favore) e Berlusconi che neppure bercia ma è d'accordo su tutto con Draghi.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIANO: ok quindi desumo che

1) Se il Green Pass viola un diritto costituzionale come il voto per il solo fatto di dover presentare quel lasciapassare, questo principio che io condivido, dovrebbe però estendersi a tutti i diritti garantiti in Costituzione quindi il lavoro per esempio ed il rispetto dell'art. 3 Quindi o il tampone per lavorare è facile da fare e gratis o il Green Pass è incostitutzionale. Altrimenti mi stai dicendo che il Green Pass viola la libertà in modo non degno di una democrazia ma se si tratta di voti e quindi di qualcosa che interessa alla Casta si può entrare senza nulla, infettare un intero seggio anche con 40 di febbre non misurata, mentre per lavorare e mantenere la famiglia invece no. Quindi la tua risposta è che un vero discrimine sanitario non esiste. Ne prendo atto, condivido questo pensiero sempre che sia anche il tuo e magari non abbia interpretato male ed in tal caso mi scuso.

2) Curioso :-)))) quindi io con un blog che nel suo storico dimostra. il contrario, sarei di estrema destra solo perchè non voglio fare una brutta fine per colpa di quel vaccino e di chi non vuol vedere gli effetti collaterali già evidenti che suscita e non vuole quindi inseiririli nel bugiardo ops guada che cose fa il correttore del Mac, volevo dire bugiardino dello Pfizer.

Gus O. ha detto...

Daniele, ho commentato.

"Mi sembra una cosa ingiusta, ma anche evitare di vaccinarsi ridando spazio e vita allo strumento di morte che si chiama Covid-19 lo è molto di più".

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS: ma la mia domanda non è quella anzi partendo proprio dal tuo assunto nasce la mia domanda e cioè MI SPIEGATE PER QUALE RAGIONE IL VACCINO MI SERVE PER LAVORARE ED IL TAMPONE ANCHE MENTRE PER VOTARE NO? E GUARDATE CHE PER PRENDERSI IL COVID BASTA VENIRE IN CONTATTO COL VIRUS ANCHE UN SOLO MINUTO UNA SOLA VOLTA. Quindi perchè questa incoerenza a maggior ragione partendo dal tuo punto di vista

°°valeria°° ha detto...

Rispetto chi in nome della sua libertà a scelto di non vaccinarsi, rispetto chi ha scelto di farlo. Nel mio Comune ci sono molti positivi, tutti non hanno fatto il vaccino, due sono in ospedale. Conosco persone che sono positive con pochi sintomi e che hanno fatto il vaccino. Domani potrei essere una di loro, ma spero anche io in forma leggera. Qui i controlli per il green pass sono al ordine del giorno da parte delle forze dell'ordine in ogni bar e ristoranti. Posso dirti che nelle scuole, non si seguono più le linee guida date l'anno scorso, non si disinfettano i banchi, non si danno e fanno cambiare le mascherine, non si controlla la febbre. Nella classe di mia figlia sono tutti vaccinati, ma certe cose bisognerebbe che venissero fatte lo stesso.
Conosco amiche che hanno scelto di non vaccinarsi e di non andare più al lavoro. Questa non è una soluzione che tutti possono prendere.

Gus O. ha detto...

Daniele, la legge del green pass riguarda i comportamenti abituali di tutti i giorni, come andare a lavorare, mentre le votazioni sono un fatto sporadico. Chiedere il green pass a chi vota, in pratica potrebbe falsare il risultato elettorale, e Draghi è prepotente, ma non stupido.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS quindi semplicemente due pesi e due misure e quindi si violano i diritti del cittadino ma non quelli che servono alla Casta.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VALERIA insomma. la situazione è caotica e non molto convincente Apprezzo il tuo rispetto

°°valeria°° ha detto...

IO non capisco perchè si tende a mettere gli uni contro gli altri...I miei amici rimangono amici vaccinati oppure no e lo stesso vale per quelli dei miei figli

Franco Battaglia ha detto...

@Valeria: anche noi abbiamo amici non vaccinati, ma per ora - pur non avendoli affatto ripudiati - preferiamo non avere contatti stretti (cene, incontri etc..)

Franco Battaglia ha detto...

@Daniele: Se voti un minuto in cabina, non tocchi nulla senza guanti e soprattutto non stai un quarto d'ora in fila appiccicato con perfetti sconosciuti, non ti prendi nessun covid. ;)

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FRANCO veramente si se esiste affluenza come era accaduo qui da me ultima volta e se non sanificano la matita o non negano di sostituibili e se nessuno ha i guanti.

Gus O. ha detto...

Daniele, insisto sul voto senza Green pass.
C'è una legge che stabilisce chi può votare. Modificare una legge elettorale, a questo punto, era impossibile.

Mirtillo14 ha detto...

Capisco il tuo pensiero e non ho una risposta da darti ! Io mi sono vaccinata e credo che il vaccino sia servito per frenare la pandemia; senza, probabilmente saremmo ancora qui a far i conti con i morti e la zona rossa. Non ho niente contro chi ha scelto di non vaccinarsi, la mia parrucchiera non si è vaccinata ma io continuo ad andare da lei, non ho certo cambiato parrucchiera. Alla tua domanda non so cosa rispondere, ma mi sembra logico che, se per lavorare ed entrare nei luoghi chiusi serva il green pass, debba servire anche per votare, dato che è comunque un luogo chiuso; anche se ci si sta solo per qualche minuto il contagio può avvenire comunque, anche solo passandosi la matita dall'uno all'altro. Saluti.

Claudia Turchiarulo ha detto...

Io che sono a favore del green pass ritengo che la vera boiata sia, appunto, che per recarsi alle urne questo non serva.
Segno evidente che possiamo pure morire tutti, ma l'importante è votare i soliti idioti.
Ecco, se fossi stata al posto di Draghi avrei sicuramente stabilito l'obbligo di esibire il green pass ANCHE per recarsi alle urne, a dimostrazione del fatto che non si tratti di un provvedimento inutile o propagandistico, ma importante per la salute collettiva.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS esiste anche l'art 4 della Costituzione che parla di diritto al lavoro senza Green Pass quindi o la sicurezza sanitaria del cittadino. è sopra ogni cosa o no. Si sono anche rinviate le elezioni in un recente passato per il covid. io credo che un Green Pass ci vorrebbe altrimenti anche tutti quelli che non vogliono che entri uno in un ristorante se non ha fatto almeno il tampone può starei n coda fuori dai seggi nei corridoi delle scuole per minuti interi con mascherina se la tengono poi davvero tranquillamente. Mah...

Ariano Geta ha detto...

"sarei di estrema destra solo perchè non voglio fare una brutta fine per colpa di quel vaccino"
Io non ho detto che tu sei di estrema destra, ho solo detto - e questo è un dato di fatto che si può vedere molto facilmente - che a opporsi strenuamente al vaccino e a contestare l'obbligatorietà del green pass è l'estrema destra della Meloni e dei gruppuscoli extraparlamentari. Certamente ci sarà qualche contrario anche nel PD, però parlando come posizione ufficiale del partito, il PD è favorevole.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MIRTILLO standing ovation, la tua logica è sferzante è un alito di vento che fa sbattere le finestre e crea quell'attimo di stupore

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CLAUDIA altra standing ovatiom ora vedete cosa intendo questa costante incoerenza che fa dubitare di tutto e soprattutto della buona fede dei governanti.

MikiMoz ha detto...

Io lo avrei messo anche per votare: ci saremmo risparmiati un sacco di voti scellerati e ignoranti (estrema destra, personaggi corrotti ecc).
Eppure la democrazia, AHIMÈ, vince sempre, checché ne diciate.
E il voto è garantito a tutti... XD

