lunedì 30 marzo 2020

L'Angolo del Rockpoeta®: "War Of Despair"

WAR OF DESPAIR

"Rientrate nelle case
Rientrate subito nelle vostre abitazioni
Rietnrate adesso, immediatamente!"

Due guardie giurate
Ci intimano di fermarci 
Ci ordinano di rientrare nelle nostre case
Ma non li ascolteremo
Noi avanzeremo
La nostra meta è davanti ai nostri occhi
Non ci fermeremo.

Tutti con mascherine
Alcuni anche con i guanti
Siamo però decisi ad avanzare:
La rabbia
La fame
I debiti
Tutte queste voci
Ci impongono di non arretrare di un passo
Ci spingono a proseguire.

Eccolo
Il nostro supermercato
Anche noi vogliamo mangiare
Anche noi vogliamo fare una spesa decente
Una spesa che duri almeno una settimana
Proprio come il Presidente Conte ci chiede
Ma non abbiamo soldi
Non sappiamo come pagare

Alcuni di noi lavorano in nero
Unico modo per trovare un lavoro per molti
Altri sarebbero in Cassa Integrazione secondo
Le disposizioni del Presidente
Ma la paga 
Decurtata
Non arriva,
Di un po' di denaro non c'è nemmeno l'ombra

Operai
Insegnanti
Ragazzi e uomini con lavori irregolari
Partite IVA
Siamo tutti coesi
Incazzati
Ferocemente determinati

Ed allora arriviamo alla cassa
Ma non pagheremo
Non vogliamo farlo
Non possiamo farlo

E guardiamo negli occhi il cassiere
Cerchiamo un filo di compassione e complicità 
Ma siamo nel 2020
Sperare in una solidarietà tra lavoratori
È una chimera

Ed allora forziamo la postazione
Usciamo con i carrelli dal supermercato
E ci sono loro
Gli "eroi" della giustizia e della garanzia dell'ordine

Tre volanti della Polizia
Armi spianate
(Faccio notare che noi siamo disarmati)
Ed aria truce.

"Arrendetevi
Posate la merce, alzate le mani 
E finirà tutto bene"

No
Non lo faremo
Sappiamo che comunque ci arresteranno
Che avremo problemi con la legge
E poi non siamo venuti fin qui per tornare a mani vuote
Non possiamo permettercelo
Abbiamo mogli e figli da sfamare
Saremo pronti a tutto

Avanzano
Gridano che hanno fame
Che non hanno nulla
Chiedono di lasciar correre
Ma la legge bada sempre prima alla forma
E chi la fa rispettare anche
E così dopo un ultimo avvertimento
I poliziotti aprono il fuoco

I nostri assaltatori occasionali
Iniziano a cadere uno dopo l'altro
Ma insistono
Avanzano
Non si arrendono
Lottano per riuscire a forzare quella barriera di fuoco
Combattono per portare nelle loro case 
Quei beni di prima necessità 
Così preziosi
Così essenziali.

Cessa il fuoco
Ed il bilancio è drammatico:
Sono morti tutti
Tranne tre
Due dei quali feriti
Ed uno incolume che viene catturato.

Il bene trionfa
E poco importa se intere famiglie
Da stasera moriranno di fame.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

28 commenti:

Gus O. ha detto...

Nelle case di cura per anziani usano le bombole di ossigeno. Sono poche e quando arriva un malato più grave prendono l'ossigeno da uno che sta morendo e lo passano al nuovo arrivato. Mischiati i lettini, confusione tra morti e vivi, Covid 19 scende verso il centro sud a percentuali da brivido. La gente fa la spesa senza soldi, il mostro Merkel ci nega qualsiasi aiuto, i dati dei contagiati e dei morti sono manipolati. Si sperimentano farmaci per la malaria per quelli che lasciano in casa. Due genitori trasportati all'ospedale lasciano a casa due figli, uno di 14 anni e uno di 12. I carabinieri pensano al cibo dei fratelli. Chi ha visto e racconta non vede una soluzione immediata. Saranno costretti a stampare denaro come Pancho Villa.
La tua poesia è bollente. C'è speranza?

