venerdì 18 ottobre 2019

OPINIONE DEL ROCKPOETA®: La Manovra Finanziaria (Poveri Noi)...

È stata varata, salvo intese, salvo modifiche ulteriori parlamentari (speriamo in meglio), la manovra finanziaria di questo nuovo esecutivo che in sostanza sembra dare qualcosa ad alcuni ma che poi in pratica aumentando alcune tasse quello che ha dato, con l'altra mano toglie. Davvero pochissime le iniziative positive, forse quasi nessuna.

È stato varato il DEF ed ecco che tutti (tutti chi? Forse la maggioranza di governo, ma in realtà neanche quella nel suo insieme) gioiscono per una manovra che crede di combattere l'evasione fiscale solo riducendo di fatto il limite d'uso del contante quando tutti sappiamo come sia complicato a volte convincere il negoziante ad usare la carta di credito soprattutto per le alte commissioni che devono pagare. Carta che poi ha un limite mensile che, se non si usassero anche i contanti, si rischierebbe di superare e tutto questo quando sappiamo benissimo che chi vuole evadere troverà cmq il modo di pagare in nero superando agevolmente tale limite. Saranno come al solito gli onesti a subire le conseguenze di questo disagio inutile.

Lotta all'evasione che invece di realizzarsi attraverso controlli incrociati più severi ad alti livelli, incentivi e riduzione delle imposte, trova nel limite del contante il suo unico e patetico strumento. La Germania e non solo lei, insegna che anche senza limiti all'uso del contante si può combattere l'evasione, basta fidelizzare di più la gente allo Stato ( mi rendo conto, qui da noi visto lo Stato è un'impresa ardua) e stabilire una maggiore equità: chi ha tantissimo paghi un po' di più (e ci si accerti che lo paghi, quindi più ispettori a controllare) chi ha poco o abbastanza (leggasi ceto medio ed anche ceti più deboli) paghi meno e chi è veramente povero, nulla. Non mi soffermo sulla "lotteria" per incentivare l'uso della moneta elettronica perchè è una misura su cui stendere un velo pietoso e che al massimo può suscitare profonda ilarità.

32 commenti:

digito ergo sum ha detto...

il milleproroghe correggerà (probabilmente in peggio) un decreto che lascia perplessi. la lotta all'evasione è un tema importante e va condotta su più fronti: in un paese che vive di "nero" e di pagamenti non tracciabili, la fattura elettronica sembra poco più di una pezza. accumulare dati, tra l'altro, ha senso soltanto se poi vengono usati nel modo corretto e, anche su questo fronte, vedo poca capacità da parte delle autorità preposte.

nel frattempo - e qui non ci sono tracce sensibili di movimento - le nuove generazioni vanno educate al rispetto della cosa pubblica e dei doveri civili e civici.

tutto secondo copione, tutto in linea con la mentalità naufraga di un paese steso ad asciugare: del resto, per fare un esempio, si parla tanto di pensioni cercando soluzioni fantasiose quando, risolvendo il problema della disoccupazione giovanile, si darebbe una sferzata correttiva anche alla capacità di erogazione dell'inps.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER DIGITO nulla da aggiungere condivido ogni parola.

MikiMoz ha detto...

La vedo come te. Mi stupisco di come nessuno abbia ribattuto ai politici con queste osservazioni...
Ovviamente c'è da dire che nessuna manovra è mai stata positiva, quindi ovvio che sono batoste.
Il modella della Germania, non so perché, da noi è ancora utopia.

Moz-

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MOZ: forse nessuno ha ribattuto con le mie osservazioni perché quasi tutti quei giornalisti sono al soldo di chi ci governa? Mah… Il modello tedesco se qui non decolla forse è anche colpa di noi Italiani che ci sentiamo più furbi di tutti gli altri quando invece dovremmo comprendere che rispettare le leggi e la cosa pubblica è un vero segno di civiltà e porta anche benefici ai singoli e che non è il nostro comportamento da furbi ma quello tedesco

Ariano Geta ha detto...