Moz-

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIANO: lo so che no l'hai detto infatti avevo messo la facciona che sorride come introduzione alla riflessione, In realtà i partiti che sono contro sono di estrema destra aio nella mia realtà vedo gente che magari non urla non fa proclami violenti ma non vuole vaccinarsi, ha per le sue patologie anche, timore a farlo, non se la sente di fare questo specifico vaccino perché vede, come vedo io, una estrema superficialità scientifica nel valutarlo. Ora questo vaccino è la "medicina" con il minor numero di effetti collaterali mai visti in un altro farmaco, quando se solo leggi il bugiardo dell'aspirina ti metteresti le mani tra i capelli. Possibile un tale miracolo? No, assolutamente no, ed allora le ragioni sono altre e più brutte ossia non si vuole che qualcuno possa non poterlo fare a anche a se questo andrà a discapito forse della sua stessa vita, e questo non invoglia.a fare quel vaccino nessuno sia che voti a destra a sinistra in centro o non voti proprio nessuno,

MikiMoz ha detto...

E rilancio: avessero messo il green pass per accedere alle urne, i non vaccinati avrebbero fatto un ennesimo casino assurdo "non ci garantiscono nemmeno la possibilità di votare, ci tengono fuori dal voto perché non vogliono farci scegliere" e tutta la tiritera.
Come dico da due anni, chi è no-qualcosa (mask, coprifuoco, vaccino, lockdown, pandemia, zone colorate ecc ecc) trova sempre il modo di essere scontento.
Se fanno A dicono che dovrebbero fare B, se fanno B dicono che dovrebbero fare A.
Te la faccio io una domanda: se mettessero il green pass obbligatorio per votare, non ti saresti ribellato dicendo che è ingiusto?
O non lo avrebbero fatto tanti altri (magari i facinorosi che indica Ariano)?
Eheh^^

Moz-

MikiMoz ha detto...

Cazzo è il not?

Moz-

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MOZ io il voto lo toglierei a te per esempio :-))) ma vedi, qui non è la democrazia a vincere ma i partiti ed i loro interessi e quando ti ho sempre fatto una capa tanta sulle incongruenze ed incoerenze che mettono forti dubbi alla gente, ora in questo frangente avverti anche tu quello che provo io e comprenderai forse meglio i miei dubbi su tutto il resto

Gus O. ha detto...

Daniele, il diritto al lavoro è una norma attuativa e non cogente. Infatti ci sono tantissimi disoccupati.
Bisogna essere cauti con le norme della nostra Costituzione.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MOZ 2 ho riscritto il commento precedente. not era voto. ora ti commento il tuo sequel...

Rispondo alla tua domanda dcendoti che infatti il green pass è sbagliato non nella misura in cui richiede il tampone o il vaccino per fare qualcosa, ma soprattutto perchè impedisce liberamente di poter usare il Green Pass per chi vuole il tampone che per lavorare e votare dovrebbe essere facilmente fattibile e gratuito. Quindi io contesto questo lasciapassare parchè cmq il fatto che tu sia vaccinato non mi garantisce che tu non abbia preso il covid e lo attacchi agli altri al seggio e poi perché è uno strumento non sanitario ma esclusivamente teso ad aiutare tutti negli spostamenti in modo sicuro ma non è così e viene manipolato oramai con tutti che lo dicono alla luce del sole, per creare un obbligo surrettizio al vaccino e questo non è ammissibile. Poi secondo me un Green Pass più morbido e flessibile sarebbe meglio ma qui apriamo un altro capitolo e non è il caso visto che abbiamo già tanta carne al fuoco.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS: l'art 4 infatti non dice la Repubblica Italiana deve garantire a tutti un lavoro ma deve promuovere ogni comportamento atto a poter fare ottenere il lavoro stesso quindi non può fare nulla che impedisca, limiti o perfino faccia perdere un posto di lavoro che già si ha

MikiMoz ha detto...

Innanzitutto, pur per battuta, spiegami perché mi toglieresti il voto.
Te la metto ancora più semplice: il GP serve se stazioni da qualche parte.
Andare a votare è come prendere un caffè al bancone, e il GP non serve.
Io lo avrei messo, per altri motivi.
E ripeto, rilancio (non eludere la mia domanda): avessero messo il GP per accedere alle urne, non ti saresti lamentato? Sì: avresti detto "ci tolgono anche il diritto di votare!", lo avresti detto e lo avrebbero detto tutti i no-cazz d'Italia.
Invece così il diritto è garantito, la democrazia vince, chiunque può votare chi vuole, anche personaggi di dubbia fama o tutta quella schiera scellerata di meloniani e destrorsi che guardacaso appoggiano certe frange.
Non avessero dato questa possibilità, avreste detto che non volevano che i no-gp e i no-vax potessero votare^^

Moz-

LaDama Bianca ha detto...

