venerdì 24 maggio 2019

L'Angolo del Rockpoeta®: "Tumore"

Un nuovo studio dimostrerebbe che non esiste il caso o la sfiga nel prendersi il cancro ma una forte correlazione con i fattori ambientali che portano ad alterazioni genetiche prevedibili. La sfiga sta nel subire quei fattori ambientali, leggasi inquinamento per esempio...

TUMORE

Buongiorno 
Mi presento
Sono il Cancro

Sono quella bestia che temete fin dalla nascita
Sono il vostro incubo peggiore
Sono la morte con la falce ripiena di metastasi.

È vero
Vi odio e vi voglio annientare

È vero 
State lottando tenacemente per sconfiggermi
Ed ottenete anche successi importanti
Ma io sono più forte
Io ho un alleato involontario
Un alleato inimmaginabile ed incredibile.

Voi stessi.

Inquinamento
Sostanze tossiche nell'aria
Fumo
Sono solo alcuni elementi 
Alcuni fattori che voi stessi producete
Respirate
Assorbite.

Ed io mi annido tra quelle sostanze
Mi nutro di quei fattori per poi crescere dentro di voi
Mi riproduco in essi prima ed in voi dopo.

E così l'uomo per debellarmi
Dovrebbe prima frenare la sua corsa verso l'autodistruzione

E così l'uomo per sconfiggermi
Dovrebbe prima annientare se stesso. 

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

28 commenti:

Claudia Turchiarulo ha detto...

I tuoi versi mi toccano profondamente, poiché mi sono imbattuta diverse volte, nel corso della vita, nel mostro.
Non mio, s'intende, ma di persone a me carissime.
Alcune non hanno potuto che arrendersi alla sua malvagità, e soccombere, lasciando un vuoto incolmabile. Altre, lottano ancora e non so se ce la faranno.
Il vero male siamo tutti noi, è vero.
Intanto, solidarietà a chi affronta queste battaglie e ai parenti che li accompagnano in questo viaggio.

cristiana marzocchi ha detto...

BRRR ! Fa impressione ciò che hai scritto con tanta maestria e sono convinta che , prima o poi, l'umanità dovrà ricominciare tutto da capo.
Cri

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CLAUDIA: è una malattia terribile che ci siamo creati noi purtroppo. Permettimi di unirmi alla tua enunciazione di solidarietà verso tutti coloro che stanno lottando contro questo mostro.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CRISTIANA: lo penso anch'io e non so a che prezzo.

Ariano Geta ha detto...

Quel che accadde a molti lavoratori del petrolchimico di Marghera in effetti me lo ricordo bene, fu impressionante quel che emerse durante il processo...

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIANO: esatto, e come è accaduto ed ancora accade alla Solvay di Spinetta Marengo e di Rosignano, o ancora l'ILVA di Taranto.

Pino ha detto...

Facciamo di tutto, purtroppo, per spianare la strada a questo mostro. Sono un sostenitore della Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro: spero che un giorno possa essere debellato definitivamente.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PINO: è un onore avere un sostenitore dell'AIRC sul mio blog. Faccio mia la tua speranza.

LaDama Bianca ha detto...

Mi fa paura da morire, per tutto quello che hai scritto in questi versi.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LA DAMA BIANCA: è una paura di tutti noi e più che giustificata.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Oltre alla prevenzione, l'unica arma è una cura definitiva.
Sereno pomeriggio.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE: vero, ma la prevenzione la si fa abbattendo le cause che lo provocano anche a livello ambientale.

Patricia Moll ha detto...

E' una lotta impari e semieterna. Si vince e si perde.
Mio padre la perse ma a distanz di 33 anni contro il tumore al pancreas c'è anc0ra poco da fare.
Io, per ora, forse... ma non dico di più.
Mia mamma sta pareggiando al momento. Questa volta peprò mi sa che la partita sia persa.


Il problema grande è che sono tropi gli ijquinanti, troppe le cose nocive ma noi non sappiamo rinunciare più alle comodità. Trovare una via di mezzo non è semplice

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PATRICIA: hai centrato il punto, troppo cose nocive. Se tua mamma è sul pari lottate. Cmq tanta strada a c'è da fare per riuscire ad abbattere il mostro.

MAX ha detto...

È vero è colpa del nostro comportamento con il nostro inquinamento se abbiamo aiutato il cancro ad abitarci.
Però è pure vero che in tanti abbiamo preso coscienza e che quindi cerchiamo di correggere i nostri errori.
La cosa importante è non dargliela vinta , mai perdere la speranza...reagire altrimenti abbiamo già perso in partenza.
Te con la tua dura poesia hai fatto bene a darci una scossa...a ricordarcelo.
Ma se oramai il danno è stato fatto non perdiamo tempo a piangerci addosso ma
combattiamo per arginarlo questo danno e non perdiamo mai la speranza per un futuro migliore.
Ci sono tante strade da percorrere per sconfiggere il cancro , la ricerca è una di queste e poi ci vuole tanta forza e pensiero”positivo “ anche dentro di noi.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MAX condivido in pieno le tue parole. La forza di volontà per chi è malato è iimportantissima ma noi tutti dobbiamo agire per sconfiggere anche quello che a livello ambientale può portarlo. Grazie del tuo bellissimo commento

Elio ha detto...

Ciao Daniele, il tuo post mi ha ricordato un film che ho visto molto tempo fa. Purtroppo non mi ricordo invece del titolo e del nome degli attori. Praticamente il personaggio principale viene accostato da un'altro che dice di essere il suo cancro e l'accompagna per tutto il film fino a che non viene sconfitto. Purtroppo è diventata la malattia del secolo unitamente all'Alzheimer e dobbiamo cercare di combatterli il meglio possibile. Ottimo post e buon fine settimana.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ELIO film interessante cercherò di scoprirne il titolo. Grazie per le tue parole

Maria D'Asaro ha detto...

Per sconfiggere il cancro l'uomo dovrebbe forse, anziché annientare se stesso, annientare la sua ombra peggiore, quella economicista e quindi stupidamente nichilista.
Grazie sempre per le tue sollecitazioni poetiche di significativa valenza etica.

Franco Battaglia ha detto...

Come dice Max, non combattiamo affatto per arginarlo... anzi..facciamo sempre peggio..perché ognuno guarda al suo orticello temporale. Del futuro se ne fregano. Pure se hanno figli. 'Sti bastardi...

iacoponivincenzo ha detto...

Ci sta riuscendo brillantemente, Daniele, e raggiunge ancor più brillantemente i risultati finali che lui si augura. Stai tranquillo: arriveranno momenti ancor migliori in cui gli sarà ancor più clamoroso concludere un finale coi botti.

Carmine Volpe ha detto...

Giusta riflessione ci riempiono di consiglia alimentari quando invece è tutto l'ambiente che ci circonda il fattore che scatena questa patologia, le ultime due righe le trovo azzeccate per descrivere la situazione in cui ci troviamo

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIA Hai ragione l'uomo dovrebbe abbandonare quel nichilismo economicista ma non sembra volerlo fare.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FRANCO approvo ogni tua singola parola

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VINCENZO è quello che penso anch'io se non ci sarà una inversione di tendenza.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CARMINE infatti e tra l'altro ci consigliano cosa mangiare come se anche il cibo dei supermercati non fosse pieno di sostanze chimiche.

Mariella ha detto...

Cercando di non essere banale e poichè il CANCRO lo conosco molto bene, purtroppo, ti dico che ho apprezzato la tua poesia.
Graffiante e vera.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIELLA In primis bentornata. Tu non sei mai banale. Grazie per le tue parole