lunedì 30 luglio 2018

L'Angolo del Rockpoeta®: "Abbandono"

Non si abbandonano MAI gli animali!

ABBANDONO

Cucciolo solo
Vola basso
Dove nessuno lo cercherà
Nessuno gli parlerà
Nessuno potrà riconoscerlo

Dove essere calpestato
E' il solo sogno che gli appartenga.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

venerdì 27 luglio 2018

L'Angolo del Rockpoeta®: "Miscellania"

Eccoci al secondo appuntamento dei 4 previsti al venerdì con una mia poesia più particolare e/o personale:

MISCELLANIA

Cerco ali d'aquila
Dentro barattoli di confetture
Di vetro soffiato
Ed aliti di vite perdute
Imprigionate in inutili talenti.

Le mie ali sono oramai logore
Spelacchiate, arrabbiate,
Esauste.

Ricominciare dal nulla
Avendo il nulla come speranza
E' impossibile.

Avere talento non serve
Ed il cinismo non basta
Senza fortuna.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA®

mercoledì 25 luglio 2018

L'Angolo del Rockpoeta®: "Junky"

Parliamo di droga con una poesia già postata qui nel 2009:

JUNKY 

Angolo di un vicolo
Bava alla bocca
Schiuma eroina
Ha 17 anni
"Me ne frego della sofferenza altrui
Io sto già da schifo di mio"

Barcollo
Alcol nella testa e roba nel sangue
Vomito gli ultimi residui di anima 
Su questi gradini sporchi
Senza neanche ricordare come ho iniziato
Come tutto é iniziato.

I miei, brava gente
Si preoccupano
Mi aspettano
Ma io tanto mi devo fare.

A volte quando ho la scimmia che avanza
Ed i soldi che scarseggiano penso "Ora rubo"

Poi qualcosa mi ferma
Forse solo la mia vigliaccheria più che il rimorso.

Stanotte sono conciato peggio del solito
Sporco di vomito e catarro
Vestiti luridi che odorano di roba.

Solitamente non sono così "profondo"
Ma stanotte sto davvero peggio del solito.

E' vero l'ho detto già tante, troppe volte "Stasera smetto"
Ma mai seriamente.

Stasera é diverso. 
Sento le lacrime di mia madre e lo sguardo buio di mio padre
E poi la sua voce e quelle note....

Lui, che da un bar con quella sua voce quasi mi richiama 
Come un monito che vola nello spazio aperto
In questo cielo come cenere verso il Paradiso.

E le sue parole chiare
Come un'eco nella mia testa:

"Ashes to Ashes, funk to funky
We know Major Tom's junky..."

E poi ancora la sua voce che si confonde con quella di mia madre:

"My mama said to get things done
You better not mess with Major Tom"

Asciugo le mie lacrime
E torno...

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

( le parole in inglese sono una citazione dalla grandissima canzone di Bowie "Ashes to Ashes")

lunedì 23 luglio 2018

L'Angolo del Rockpoeta®: "4 Years Old"

L'ho postata i primi di giugno sul blog di Patricia Moll, ma ci tenevo tantissimo a postarla anche qui. Chiedo scusa a quelli che l'hanno già letta da Patricia.

4 YEARS OLD

Avevo 4 anni
un saluto a mia madre
Poi lei si incammina verso quella piazza.

Quel giorno il destino mi catturò ferocemente
Fu come un ceffone ricevuto all'improvviso
Un sortilegio malefico che deflagrò anche nella mia testa.

Piazza della Loggia
E mia madre non tornò più

Cancellato per sempre il presente 
Una qualunque speranza di futuro
Ma soprattutto anche i miei ricordi.

A quattro anni i tuoi ricordi sono sbiaditi
E tu cerchi di rincorrerne pedissequamente il sapore 
Speri in una reincarnazione in un nuovo futuro
Vorresti riavvolgere il nastro del tempo di quella mattina.

A quattro anni i ricordi di tua madre 
Sono ancora troppo pochi.

Ho cercato di non dimenticarne il volto
Di fissare nelle mie orecchie il timbro della sua voce
Associandola anche ad altre che potessero somigliarle.

Ma con il tempo tutto scolorisce
Il ricordo del suono si assottiglia
E gli unici ricordi che ho sono di seconda mano
Riportati da altri.

Questa tragedia mi ha tolto
Passato, presente 
E donato un futuro doloroso
Macchiato da un destino crudele
Come un bellimbusto
Con atteggiamenti da bullo.

Follia assassina
Dentro un cestino dei rifiuti
E quelle schegge impazzite
Figlie di un'esplosione vile
E di connivenze deviate.

Avevo solo 4 anni
E fino a quella mattina io avevo una mamma.

Ora sono un uomo adulto
E sono orfano due volte:
Di madre e di giustizia.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

venerdì 20 luglio 2018

L'Angolo del Rockpoeta®: "The Girl With The Skates In Her Eyes"

E' estate ed allora voglio tentare un esperimento. Da oggi e per i prossimi tre venerdì (ossia il 27/7, 3/8, 10/8) posterò delle mie poesie non prettamente sociali. Qualcuna più lievemente personale ed altre cmq ispirate da sensazioni, o immagini che mi hanno colpito nel momento in cui sono state scritte. Spero le troverete coinvolgenti come quelle sociali che cmq non mancheranno negli altri giorni di pubblicazione (ossia il lun e mer). Scusatemi poi se in questo periodo non sempre riuscirò a passare da voi come vorrei, spero cmq che non mi abbandonerete :-)))

THE GIRL WITH THE SKATES IN HER EYES

Danzi
leggiadra
la malinconia dei tuoi occhi
ed il nostro
profondo
senso di abbandono.

Leggiadra volteggi
su quella pista
con, ai piedi,
quattro 
piccole
ruote gommate.

Ed abbracci il tuo compagno
come te
legato
all’infinito volteggiare
del tuo cuore.

Per terra strisci
ti avvinghi
su quella pista
per risorgere.

Pattina
La pista della Vita
Schivala
Schivane
Le insidie
E danza
Sulle tue emozioni.

Ed abbraccia 
il tuo compagno
come te
stretto
nell’infinito volteggiare
del tuo cuore.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

mercoledì 18 luglio 2018

L'Angolo del Rockpoeta®: "Vicino Al Mare"

VICINO AL MARE

Thailandia
Cinque anni
E non ha mai visto il mare.

Segregata
Insieme ad altri suoi
Piccoli “compagni di lavoro”
Cuce palloni 15 ore al giorno.

Cresce.

Ha 12 anni
Ormai è già “matura”
Per altre esperienze…

Viene portata in città
Tra luci artificiali
E oscurità dell’anima.

12 anni,
E non aver ancora visto il mare…

20 anni
Spenta
Disperata
Senza più neanche la speranza
Pronta a finire la propria esistenza
Viene liberata.

Lacrime di gioia
Paura
Incredulità
Bagnano il viso di quell’uomo
Che la salva.

La porta alla luce del sole
E lei
Con un timido sorriso
Ancora umido per le lacrime versate
Gli chiede…

PORTAMI… PORTAMI
VICINO AL MARE…

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

lunedì 16 luglio 2018

L'Angolo del Rockpoeta®: "A TRUE AND BEAUATIFUL STORY"

Scritta ieri mattina quindi senza conoscere l'esito della finale che si sarebbe disputata alle 17 di ieri. Qui la storia che voglio raccontare va oltre il calcio.

A TRUE AND BEAUTIFUL STORY

Occhi malinconici da campione
Infanzia ritagliata tra l'esilio 
Ed un ritorno fra le macerie di Zara.

Rifugiato con la famiglia a sei anni
Povertà ed orgoglio
Insegue una palla con gli occhi fieri e spaventati
Di un bimbo coraggioso
Senza parastinchi per proteggersi 
E cibo sufficiente per nutrirsi

Una storia drammatica
Che si trasforma in una favola luminosa

Il talento vince sull'odio
E vedere oggi
I tuoi occhi determinati
Ma con quella patina triste di chi non dimentica
Inumidisce i miei occhi di passione ad ogni tuo lancio.

E quello sguardo da piccino in un corpo ed un cervello da uomo
E' quello che mette il cuore in ogni tua azione
E' quello che fa credere ogni sogno possibile
Ogni volta che tocchi la palla
Ogni volta che la rincorri
Ogni volta che ricordi chi eri, chi sei, ed il tuo sofferto passato.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

Ed ora la parola alla sua vita in pillole, ora parla lui Luka Modric 

venerdì 13 luglio 2018

L'Angolo del Rockpoeta®: "Profondità"

PROFONDITA'

Fino in fondo all'anima
Troverai
Un muro di facce senza nome

Troverai
Cassetti arrugginiti con sbiaditi ricordi 
Di violenze passate.

Sentirai il berciare di sirene tardive
Ed il sordo suono di ossa schiacciate.

Fino in fondo all'anima
Avvertirai un nudo senso di impotenza
E vorrai soltanto desiderare 
Di non aver mai avuto l'anima.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

mercoledì 11 luglio 2018

OPINIONE DEL ROCKPOETA®: Informazione A Pagamento

Questo link riguarda una notizia interessante di cui avrei voluto parlarvi magari più nello specifico se non fosse che facendo parte delle "Top News" de "La Stampa" se vuoi leggere tutto l'articolo e non soltanto le prime 11 righe, titolo compreso, devi abbonarti.

Repubblica on line sta iniziando a fare lo stesso. Di fatto il bavaglio alla rete lo possono mettere gli stessi editori, se vogliono, attraverso questi sotterfugi squallidi.

Voi direte che giustamente qualcosa devono guadagnarci: ok, ma parliamo di siti con molte visualizzazioni quindi pubblicità a gogò e tante altre fonti di introiti che entrano nelle loro tasche (pardon casse).

Io mi rifiuto di abbonarmici e cercherò sempre il modo di informare cercando magari quelle stesse notizie (anche se a volte più che notizie sono servizi speciali o interviste esclusive) altrove.

