venerdì 12 giugno 2020

L'Angolo del Rockpoeta®: "Futuro Ignoto"

FUTURO IGNOTO

Come le onde
I pensieri si rincorrono e si confondono
Biglietto di sola andata
Perdita di tempo
Non comprerò fiori da deporre sulla tua tomba
Non perderò tempo a pulire la tua fioriera
Tradito dalla tua simulata salute e millantata serenità.


Ripresa economica inesistente
L'avvenire di un intero popolo cancellato
Mani alzate in segno di resa
Saracinesche abbassate definitivamente
Chiavi dei locali gettate via
Bandiera tricolore ammainata 
E poggiata malinconicamente sull'Altare della Patria

E la tua tomba
"Futuro Ignoto"
Accanto a quella del milite
Anch'egli sconosciuto nel nome
Ma almeno esistito nella realtà;
Lui infatti rappresenta tutti quei caduti senza un nome
Tu invece rappresenti un qualcosa che non è successo e non accadrà mai più

"Futuro ignoto" è scritto sulla tua lapide
Più corretto sarebbe stato riportarvi "Futuro cancellato"
Non pervenuto. 

Come una valanga
I miei pensieri si rincorrono 
E vengono travolti come alberi e casolari
Situati lungo il percorso della valanga stessa. 

Giustizia malata
Scandalo nelle alte sfere
Corruzione di magistrati
Scarcerazione di boss mafiosi
Processi giusti solo per chi può permetterseli

Uno, due, quindici
Ventuno, quarantacinque, ventisette...
Cinquina!

Giustizia,
Eguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla legge
Rispetto dei diritti,
È come giocare a tombola
Vengono estratti i numeri e speri 
Che siano quelli presenti nella cartella a te assegnata

Se sei stato più fortunato
Che hai potuto almeno scegliere

Questo quando sei tra i privilegiati
Dotati di almeno una cartella
Molti non ne hanno neanche una
E giocano non sapendo di non avere alcuna chance di vittoria. 

Poi ci sono quelli che non solo hanno più cartelle
Ma tengono anche saldamente in mano il sacchetto per estrarre i numeri
E casualmente sono proprio i loro ad uscire
E sempre casualmente scopri
Che ci sono solo i loro numeri dentro il sacchetto. 

Povertà non fa rima con giustizia ed equità
Non si avvicina neanche a creare una lontana assonanza.

Vita in Italia
Gioco truccato
Dadi truccati
Regole violate
Speranze negate
C'è futuro al di là di questo muro di gomma?
Si può trovare una parvenza di avvenire oltre questi confini? 

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

24 commenti:

Riky Giannini ha detto...

Caro Dani, a proposito di futuro ignoto: che ne pensi di quegli "esperti" che non vedono l'ora della seconda ondata di nuovo coronavirus per tornare alla ribalta?
Dovrebbero "rompere" le palle ai politici e alle autorità sanitarie affinché siano pronti, eventualmente, a gestire la seconda ondata...
Non possono rompere le scatole alla gente normale, già provata seriamente dagli effetti dell'epidemia..
Poi arriveremo a ottobre che politici e soprattutto autorità sanitarie NON saranno pronti...

Ariano Geta ha detto...

La giustizia malata è un problema endemico in Italia. Forse perché è troppo contigua alla politica...

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Se continuiamo di questo passo, ho l'impressione che il futuro sia abbastanza scontato.
Sereno giorno.

MikiMoz ha detto...

Direi che è un problema arcaico, incancellabile perché legato a triplo nodo con tante cose poco chiare.

Moz-

Gus O. ha detto...

"Come le onde
I pensieri si rincorrono e si confondono"


Da incanto.
Sei bravo Daniele.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER RICKY: ti devo solo ringraziare per il meraviglioso assist che mi hai fatto. Quegli "esperti" del catastrofismo io li ignoro e li considero anche piuttosto incompetenti. Penso solo a Brusaferro, Arucri e Borrelli della nostra Protezione Civile. Quando il 4 maggio si apri un filo di più erano già lì a dire che sarebbero aumentati a dismisura i contagi. Risultato: diminuzione costante e sostanziale. Fase 2 idem, ed ora anche su questa hanno provato a fare previsioni catastrofiche ma non sembra si stiano avverando. Ultimamente per fortuna importanti virologi, Zangrillo per es., iniziano a far sentire alta la loro voce dicendo che le probabilità di una seconda ondata sono minime, se non nulle. Capisci da te che però se anche il Coronavirus dovesse sparire come accadde per la Sars, il vaccino non potrebbero metterlo in commercio...

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIANO: vero, soprattutto le alte cariche giudiziarie.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PEPR CAVALIERE: scontato e drammatico.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MOZ: vero, ma ora sarebbe il caso di porre un limite anzi di fermare tutto questo schifo.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS: grazie, detto da te è un vero onore.

Mariella ha detto...

Una poesia disturbante e terribile.
Quanta verità, come potremo farcela se questa è l nostra fotografia.
Bravissimo Dani.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIELLA: in effetti sono anch'io pessimista in massima parte. Grazie per i complimenti!

Nick Parisi. ha detto...

Il futuro è certamente ignoto ma anche il presente non è che sia messo meglio.
Purtroppo per tutti noi...

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER NICK: la situazione è molto seria.

Mirtillo14 ha detto...

Un tristissimo ma realistico quadro della nostra realtà e di un futuro che è molto incerto. Da una parte mi fa male leggere questo scritto ma dall'altra, devo dire che è un prendere coscienza di ciò che vorremmo non vedere ed è, invece parte di noi. Saluti cari.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MIRTILLO: sempre parole importanti e profonde le tue, grazie.

MAX ha detto...

Ciao Daniele come stai?
Complimenti per i tuoi versi sempre così potenti e diretti.
Lasciami immaginare che questo futuro ignoto possa esser come un nuovo Lazzaro ...lasciami credere che c’è la possiamo ancora fare ad avere un futuro degno di essere vissuto.
Ci dobbiamo impegnare adesso più che mai e ricostruirlo questo futuro.
Ciao...son particolarmente positivo

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MAX terminato il periodo di reclusione va meglio :-))) Io voglio essere ottimista ma il mio pessimismo non nasce dall'italiano ma dal suo governo che sembra fare di tutto per mettergli i bastoni tra le ruote. Spero però anch'io in un lieto fine.

LaDama Bianca ha detto...

Il futuro è sempre ignoto, ma in certi periodi storici - come questo - fa un po' più paura.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LA DAMA BIANCA: infatti è proprio quello il punto, fa più paura.

marcaval ha detto...

La situazione era già pessima , adesso il futuro è ancora meno roseo.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARCAVAL purtroppo hai ragione

Patricia Moll ha detto...

Esatto! Futuro cancellato!
Un colpo di spugna e via. Chi è in pensione non sa per quanto la prenderà. Chi deve andarci non sa se ci andrà.
I negozi piccoli hanno chiuso? E che sarà mai? Avessero avuto fiducia magari...
I giovani senza lavoro? Se ne avessero voglia..
Negativo Charlie.
Noi, facenti parte della generazione più old, vedciamo grigio scuro davanti a noi ma i giovani vedono decisamente un buco nero, che li assporbirà come una sanguisuga

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PATRICIA i giovani pagheranno un prezzo molto alto ma anche i meno giovani avranno anzi già hanno serie difficoltà