mercoledì 1 settembre 2021

L'Angolo del Rockpoeta®: "Tremore E Coraggio"

TREMORE E CORAGGIO

Tremo
Tremo ma non è paura
Anzi ho coraggio 
Coraggio come tanti di noi
Noi, che abbiamo conosciuto la nostra condizione.

Carmine 70 anni
Non ha paura del buio
Non ha paura del suo destino
Anche lui trema 
E trema più di me
Ma è vigile 
Dipinge
Ed ama la vita.

Tornerai di nuovo 
Per provare a colpirmi
A colpirci
Ma molti di noi non ti temono
Sanno che sono stati più fortunati forse
Di altri
E la forma lieve che hanno non li spaventa
Non ancora.

Chi ingrassa
Chi trema di più
Chi non trema quasi più
Ed ha solo un piccolo pezzo di se stesso
Che deve monitorare.

Io tremo
Tremo ma non è paura
Il  mio avambraccio rigido
Si è sciolto
E da tre anni ormai
Trema pochisssimo
La mia vita è normale
Come la vostra

E non temo neanche l'avanzare dell'età
Io so che non mi ucciderai
So che proverai a modificarmi
Ma non colpirai mai nulla oltre il mio braccio sinistro 
Io forse sono e sarò tra i più fortunati
Forse...

Chi non deglutisce
Chi avverte sintomi di Alzheimer
Portati da un'alleanza maledetta
Tra Mr. Parkinson e Mr. Alzheimer
Ma non è scontato che accada.

Io non tremo
Non temo il buio 
Non temo il tremore
È sotto controllo

Io tremo 
E se tornerai
Tra anni 
Per succhiarmi la vita 
I miei ricordi
La mia anima
Non riuscirai
Ti impedirò di rendermi un vegetale
Sia fisico che psichico

Nesssuna compassione da parte vostra
Io sto bene
Io sono forse ripeto un fortunato

Guardate i miei video
Non vedrete nulla
Perchè nel mio caso 
È una forma lieve e quindi sotto controllo
Altri stanno peggio 
Molto peggio di me. 

Io non tremo
E come ti stavo dicendo
Se tornerai per ridurmi un vegetale
Non ti permetterò di vincere. 

Non succederà
Ma dovesse accadere
Ti ucciderò
Al primo tuo sintomo bastardo

Pistola alla tempia
E "Bang!"
Ti impedirò di annientarmi l'esistenza
Intanto io avrò vissuto abbastanza
E soprattutto
Fino a quel preciso istante
Avrò vissuto!

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

20 commenti:

Gus O. ha detto...

E' importante non avere paura perché quando la malattia si presenterà non avrà nemmeno la possibilità di comprendere quello che gli è accaduto.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS di fatto ne ho parlato perchè vedevo mio padre con l'Alzheimer e quindi quando l'ho scritta temevo di fare la stessa fine ma io ho da tre anni questo problemino all'avambraccio sinistro e prendendo due pastiglie al mattino di fatto non tremo più infatti se davvero guardate i miei ultimi video non noterete nulla. Sentivo però il bisogno di parlarne, non so perchè esattamente. Sicuramente questa è una delle pochissime poesie, si contano in tutti questi anni di blog ancora sulle dita di una mano, davvero personali.

Gus O. ha detto...

A volte si sente il bisogno di comunicare qualcosa di personale. La motivazione è difficile da comprendere. Comunque un tremolio al braccio può essere un sintomo del Parkinson, ma non dell'Alzheimer.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS. infatti io ho una lievissima forma di parkinsonismo nulla a che vedere con Mollica o quell'attore americano Michel J Fox per fortuna. Solo quando l'ho scritta poco tempo fa ho voluto postarla ed ho scelto oggi senza un vero perchè per farlo.

Ariano Geta ha detto...

É un male di cui spero di non soffrire mai. Se dovesse minacciarmi, anch'io preferirei "togliermi di mezzo" pur di non dargli spazio nella mia testa.

LaDama Bianca ha detto...

E' una condizione davvero dolorosa, sia per chi la vive, sia per chi sta intorno a qualcuno che di questa malattia è affetto.
E' bello e giusto che tu gli abbia dedicato una poesia.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIANO per fortuna non dovrebbe prendernon8n modo aggressivo

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LA DAMA BIANCA parlo di me ma nulla di veramente grave

Claudia Turchiarulo ha detto...

Mi dispiace che tu abbia questo problema, seppur in forma lieve.
Quanto all'Alzheimer, invece, sia io che mia madre ripetiamo sempre che faremo in modo di farla finita qualora questo mostro venisse a bussarci.

Farfalle Libere ha detto...

Quando l’ho letta ho avvertito subito che era personale, anche se già altre volte hai parlato in prima persona per riferirti a storie di altre persone. Però ho percepito un sentimento più forte tra le parole. Purtroppo leggendo i commenti ne ho avuto conferma. Mi dispiace che tu abbia questo problema, anche se per fortuna è in forma lieve. Comunque non bisogna mai arrendersi e vivere sempre fino in fondo.

cristiana marzocchi ha detto...

Non dargli troppo peso , è come un tic, tipo quando 'barbella' una palpebra. Non soffrirai di Alzheimer, hai una mente dedita ai versi e quelli non spariranno mai.

Franco Battaglia ha detto...

Il coraggio non ti manca, l'incoscienza neanche. La malattia si affronta in questi casi, senza pavide uscite di sicurezza. ma il tuo è un problema sostenibile, per fortuna.. bellissimi versi!

Angela ha detto...

"Io non tremo
E come ti stavo dicendo
Se tornerai per ridurmi un vegetale
Non ti permetterò di vincere. "

La vita ci mette davanti a tante sfide, alcune - più difficili di altre - ci chiedono una grande forza interiore, che tu hai e noi la "vediamo", la leggiamo in ciò che scrivi e che rivelano la persona che sei.

un abbraccio, daniele!
(quelli non li può fermare nessun tremolio )

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CLAUDIA concordo con te

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FARFALLE LIBERE è lieve e voglio che resti tale.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FRANCO ti ringrazio infinitamente per queste tue parole che arrivano al mio cuore. Hsi ragione ho coraggio ed incoscienza in effetti ma per fortuna è una forma lieve che mi porto dietro da oltre 3 anni senza particolari problemi.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ANGELA grazie per le tue parole es anche per il tuo abbraccio

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CRISTIANA grazie per il tuo incoraggiamento. Vero credo che scriverò fino al mio ultimo respiro. Quanto al tremolio grazie a quello che prendo ogni giorno tremo pochissimo anzi quasi mai. Paura l'ho avuta al momento della diagnosi poi monsono rasserenato quando ho capito che non era una forma aggressiva anche se bisogna monitorarlo sempre.

MAX ha detto...

Che sia una cosa lieve e controllabile mi pare sia positivo.
Auguri allora

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MAX infatti è importante che lo sia🙂