venerdì 30 agosto 2019

L'Angolo del Rockpoeta®: "Survive - Mantra"

Gli spazi virtuali possono essere importanti luoghi di sensibilizzazione e di lotta e per questo essere scomodi, scomodi (e quindi da difendere) perché chi li utilizza incita il mondo reale a lottare anch'esso e non solo in rete ma anche nelle piazze ed ovunque si assista ad ingiustizie, ogni giorno. Ecco da quale assunto nasce questa poesia.

SURVIVE - MANTRA

Versi di lotta 
Versi di rabbia
Versi di rivolta
Per cancellare questo dolore tutto in una volta!

Annientate le nostre voci virtuali
E sentirete tremare le piazze

Soffocate le mie parole
E sentirete il fiato delle mie pallottole

E se non riuscendo a domare il nostro fuoco virtuale
Ci cancellerete
Accenderemo i nostri corpi come torce al vento
E vi avvolgeremo in un infuocato abbraccio mortale

E se non potremo versare sangue virtuale
Figlio di sofferenze quotidiane
Verseremo sangue reale 
E ne cospargeremo le vostre bocche 
Fino a soffocarvi.

Annegherete nel fuoco
Soffocherete tra i bossoli
Annienteremo questa cappa di silenzio.

E come scintille di vita 
Riluttanti a perdersi nell'oblio
Illumineremo strade e palazzi
Con le nostre angosce
Anestetizzando le vostre menti perverse
Annichilendo il vostro fetido respiro.

E' vero
Sono versi di lotta
Versi colmi di rabbia
E forse anche di rivolta

Ma sono soprattutto versi di dolore
Sono slogan dell'anima scritti sulla sabbia
Come gote bagnate da lacrime di indifferenza

Sono il mio mantra per non morire.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

22 commenti:

Claudia Turchiarulo ha detto...

É un caso che tu abbia pubblicato questa poesia proprio oggi che assistiamo inermi all'ennesimo gioco di potere in Parlamento?
Scendere in piazza servirebbe?
La mia risposta é no.
Bruciare la tessera elettorale?
Neppure..

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

La poesia l'ho scelta a prescindere dal momento attuale ma fare sentire la propria voce con forza ed insistenza qualche volta paga.

Sari ha detto...

La tua è la voce di chi non si arrende. Sono grida nel deserto? Ieri avrei forse detto che sì, lo erano ma che restavano necessarie. Oggi, con il tonfo apparente del ministro pubblicamente insultato, dico che no, e lo affermo per via dei tanti, troppi, che vanno dove tira il vento e ora sconfessano le maniere brutali che fino a ieri erano giuste e sacrosante.
Che la tua voce mai s'arrenda, riposi, sosti, ma sempre resti viva.
Grazie.

cristiana marzocchi ha detto...

Accidenti, che forza questi versi!
Mi ha colpita l'ossimoro " annegare nel fuoco".
Cri

Mirtillo14 ha detto...

I tuoi versi mi hanno colpito per la loro forza, un grido a far sentire la propria voce a non arrendersi di fronte ai meschini giochi di potere, a pensare e ragionare con la propria testa. Sei una forza, mio caro amico, spero che le tue parole non rimanmgano inascoltate. Saluti.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER SARI Le tue sono parole davvero pari a del grande combustibile per me e mi danno la forza di non arrendermi.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CRISTIANA felice che ti siano piaciuti

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MIRTILLO grazie sono onorato dalle tue bellissime e toccanti parole.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Non bisogna mai arrendersi, il mondo ha bisogno di un grande cambiamento.
Saluti a presto.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE e noi ci proviamo

Elio ha detto...

Daniele, un po' forte questa poesia ma ci vuole in questi tempi di incertezze e di violenza. Come dice Cavaliere il mondo ha bisogno di cambiare ma io spero in bene e, possibilmente, senza guerre. Considero tra le guerre anche quello che sta succedendo in Amazzonia. Buon fine settimana.

digito ergo sum ha detto...

"annienteremo questa cappa di silenzio" è meraviglioso. over.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ELIO la pace e sempre auspicabile ma a volte per ottenerla bisogna lottare.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER DIGITO Grazie di cuore

Patricia Moll ha detto...

Quanta forza! Quanta rabbia! dolore! potenza!
Una strigliante sveglia a chi dorme o tentenna. Un perfetto avviso a chi, temendoci, ci tiene sotto i tacchi.
Chapeau!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PATRICIA Grazie hai sempre parole importanti sui miei versi.

LaDama Bianca ha detto...

Molto forte, reale, viscerale mi vien da dire.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LA DAMA BIANCA hai fatto centro.

Angela ha detto...

Ci sono momenti, periodi storici particolari in cui più che in altri dovremmo seriamente scendere in piazza e far sentire la nostra voce, quella della gente comune. Ma ahimè troppo spesso ci si lascia andare al torpore, all indolenza... forse scoraggiati dall'idea che le cose potrebbero non cambiare?
Chissà...

Un saluto!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ANGELA torpore indolente o mancanza di voglia e coraggio

Maria D'Asaro ha detto...

E' importante quello che sottolinei nei tuoi versi: che vita virtuale e impegno sociale reale siano ... connessi e sinergici. Buona giornata.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PERV MARIA: assolutamente, guai non fosse così.