mercoledì 16 dicembre 2020

L'Angolo del Rockpoeta®: " Man Vs. Virus"

MAN VS. VIRUS

Sembrava fatta
Il Virus era steso sul ring
Agonizzante 
Ormai in ginocchio
Quando accadde l'incredibile
L'imponderabile, l'indicibile

Come in un match di Wrestling
Si trascina a bordo ring
Si dà il touch con il suo partner 
Oltre le corde
Tutto sotto i nostri occhi superbi
Colpevoli di averlo sottovalutato

Il partner di lotta entra sul ring
Sostituendo il malconcio coronavirus 
È un virus nuovo
Più riposato
Agguerrito
Incazzato
Rispetto al suo predecessore

E per la razza umana
Calò il sipario
Comparendo per noi inesorabile
Sullo schermo della vita, la parola: 
 FINE   

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

34 commenti:

MAX ha detto...

Mi sto toccando ...e faccio altri debiti scongiuri!!!!!
Mazza Daniele!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MAX: se ci pensi, se ti avessero detto o io avessi scritto un anno fa che avremmo avuto e vissuto una situazione di questo tipo come mi avresti commentato? Esattamente come oggi, poi io spero davvero che questo virus sia abbattuto e non gli si dia più né la possibilità di rialzarsi né ancor meno quella di far venire in suo soccorso ed in sua vece un suo "collega" più bastardo e magari anch'esso o forse esso per primo, creato da noi in laboratorio...

Gus O. ha detto...

The end. Grande Daniele. Ora lo sai che i morti aumentano tragicamente. Genoma cambiato evvai con il nuovo virus agguerrito che prima si chiamava Covid-19.
C'è un pool di manipolatori o è solo la Cina?

Gus O. ha detto...

Daniele, dimmelo tu. Perché tengono aperta la macelleria veneta definita zona gialla?

«Si muore in corridoio»
Proprio lunedì ha fatto rumore la testimonianza di un anonimo dipendente che lavora nel personale di comparto (medico e infermieristico), rilasciate ai microfoni del Tgr Veneto: «In ospedale c’è il caos -ha detto -. Ci sono morti anche in corridoio: siamo tutti stipati, non c’è un buco per garantire una morte dignitosa. Non c’è più spazio, a volte devo fare delle scelte che vanno contro la mia morale, faccio fatica ad accettarlo: un essere umano va trattato da essere umano». Parole che trovano riscontro nei numeri, non solo per l’azienda ospedaliera. Anche negli ospedali della provincia, gestiti dall’Usl 9, i pronto soccorsi sono strapieni. A Legnago lunedì si contavano 49 pazienti, di cui 20 Covid, a San Bonifacio 32, di cui 16 Covid, a Villafranca - ospedale completamente dedicato al virus - 19 aspettavano un letto in pronto soccorso. «Gli ospedali sono pieni - ha confermato il direttore generale dell’Usl Scaligera, Pietro Girardi - noi facciamo il possibile per gestire la situazione, ma siamo al limite da tempo. E, fuori, la gente, non sembra rendersene conto». Dunque la realtà raccontata dal dipendente non rischia di essere un caso isolato. «Molti dipendenti — fa sapere Stefano Gottardo, segretario provinciale della Uil Fpl, sindacato che segue molti infermieri a Borgo Trento e negli altri ospedali — hanno riferito situazioni analoghe. Alcuni, negli ultimi giorni, si sono anche licenziati». Per Zaia «Verona è maglia nera». Il governatore ha specificato che comunque «verranno mantenute le prestazioni oncologiche». Il timore di Zaia è che, con l’aumentare dei ricoveri «ci si avvicini al punto di non ritorno».


Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS: grazie Gus i tuoi complimenti mi emozionano sempre tantissimo!

I morti per qualche ragione che non mi spiego aumentano quasi sempre in vista della fine dell'ondata ma cmq sono abbastanza sicuro che la pianteranno presto perché la gente se la porteranno all'esasperazione, e ci manca poco, esploderà e sarà una vera polveriera. Io per primo attendo fino a giugno poi se fossero ancora in alto mare disubbidirò a tutto forse compreso perfino l'uso della mascherina. Ora basta, hanno fatto i furbi fin troppo e secondo me hanno l'antidoto e quindi lo tirino fuori perché presto, molto presto come ho già detto la gente, la maggioranza della gente, che ora aspetta solo il via libera per riversarsi in giro per come può e quanto può, farà una scelta e tra il non vivere ed il vivere a rischio malattia sceglierà la seconda soluzione, perfino a costo di farsi sparare soprattutto visto che all'essere liberi per esempio di viaggiare si sommerà la questione economica che peraltro è assolutamente presente anche nel viaggiare (agenzie di viaggi appunto)

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS: Dunque risposta al tuo secondo commento.

