venerdì 16 novembre 2018

L'Angolo del Rockpoeta®: "Carnevale Funebre"

Scioccante sapere che l'Appello per la strage di Viareggio del 29 giugno 2009 dove un treno che trasportava gas deragliò provocando, incendiandosi, 32 morti innocenti, a causa della prescrizione rischia di squagliarsi perché scattando ingurgiterebbe in un sol boccone il reato di incendio e lesioni colpose. Anni fa scrissi questi versi che qui vi lascio nuovamente, con il cuore affranto.

CARNEVALE FUNEBRE

Marcia funebre
Carnevale nero
Carri funerari lungo la passeggiata
32 Figure per nulla allegoriche
Ma reali e assenti.

Assenti come la giustizia
Ancora non pervenuta.

E' la giustizia italiana
Il vero Carnevale di Viareggio

Perenne e sublime.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

mercoledì 14 novembre 2018

OPINIONE DEL ROCKPOETA®: California Dreaming

C'era una volta la California, splendido luogo di sole e di mare, la California di "California dreaming" dei Mamas & Papas e delle "California girls" di David Lee Roth. 

Oggi quella terra non esiste più. Oggi abbiamo fuoco e desolazione, devastazione e morte, di fatto un vero e proprio inferno.

Tra incendi dolosi e cambiamento climatico, la realtà californiana è mutata radicalmente e tanti se possono scappano da quello che prima era un luogo di richiamo per tutti.

Immagini impressionanti, sembra veramente l'inferno dantesco. Eppure Trump è uscito dal protocollo di Kyoto, altri Paesi se ne fregano altamente dell'ambiente e molti anche nel piccolo non fanno nulla per salvaguardarlo, a partire dal non gettare il classico mozzicone di sigaretta in un bosco.

Speriamo che invece di cantare "California dreaming" non si debba già iniziare ad intonare "California dying"...

lunedì 12 novembre 2018

L'Angolo del Rockpoeta®: "Mexico E Nuvole"

Gli omicidi e le sparizioni in Messico sono sempre di più e la corruzione anche delle forze dell'ordine non aiuta a far ridurre questo fenomeno. Diecimila persone uccise solo negli ultimi tre mesi

Drammatico in questo link il dolore di una deputata messicana che scopre durante una seduta con una telefonata dell'assassinio di sua figlia

MEXICO E NUVOLE

Viviamo come nel far west
I desaparecidos sono all'ordine del giorno:
Bambini, giovani ragazze, donne
Di cui poi il deserto inghiotte i resti.

Molti di noi tentano la sorte altrove
Ma mura al confine americano non aiutano.

Sei in un recinto di morte
Dove povertà e soprusi
Omicidi e rapimenti
Ti accompagnano per tutta la tua faticosa esistenza.

Lo straziante urlo di una madre
Brivido sconvolgente 
Sirena di dolore quotidiana

Oramai non è più Mexico e nuvole
Ma Mexico y muerte.

E le rovine di grandi civiltà che furono
Un'ulteriore ferita per quello che siamo diventati

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

venerdì 9 novembre 2018

L'Angolo del Rockpoeta®: "Anello Di Fidanzamento"

ANELLO DI FIDANZAMENTO

Ho lottato per la vita
Sopraffatto da eventi imponderabili
Come occhi smarriti che giocano 
Con una palla ovale ma piccola
Zigrinata
Con una spoletta in luogo della valvola.

Apri il "giocattolo" come una lattina da bere
Pochi istanti
Ticchettio inquietante
Drammaticamente avvolgente...

L'esplosione
E pezzi di te sono sparsi ovunque 
Dentro la tua anima annientata
Lungo la strada sporca di sabbia e asfalto
Come spazzatura da pulire
O resti di carne abbrustolita da dare ai cani.

Si lotta per la vita
Ci si stanca
Ci si arrende
Si perde.

Ed allora basta
Impossessiamoci di questo piccolo anello
Fidanziamoci per sempre con la morte 
Tic, Tac, Tic, Tac, Tic ,Tac...
TIC!

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

mercoledì 7 novembre 2018

OPINIONE DEL ROCKPOETA®: La Prescrizione

In queste ore c'è una discussione in atto tra Lega e M5S a proposito del DDL Giustizia in relazione alla prescrizione. Se non ricordo male i pentastellati vogliono che la prescrizione si fermi dopo la sentenza del primo grado di giudizio.