Aggiungo inoltre: pagare chi e cosa? Siti spesso di "disinformazione" ed informazione pilotata per notizie il più delle volte scelte escludendone altre sicuramente più "scomode"? Lunga vita quindi a molti altri siti (spesso ad es. Cavaliere Oscuro li sa scovare molto bene come in questo post qui linkatovi) che senza chiedere "oboli" forzati, informano in modo libero e gratuito

Informazione on line a pagamento? No grazie, informazione libera e fruibile per tutti, sempre e comunque.

lunedì 9 luglio 2018

L'Angolo del Rockpoeta®: "Anestesia Del Pensiero"

ANESTESIA DEL PENSIERO

Malato grave
di Realtà.

Paraventi dell’Anima
Scoperchiati dalla soggezione del Tempo

Recettore Delta
per alleviare il dolore della mente.

L’Anestesia del Pensiero
Soluzione placebo.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

venerdì 6 luglio 2018

L'Angolo del Rockpoeta®: "I Due Tordi"

Volare sì, per realizzare grandi sogni, ma non come scusa per l'ignavia…

I DUE TORDI

Desideriamo le ali 
Per volare alti

Convinti di essere felici

E attraversiamo 
Campi sterminati di nulla

Guardiamo verso il basso
Inorriditi
Da voragini di efferatezza
E sciacallaggini del tempo.

E restiamo attoniti
Ma continuiamo 
Imperterriti
Cocciuti
Testardi
A volare

Convinti 
Che troveremo il Paradiso

Convinti
Che siamo 
Troppo in alto 
Per essere abbattuti

Due spari
E la nostra insipida stupidità
È impallinata 
Come due tordi
Convinti di essere
Al di sopra di tutto - di tutto questo -
E di passaggio 
In una riserva di caccia.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

giovedì 5 luglio 2018

VITTORIA!!!!

E' di un'ora fa la notizia che quella infame direttiva è stata bocciata e che poi a Settembre si ridiscuterà ovviamente partendo dalla ferma intenzione di cambiare e spazzare quei due articoli più che controversi

QUI IL LINK ALLA BELLISSIMA NOTIZIA!

Daniele il Rockpoeta®

mercoledì 4 luglio 2018

OPINIONE DEL ROCKPOETA®. Salviamo il Web!

 Faccio un appello pubblico a tutti gli eurodeputati (soprattutto quelli Italiani): sono qui come tanti in questo momento per difendere la libertà della rete e chiedo a ciascuno di voi ed al vostro partito nella totalità di votare contro la proposta che si voterà il 5 luglio. Vogliamo davvero una rete muta? 

PS: scriviamo tutti ai nostri eurodeputati come ci suggerisce Wikipedia. Io so già che il movimento voterà contro questo obbrobrio. Ne ho già contattati alcuni anche di altre aree politiche e vedremo se mi risponderanno ma soprattutto se voteranno contro domani. Cliccando QUI  è possibile raggiungere la pagina con l'elenco degli eurodeputati e poi sta a noi contattarli.

PS2: oggi Cavaliere Oscuro pubblica un ulteriore e perfetto post esplicativo sul cosa si rischia e perché 

lunedì 2 luglio 2018

L'Angolo del Rockpoeta®: "Shhh…"

Questa poesia l'ho già postata alcuni anni fa ma voglio ripostarla non certo per assenza di idee ma perché ripensavo a come certi comportamenti umani, in questo caso uno in particolare, possono essere davvero deleteri e devastanti. Lo sanno bene intere famiglie che su tanti strani "accadimenti" attendono ancora oggi verità e giustizia e purtroppo conoscono bene quel suono: "Shhh, zitti che nessuno parli"

IL SILENZIO

Mi hanno sempre detto
Che é bello il Silenzio.

Mi hanno insegnato
Ad apprezzare il silenzio.

Ho sempre pensato
Che il silenzio fosse importante.

Puoi meditare in silenzio
Riflettere in silenzio
Vivere in simbiosi con i suoni della natura...
In silenzio.

Poi sono cresciuto
Ed ho scoperto
Che il silenzio può anche essere malvagità.

L'omertà é silenzio
L'occultare richiede anche silenzio
Il mentire richiede la parola
Ma il non dire tutto, comporta il silenzio.

Ed allora Ustica é figlia del silenzio
L'omertà di fronte a certi crimini é figlia della paura
Ma si trasmette con le onde del silenzio.

Anche le pallottole sanno essere silenziose.

Le bocche troppo chiassose
Possono essere ridotte al silenzio.

Il non parlare delle morti sul lavoro
Il tacere verità evidenti, scomode
Ma virtuali se non vengono dette
Se" Mamma Tv" non le racconta;
Anche questo é frutto del nostro silenzio.

La censura é silenzio
Nacondere la verità
Occultare la giustizia
Offendere la vita e la natura stessa!

Tutto questo
Lo può fare il silenzio.

Il silenzio dell'uomo.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®