È difficile spiegarselo anche se va detto che molte morti per covid inizio a pensare e ne ho anche avuto riscontro, non sono per covid, ma si ha interesse a dichiararlo tale per ragioni di soldi nelle strutture ospedaliere. Sembra poi davvero che non si muoia o mio si ammali più per e di altro e non è vero.

Si muore in corridoio. Vero ma anche qui io mi permetto sommessamente di ricordare tutti i servizi di Report et similia sullo stato dei Pronto Soccorso e del caos negli stessi e delle attese assurde al loro interno già in tempi pre - covid certo che ora basta un surplus imprevisto su una situazione ordinaria già drammatica per avere il peggio. Legnano, 49 pazienti di cui 20 di Covid tradotto già senza il covid quel pronto soccorso se ho inteso bene era bello pieno (29 pazienti) è chiaro che un numero neanche pari alla metà della somma delle due categorie di malattia manda in tilt tutto.

Ti posso portare una testimonianza affidabile di un mio amico che in un ospedale di una cittadina del nord, quindi in teoria ragionando per stereotipi, un luogo dove la sanità funziona, ha dovuto attendere per sua madre che stava male seriamente, 7 ore in corsia con la madre su una barella abbandonata a se stesso con altri pazienti nella stessa situazione, e con una infermiera che bontà sua ogni ora passava a controllare la pressione. Poi per il resto non si vedeva nessuno. Ed eravamo in tempi dove il covid non si sapeva neanche cosa fosse. Ed allora come puoi pretendere che una sanità disastrata in tempi di "pace" regga l'urto di fronte ad una situazione cmq emergenziale come questa?

Detto questo, il governo ci fa è evidente, o cmq lotta con se stesso tra il permettere certe cose e poi impedirle di nuovo, insomma sono una manica di incompetenti e cialtroni con un pizzico di sadismo e fascismo o liberticidio incorporato.

°°valeria°° ha detto...

Proprio ora è arrivato sul gruppo della scuola che è mancato un professore, un ragazzo giovane, non aveva patologie, un padre di famiglia. Questo virus ci sta toccando il cuore. Valeria

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VALERIA: mi dispiace profondamente.

Gus O. ha detto...

Il governo è squallido a cominciare dall'avvocatuccio di provincia. Gli incompetenti macroscopici sono quelli di 5Stelle. Basta informarsi come si diventava parlamentare con il metodo Casaleggio-Grillo. Gente che dà l'assegno di cittadinanza ai mafiosi, a chi non fattura, ai ladri. Queste persone alle prossime elezioni scompariranno, e Mattarella vuole il governo di legislatura. E' rincoglionito. Non ha capito che servono nuove elezioni, subito.
Come può tollerarsi un personaggio come Renzi che eletto nel partito PD, appena viene scalzato da presidente del consiglio , insieme alla vamp Boschi ,crea un nuovo partito, Italia Viva.
E che dire del fratello del commissario Montalbano?

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS: in effetti il tuo ritratto non fa una grinza. i Cinquestelle all'inizio erano davvero qualcosa di nuovo e di interessante poi ora sono diventati un partito neanche della seconda Repubblica ma proprio della prima. Conte, no comment anche se lui sta cercando di impedire eccessive chiusure ma non sa da che parte è girato. Ecco in tutta questa tua disamina, Renzi compreso, secondo me non vanno dimenticati i "tecnici" quelli del CTS, quelli che sembravano destinati a cambiare il futuro e guidati da quel pirla ex Vodafone perché va detto hanno dei consulenti tecnici che fanno rabbrividire.

E poi veniamo al tuo capolavoro sto ancora ridendo fragorosamente adesso mentre ti sto rispondendo: "Il fratello del commissario Montalbano".

Claudia Turchiarulo ha detto...

Come Max, faccio i miei scongiuri, ma lo scenario descritto nei tuoi versi non mi sembra poi così irrealizzabile.
Purtroppo.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CLAUDIA: spero vivamente di no ma...

LaDama Bianca ha detto...

Non voglio neanche pensare ad una simile eventualità, mi rifiuto.
Comunque è sempre più complicato vivere così...
Buona giornata.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LA DAMA BIANCA: la soluzione è semplice, se dopo che ce la stanno zampettando con i vaccini panacea di tutti i mali, se arrivati a giugno non si è pacificamente avviati alla vera, non più restringibile, libertà e normalità, questa libertà ce la prendiamo noi.

