venerdì 3 dicembre 2021

L'Angolo del Rockpoeta®: "The Script"

THE SCRIPT

Giorno
Prime luci del pomeriggio
Sarà stato il 10 o forse il 12 dicembre 2021
Si danno appuntamento nella piazza principale
La fontana è quella
Non si può sbagliare

Lei sui 37
Bella presenza
Sguardo intrigante ed intelligente

Lui...
Avete presente il principe azzurro
Classico bietolone alla Harrison Ford?

Ecco
Dimenticatevelo
È riservato
Occhi scuri 
Sorriso accennato
Ma sincero ed avvolgente

Lui e Lei
Due persone che si incontrano
Si piacciono
Una passeggiata nel parco
Poi rientrano in città
E decidono di bere qualcosa
Ma lo sanno 
Sanno già che è solo un prolungare l'attesa
Si piacciono
C'è passione
Elettricità
Intesa
E qualcosa di più
Quella luce galeotta
Che è sintomo inequivocabile
Di un amore che nasce.

Siamo in periodo covid
E super green pass
Ma nessuno di loro due aveva più voglia
Di parlare di questo clima nauseante da caccia alle streghe
Avevano parlato di arte
Musica
Letteratura
Lui era riuscito perfino a parlare di calcio
E lei ad ascoltarlo
E pure con sincera e divertita attenzione.

Arrivano davanti al bar
E la scritta è chiara
" Qui i non vaccinati
Reietti schifosi ed untori bastardi
Non sono cortesemente graditi
Solo super green pass e vaccinati fighi grazie"

La cosa li sciocca
Innanzitutto perchè
Avevano rimosso tutto questo schifo
E questo orrore 
In quel pomeriggio di vita e passione
E poi per la scritta

Sarebbe bastato affiggere:
"Solo Clienti con Super Green Pass"
Ricordando una norma liberticida ed assurda
Invece no
Viene fatta quell'aggiunta squallida e nauseante

Dopo un primo momento 
Di comprensibile costernazione
Guardano dentro al locale dal vetro esterno
E poi si guardano negli occhi
E tutto cambia

Dentro
Coppie annoiate vivono la vita di prima
Con un cocktail davanti a loro
Coppie che non si parlano
Ma affondano il naso dentro il proprio cellulare

Fuori
Ci sono loro due
Frementi di passione e d'amore
Loro due
Che si rifugiano a casa di lei
Spengono ogni dispositivo elettronico
Si preparano un aperitivo
Brindano
E fanno l'amore come mai prima.

Corre l'anno 2025
Il covid è finito da due anni oramai
E nel biennio 2021/2023 non fece molte vittime
Ma presto si dimostrò
Già a metà del 2022 l'inefficacia del siero pfizer
E si trovo una vera cura
Un vero vaccino
Grazie ad un ricercatore
Dagli occhi scuri...

Siamo nel 2025
E lui e lei sono sposati
Innamorati
Felici
Ed il mondo neanche più si ricorda
Chi fosse quell'idiota di barista che
Affisse quella scritta all'entrata del suo locale
Mentre tutti ricordano lui 
Lui che la lesse
Lui che li ha salvati tutti quanti
Anche quel barista idiota il quale 
Forse neanche sa oggi di dover ringraziare
Proprio chi umiliò solo pochi anni prima

Ma oggi siamo un mondo nuovo
Il resto è storia, è passato
È alle spalle

Oggi il presente sono lui e lei
Ancora al parco
E poi dritti a casa...

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

29 commenti:

Giovanni ha detto...

Belle rime
Triste le rime
Rime augurali.

é nato qualcosa di importante nel periodo Covid 19
L'Amore Trionfa sempre

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GIOVANNI: l'amore dovrebbe trionfare sempre speriamo trionfi anche in questo periodo. Sì rime augurali in un certo senso nella parte finale, perchè tutti siamo sulla stessa barca e l'interesse di tutti è approdare in un porto sani e salvi sconfiggendo davvero questo virus.

