mercoledì 9 dicembre 2020

L'angolo del Rockpoeta®: "Gabbie Colorate"

GABBIE COLORATE

Gabbie colorate
Il covid imperversa sui media

Tentativi puerili e maldestri
Per celare chi invece
Sfrutta questa malattia
Per lucrarci.

Medici eroi
Infangati da primari furbi
E colleghi vili che subiscono il ricatto

Malati affetti da altre patologie
Deceduti per quelle e non per il covid
Ma stranamente dichiarati ugualmente positivi
E quindi trattati come tali.

Entrare in ospedale
Come entrare in un gulag
Non vedendo più nessun congiunto

Vederli entrare in ospedale
Non avendo quasi più notizie
Come con i desaparecidos in Chile
E poi autopsia
Ed il sospetto che il referto dica "no covid."

Ma voi non li vedrete piu
Non li vestirete
Non li saluterete
Sono le regole.

E tutto questo
Report docet
Per 2000 euro al giorno
E la vostra anima venduta per 30 denari
Infanga medici eroici
Che non meritano colleghi schifosi
Come voi.

E poi arriva il governo
Con le regioni trasformate
In oscene gabbie colorate
A dirmi chi posso vedere
Nelle feste natalizie
E se lo posso vedere
Anche se è zona gialla sia la mia
Che la regione eventuale dei miei.

Una sola parola per questa banda di pazzi
E liberticidi: fottetevi

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

42 commenti:

Gus O. ha detto...

Non sono pazzi. Sono incompetenti e ladri.
Le zone sono il risultato di un intrallazzo politico perché non corrispondo agli indici contagi e mortalità.
C'è un atro assurdo. Fino al 20 dicembre in 11 regione, falsamente gialle, ci si può muovere tranquillamente. Quindi un figlio può andare nella regione dove ci sono i genitori.
Dal 21 dicembre nessuno può muoversi, nemmeno a livello di provincia.
Perché?
Bisogna tutelare gli anziani. Se non è autosufficiente si può passare il Natale d a lui, ma il figlio deve andare solo e lasciare a casa la moglie.
Questo grande amore per i vecchietti non esiste fino al 20. Dopo c'è il reato e multa di 4mila euro.
Peracottari!

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Stiamo perdendo gli affetti e l'umanità, tutto si ragiona in ottica economica, ma poco con il cuore.
Sereno giorno.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS sposo ogni tua parola!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE è proprio quello che stanno cercando di fare ma noi non dobbiamo cadere nella trappola

°°valeria°° ha detto...

Sai Daniele, io in questi mesi ho sofferto molto, mi sono anche arrabbiata contro chi ci governa...a oggi nella mia terra non sono arrivati i ristori per i bar, i negozi di bomboniere, i ristoratori, i fotografi, figurati se arriveranno a me. Mi sono arrabbiata quando ho perso amici che erano ricoverati in ospedali e i figli hanno dovuto combattere perchè non erano morti di Covid e loro invece li volevano far passare per quello. Sono stata vicina, ho aiutato come potevo le persone che erano a casa perchè positive, a mio modo non abbiamo mai fatto sentire sole queste persone. Ma la rabbia adesso non c'è più, ho come un senso di rassegnazione. Ho riaperto il mio negozio e questo per me vale tanto. Cosa decideranno oggi, mi può solo far soffrire di più. Sarà un Natale strano, lontano da mia mamma, un Natale solo noi quattro. Ma se Dio vorrà saremo insieme. Non ho più la forza di arrabbiarmi. Ciao Daniele e grazie perchè hai sempre dato voce anche a me. Valeria

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VALERIA, grazie di cuore per dirmi che ho dato sempre voce anche a te, io ti rispondo che dopo questo tuo toccante ed accorato commento continuerò con ancora più feroce determinazione a darti voce e sarò la tua parola, il tuo megafono, il tuo amplificatore instancabilmente. E sono felice che tu abbia potuto riaprire il negozio.

Gus O. ha detto...

Covid, «l’Italia era impreparata: tanta improvvisazione sul piano anti pandemia»
Il procuratore capo Chiappani «Indaghiamo sulle omissioni». Ranieri Guerra fa parte dell’Oms, e quindi gode dell’immunità diplomatica.
Ha acquisito relazioni, interrogato testimoni, letto denunce, fatto sopralluoghi. Ha parlato con i consulenti, concesso altro tempo ai periti per capire che cosa sia davvero accaduto in Val Seriana all’inizio della pandemia da Sars-CoV-2. E soprattutto se l’Italia fosse preparata ad affrontare una simile emergenza. Se il piano pandemico di cui tanto si parla fosse adeguato ad affrontare quel che è accaduto a partire da gennaio. Le indagini sono in corso, ma il capo della Procura di Bergamo Antonio Chiappani fa ben comprendere quale potrà essere la loro evoluzione, seguendo il filo di quanto è stato scoperto. Il reato ipotizzato è l’epidemia colposa, ma altre contestazioni potrebbero essere mosse contro i responsabili degli ospedali, delle aziende sanitarie e soprattutto della Regione se fosse accertato che non hanno seguito i protocolli stabiliti. E dunque che le loro scelte, sbagliate o inopportune, hanno contribuito alla diffusione dei contagi e alla morte di migliaia di persone.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS: io inizio a pensare che in certi soggetti di "colposo" non ci sia proprio nulla.
Ho letto sopra il commento di Valeria e mi ha toccato molto e so che siamo tutti stanchi, sfiniti ma chi ha ancora rabbia e voglia di lottare deve ora più che mai continuare a farlo anche per chi non ha più la forza comprensibilmente Coloro che se la sentono devono provare ad essere...

