venerdì 9 aprile 2021

L'Angolo del Rockpoeta®: "Bocche Chiuse"

BOCCHE CHIUSE

Bocca chiusa
Olio di ricino 
Sotto forma di censura
Ghettizzazione e minacce

"Bocche chiuse!
Non capite che lo diciamo per il vostro bene?
Più parlate 
Meno tacete ed ubbidite
Più potreste inghiottire il virus"

Certo, come no,
Come non crederci
E poi è provato
Se si protesta
Se si manifesta
Se si mette in dubbio 
Il Dogma - pensiero di media e governo
Si potrebbe restare ciechi
Sempre a causa di un effetto postumo del covid
Oppure si potrebbe sparire
Come per magia

Lo Stato nei panni di Copperfield
Tu in quello della Statua della Libertà
Tu sei quello che si volatilizza
Ed il tuo governo invece prende gli applausi

Bocche chiuse
Non infastidite i manovratori
Lasciateli lavorare per voi...

Sapete
Pensandoci bene
In effetti per una volta 
Condividerei la loro posizione
Invece di vomitare rabbia sui social
Bocche chiuse
Scendiamo nelle piazze
Facciamo i fatti!

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

43 commenti:

Claudia Turchiarulo ha detto...

L'avevo letta ieri su Fb, se non erro.
Effettivamente, se tutto l'odio che gira online fosse trasformato in energia per manifestare nelle piazze, le cose cambierebbero.
O forse sono solo un'idealista?

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CLAUDIA più che odio rabbia ma anche io la penso come te e penso che se le cose non inizieranno a cambiare la tensione sociale aumenterà. Siamo gli unici ad essere così chiusi altrove tampone e mascherina e vai s cedere un concerto. A Madrid strade piene di gente sis pure ancora con mascherine.

°°valeria°° ha detto...

Ieri i miei soci sono stati in Liguria da un architetto che ci ha dato diversi lavori, in varie zone...quando alla sera mi hanno portato i contratti firmati ho pianto dalla felicità e ho festeggiato con la mia famiglia. A oggi i miei negozi sono ancora chiusi hai clienti. Ieri ho passato la mattinata in banca ed ero tristissima. Noi vogliamo solo lavorare. Noi abbiamo pagato le tasse, le spese e il mutuo fino ad ieri. Noi siamo italiani che vogliono lavorare, ovunque pur che sia un lavoro. Ora io posso solo avere contatti con le P.Iva, l'architetto ce l'ha. Ma è il periodo primaverile, la gente è adesso che cambia i serramenti, non in autunno che fa freddo. Io ricevevo solo su appuntamento, devo poter aprire...devo poter ricevere clienti. Io sono dalla parte di chi protesta civilmente.
Un urlo, anche il mio. Speriamo, noi non molliamo. Ciao Valeria

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VALERIA: ricevo commosso e toccato il tuo urlo di lotta e sofferenza, il tuo grido di disperazione ed al contempo di speranza. Sono felice per la buona notizia di cui scrivi nel commento. Vero, tu ed altri nella tua situazione avete avuto spese incredibili, come pagare le tasse quando non si lavora, e con ristori assenti o se arrivano ridicoli. L'esecutivo di fronte a questa critica relativa ai ristori tardivi e cmq bassi, si difende dicendo che cercherà di migliorare nella consegna degli stessi e che i soldi sono pochi. Ok, ma allora si potrebbe dare cifre basse sui ristori ma al contempo cancellare tutte le spese per chi è chiuso: bollette, IRAP, affitti dei locali ecc..

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Negli anni, si sono persi tanti diritti in Italia, ma le piazze sono sempre più vuote. Bisogna pensare a riaprire in sicurezza, non concepisco la chiusura di tutto e poi grandi fabbriche sempre aperte.
Sereno giorno.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE: giusto, e vogliamo poi parlare dei teatri chiusi e le chiese aperte? E non è la sola incongruenza.

Gus O. ha detto...

