venerdì 31 maggio 2019

L'Angolo del Rockpoeta®: "Egregio Onorevole"

EGREGIO ONOREVOLE

Avviso di garanzia
Abuso d'ufficio lo chiamano
Io non so neanche se è vero
Non ci vado mai in ufficio

Io lavoro fuori
Sono un parlamentare
Ho molte "amicizie"

Eletto con i loro voti
Ora ricambio il favore

Io non capisco
Perchè tutti si scandalizzano
Per quale ragione tutti si indignano
Ci siamo solo scambiati un favore reciproco. 

E poi....  Oh scusate
Un attimo di distrazione
Contavo la mia mazzetta da 35.000 euro.

Certo sono finiti i bei tempi della Prima Repubblica
Quando giravano molti più soldi
La crisi colpisce anche questo settore
Ed essere un corrotto oggi è più difficile di allora
È meno redditizio e più rischioso.

Ora sono in attesa di giudizio
Ma il mio "lavoro" non lo perdo
Non mi dimetto ed il mio partito non mi caccerà.

Sono un Onorevole
Onorato di servirvi, plebei
Ma prima scusate se penso ai fatti miei.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

38 commenti:

marcaval ha detto...

Sinceramente non so se rubavano piu prima o adesso: sicuramente si sono fatti piu furbi.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARCAVAL rubano uguale solo quantitativamente forse intascano un po' meno.

cristiana marzocchi ha detto...

La crisi colpisce anche questi galantuomini , che tanto disonesti non sono, perché avrebbero potuto aumentare le tangenti :):):).
Cri

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CRISTIANA: eh già poverini anche loro hanno a che fare con la crisi di oggi :-)))

Mirtillo14 ha detto...

Certo povero onorevole, la crisi colpisce anche lui e rubare , ora, è molto più difficile meno male che ci riesce sempre altrimenti come farebbe ???!! Saluti

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MIRTILLO: eh già, oggi anche per loro la vita è più dura ma per fortuna molti (non tutti) di loro riescono a rubare ugualmente altrimenti poverini che farebbero?

MikiMoz ha detto...

È vero che la situazione è cambiata e oggi sono costretti a mangiare meno, ma... non tutti sono così, dai^^

Moz-

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Cambiano i suonatori, ma la musica è sempre la stessa.
Saluti a presto.

Laura ha detto...

Devo dirti , caro Daniele , che non ho potuto fare a meno di sorridere , talmente bene e
con parole incisive , hai scritto "questo pezzo". Complimenti .
Ti racconto: Mio marito era impiegato nel Comune di un paese . Forse l'unico che non era
in passivo . Dovendo fare una strada , hanno chiesto un finanziamento all'ufficio
preposto a Roma . I soldi non arrivavano . Hanno telefonato e la risposta è stata che
dovevano andare a Roma in uno specifico Hotel e lasciare una busta con tot Lire e
ritornare a casa . Dopo una settimana i finanziamenti sono arrivati . E'successo parecchi
anni fa , ma nulla è cambiato .
Buona giornata . Laura

guisito ha detto...

Che ci dobbiamo ripetere? E allora, lo sapete: io sono io e voi non siete un cazzo!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MOZ vero per esempio forse non sono così i cinquestelle ma la maggioranza lo è, basta pensare agli ultimi scandali.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE e sempre brutta.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LAURA grazie per i complimenti e per la tua testimonianza.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUISITO temo che molti di loro la vedano proprio così.

accadebis ha detto...

Caspita come hai scritto bene le tue parole (non a caso sei un rockpoeta). Tutto il post mi ha colpito, ma nello specifico "Io non capisco Perchè tutti si scandalizzano Per quale ragione tutti si indignano Ci siamo solo scambiati un favore reciproco" perché per queste persone ci sono sempre delle giustificazioni per fare i fatti propri a danno degli altri. E il finale è il massimo esempio dei giorni nostri: "Sono un Onorevole Onorato di servirvi, plebei Ma prima scusate se penso ai fatti miei".
Bravo, un saltuone e alla prossima

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ACCADEBIS in effetti è una poesia sarcastica e diversa dalle altre che scrivo. È vero per queste persone a volte pare pure normale fare quello che fanno...