Già Riccardo Bacchelli nel suo romanzo più celebre "Il mulino del Po" ambientato in un'Italia pre-unitaria, ironizzava sul fatto che il governo pontificio per fermare i delinquenti faceva leggi che complicavano la vita agli onesti... Evidentemente è una cosa che abbiamo nel sangue, quella di credere che basti fare nuove leggi "per tutti" e che sicuramente anche i disonesti vi si piegheranno. Certo, come no?

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIANO: oppure potrebbe esserci un'altra chiave di lettura e cioè che si fa credere al popolo che quelle misure inique sono per tutti e che quindi faranno prendere i "cattivoni" quando poi in realtà quelli più ricchi e potenti non li si vuole per niente toccare e quella legge è fatta solo per spremere ancora e sempre gli onesti, è fatta per mettere loro sempre più in difficoltà

LaDama Bianca ha detto...

Stavolta non posso fornire un parere perché non ho ancora visionato bene la manovra e non amo dare giudizi su ciò che non conosco a sufficienza.
Passo solo per un saluto :) buona giornata.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LA DAMA BIANCA: ok, grazie contraccambio il saluto :-)

silvia de angelis ha detto...

Credo che qualsiasi manovra politica, racchiuda un profondo interesse, e tornaconto, per chi la redige....poco conta la salute degli italiani...
Un caro saluto,silvia

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER SILVIA: diciamo che molte manovre tutelano solo "certi" italiani...

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Io rimango del parere che in Italia ci vuole una patrimoniale sui ricchi, la tassasazione rimane sempre sfavorevole ai ceti medio bassi, rispetto ad altri Paesi europei.
Saluti a presto.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE: non so, forse basterebbe alzare l'aliquota proporzionale da un certo patrimonio dichiarato in su. Concordo cmq con te, la tassazione è sempre a svantaggio dei più poveri.

Ernest ha detto...

io concordo con Cavaliere, una partrimoniale ed un serio programma anti evasione.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ERNEST: dipende come la si applica, ma intanto aumentare l'aliquota ai patrimoni più alti tanto per iniziare con una piccola cosa, un piccolo segnale, no?

Claudia Turchiarulo ha detto...

Per abbattere l'uso dei contanti dovrebbero azzerare completamente i costi delle commissioni sui pagamenti, ma non lo faranno mai.
La mia amica ha un negozietto e a volte paga DUE EURO di commissione su una spesa di 50 centesimi. E' assurdo.
Molte volte, infatti, dice ai clienti che il pos è rotto, e come biasimarla......

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...


PER CLAUDIA: infatti ma poi secondo te uno straricco pensi che evada con questi mezzucci o magari ha un conto alle Cayman, fa false fatturazioni, sposta la sede in un paradiso fiscale e tanto altro ancora? Il limite del contante è una misura inutile e che crea solo disagi alla gente comune.

°°valeria°° ha detto...

Io che uso la fattura elettronica, che accetto pagamenti solo tramite bonifico.
Il contante non lo vedo più da anni.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VALERIA: anch'io uso abbastanza la carta di credito ma è giusto che ci sia la possibilità di scegliere e soprattutto quella di non mettere i commercianti in difficoltà viste le commissioni che pagano. E poi, come dicevo a Claudia, i veri mezzi per colpire i più ricchi, quelli veramente ricchi, non sono questi.

°°valeria°° ha detto...

E sai Daniele, dopo 27 anni di lavoro, dopo che sono la terza generazione che porta avanti la mia attività, la prossima settimana inizierò una liquidazione totale, per salvarmi da un lavoro che ha messo in ginocchio noi artigiani, per una concorrenza spietata dei centri commerciali (che ormai vendono di tutto), per l'ammontare delle tasse. Cosa sarà di me? Non lo so...noi in famiglia lavoriamo tutti li. Posso dire che a mettermi in ginocchio è stato anche il governo, si permettimi di dirlo.
Immaginati come mi possa sentire. Lo so che te lo immagini.
Valeria

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VALERIA: mi spiace molto e non è giusto, soprattutto vista la qualità del tuo lavoro che ci hai mostrato sul tuo blog. Si devono rilanciare le piccole attività soprattutto quando come nel tuo caso, offrono servizi molto personalizzati e totalmente differenti da quelli uguali per tutti dei centri commerciali. Ribadisco il mio profondo dispiacere e la mia solidarietà, E sì,è anche colpa di non solo un governo ma di tanti precedenti e sì immagino cosa tu possa avere dentro il tuo animo.

fulvio ha detto...

