lunedì 12 agosto 2019

L'Angolo del Rockpoeta®: "Esistenze Reali"

Postata nell'ormai lontano 2007, riposto qui oggi la poesia che dà anche il titolo al mio reading "solo" fatto recentemente a Torino.

ESISTENZE REALI

Mi chiamo Giulio
L’età non è importante.

Turni massacranti
da troppi anni ormai;

Notte o giorno
a fare la ronda
agli orari più assurdi
come bestie da soma
senza rispetto 
per la nostra dignità.

Sono Emma
Co Co Co il mio secondo nome.

Che lavoro faccio
Non è rilevante
È semplicemente
Un’occupazione corredata di timer.

Un Lavoro a tempo,
a tempo… tic tac…tic tac… tic tac…tic… Determinato.

Vorrei avere una casa
Una famiglia
Una mia Vita.

Ma queste, 
Sono aspirazioni a lungo termine
A tempo indeterminato.

And my work
Is a clockwork.

Sono Carlo
Fresco di specializzazione in Cardiochirurgia.

E già vedo
che
Se vorrò realizzare 
le mie aspirazioni
dovrò lasciare le mie radici
i miei affetti

migrare lontano.

Mi chiamo Daniele
Scrivo poesie
Ed ho pochi meriti.

Forse Due soltanto:

Scrivo per Loro
Di Loro.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

28 commenti:

Neutrina ha detto...

Bhe è un grande merito quello di raccontare fatti per denunciarne i fatti. Gli dai onore e meriti doppio onore.

digito ergo sum ha detto...

quello del lavoro e delle sue conseguenze è un tema che dovrebbe stare più a cuore a tutti. soprattutto le conseguenze: finito da un bel po' il tempo delle "8 ore e poi si stacca", oggi si vive di 12 ore almeno di lavoro al giorno e, quando si arriva a casa, si rischia di pensare ancora al lavoro, al problema da risolvere, al collega stracciamaroni, all'aria pesante che si respira, al futuro incerto. la cura? riuscire davvero a riequilibrare vita privata e vita professionale ché, sennò, tra le incombenze quotidiane e il lavoro, la vita vera si riduce a un lumicino (e c'è chi lo spegne piano piano, seduto sul divano, a guardare la tv)

Ariano Geta ha detto...

Purtroppo la situazione non è cambiata granché da allora. La politica è intervenuta, peggiorando con le scelte del governo Renzi, poi l'attuale governo ha provato a correggere il tiro col decreto dignità, però materialmente la situazione è rimasta simile perché c'è poco da fare: quando la domanda di lavoro supera l'offerta, chi offre lavoro può approfittare della sua posizione di vantaggio.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER NEUTRINA: ti ringrazio di cuore!!!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER DIGITO: tutto vero e poi ci sono quei lavori che sono più stressanti, sottopagati ed usuranti di altri.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIANO: è contro questa pessima abitudine di sfruttamento che si deve combattere.

LaDama Bianca ha detto...

Dare voce a qualcun altro, e saperlo fare così bene, non può che essere un grande merito.
Bravo Daniele.

Sari ha detto...

Il poeta Daniele ci sta educando all'indignazione, ci riporta alla normalità perduta senza tralasciare i tanti piccoli fatti che, ben più degli eclatanti, portano lontano da noi stessi.
Grazie.
Ciao.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Situazione sempre più attuale.
Sereno pomeriggio.

Angela ha detto...

ahinoi un quadro fin troppo veritiero.
La precarietà a livello lavorativo è una piaga che non pare avere margini di vero miglioramento.
E spesso sì, non cresta che andarsene in cerca di qualcos'altro di meglio, anche se non sempre purtroppo si trova chissà cosa di più...

Buon pomeriggio, Daniele :)

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LA DAMA BIANCA sono emozionato dal tuo commento grazie

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER SARI grazie a te per il tuo commento straordinario

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE Verissimo

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ANGELA vero a volte si è pure costretti ad emigrare e non sempre con successo.

Claudia Turchiarulo ha detto...

Un tema molto scottante che tocca tutti da vicino.
Non vedo la luce in fondo al tunnel.
Sono troppo pessimista?

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CLAUDIA no, vedo nero pure io anche se non smetto di lottare

carlos portillo - podi-. ha detto...

Stamattina ne parlavano per la radio. Della crisi si è uscito, ma i giovani ché futuro li aspetta? lavori precari, a tempo determinato e part-time. E devi pagare un mutuo per l'abitazione che mai avrai? a vivere con i genitori per obbligo.

E le pensioni? le pensioni in Spagna vengono pagate dai lavoratori. Se i lavoratori lavorano quattro ore al giorno, cinque mesi all'anno? Tutti intrappolati, i giovani, i vecchi,... e qualsiasi di tutte le età che restino senza lavoro.

PODI-.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PODI: le tue parole dimostrano che nonostante quanto dicano i media dalla crisi, quella vera, quella reale, non si è ancora usciti, non si è mai usciti.

Ade ha detto...

Dare voce a chi non ha voce (o non vuole/può usarla), è un grande merito.
Farlo in versi, poi, ancora di più.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ADE: ti ringrazio di cuore.

Carmine Volpe ha detto...

Una realtà che non è molto cambiata

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CARMINE praticamente è rimasta identica.

guisito ha detto...

State tranquilli: tutto risolto. Tra poco il popolo darà "pieni poteri" al padano padre della patria, il quale, avendo dalla sua i santi chiamati in causa con i rosari, farà miracoli.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUISITO: sempre ironico e sagace ma hai dipinto uno scenario tragico e purtroppo realistico, ossia quello di un monocolore centrodestra o solo Lega.

Franco Battaglia ha detto...

Ti chiami Daniele, e dai voce ai sommersi e ai silenziosi, alle ingiustizie e alle assurdità, ai deboli e ai maltrattati, alle denunce scomode e a chi non ha più forza.
Sei di grande esempio, di estrema lucidità e lungimiranza..

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FRANCO grazie sono davvero profondamente commosso dalle tue parole e ti ringrazio di cuore

Patricia Moll ha detto...

Io al contrario non lo chiamerei affatto poco merito.
Dar voce a chi non ne o non ne ha più è una medaglia appuntata al tuo cuore.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PATRICIA "medaglia appuntata al tuo cuore" è bellissima come frase. Grazie!!!