Pia ha detto...

Ciao Daniele.
È un racconto dolcissimo questo. Non reale per fortuna e sprero non si arrivi mai a certe cose come quel cartello.
Però se dovesse accadere dovremo rispondere come Guido a Giosuè nel film la Vita è Bella:

Giosuè: Perché i cani e gli ebrei non possono entrare babbo?

Guido: Eh, loro gli ebrei e i cani non ce li vogliono.

Eh, ognuno fa quello che gli pare Giosuè, eh.

Là c'è un negozio, là, c'è un ferramenta no, loro per esempio non fanno entrare gli spagnoli e i cavalli eh, eh... e coso là, c'è un farmacista no: ieri ero con un mio amico, un cinese che c'ha un canguro, dico "Si può entrare?", dice "No, qui i cinesi e i canguri non ce li vogliamo". Eh, gli sono antipatici oh, che ti devo dire oh?!

Giosuè: Ma noi in libreria facciamo entrare tutti.

Guido: No, da domani ce lo scriviamo anche noi, guarda! Chi ti è antipatico a te?

Giosuè: I ragni. E a te?

Guido: A me... i visigoti! E da domani ce lo scriviamo: "Vietato l'ingresso ai ragni e ai visigoti". Oh! E mi hanno rotto le scatole 'sti visigoti, basta eh!

Sdrammatizzo per non piangere.
Bacio enorme Daniele, buona giornata!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PIA: mi hai commosso, però osservo che per paradosso la risposta di Benigni è noi non entriamo da loro e da domani loro non entrano da noi e non è questa la soluzione

Pia ha detto...

Infatti Daniele. Guido lo fa per sdrammatizzare e lo mostra come un gioco al figlio perché non comprende.
Anche il vincere un carrarmato non è un grande premio ma per il bimbo sì. Solo perché per lui è un gioco e non comprende cosa sia in realtà un vero carrarmato. Poi la scelta vera la farà crescendo. Bacissimi.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PIA infatti ma il problema è che lo sdrammatizzare non ti salva la vita. Cmq ricordo bene quel film ed il contesto di quel dialogo ed ho inteso cosa volevi dire.

Ariano Geta ha detto...

Io sarei andato in un altro bar.
Scusa se te lo dico, ma mi sembra scorretto focalizzare solo il singolo caso estremo e, soprattutto, solo da una parte.
Allo stesso modo, considerato che sul web ho letto parecchi commenti di novax che definivano i vaccinati come "pecore che si sono fatte marchiare", "coglioni", "gente senza palle" (ma anche di peggio che non riferisco perché è inutile riportare del turpiloquio), ebbene, allora perché non prendi mai posizione contro queste persone? Perché non condanni mai i novax con atteggiamento sprezzante e offensivo verso chi ha voluto vaccinarsi? Perché nelle tue poesie i novax sono tutti dolci e gentili mentre i vaccinati sono sempre dei bruti con atteggiamenti da nazisti sadici?
Non so come sia la situazione a Genova (che comunque, nelle varie occasioni in cui ci sono stato, mi ha sempre dato l'impressione di una città estremamente civile) però posso dirti che dove abito io, ma anche a Viterbo, a Tarquinia, a l'Aquila, la convivenza tra chi ha scelto di vaccinarsi e chi no è molto tranquilla, chi non è vaccinato invece di entrare al bar siede nei tavolini all'aperto, il barista lo serve allo stesso modo in cui serve i clienti all'interno e il caffè glielo fa pagare allo stesso prezzo, non è che glielo aumenta.
Forse sono particolarmente fortunato io a frequentare luoghi in cui tutta questa tensione fra vaccinati e novax non c'è per niente e dove nessuno ha mai offeso nessun altro... O forse sarà colpa del vaccino inutile che mi ha addormentato il cervello e non mi fa vedere le cose correttamente, che ti devo dire...

accadebis ha detto...