Caro Daniele,da anni non siamo governati da quello che un tempo si chiamava Buongoverno,siamo in una continua campagna elettorale,dove tutti promettono tutto è di più con ricette empiriche o ridicole.
I problemi e non solo italici sono tanti e di difficile soluzione e se continuiamo di questo passo non troveremo mai delle soluzioni che possano risolvere almeno parte degli enormi,attuali problemi che lasceremo in eredita ai posteri.Per la attuale Finanziaria la penso come te.
Ciao
fulvio

La B ha detto...

Grazie per questa finestra sulla nostra realtà politica e finanziaria. Mi chiedo spesso perché cose, soluzioni che in altri Stati possono funzionare da noi c'è sempre qualcosa che non va. Siamo sempre bravi a lamentarci, mai una volta che facciamo qualcosa di concreto per noi stessi. Comunque fosse per me pagherei anche il caffe con il bancomat, carta di credito o un altro tipo di carta. Odio il contante, mi da solo ansia averlo in borsa, anche solo 50 euro. Però in questo caso capisco che sono io ad avere un problema.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FULVIO: non posso che concordare con la tua analisi molto amara.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

LA B: contante a parte concordo con la tua disamina e ti ringrazio per aver apprezzato questo mio post.

Mariella ha detto...

Dovrei studiare meglio il tutto per potere avere un'opinione precisa in merito. Però per quel che ho letto:
Hanno evitato l'aumento dell'iva, tolto la "truffa" del forfettino, abbassato il livello del contante,che avrà un senso se abbasseranno anche le commissioni delle carte di credito. Hanno finalmente messo una sanzione per quei commercianti in malafede che ti costringono a pagare solo in contanti, con tanto di etichette pos e carte di credito esposte, azz....Certo la "botta" ai grandi patrimoni (che mi sembra una cosa buona e giusta) non c'è manco questa volta ma che, secondo te, si danno la mazza sui piedi da soli?
Povera Italia....
Abbraccio.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIELLA Scongiurare l'aumento dell'Iva era il minimo sindacale. La norma con relativa sanzione per non avere il pos esisteva già ora vorrebbero farla rispettare. Sembra vogliano dare un aiutino alle famiglie vedremo. La zappa sui piedi certo non se la danno anche perché i grandi patrimoni sono quelli che muovono quei burattini in Parlamento.

Nick Parisi. ha detto...

Ogni volta, ogni governo indipendentemente dal tipo di maggioranza si ripetono sempre le stesse cose. Sinceramente non è che mi faccia tante illusioni sul futuro politico (e non solo)del nostro paese....

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER NICK concordo con te anche se a volte alcuni governi fanno più danni di altri.

Angela ha detto...

Grazie per questa Analisi, Daniele. Certo che guardare a come stiamo messi e a come ci vogliono ancora combinare sti politici... viene lo sconforto :/

Buona domenica!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ANGELA condivido il tuo pensiero.

Laura ha detto...

Concordo con cio' che hai scritto , aggiungo solo che se TUTTI gli Italiani fossero più
onesti e pensassero alla collettività (come in Germania) e meno a se' stessi ,staremmo
meglio tutti . Detto tra noi , la mafia è un grosso problema , impossibile da
sconfiggere . Dimmi che mi sbaglio...
Anch'io penso che una bella patrimoniale ci starebbe bene anche se , il dio denaro è da
tempo volato nei paradisi fiscali . Noi non siamo onesti ma , furbi assai .

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LAURA concordo con te nell'insieme.