Quelli che vomitano insulti in un piccolo spazio virtuale, appena perdono l'anonimato diventano vermiciattoli viscidi. Sicuramente non scenderanno nelle piazze.

Ness1 ha detto...

Quello che si vede in questi giorni fa pensare che l'Italia si sta muovendo..io vivo in un paese alle porte di roma, qualche giorno fa un piccolo imprenditore, ha messo un annuncio, dove spiegava che non era stato toccato dalle chiusure e per questo aveva deciso di stare dalla parte di chi sarebbe sceso in piazza a protestare..ha chiesto riscontro e ne ha ricevuto da parte di molti..unione e solidarietà!! Sono armi vincenti!! "Nessuno resterà solo" non deve essere la bugia di un governo ma la verità tra "fratelli"
In questo momento la nostra Italia è "frastagliata" vedo però anche tanti giornalisti dalla nostra parte

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS: vero, ma ci sono anche coloro che protestano duramente, tenacemente, aspramente ma non in modo volgare, questi potrebbero, dovrebbero scendere in piazza e credo lo faranno, anzi molti di loro lo stanno già facendo.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER NESS1: bella la tua testimonianza di quel piccolo imprenditore così come rincuora la risposta della gente. Io vedo pochi giornalisti che sostengono queste proteste sacrosante, ma o le cose miglioreranno presto oppure questa tensione sociale che già si sta manifestando, crescerà inevitabilmente.

Irene Z. ha detto...

Io voto per la piazza! Finché stiamo tutti a casa seduti davanti al pc o alla tv, non cambierà mai un bel nulla. I diritti vanno declamati in presenza.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER IRENE: concordo in pieno!

Franco Battaglia ha detto...

Insisto. Anche se alla fine, tutta questa attività che reclamiamo riprenda, farà soprattutto la ricchezza di pochi, e la semplice sopravvivenza della maggioranza. Non c'è ragione per cui questa minoranza di profittatori, debba vedere tutti alla fame, autocondannandosi anch'essa.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FRANCO "....e la semplice sopravvivenza della maggioranza". E ti pare poco? E poi scusa ma di quali profittatori parli? Parli del negozio di Valeria o della piccola trattoria in una città d'arte, dei camerieri che non vedono la CIG da tempi immemorabili se non biblici, o ancora di tecnici del suono o delle luci in un teatro o ancora di un attore che anela raccontare storie di vita? Non credo questa è la maggioranza di cui tu parli quella che sta andando alla Caritas per mangiare. E ancora parli del bar di quartiere, o ancora delle palestre, o forse parli delle chiese? No, di quelle non puoi parlare sono incredibilmente aperte.

Vedi, la minoranza di profittatori di cui tu parli stai tranquillo che anche nella pandemia è riuscita a cavarsela egregiamente vedi per esempio lo scandalo delle mascherine...

Ariano Geta ha detto...

Come ti avevo già detto, io voglio dare un'ultima fiducia sul discorso dei vaccini. Avevano detto che con vaccinazione di massa e curva contagi e decessi in discesa, in estate si può ricominciare verso la normalità. Vediamo. Se a fine maggio parlano ancora di zona rossa su tutto il territorio nazionale, prendo il mio forcone e scendo in piazza.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIANO: ok, anche perchè inizia ad essere chiaro che è sempre di più un problema italiano visto che a Madrid la gente va in giro come prima sia pure ancora con le FFP2 ( ma senza più distanziamento) altrove fanno esperimenti per vedere se si può già riaprire anche per i concerti, da noi non si riesce a riaprire un ristorante e non si vogliono riaprire i teatri e tanto altro ancora.

MikiMoz ha detto...

Il popolo bue italiano si sveglia sempre quando conviene: tanto tra poco riapre tutto, e così questi pecoroni che sono scesi in piazza li abbiamo fatti contenti e fregati: si sentiranno importanti, come se la loro protesta ha avuto effetti (effetti concordati già da tempo) XD

Moz-

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MOZ: spero che davvero riapra tutto presto come tu dici, sarebbe davvero importante e bellissimo ma qui in Italia ho serie perplessità al riguardo.