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS: sì, perché questo virus passerà, dovrà passare, e se non ci sarà una ottusa ricerca di stolte politiche di rigore ma una unita volontà di "ricostruzione" se ne potrà uscire con un'UE più forte altrimenti chissà che Italia, Spagna, Francia ed altre nazioni non si stacchino e guardino verso Russia e Cina.. Ora però è ancora emergenza, è ancora un inferno e le testimonianze che hai postato sono da brividi, anche se forse si intravede la luce in fondo al tunnel.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Questo virus ha fatto salire a galla tutti i problemi reali del Paese. Sono anni che hanno distrutto tutto il welfare; i poveri sempre di più e meno diritti garantiti.
Sereno giorno.

cristiana marzocchi ha detto...

Devo , a malincuore, dare ragione ai salvini e alle meloni : 400.000 eur0 sono noccioline e il Governo dovrebbe subito correre ai ripari.
Cri

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE: verissimo.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CRISTIANA: concordo con te

MikiMoz ha detto...

Dan, non so perché ma le tue poesie su questo argomento sono sempre sbilanciate, per me troppo, verso pessimismo e (inutile) senso di ribellione.
Non so quanto faccia bene, a ragionare così. Premesso che ovviamente nessuno sparerà sulla gente, anzi io vedo sempre più un'Italia umana e unita, e un Governo che sta cercando in ogni modo di aiutare tutte le fasce, non è colpa della situazione se in Italia c'è lavoro nero, c'è criminalità organizzata che lo sfrutta.
La quarantena ha fatto venire a galla questi problemi. Ma non dimenticare che per ogni market assaltato, ci sono anche dei negozianti che dovranno provvedere a furti e danni... Per me non sono poi così tanti a morire davvero di fame, ma c'è un'altra volontà dietro le per ora piccole rivolte. I servizi segreti già due o tre giorni fa hanno presentato un dossier a Conte, sulla situazione...

Moz-

Gus O. ha detto...

400 milioni da dividere 8 mila comuni, praticamente si tratta di 50 mila euro a comune. Ridicolo, non basteranno nemmeno cifre superiori al miliardo.
Per questo dovranno stampare denaro senza copertura.

Voltaire ha detto...

Viene al pettine il nodo dei divari sociali, della cattiva gestione del mondo del lavoro attraverso la precarietà. Oggi serve aiutare gli ultimi della società ma, al termine della pandemia, sarà necessario riformare la legislazione del lavoro per uscire dallo sfruttamento e dall'abbandono che ha accompagnato l'ultimo ventennio. Buona giornata a te caro Daniele.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MOZ certo era in parte una provocazione ed è vero la quarantena acquito i problemi ma spero tu abbia ragione e che unità e buon tenore di vita siano il nostro futuro

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS credo che se ci sarà un piano globale qualunque soluzione, tranne quelle finora prospettate dall'UE, potrà funzionare.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VOLTAIRE concordo con la tua analisi

Arwen Elfa ha detto...

Questa situazione con la pandemia di corona virus sicuramente farà ulteriormente pesare la situazione su tanti, tutti quelli che hanno un lavoro più precario degli altri, senza alcun supporto . . . ma il momento è sempre più cupo ed al sud iniziano a vedersi cose che non avrei voluto vedere, deficienti (che ci sono anche al nord purtroppo, anche se sembra siano meno) delinquenti che approfittano dell'ignoranza della gente per far fare loro quello che vogliono e creare rivoluzioni sociali e cose del genere, contro l'ordine pubblico . . . non la vedo per niente bene
Spero nel prossimo futuro, almeno di poter uscire più liberamente in Maggio

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARWEN la fame e la disperazione possono portare a compiere azioni anche a freddo non condivisibili ma che in quelle circostanze sono comprensibili. Confido anch'io che si possa uscire a maggio

Mirtillo14 ha detto...

Uscire a maggio sarebbe una bella cosa. Ora si vede un piccolo spiraglio ma c'è ancora tanto da fare . E, poi, spero che si pensi a tutte quelle persone che questo virus ha messo in ginocchio. Io penso sempre a mio fratello, che lavorava in una ditta che è fallita e ora lavora in un'altra ditta, spero che non debba chiudere anche questa perchè non troverà più un altro lavoro e dovrò pensare io, con la mia pensione a lui. Bravo come sempre ma speriamo che non succeda proprio quello di cui parli , anche se so che c'è già gente che ha chiesto aiuto perchè non ha i soldi per la spesa. Saluti cari.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MIRTILLO lo spiraglio c'è e spero anch'io vivamente che arrivino aiuti capaci di non fare crollare l'ossatura economica dell'Italia. Grazie hai sempre parole bellissime per i miei versi

Santa S ha detto...