La Lega invece è più "Berlusconiana" sul tema. Ecco quindi che si è aperto un contrasto, contrasto che però, dice il il Presidente del Consiglio Conte, non può esistere perché è un punto del contratto di governo.

Spero proprio che i cinquestelle su questo punto non facciano marcia indietro e non annacquino la loro proposta. Così come trovo giusto che, per un senso di rispetto e civiltà, (proposta della Lega) per i reati più gravi non si possa più chiedere il rito abbreviato.

E voi che posizione avete sulla proposta pentastellata sulla prescrizione?

AGGIORNAMENTO: cinquestelle e lega si sono accordati per approvare la proposta pentastellata ma farla entrare in vigore dal gennaio 2020. Motivo? Salvini ha dichiarato che vuole tempi certi per i processi quindi proposta dentro il DDL anti-corruzione ma entrata in vigore nel 2020 quando ci sarà anche la nuova riforma della giustizia penale.  Restano cmq vivi il tema del post e la sua domanda finale.

lunedì 5 novembre 2018

L'Angolo del Rockpoeta®: "Urlando E Scherzando"

URLANDO E SCHERZANDO

Voglio morire urlando e scherzando
Scimmiottando facce logore e volgari
Annientando crudeltà e sperpero
Con un soffio di vento 

Voglio morire amando e ridendo
Afferrando la tua spada insanguinata e vile
A mani nude

Voglio morire gettando il mio cuore pulsante a terra
Respirando ancora pochi rantoli di anima 
E cancellando i vostri ultimi attimi di lugubre dittatura
E squallido dominio.

Voglio morire amando e scherzando
Per risorgere vincente
Io, tu , tutti noi.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

venerdì 2 novembre 2018

L'Angolo del Rockpoeta®: "Morti Da Accertare"

La notizia è di martedì 30 ottobre ma purtroppo non è andata in prescrizione e non è successo nulla che la rendesse superata nei fatti.

A questo link di un articolo comparso sul Fatto Quotidiano on line si legge che "Lo schema del decreto (relativo alla riforma dell'ordinamento penitenziario ndr) giunto alle commissioni giustizia il 7 settembre scorso prevedeva che "nella cartella clinica del detenuto il medico annota immediatamente, anche mediante comunicazione fotografica, ogni informazione relativa a segni o indicazioni che facciano apparire che la persona possa aver subìto violenze". Riferimento cancellato dalla norma pubblicata in gazzetta ufficiale dopo i rilievi di Regioni e Sanità. Il personale sanitario resta obbligato a segnalare fatti che possano far ipotizzare reati"

L'articolo che vi consiglio di leggere, prosegue con altre considerazioni legate alla principale molto interessanti e che, a mio avviso, corroborano i dubbi che questa cancellazione suscita.

Quindi per capirci niente più foto come il caso Cucchi. Capite bene che per quanto le parole possano essere assai precise e dettagliate (ma anche vaghe) le foto sono inequivocabili e non permettono (o almeno non dovrebbero permettere) interpretazioni "fantasiose".

Le morti in carcere , peraltro, sono un tema annoso di cui io molti anni fa mi sono spesso occupato con riferimento anche ad alcuni precisi istituti carcerari. In carcere ci sono i suicidi, gli omicidi (quei casi che proprio non si può evitare di mascherare in altro modo) e… "le morti da accertare" che sarebbero quei casi dubbi dove non si riesce (o non si vuol riuscire) a comprendere se le morti siano omicidi o meno e, se non ricordo male, si definiscono veramente in tal modo.

Detto questo a distanza di quasi dieci anni riposto qui questa mia poesia. Io non sono un buonista, il carcere non deve essere un passatempo, la pena va scontata, i permessi e gli sconti di pena vanno misurati attentamente, per i mafiosi il 41 bis è intoccabile, ma sono contrario al fatto che il carcere sia un luogo dove viga la legge del più forte, un luogo anarchico un luogo dove trattare i reclusi come bestie.

MORTI DA ACCERTARE

Topi
Folla
Buio

Topi
Folla
Buio

Ratti
Affollamento
Isolamento
Buio.

Ratti
Insetti
Folla
Escrementi
Urla
Buio.

Aria cronometrata
Luce artificiale
Quando non isolamento
Ammassati come bestiame destinato al macello.

Ogni tanto qualcuno di noi muore
Suicidio sometimes
Spesso omicidio
Ed ancora più spesso morti "da accertare"...

Respirare non respirano più
E' il perché sia successo che resta un mistero buffo...

Perché noi siamo i Morti da Accertare...

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®