Franco Battaglia ha detto...

Ovviamente no Daniele, mi conosci, sai che Valeria fa parte della maggioranza che sopravvivrebbe, come il cameriere, o mia nipote commessa. Ma i profittatori - che comunque campano alla grande, hai ragione -, non vanno in vacanza, al cinema, al ristorante o dall'estetista tutti i santi giorni.. non fanno vita assolutamente piena, quella che comunque a noi sarà solo permesso di vedere da lontano, mentre lavoriamo per raccogliere briciole.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FRANCO: vero ma abbiamo sempre raccolto briciole, e questo è un altro paio di maniche nel senso che se riusciremo a tornare allo stato pre-covid, poi ci sarà da riprendere a lottare per rivendicare diritti che già prima della pandemia erano assolutamente minacciati e compromessi. Ma ora, ora è troppo importante che quello stato pre-pandemico possa tornare e senza sacrifici sotto il profilo delle libertà individuali, cosa che al momento almeno qui in Italia non sembra essere così scontato. Sì ti conosco e so bene che tutti quelli che ho indicato anche tu li consideri "la maggioranza".

LaDama Bianca ha detto...

La censura è un atto spaventoso, che mi fa paura.
Ma per contro vorrei che tante persone la smettessero di parlare o ci pensassero un po' di più prima di aprire bocca.
Non zittisco nessuno, vorrei che tanta gente si zittisse da sola. Io stessa parlo solo quando penso di dover davvero dire qualcosa di importante/interessante, altrimenti certe opinioni le tengo per me.
Magari non c'entra col tuo discorso ;) però mi è venuto spontaneo.
Buona giornata.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LA DAMA BIANCA è un altro aspetto della questione quello di cui tu parli e concordo con te che tante persone se decidessero di non aprire bocca senza riflettere prima un attimo sarebbe molto meglio ma censura mai.

Mariella ha detto...

Non posso che essere d'accordo con l'idea di agire di più lasciando da parte le parole.
Però a volte mi domando: c'è tanta gente che parla a sproposito ma ce ne è altrettanta che ascolta a bocca aperta e segue la scia senza mai porsi le domande giuste e guardare ai "profeti" del web con criticità mantenendo la giusta distanza. Quindi, chi è il maggior colpevole?

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIELLA: la colpa può essere equamente distribuita. ma resta il fatto che la colpa maggiore ce l'ha chi è nei posti di comando e mostra pericolosi segni di incompetenza e di voglia di potere da sfogare sulla gente comune, insomma alludo ad un soggetto incompetente e frustrato.

Mariella ha detto...

Però non dobbiamo dimenticare che gli incompetenti sono lì perché sono stati eletti. E sto pensando ai cinque stelle che per plebiscito popolare e certo non per competenza sono arrivati ai posti di comando. E noi ne stiamo tutti pagando le conseguenze.

Angela ha detto...

siamo una pentola a pressione che da un momento all'altro potrebbe scoppiare.
e mi verrebbe da dire: sarebbe pure ora!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIELLA beh non tutti per esempio il Governo Conte bis no, e Speranza è in un partito che. ha una percentuale insignificante eppure è ministro della salute purtroppo

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ANGELA Concordo con te in toto

Mariella ha detto...

Di Maio, Bonafede e Taverna bastano? Mi sembra siano più che sufficienti e non dimentichiamo che il governo Conte è caduto solo un mese fa... direi che non sia possibile attaccarsi agli specchi. Senza dimenticare le ultime elezioni politiche perché di quello sto parlando. E di certo tra quelli che li hanno votato io non c'ero.

Mariella ha detto...

*votati

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIELLA io anche non ho votato ma il punto è che il Conte bis e questo governo - calderone con a capo Draghi non lo abbiamo scelto noi. Vero i Cinquestelle sono stati votati ma Articolo uno no, o meglio non in modo massiccio ed è il clan di Speranza insieme al premier di turno a fare danni.

Mariella ha detto...