Perché non consentire alla totalità della popolazione di votare sarebbe spararla troppo grossa. Non si può dire tu si, tu no.
Dobbiamo poter votare tutti. Ma per me già il fatto che serva per lavorare è spararla troppo grossa. Credo si stia esagerando un po'.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LA DAMA BIANCA: infatti guarda che è più scandaloso. per il lavoro visto che i tamponi sono a pagamento qui si tratta di una volta sola massimo due è un evento eccezionale, perchè non si poteva ammettere ovviamente garantendo hub per i tamponi gratis rapidi nei giorni del voto per esempio un po' ovunque

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MOZ ti ho risposto ci riprovo in modo diverso : questo Green Pass non è costituzionale soprattutto nella misura in cui il tampone per lavorare e in questo caso votare, rende difficile farlo e oneroso. Quindi questo greeen pass lo accetto appena e malvolentieri sui singoli eventi come partite, concerti, convegni musei. Diverso è se parliamo invece di uno strumento diverso, serio che servisse non ad obbligare di fatto a vaccinarsi ma davvero a cercare per quanto possibile di garantire sicurezza a tutti per quel che si può visto che il vaccino Pfizer sembra essere molto. debole contro Delta e massacrato da Mu (che scritto così mi sembra di citare due cattivoni della Marvel lol) Io non guardo a chi contesta tutto io guardo le incongruenze non capirò mai perchè per esempio dati due luoghi identici con caratteristiche simili uno restasse aperto e l'altro no uno a posti limitati e l'altro no. E perchè lo stadio luogo aperto o semi aperto se vuoi deve avere una capienza così bassa se vi col greeen pass? Ecco io non accetto le ingiustizie, i soprusii le prevaricazioni e le incoerenze ed incongruenze spesso verificabili proprio in situazioni dove ingiustizia e malafede trionfano

PS ti toglierei il voto perchè una volta tu. mi dicesti che sei un dittatore e quindi avresti cancellato i miei diritti allora sai, ti anticipo battendoti sul tempo :-)))

MikiMoz ha detto...

Infatti tra poco riporteranno grande capienza per stadi, cinema, concerti, teatri ecc... le cose si fanno gradualmente, monitorando.
Non è come giocare a Monopoli, o un videogame di simulazioni.
Poco a poco riapriranno tutto.
Andare a votare è come prendere un caffè al bancone: ordinarlo, berlo, pagarlo.
Non serve il GP.
E hanno voluto garantire il diritto di voto a tutti (non l'avessero fatto, tu per primo ti saresti rivoltato, non negarlo).
Trovi sempre il modo di rispondere B se fanno A, e qualora facessero A, risponderesti B.
È il ruolo degli scontenti e degli arrabbiati, dopotutto. E ci starebbe anche se uno pensa a ingiustizie e incoerenze (che pure ci sono: ma penso che sia normale in una situazione così).
Il problema è non volersi sforzare di comprendere queste cose, immaginando sempre che ci sia dietro un complotto, malafede e chissà cos'altro.
Questo proprio non lo accetto.
Ma lo hai detto tu, a me: meglio complottisti che ingenui.
Preferisco la mia (poca, invero) ingenuità, ma che almeno mi spinge a ragionare su quel che succede attorno a me. E non il complottismo che rende ciechi, se non addirittura analfabeti funzionali solo perché arrabbiati e scontenti.
Detto questo, detto tutto.
Ti saluto.

Moz-

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MOZ che tra poco sparirà il Green Pass e tutto riprenderà nella norma ne dubito. I punto è che è giusto garantire il voto ma non è giusto non garantire il lavoro. Ossia pèr me questo GP è illegittimo, ma se lo si volesse fare seriamente allora era da attuarie al lavoro ed alle elezioni, ma non questo. così come è strutturato. Meglio complottisti che ingenui perchè l'ingenuo non vede il pericolo che sta davanti al suo naso e magari se osservando la Storia noti che di situazioni da complotto ce ne sono state molte, allora un occhio più attento non guasterebbe

Farfalle Libere ha detto...