Claudia Turchiarulo ha detto...

Daniele, perdonami ma in questa poesia c'è un errore gravissimo...
"Io lavoro fuori
Sono un parlamentare".
Le virgolette....
Proprio come hai fatto nei versi successivi.
Io "lavoro".
Non vorremmo offendere chi lavora davvero.

P.S. Ovviamente il commento è sarcastico. Viva i lavoratori onesti. Senza nessuna virgoletta, e in qualsiasi settore.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CLAUDIA sarcasmo chiamo sarcasmo ☺

iacoponivincenzo ha detto...

Dal libro "Il vangelo secondo i più ladri.
Sono in odore di santità"

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VINCENZO sintetico e straordinariamente efficace

MAX ha detto...

Mi piace la rima che chiude la poesia.
Fa ridere ma è un riso amaro.
C’e poco da stare allegri...in questo mondo di ladri ( parafrasando Venditti).
Pensi sia utopia sperare nella vittoria dell’onesta sulla corruzione, non solo nella classe politica?
Complimenti per i versi.
Ma fai ancora Poetarock on the road...ti ho visto su YouTube.
Forte.
Ciao

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MAX utopia no ma sono necessarie regole severe e soprattutto un profondo cambio culturale e di mentalità cosa da noi più difficile. Sono onorato che tu abbia visto i miei video on The road e ti ringrazio per i complimenti. Vero la mia poesia di oggi è sarcastica e fa ridere ma in modo amaro.
Se vai sul mio sito puoi vedere anche altri video live. Al momento non ho in programma di rifarlo anche perché avrei bisogno di qualcuno che mi riprendesse.

Maria D'Asaro ha detto...

Che tristezza ... i moralizzatori di Roma ladrona utilizzano gli stessi metodi di coloro che volevano combattere. Buon fine settimana.

Carmine Volpe ha detto...

oggi è più difficile o più facile ? non so cero è che il mondo non cambia mai

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIA eh già e la Lega ci deve restituire i famosi 49 milioni.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CARMINE no purtroppo.

Franco Battaglia ha detto...

E' che ora, al contrario di come chiosa il tuo malinconico scritto, neanche si scusano più... :(

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FRANCO giusto...

LaDama Bianca ha detto...

Che cosa schifosa la corruzione, mi dà il voltastomaco.

Patricia Moll ha detto...

Poesia sarcastica e caustica, Daniele!
Purtroppo vera. NOn passa giorno che non si sappia di un n fatto del genere tanto che ormai ci siamo avvezzi.
Che schifo!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LA DAMA BIANCA concordo.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PATRICIA Vero altro dramma è l'assuefazione della gente a questi fenomeni se non perfino la tentazione di percorrere quella strada pensando di restare impuniti.

digito ergo sum ha detto...

non sanno misurare il presente, non hanno idea di futuro ma pretendono. se questo è il presupposto, cosa possiamo aspettarci di buono?

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER DIGITO nulla o forse che se ne vadano

Sari ha detto...

Con i denari gli "onorevoli" si comportano come noi cittadini verso il territorio: il pubblico non è di nessuno e quindi lo uso come mi pare: butto, prendo, calpesto... tanto NON c'è colpa. Le mazzette ci sono sempre, così come le agevolazioni e i privilegi. Nessuno che si senta colpevole ma, ribaltando la situazione, se noi cittadini ci sentissimo responsabili del bene comune, potremmo scandalizzarci dei comportamenti "onorevoli" e smetteremmo di dire che "così fan tutti".
Buona poesia indignata, grazie.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER SARI: è vero, condivido il tuo ragionamento anche se quando forse prima ci si indignava di più le cose cmq erano anche all'epoca più o meno come adesso. Anzi forse ora con i cinquestelle qualcosa sta cambiando ma è ancora lungo il percorso.

Carmine Volpe ha detto...

l'indignazione non esiste più era un sentimento nobile che si è perso, sempre post sull'attualità :-))

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PERE CARMINE: no oramai non si ha neanche più vergogna.