Speriamo bene che nel giro di un paio di anni la situazione si sistemi una volta per tutte e che finisca questo periodo tremendo. Anch'io mi auguro che torni l'amore in varie forme. Quando ho letto il tuo post, sempre interessante e ben scritto, ho pensato quando mio padre i suoi fratelli e le sue sorelle hanno vissuto "La Spagnola" fra il 1919 e il 1920, che poi era un virus di probabile provenienza orientale a quanto pare (in quell'epoca non avevano dati scientifici adeguati come oggi) e non dalla Spagna ma fu chiamato così perché in Spagna colpì molto forte.

Fu una pandemia tremenda che contagiò 500 milioni di persone nel mondo, 100 milioni di persone morte nel mondo (tantissimi, non come oggi). Mio padre e mia nonna me ne parlarono perché una sorella maggiore del nonno e una sorella maggiore di mio padre morirono nel giro di pochi giorni. Fu un dramma enorme, la paura prese piede ovunque e quando ne uscirono la vita tornò a pulsare. Pensa che mio nonno e mia nonna paterni avevano messo al mondo 13 figli (all'epoca era così) 6 femmine e 7 maschi, ma come dicevo una figlia morì che aveva tre anni.

Certo che a volte mi chiedo come sia possibile che un secolo dopo siamo di nuovo qui a combattere una pandemia simile alla Spagnola.

Bella questa poesia, molto bella
Un salutone Amigu de Zena e alla prossima

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIANO: se affermi che non prendo mai posizione contro i no vax parenti in aggressività ai si vax ti sbagli invece io ho sempre rivendicato e lo faccio anche in "Il Prezzo della Libertà" come questa tra vaccinati e non sia una guerra inutile, stupida e pericolosa e quindi ogni atteggiamento ostile è sbagliato. Detto questo nell'insulto del pro vax c'è una aggravante che l'insulto sempre da condannare del no vax non ha : vedi se un no vax ti apostrofa ingiustamente dicendoti che sei una pecora insulto a parte che è deprecabile e da condannare, finisce tutto lì e tu anche se poi magari il tuo non vaccino non ti protegge quasi nulla andrai il al ristorante e lavorerai tranquillo mentre l'ingiuria del Pro Vax nasconde oltre al disprezzo immotivato, anche una sadica goduria nel rimarcare che lui può fare delle cose che noi non possiamo fare e tra l'altro senza ragione alcuna visto che questo siero non sembra cos' efficace nonostante mi risponderete tutti che lo è ma se lo è perchè si parla di fare 4 o 5 dose poi sempre richiami annuali? Cmq non voglio entrare nel merito del siero Pfizer l'ho fatto già troppe volte, quello he mi preme sottolineare è questo. modo di essere che mi spiace vedo serpeggiare più tra i vaccinati che tra i non. Quanto a belli e brutti, io incontro i vaccinati che mi trattano così e per carità ci vuole ben altro per mettermi al tappeto, ma trovo più aggressivi dalla vostra parte e non parlo di quelli che manifestano ma della vita di tutti i giorni. Vedi un mio vicino e siamo anzi per me oramai eravamo amici, mi ha fatto ieri "Stai a distanza che non sei vaccinato" quando lui sa di mio padre della mia situazione Io gli ho risposto "Pensala come vuoi io ho fatto il tampone ora e sono negativo tu? E cmq rideremo presto quando il lockdown riguarderà anche voi" Quindi prima di dirmi che i cattivi sono tutti da questa parte tu rispondimi a questa domanda: Nella vita di tutti i giorni ti è mai capitato uno come me non vaccinato che sapendoti invece vaccinato , ti abbia detto qualcosa di offensivo? Dimmi sono curioso... Qua a Genova la situazione era migliore fino a due mesi fa

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ACCADEBIS: grazie, grazie per la tua testimonianza molto toccante e per le belle parole che hai sempre per le mie poesie.

