venerdì 10 settembre 2021

L'Angolo del Rockpoeta®: "Cecità Sociale"

CECITA' SOCIALE

Non lo vedete
Perchè non lo vedete?
Perchè non riuscite ad avvertire il pericolo?

Non lo capite
Perchè non lo capite?
Ditemi
Perchè non lo capite?
Come fate a non avvertire
Che questo è solo l'inizio
Ora siamo noi ad essere 
Nelle loro mire
Poi 
Qualora noi si perda la battaglia
E non si esista più
Toccherà ad un'altra categoria tra voi
E vi colpiranno su quello che avete di più caro
E vi colpiranno obbligandovi a qualcosa che
Sentite che non è giusto fare
Avvertirete che non è sicuro fare
Comprenderete che non lo volete fare

E comprenderete il mio stato d'animo
Ma sarà tardi
Troppo, troppo tardi.

Non lo sentite
Come mai non lo sentite?

Perchè non riuscite a sentire
Il suono di sirene malate
E le voci distorte che recitano dati senza senso
Un minuto prima numeri entusiasti
Quello dopo numeri disperati
E nonostante cifre significative a dir loro
Si impuntano su quei due milioni e mezzo di ultracinquantenni
Di cui io faccio orgogliosamente parte
Per sterminare le poche, forse, ancora, presenti
Sacche di resistenza.

Ed allora perchè
Perchè non provate a mettervi nei nostri panni
Immaginate una nazione
Che odia chi si vaccina
E che stabilisce tasse gravose 
Per chi è vaccinato e viaggia sugli autobus
Ed ancora
Stabilisce che sui treni ci vorrà 
Necessariamente
Un tampone ogni mezz'ora 
Anche se si è in viaggio
Piuttosto dovrete scendere dal treno 
O dal bus
Fare il green pass e poi rientrare
Sempre che ci sia ancora il treno
O il bus.

Ed allora perchè non riuscite
Una volta sola
A mettervi nei nostri panni?
Stracciate tranquillamente le vostre vesta 
Da vaccinati per necessità
O  diventati tali per talebana convinzione
O ancora perchè essendo paziente non avevi scelta
O infine perchè in buona fede ci credevate.

E quando avranno preso tutti
L'ultimo di voi
Ma a quel punto l'ultimo di noi
Si volterà per chiedere aiuto senza trovarlo
Scorgendo all'orizzonte
Un triste deserto 
Senza più una umanità vera
Quella che davvero tiene in piedi il pianeta
Con l'altruismo 
E la dolcezza
Con la totale mancanza di fatica
E con la convinzione che aiutare il prossimo
È importante tanto quanto aiutare se stessi.

Ed allora perchè
Perchè non capite come stanno cancellandoci
Ogni diritto fondamentale

Oggi è il vaccino
Domani sarà il microchip sulla pelle
Dopodomani sarà la necessità di donare sangue
Senza un motivo concreto

Ed allora perchè
Perchè non riuscite a vedere?

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

25 commenti:

Franco Battaglia ha detto...

Il sangue lo dono già ora. In piena coscienza.
Il microchip lo accendo ogni mattina. Si chiama cellulare.
Il vaccino l'ho fatto perché vivo in quella che chiamano società.
Certo avrei preferito un'isola alle Maldive.
Ma invece sto a Roma: genitore, sorella, parenti, amici, obblighi, incombenze, tasse, moglie, famiglia, spesa, blog, condominio e via discorrendo. Società civile dicesi.
Con la scuola, il rinnovo della patente, la dichiarazione dei redditi, le analisi del sangue.
E il vaccino, si, anche il vaccino.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FRANCO: il cellulare puoi scegliere di non accenderlo, di non averlo perfino anche se mi rendo conto è complicato. Il microchip potrebbe portare a farti vaccinare a "distanza" in un prossimo fantascientifico, forse, futuro. La patente serve per accertare che tu sappia guidare, non ha effetti collaterali e cmq non sempre è efficace visti gli incidenti... Il vaccino sembra non riesca ad essere efficace, ha effetti collaterali che di fatto sono in parte sconosciuti in parte invece molto noti anche se si cerca di nasconderli. Donare il sangue è nobile, ma se tu lo donassi non per aiutare a salvare una vita, cosa meravigliosa, anzi un plauso sincero ed ora che ci penso voglio scrivere qualcosa su questo, ma per sperimentare armi batteriologiche saresti contento ugualmente? Ho lavorato un po' di fantasia ma volevo farti comprendere che il futuro è già qui, e noi forse non lo stiamo capendo e quando lo realizziamo è già presente anzi forse pure passato mentre altrove sono già oltre, più avanti.