Allora pur essendo io favorevole alla vaccinazione, devo dire che il Green Pass è uno strumento ipocrita, sarebbe stato molto meglio fare una legge che sancisse l'obbligo. Ma ci vorrebbe troppo tempo e ho il dubbio che non hanno i voti in Parlamento. In ogni caso non avrebbero potuto mettere il greenpass per le votazioni perchè non puoi impedire a una persona di votare. Inoltre quelli non muniti di green pass sono alcuni milioni, capisci bene che sono milioni di voti che andrebbero in fumo, perchè molti desisterebbero se mettessero il green pass.( e certo c'è il loro interesse). Per non parlare del grande casino che ne verrebbe se impedissero ai cittadini di votare. Però, diciamo, che una differenza tra il posto di lavoro e la sede elettorale c'è. Tu per votare ci impieghi pochi minuti, mentre a lavoro ci stai 8 ore. Una situazione, quest'ultima, decisamente più pericolosa. Quando mi sono recata a votare l'ultima volta, devo dire che non ho trovato folla, che c'era il rispetto delle regole, mascherine e disinfettanti. La matita non veniva disinfettata ma non appena uscivi dalla sezione, trovavi il disinfettante.

Farfalle Libere ha detto...

Il “tu a lavoro ci stai…”non è rivolto a te nello specifico, ma è un tu generico.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FARFALLE LIBERE quindi sei d'accordo com.ke sull'ipocrisia del green pass. Il votare è importante come lavorare eppure...

accadebis ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
accadebis ha detto...

Scusa, ho eliminato il commento per errori di ortografia e quindi lo posto corretto.

Condivido le parole di Gus. Anche se andiamo a votare più di altri paesi in Europa non potevano mettere il pass per il voto. Controlli da fare, innanzitutto, e poi il voto è il diritto più forte che abbiamo.

Ma c'è una grande differenza fra adesso e lo scorso anno. Ci sono di gran lunga meno morti, gli ospedali si stanno svuotando, le attività in vari settori hanno ripreso a pieno ritmo su tutto il territorio e tanti altri aspetti che sarebbe lungo elencare. La differenza l'ha fatta il vaccino e il pass certifica ognuno di noi.

Adesso il virus se infetta qualcuno che ha fatto il vaccino non si scatena più come lo scorso anno, la velocità di riprodursi nel nostro organismo e ridotta (e questo è un risultato provato e credibile). Il vaccinato chi si infetta oggi non rischia la vita come lo scorso anno, avrà conseguenza limitate.

La politica ha fatto quel che poteva fare e non nascondo che sia da ridere, ma è riuscita a governare una situazione molto difficile. Tuttavia è un argomento che si contorce su se stesso.

Da questo punto di vista condivido il commento e il rispetto descritto da Valeria, anche se penso che coloro che lavorano a diretto contatto con il pubblico (sanità, istruzione, uffici pubblici) ritengo che sia un dovere per loro vaccinarsi e avere il pass altrimenti la catena dei contagi come la si può fermare?

Ma ti vedo molto duro nella tua posizione e non mi piace cercare di far cambiare idea agli altri. Ognuno di noi ha una sua posizione ma anche una sua responsabilità.

Se non avessi fatto il vaccino, e quindi niente pass, e entrando in contatto con te ti avessi mai contagiato come l'avresti presa?
Un salutone e alla prossima

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ACCADEBIS e se incontrandoci io lo prendessi da te pur se tu sei vaccinato perché il vaccino che hai fatto non sembra proteggere dalle varianti e lo sai. E gli effettib collaterslu su questo sono preparatissimo visto mio padre....

Cavaliere oscuro del web ha detto...

La pandemia ha bisogno di risposte scientifiche, in questi mesi vedo solo contrasti, ma poca voglia reale di uscirne fuori.
Saluti a presto.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE: giusto, sembra proprio mancare la volontà di uscirne