Ariano Geta ha detto...

Ti posso rispondere subito dicendoti che, come ho già scritto nel mio commento, qui da me non ci sono proprio situazioni del genere, nessun insulto reciproco fra vaccinati e non vaccinati.
Mi dispiace che tu invece sei stato vittima di offese, quello del tuo vicino è un modo di fare che io non condivido, però non vuol dire che tutti i vaccinati abbiano un atteggiamento del genere.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIANO: infatti posso testimoniare che ieri ho fatto il tampone ed ho parlato con un vaccinato che ha chiaramente capito che attendevo l'esito del tampone (ovviamente negativo)

Chiacchieriamo del più e del meno, forse ammetto ero io più diffidente poi recupero il mio Green pass cartaceo e lui mentre esco mi dice "Come va?" Io un po' seccato gl rispondo cortesemente "Bene sono negavivo ovviamente" E lui. mi dice "Ma io alludevo al Genoa come è andata col Milan? Come ha giocato?" Per capire perchè mi ha chiesto del Genoa ho un giubbotto invernale con lo stemma del Grifone quindi si nota facilmente. Ecco sono rimasto spiazzato in modo bello da quella persona ed allora ahimè si è aperta un'altra ferita sanguinante quella del Genoa che spero si rialzi presto. Quindi non sono tutti così ma tanti tanti lo sono e più passa il tempo più il governo vuole lasciare intendere che vuole vaccinare tutti, più questo astio si sente. Io non lo farò mai, troppa paura dopo anche quello che mi è stato detto, quindi vorrà dire che se fanno come la Grecia pagherò l'obolo altrimenti bagaglio pronto e via dall'Europa.

Gus O. ha detto...

La scelta no vax non ha appiglio scientifico e nemmeno credibilità logica.
E' un dimenarsi dannoso e violento.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS: non condivido ci sono casi di patologie che potrebbero peggiorare solo che non hanno intenzione di dirlo la mia è tra queste e come sai non solo la mia e si è visto. Io non lo farò piuttosto abbandonerò tutto e andrò via.

Claudia Turchiarulo ha detto...

L'unica persona umiliata in questi versi è proprio chi ha scritto quel cartello.
Le discriminazioni sono inutili e dannose, da ambedue le parti.

Quanto al green pass, invece, se i no-vax si preparassero aperitivi in casa e trascorressero le ore a fare l'amore (tra loro), probabilmente il Covid sarebbe già quasi solo un ricordo.
Ma è solo un'ipotesi.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CLAUDIA non possono essere 15 persone su 100 ad essere la causa di questa nuova ondata altrimenti non si spiegherebbe perchè in Olanda dove la percentuale di vaccinati è sui livelli nostrani ossia 85% il lockdown in atto riguarda tutti anche i vaccinati così come in Germania (70% di vaccinati) ed Austria(lì vado a memoria forse un po' meno 65% di vaccinati) Ora tolta se vuoi l'Austria le altre percentuali di vaccinati sono bulgare su come può essere colpa nostra quando di fatto poi facciamo il tampone più spesso di voi, il vostro siero perde efficacia presto e non si sa neanche se coprirà questa nuova e strana variante. Io cmq quello che contesto è l'obbligatorietà visto che mi chiedo come sia possibile che il gaviscon abbia nel suo bugiardino più controindicazioni di quelle contenute nel foglietto illustrativo del siero della Pfizer. Sarebbe come se un chirurgo ti dicesse che hai più rischi nel fare una appendicectomia piuttosto che un'operazione a cuore aperto o di trapianto di organi .