Gus O. ha detto...

Tutto mi scivola addosso. Io amo la tempesta devastante, la calma che la precede, il vento che si fa più forte, tuoni, lampi e io bagnato e felice. So che dopo ci sarà l'arcobaleno.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS: spero di poterlo vedere pure io questo arcobaleno

°°valeria°° ha detto...

Conosco amici che non hanno fatto il vaccino e non lo fanno neanche ora che i loro datori di lavoro li lasceranno a casa. Sono disposti a perdere il lavoro e a cercarne un altro. Io non potrei farlo. Ma loro restano miei amici in qualunque modo la pensino.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VALERIA questo ti fs onore ma pensa anche che forse se questi tuoi amici arrivano a tanto vuol dire che qualcosina di vero in quello che sostengono ci deve pur essere.

LaDama Bianca ha detto...

Io non odio chi non fa il vaccino, penso che ciascuno abbia il diritto di scegliere per sé.
Tuttavia trovo più ragionevole chi lo ha fatto.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LA DAMA BIANCA: io credo che non si dovrebbe consigliare di farlo a cuor leggero per esempio trovo assurdo che i più fragili debbano farlo, secondo me dipende dal tipo oltre che dal grado di fragilità

Ariano Geta ha detto...

Il microchip solo nei romanzi distopici di fantascienza. Oppure in Cina, ma certamente non qui da noi.
Donare il sangue, beh, perché no? In fondo c'è tanta gente negli ospedali che ne avrebbe bisogno (parlo con cognizione di causa, visto che ho avuto diversi parenti ricoverati e sottoposti a trasfusione).
Il vaccino... beh, in fondo ne facciamo già altri sin da bambini, no?

Farfalle Libere ha detto...

Non lo vedo perchè in fondo se guardiamo la storia è andata sempre così. Il vaccino del vaiolo che aveva un'efficacia del 95% non riusciva a eliminare le epidemie perchè la gente non voleva vaccinarsi. Anche alcuni vaccinati venivano contagiati e morivano, decisamente di meno rispetto a chi non si sottoponeva alla vaccinazione. Fu reso obbligatorio e anche all'epoca si scatenarono le proteste gridando alla libertà. Ma allora non c'era il green pass, non rimanevi fuori dal ristorante, a quel tempo chi non faceva il vaccino andava in galera. Eppure il vaccino fu reso obbligatorio e alla fine il virus fu cancellato dalla faccia della terra. Sai io non credo che la dittatura arrivi da quelli che ti minacciano, ma da quelli che ti promettono il paradiso sulla terra, penso a Hitler o a Lenin che accesero le speranze nelle masse che morivano di fame. Son loro che poi sono diventati dei dittatori, arrivando persino, nel caso di Hitler, a polverizzare la gente.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIANO il microchip è già realtà, in campo medico per esempio se non ricordo male nei diabetici i quali grazie ad esso misurano il valore dellea glicemia apparecchio bluetooth che dialoga con il microchip impiantato sottopelle al paziente. Quantoba finale il sangue nobile cosa ma pensa se fosse usato per scopi militari e batteriologivi

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FARFALLE LIBERE i vaccini di ina volta erano ben diversi da questo che sembra essere pieno di controindicazioni e che non so capire perché prima dicono che può battere la variante delta poi il contrario. Insomma la confusione è tanta la voglia d obbligarci pure

Farfalle Libere ha detto...