Tu ce l'hai a morte con Speranza, riconduci tutte le nostre disgrazie a lui😉 Ma mi pare che la situazione generale sia molto più complessa. E il governo Conte Bis è stata una conseguenza "naturale" del primo. Con Draghi ci stiamo mettendo una pezza. Ma se la gente fosse stata più lungimirante anni fa, e non si fosse lasciata condizionare da frasi fatte e slogan rubati alla sinistra,(che non esiste piu) forse non saremmo in queste condizioni.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIELLA la pandemia non ha nulla a che vedere con la gente se non per il fatto che ne subisce le conseguenze e sono soggetti come lui,il nostro caro ducetto frustrato, il suo entourage, leggasi i suoi sottoposti, ed i premier di turno ad aver gestito e continuare a gestire questa pandemia. Poi se parliamo di questioni ordinarie beh le colpe sono tante di tanti ed ataviche ma per la pandemia no, sono precise e facilmente riconducibili a specifiche persone. No, che dici io amo Speranza, ah no scusa io amo la speranza 😁

Mariella ha detto...

Sei bravo a spostare l'attenzione ahahah

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIELLA: ah ah, non la voglio spostare, almeno non consciamente :-))), e concordo con te che la massa che vota, molta della quale è più gregge che massa. abbia le sue colpe per essersi fatta in passato più volte circuire da imbonitori da strapazzo, ma per quanto riguarda la pandemia le responsabilità sono mirate e precise. Su di esse si innestano responsabilità anche passate come l'aver privatizzato la sanità, averla trasformata in una azienda che deve avere un profitto, il che è ben diverso da non fare sprechi, aver tagliato posti letto, terapie intensive ecc.... Queste sono colpe gravissime non riferibili al governo Conte, Conte bis e Draghi e su questo concordo.

Pia ha detto...

Vabbè io da sempre preferisco i fatti alle parole, spesso dovute ad interessi non proprio chiari. Quindi condivido le ultime parole del tuo postare speciale.
Grazie Daniele e buona Domenica!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PIA: le amo anch'io

Fabio Melis ha detto...

Son d'accordo con Cavaliere. Abbiamo persona marea di diritti perché non li abbiamo difesi giorno per giorno. I lavoratori son diventati schiavi, la sanità è una macchina da budget e non uno strumento di assistenza. Abbiamo dato tutto per acquisito e ci siamo rimasti fregati. Molti errori sulla pandemia, molti prima per altre cose. Rimpiango la lungimiranza, ormai perduta dei padri costituenti e di chi, a suo tempo, li ha sostenuti a costo di lotte e sacrifici.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FABIO: concordo su ogni tua parola.

fulvio ha detto...

Io ho protestato negli anni della grande protesta operaia e studentesca
ma sapevamo chi era il nemico da sconfiggere.
Oggi chi è il nemico e per cosa protestiamo, contro il virus protestare e inutile, controchi tenta di arginarlo e debbelarlo, allora protestiamo contro di noi, perché solo seguendo i protocolli possiamo vincere, quei protocolli che nessuno rispetta. Prendiamo cattivo esempio dalla Sardegna, da bianco in rosso in pochi giorni e certo non sarà colpevole il Governo.
Ciao fulvio

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER F ULVIO io vorrei capire come sia possibile davvero che in pochi giorni da bianchi si diventi rossi, vorrei capire perché a Madrid escono già con mascherina per le strade ed in Olanda hanno provato a fare un concerto con tremila persone e noi? Noi chiudiamo e basta, Il nemico c'è e tanti stanno già iniziando a combatterlo

Patricia Moll ha detto...

E' vero Daniele che i diritti vanno reclamati e difesi.
Però... però visto che fino ad ora abbiamo morso il freno e atteso, facciamolo ancora un po', aspettiamo che i vaccini facciano il loro lavoro.


ps scusa l'ot, oggi sul mio blog c'è un post dedicato a te e Franco :)

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PATRICIA: di tempo oramai non ne abbiamo più e mentre gli altri Paesi si stanno svegliando noi siamo ancora al palo. PS: arrivo a vedere :-)))