venerdì 19 aprile 2024

mercoledì 17 aprile 2024

lunedì 15 aprile 2024

L'Angolo del Rockpoeta®: "Pianto Muto"

PIANTO MUTO

Pianto muto
Non vi disturba
Non lo sentite
Non lo recepite
Ma fa male comunque

Mandibole urlano in silenzio
Il tuo volto si stravolge
Cambia espressioni repentinamente
E  poi quella sensazione di soffocare
Quell’apnea silenziosa
Bagnata da lacrime che scendono 
Irrefrenabilmente

Il pianto muto è educato, riservato
Quasi privato
Non profferisce suono alcuno
Ma se sei attento
Lo puoi vedere
E recepirne la sua disperazione

Il pianto muto
È rabbia e dolore
È devastante
Perchè se è muto all’esterno
Dentro urla tutta la tua e la sua 
Infinita disperazione
Di un dolore insopportabile

E le lacrime
Sono un suono sordo
Tra strazianti contrazioni di sofferenza

Pianto muto
È contorcersi ed aprirsi
Allo stesso tempo

Il pianto muto
È il più straziante 
È rabbia e dolore
È sofferenza sovrumana
Nulla a che vedere con quello più tradizionale

Il pianto muto
Racconta un dolore
Dolore che nessuno dovrebbe mai provare
E ci vuole coraggio per sorreggerlo
E ci vuole forza per sorreggersi
E ci vuole coraggio per non trattenerlo.

Ed io 
Padre
Ho pianto per te in ogni modo
Molti lo hanno visto e capito
Ma non ho mai mostrato a nessuno
Se non a te
E per te
Il mio pianto muto.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

domenica 14 aprile 2024

venerdì 12 aprile 2024

mercoledì 10 aprile 2024

L'Angolo del Rockpoeta®: "Un'Ultima Domanda..."

UN'ULTIMA DOMANDA...

Come puoi avere libero arbitrio
Ed un tuo preciso destino
Contrassegnato dal tuo nome 
E dalla tua data di nascita?

È come pretendere 
Di essere e non essere contemporaneamente

Predestinati nel bene e nel male
Karma invadente
O sei tu a dirigere 
Ed imprimere una precisa direzione alla tua vita?

Chissà
Forse tu scegli un percorso
E la vita sadicamente
Senza un apparente motivo
E senza un'apparente logica
Decide
Non se è giusto per te
Ma se desidera che tu riesca 
Ad arrivare alla meta o no

E ti chiedi quale sia la tua funzione
In questa forse unica vita
E ti domandi
Per cosa sei venuto al mondo 
A quale scopo
Se la tua voce è muta
E la massa è sorda

Ed infine ti poni un ultimo quesito:
A cosa sarà mai servito scrivere questi versi? 

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA® 

lunedì 8 aprile 2024

L'Angolo del Rockpoeta®: "Uomo"


UOMO

L'Uomo è morte
L' Uomo è arroganza
È ipocrisia e violenza
È menzogna e superbia

E mi si risponderà
Che gli esseri umani sanno anche amare
Piangere
Sorridere
Essere solidali 
Amare l'arte e sognare
E tanto altro ancora

Vero
Ma sono ormai un'esigua minoranza
Abbiamo oramai numeri di nicchia
E poi è evidente
La maggioranza rozza 
Ci eliminerà con ogni mezzo
E la nostra voce d' amore e libertà
Di dissenso e di preziose sfumature
Sarà cancellata per sempre

E sarà in quel preciso istante
Che non ci sarà più un solo essere umano
Ad essere fonte di gioia.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA ®