venerdì 10 luglio 2020

L'Angolo del Rockpoeta®: "Assolo Di Quena"

ASSOLO DI QUENA

Assolo di Quena(1)
Echi delle Ande
Risuonano nella Cordigliera
Illuminano il cielo dei pochi territori rimasti

Sikus(2) e Quena
Voci di libertà, tradizione
Rispetto

E lei balla
Balla vicino al fuoco
Accarezzata dal suono di questi strumenti
E dalle maracas che dettano il tempo 
Per i piedi di lei.

Assolo di Quena
Voci di Sikus in lontananza
Ed a questi suoni
Senti aggiungersi
I canti sinceri dei popoli di lingua quechua
Popoli nobili e fieri
Popoli minacciati dall'uomo definito civilizzato
Proprio come accade per i Mapuche

Assolo di Quena
Squarcia l'anima 
E corrode il silenzio su queste realtà

Assolo di Quena
Ed i piedi di lei 
Danzano ancora
Testimoniando tutto l'amore per la sua terra
Una terra minacciata
Una terra che si difende
Facendo risuonare nell'aria
E trasportare dal vento
I suoni che la rappresentano

Assolo di Quena
Voce sofferente di questa Terra 
Grido di disperazione
Richiesta d'aiuto.

Assolo di Quena
Amore per una Terra da salvare.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®
----------------------------------------------------------------
(1)QUENA detto anche flauto delle Ande È costituito da una canna di bambù diritta di fattura molto semplice, senza imboccatura ma con un semplice intaglio, detto anche bisel o chanfle (a forma di U, V o quadrata), ha sei fori anteriori ed uno posteriore. Ulteriori curiosità QUI

(2) SIKUS:  è uno strumento musicale degli aerofoni, tipico delle tradizioni sudamericane e costituito da una schiera di canne, di lunghezza differente, aperte all'estremità superiore e chiuse inferiormente. Ulteriori curiosità QUI

24 commenti:

Gus O. ha detto...

I versi di Daniele sono vibranti, bellissimi. Non sento di esprimere ulteriori commenti.

cristiana marzocchi ha detto...

Questi suoni possono essere strazianti , come i tuoi versi.
Cri

Riky Giannini ha detto...

"Una terra minacciata
Una terra che si difende
Facendo risuonare nell'aria
E trasportare dal vento
I suoni che la rappresentano"

bellissima quest'immagine...

Natura è libertà e come cantava De Andrè, la libertà puoi imprigionarla e farla a pezzetti, ma riuscirà sempre a "ricostruirsi" e a rinascere.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS: grazie anche i tuoi commenti lo sono, sempre

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CRISTIANA: verissimo.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER RIKY: vero ma i popoli che la vivono rischiano anche loro purtroppo.

MikiMoz ha detto...

Visioni perse nel tempo di popoli e luoghi.
Attuali.
Ho imparato due nuove parole, oggi.

Moz-

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MOZ: molto poetico il tuo commento.

MAX ha detto...

Non so esprimere a parole quello che la tua poesia mi ha trasmesso.
Quando i versi toccano le corde del cuore questo vibra di più ancora .
Posso solo dirti che sono vibrazioni positive.
Complimenti per una poesia che ha ...tutto!
Bravo

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MAX: grazie infinitamente!!!

Carmine Volpe ha detto...

Il mio pensiero è finito all'attualità il perù e tutto il centro america del sud è tra il maggior numeri dei contagiati da coronavirus, quante ne hanno passate..

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CARMINE anche questo è un problema serio

Franco Battaglia ha detto...

La danza è un messaggio speciale per i paesi sudamericani, vibra il cuore attraverso le loro movenze, e te ne cogli lo spirito con la consueta sensibilità.. il mondo è in allarme, tutto. Potranno un sorriso e un ballo, augurare serenità.. lo spero davvero..

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FRANCO non lo so spero che sia così e che anche le popolazioni indigene possano non essere schiacciate. Grazie per le tue parole molto positive sui miei versi

guisito ha detto...

Le ferite che tu così appassionatamente canti spesso nelle tue poesie, saranno quelle, temo, che tra non molto porteranno l'Umanità alla morte.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUISITO spero di no ma senza un cambio di rotta il rischio che esponi è concreto

accadebis ha detto...

Scrivi proprio bene al di là del contenuto specifico. Parli di un dramma con una capacità descrittiva coinvolgente con tutti i richiami anche del mito. Anch'io non ci aggiungo altro
Un salutone e buona domenica

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ACCADEBIS Grazie davvero un bel commento

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Una terra, spesso martoriata dai tanti regimi che si sono succeduti.
Serena domenica.

Mariella ha detto...

Poesia molto evocativa.
Buona domenica.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE vero

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIELLA evocativa ma anche di denuncia verso chi vuole cancellare questi popoli

marcaval ha detto...

La quena suona musica magica per la terra ... peccato che pochi la ascoltino!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARCAVAL verissimo