Gus O. ha detto...

x Daniele.
Non tutti sono favorevoli ai vaccini per scelta e motivi chiari.
Conoscendoti, per me è automatico escluderti dai soggetti negativi.
Certo, quando qualcuno dice che non vuole vaccinarsi perché nel preparato c'è anche il mercurio. mi scoraggio

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS: TI ringrazio di cuore per le tue parole nei mie confronti. Vedi a me spaventa proprio il fatto che invece governo e buona parte di una comunità scientifica che pare più fanatica di terroristi dell'ISIS, di fatto si ostinano a non voler prendere in considerazione praticamente nulla come reale effetto collaterale. E questo mi spaventa molto. Ancora grazie per il tuo commento.

LaDama Bianca ha detto...

Mai visto un cartello simile affisso ad un bar :D ma del resto l'unico che frequento è quello in cui lavoro.
La storia della coppia e della loro elettricità invece mi è molto piaciuta. Quasi palpabile.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Vecchi rapporti sanitari, avevano messo in guardia il mondo da una pandemia, purtroppo ci ha trovato tutti impreparati.
Saluti a presto.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LA DAMA BIANCA sono contento che tu abbia apprezzato anche la parte meno sociale dei miei versi :-)

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE OSCURO: sicuramente c'era chi sapeva ma la maggioranza era ed è anche adesso impreparata.

Caterina ha detto...

A me questa guerra tra vaccinati e no vax non mi piace. Ma non puoi negare che tanti no vax sono aggressivi. Tu stai da parte, sei una persona intelligente, ma guarda che non tutti sono educati come te. Io credo che ci sono persone stupide in entrambi gli schieramenti. Però sinceramente, posso capire chi ha paura, è stato spaventato anche da una cattiva informazione… ma chi inventa bufale, tipo il microchip nel vaccino etc.. come si fa a credergli. Io seguo la scienza e chi blatera queste sciocchezze non perdo proprio tempo ad ascoltarlo. Le piazze no vax sono piene di gente contro la scienza, no di gente che ha paura del vaccino perché è confuso dall’informazione.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CATERINA: questa guerra tra vaccinati e non sai bene che anch'io la condanno e la bollo come la più grossa cazzata si possa fare per farsi fregare col principio del divide et impera.,

Spero riusciremo a venire a capo presto. Quanto all'aggressività verbale dei no vax vorrei distinguere i no vax da me e da altri che siamo contro questo che poi non è neanhche un vaccino ma si sè sempre vaccinata e poi ancora ti chiedo una cosa e cioè se nella vita di tutti i giorni ti è mai capitato uno come me non vaccinato che sapendoti invece vaccinato , ti abbia detto qualcosa di offensivo? Dimmi sono curioso... TE lo chiedo perchè se rileggi il primo commento o il secondo lasciato ad Ariano io gli racconto d'un mio vicino che mi ha attaccato dicendomi che non ero vaccinato come se lui fosse al sicuro ed è stato molto scorretto

Paola D. ha detto...

E dove andrai, sulla luna?

Caterina ha detto...

Si, Daniele, mi è capitato. Mi è stato detto che non avevo cervello da una persona che conosco dal vivo. Ma per me non è questione di essere vaccinati o meno, chi è senza educazione lo è sempre, non c'entra niente essere vaccinati o meno. Quindi se ti capita di essere insultato da vaccinati, succede anche ai vaccinati da parte dei no vax. Ma ti ripeto è questione di essere irrispettosi.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER P.D. non lo vengo certo a dire a te ma so già quale sarà la destinazione intanto proprio come accade in Olanda dove abbamo un lockdown per tutti ti consiglio di prepararti psicologicamente ad essere rinchiusa insieme a tutti gli altri sia i vaccinati che i non vaccinati

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CATERINA: e allora niente mi viene solo da constatare come durante la prima ondata si diceva che tutti avremmo capito molte cose e che avremmo saputo essere diversi da prima, invece la verità è esattamente l'opposto, ha saputo tirar fuori il peggio da chi già un essere abietto era. Sono davvero sconfortato.

Caterina ha detto...

Esatto… le persone sono decisamente peggiorate. Ci eravamo ancora una volta solo illusi che sarebbe cambiato, non dico tutto, ma almeno qualcosa.