I vaccini di una volta non erano meno pericolosi. Il vaccino del vaiolo era più pericoloso di questi attuali e in alcuni casi ha provocato gravi effetti collaterali, persino letali. 1 su 200000 ( effetti raro) andava incontro a encefalite vaccinica che si è dimostrava fatale nel 40% dei casi. Il vaccino del vaiolo tra i suoi effetti rari aveva anche le infiammazioni cardiache, con incidenza anche maggiore dei vaccini anti Covid. Ma il vaiolo faceva molte più vittime per questo si rese il vaccino obbligatorio. Perché morivano centinaia di migliaia di persone ogni anno. Il vaccino anticovid può perdere la sua efficacia nel tempo perché i coronavirus mutano , al contrario del vaiolo che non muta. Per cui chi si vaccinava contro il vaiolo poteva avere anche una copertura di 20 anni prima di fare un richiamo. I virus che mutano ti mettono in seria difficoltà. Questo vaccino infatti vuole cercare di limitare i danni, fare in modo che il Covid diventi come un comune raffreddore o un’influenza, più che farti evitare completamente la malattia, anche se comunque si è rivelato efficace anche nella prevenzione.

Farfalle Libere ha detto...

Daniele ci tengo a precisare che stiamo solo scambiando opinioni e informazioni, non c’è da parte mia alcuna intenzione di convincerti o di giudicarti. Sia chiaro. Lo scrivo, perché non vorrei che ci fossero equivoci.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FARFALLE LIBEv ci tengo a dirti che non sei e non potrai mai essere tu il problema legato ai post questo astio lo sentivo ma veramente tra noi 2 no mai

Farfalle Libere ha detto...

Infatti non ho mai provato e non provo astio nei tuoi riguardi. Per me erano e sono solo confronti basati su idee diverse.

Fabio Melis ha detto...

Una delle cose che si nota nella polemica tra vax e no-vax è che chi assume quest'ultima posizione ritiene o pretende di vedere e capire cose che altri non vedono o non capiscono. Io credo che ognuno debba decidere secondo coscienza senza entrare nel merito delle scelte altrui o sulla capacità di vedere o non vedere. Siamo tutti fallibili e solo il tempo e la storia diranno chi ha visto giusto e chi no.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FABIO iniziamo.col dire che i no vax so o pochissimi e la maggioranza di chi non si vuole vaccinare è contraria solo a quel vaccino. Poi ok sulla libera scelta ma a tal riguardo bisognerebbe spiegare questo concetto a molti pro vax che invece sono fans di Buche ci feinisce come sorci. Infine mia mamma dopo 15 gg dalla seconda dose ginisce al pronto soccorso se la cava ed infine papà è che dopo 15gg ha un ictus che li rende non autosufficiente

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FABIO ci sono parecchi report me lo ha confermato un neurologo pro vax che vivono che pare che sanciscano la presenza di effetti collaterali gravi dalla seconda settimana della malattie neuro degenerative.

Fabio Melis ha detto...

Mi dispiace molto per quel che è successo ai tuoi cari. Penso che chi somministra i vaccini debba valutare bene se , nei singoli casi, sia opportuno vaccinare o meno. Non conoscevo per niente quel Buche ( ormai sono in tanti che parlano di questo argomenti) e quella definizione di "sorci", la trovo assolutamente riprovevole.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FABIO Burioni ho scritto io male 😄.mia mamma sta bene ma papà no purtroppo ed hai ragione magari dovrebbero stabilire più esenzioni.

Angela ha detto...

tutta questa situazione dell'obbligo vaccinale che per legge (ancora) non c'è' ma nella pratica sì, perchè mi si impone il GP per tante cose, servizi, e addirittura lavoro, mi sta provocando molto stress; sul lavoro è un problema e il pensiero di fare il tampone ogni due gg mi fa venire lo sconforto.
Spero che, una volta raggiunta questa benedetta immunità di gregge, magari smettano di insistere con i pochi che non desiderano vaccinarsi per ragioni proprie, e ci si decida anche a togliere/ridurre progressivamente tutte queste limitazioni.
Ma la vedo dura :-/

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ANGELA vogliono provare a vaccinare tutti ma non ci riusciranno. PS se fai il tampone sei in regola se sul lavoro ti creano difficoltà si potrebbe profilare ilmobbing

Nick Parisi. ha detto...

Splendida anche questa. Complimenti.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER NICK grazie