MikiMoz ha detto...

Madonna, perché tutto questo pessimismo?
Il mondo ha affrontato varie pandemie nella sua storia, penso ci voglia qualcosa di davvero apocalittico per mettere fine alla vita.
Ah, e comunque l'estinzione umana non mi dispiacerebbe^^

Moz-

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MOZ: ma moriresti anche tu non lo vedo così figo, anche se posso intuire il tuo spirito di sacrificio quasi eroico. Miki Moz martire :-)))

Angela ha detto...

stiamo vivendo un periodo talmente surreale - che per ora non sembra vicino alla fine - che è comprensibile sentirsi divisi tra la speranza di tornare alla normalità e la paura che non solo ciò non accada davvero, ma che le cose possano addirittura peggiorare.
Io voglio far parte della schiera degli "speranzosi", perchè se oltre alle libertà ci vien tolta pure la speranza, siamo fritti >_<

ciao Daniele :)

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ANGELA: anch'io lo voglio e ci provo ma in certi momenti è dura.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

I tuoi versi sono molti reali, se non cambiamo registro, rischiamo virus peggiori.
Saluti a presto.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE: probabilissimo.

Vivì ha detto...

I tuoi versi sono da brividi...specialmente la chiusa e spero soltanto che la tua sia una esagerazione. Brrr...Ciao Daniele. Buona serata.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VIVI È un timore che ho. È tutto cosi confuso

marcaval ha detto...

Non me l'aspettavo questa tua posizione. Io sono in guardia da mesi, l'ho sottovalutato come tutti fino a marzo e adesso sto sempre in guardia ... tra notizie di amici morti (in primavera) e di tanti contagiati (adesso) e resto in guardia.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARCAVAL io temo che possa acaccadere anche perché potrebbe anche essere un virus nuovo e magari non proprio nato da madre natura. Vedi il fatto che molti si avvantaggino dall'esistenza del virus non vuol dire che non esista anche co possa già essere il suo erede...

Mariella ha detto...

No, mi rifiuto di pensare ad una evoluzione di questo genere. Sono pessimista sulla durata della pandemia, ma non voglio nemmeno pensare che potrebbe arrivare qualcosa di peggio.

Ariano Geta ha detto...

Io invece credo che l'uomo lo supererà. Un virus può fare una strage, ma inevitabilmente incontra soggetti più resistenti che lo superano. La Peste Nera del XIII secolo arrivò in un contesto in cui le competenze mediche erano più affini alla stregoneria che alla scienza, poteva dilagare senza problemi, infatti così fu. Fece milioni di morti, si calcola che in Europa persero la vita quasi la metà degli abitanti... Eppure eccoci ancora qui ;-)

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIELLA la pandemia dovranno farla finire entro giugno prossimo altrimenti andremo verso una guerra civile

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIANO vero sempre che sconfitto un virus qualcuno non ne metta un altro o cmq non vogliano costringerci a vivere da reclusi.

fulvio ha detto...

Un bellissimo e intelligente parallelismo, infatti la nostra è e sarà una lotta dura, ma alla fine vincerà il buono.
Ciao fulvio

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FULVIO: bello leggere che sconfiggeremo il virus!

Fabio Melis ha detto...

Morto un virus se ne fa un altro? Come disse il furlano Paron Rocco:" E sperem de no,cio."

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FABIO: no beh spero anch'io di no ma la tesi non è poi così strampalata...

Pia ha detto...

Credo stavolta di comprendere il tuo pessimismo caro Daniele.
Potrebbe accadere eccome che il virus possa ritornare più forte, oltre che incazzato, di prima.
Se il vaccino non avesse il giusto effetto, potrebbe abbassare le nostre difese immunitarie e rafforzare l'avanzata distruttiva del "mostro".
Anche se dicono sia impossibile perché stratestato e perché ci sono validi, insindacabili motivi per essere certi della sua validità.
Ho letto anche quelli ma il dubbio mi rimane. Per me nulla può essere certo.
Intanto aspettiamo i risvolti di chi si è già vaccinato e vediamo che accade. Inutile rimurginarci sopra se è l'unica speranza esistente per sopravvivere.
...anche questo ultimo mio pensiero mi preoccupa... 🙄
Forse dobbiamo renderci conto che la parola "Fine" ci sarà comunque. È parte integrante della vita. Ciao!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PIA i dubbi e gli interrogativi sono ancora tanti e tu ne hai evidenziati molti di quelli più importanti. Speriamo che veramente ci sia una luce in fondo al tunnel e non un precipizio