Avevo letto erroneamente il titolo "guerra al despar", ho pensato ad un fatto di cronaca... viviamo di notizie altamente digeribili.
Strano come ci accorgiamo di ciò che manca solo quando apriamo il frigorifero, scusa la metafora spicciola. Sanità, lavoro, è da un ventennio che viene erosa, e nessuno ha fatto il diavolo a quattro, il diavolo lo vediamo in un virus che dovrebbe (lui) cambiarci e cambiare le cose. La tua provocazione, io la leggo come una forte e feroce provocazione, ci mostra la realtà, una realtà viziata. Se pensi, parlando di lavoro nero, a quanti lavorano in nero con il beneplacito di tutti e incassano anche il reddito di cittadinanza. Adesso con il reddito di emergenza, si aiuterà davvero chi ha veramente bisogno? O come già accaduto con altre calamità, c'è chi farà della tragedia un business, qui in Italia su questo siamo davvero in gamba.
Intanto la Germania ha previsto una manovra di 156 miliardi con un sussidio immediato da 9.000 euro per i prossimi tre mesi per le aziende con meno di 5 dipendenti, fino a 15mila euro per le aziende con meno di 10 dipendenti... Ai disoccupati e agli autonomi che vorranno chiedere sussidi per la disoccupazione non sarà chiesto per sei mesi l'esame del patrimonio e alle famiglie sarà concesso un "corona-congedo"...

Patricia Moll ha detto...

Purtroppo la miseria avanza e anche classi che prima vivevano non dico bene ma benino ora hanno seri problemi.
Spero proprio che riusciremo non solo ad uscire dalla fase critica del virus ma da quella altrettanto critica del lavoro ed economica

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER SANTA come sempre commenti sempre colmi fi spessore. La questione è che accanto ai furboni ci sino però anche tanti disperati. Vedo che la Germania fa sul serio vedo mentendo... noi chissà.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PATRICIA speriamo io voglio crederlo

Ariano Geta ha detto...

Il problema potrebbe materializzarsi in queste modalità se il blocco persiste e a farne le spese sono quelli che di fatto non lavorano ergo non guadagnano. E' una situazione non facile da gestire, però il governo in qualche modo deve agire ora, prima che la situazione degeneri ulteriormente.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIANO hai fotografato perfettamente la situazione è speriamo che il governo sappia evitare il tracollo

Claudia Turchiarulo ha detto...

Il problema è che non pagando la spesa il danno lo facciamo agli esercenti già messi in ginocchio, invece che al Governo.
Quindi che senso ha?
Piuttosto é giusto fare solidarietà.
Nella mia città davanti alle casse del supermercato c'è il carrello solidale in cui ciascun aquirente deposita dei prodotti da donare ai bisognosi.
Beh, a qualsiasi ora del giorno il carrello è sempre pieno.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CLAUDIA questa iniziativa del carrello solidale è davvero molto bella. Vero quelli che dici ma quando si è disperati si perde la visione d'insieme

°°valeria°° ha detto...

Quanta disperazione, anche da me ci sono associazioni che portano la spesa a casa dei più bisognosi e ti assicuro che ce ne sono tanti.Ciao Valeria

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VALERIA per questo bisogna che tutte queste persone non vengano lasciate sole

mr.Hyde ha detto...


Straziante, è tutto precipitato in un vortice di paura, diffidenza, tristezza, impotenza di fronte ad un evento così devastante.Ma a me fanno più paura le reazioni di alcuni esseri umani che hanno perso i loro connotati umani..Di quelli che continuano a fare i loro bravi conticini, proteggere le loro ricchezze e fottersene di tutta le gente che è morta. Dei capi di stato che fanno i conti nelle tasche degli altri.Sono convinto che l'Europa ha perso una grande occasione per dimostrare al mondo la sua statura. Il potere decisionale è in mano a figure trasparenti, ad omuncoli schiavi di poteri occulti, a piccoli burocrati incapaci, a uomini di potere ottusi e privi di ragionevolezza..

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MR. HYDE: l'UE ha perso l'ennesima occasione, o forse non l'ha neanche voluta cogliere. Credo che questa pandemia sancirà la probabile fine dell'UE non so con quali prospettive di futuro: chissà se Italia, Francia, Spagna ed altri Stati guarderanno più verso Russia e Cina, non so che cosa potrà davvero accadere. Preoccupato anch'io da omuncoli schiavi di poteri occulti ed anche della loro inettitudine. Questa pandemia non poteva scatenarsi in un momento storico peggiore di questo.