"INARRESTABILI!"

Non ci fermerete
Nonostante promettiate aiuti che non arrivano
Nonostante tentiate e con scarso successo
Di impedirci di vedere chi amiamo
Nonostante i tentativi innumerevoli
Di attribuire al covid morti che
Con il virus non hanno nulla a che vedere

Non mi fermerete
A meno che non mi spariate
E sempre che non vi colpisca io per primo
E se credete di essere vicini alla vittoria
Se pensate che ogni persona fiaccata e rassegnata
Sia per voi un'anima in lotta in meno
Vi sbagliate
Io e altri come me erediteremo la loro lotta
Trasformeremo la loro comprensibile rassegnazione
In ulteriore rabbia e determinazione
In ultieriore voglia di riavere la nostra vita
E non solo quella di un anno fa
Ma una migliore

Non ci fermerete
Non fermerete la natura umana
Non fermerete me,
Forse non avete compreso
Che molti, tanti, tantissimi di noi
Saranno fino alla fine della lotta
Fino al conseguimento della vittoria
Inarrestabili!

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

Ernest ha detto...

ciò che stiamo vivendo è frutto di anni di dimenticanze rispetto alla sanità

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ERNEST vero ma non è solo dovuto a questa motivazione.

Voltaire ha detto...

Penso sempre che il problema esista e sia grave. Conosco persone che sono state contagiate e, da poco, ho saputo di una persona, morta a 56 anni in cinque giorni senza patologie pregresse. In autunno abbiamo avuto una escalation della pandemia per via degli eccessi agostani e, in particolare, dei favori di certi "sgovernatori"a certi imprenditori senza scrupoli. Mi sembra, per altro verso, che i contagi stiamo diminuendo da quando son state adottate le nuove misure. Non si sa cosa avrebbero fatto altri per gestire questo problema. Quanto ad ogni caso di abuso, forzatura, negligenza o imperizia sarà compito della magistratura accertare. Le regole imposte son dure, ma gli eccessi di agosto li abbiamo pagati altrettanto duramente. Prima di ogni eventuale cambiamento vorrei vedere piani concreti e oggettivamente migliori che, sino ad ora nessuno ha proposto, ben contento, forse, di essersi scampato di governare in questo periodo.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VOLTAIRE non penso che "gli eccessi d'agosto" siano staiti tali da essere pagati ancora adesso. Magari forse se avessero chiuso le superiori prima e se avessero chiuso prima messe, centri commerciali e si fossero impegnati a controllare meglio e di più avremmo visto numeri come gli attuali. molto prima. Le norme possono essere anche dure ma devono non essere inique ed illogiche. Vietare lo spostamento da comune a comune in quei tre giorni fatidici è una assurdità così come uno non potrebbe portare la propria moglie o convivente dai suoi genitori e un figlio non può andare a trovare i suoi in altra regione in quei tre giorni. Ovviamente molti partiranno prima ed altri non rispetteranno giustamente la regola. Eppure bastava poco, bastava stabilire per quei giorni che si potevano spostare solo coppe sposate o conviventi per andare a visitare i genitori dell'inno e dell'altra ovunque fossero. Questo avrebbe causato diciamo...12 persone massimo in una abitazione magari distanziate? Eppure questo che ho appena scritto è vietato mentre l'assembramento ingestibile dei centri commerciali, quello va benissimo. No comment.

Claudia Turchiarulo ha detto...

Una mia parente di 86 anni si è rotta il femore cadendo, la scorsa settimana, e abbiamo dovuto ricoverarla in ospedale perché la operassero.
Non puoi immaginare la paura di non vederla mai più.
Per fortuna lei ora è a casa, non sta benissimo, ma il tampone è negativo e almeno possiamo tenerle compagnia per tutto il tempo che le sarà ancora concesso.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CLAUDIA: capisco in pieno i tuoi timori

MikiMoz ha detto...

Purtroppo quest'anno sarà così.
Ma sinceramente non capisco perché dare colpe a chi ha optato per scelte impopolari, o dare loro dei pazzi, quando la colpa è solo di una pandemia che ci ha mostrato di tornare all'attacco in modo forte, non appena abbiamo abbassato la guardia.

Moz-

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MOZ perche coppia convivente non può vedere genitori anziani di uno dei due mentre è ammessa la calca nei centri commerciali e questo è solo un esempio.

fulvio ha detto...

I cialtroni,i ladri e gli incapaci sono sempre presenti e in modo particolare nei momenti difficili, ma il mio problema è un altro, non ho le competenze per giudicare ma non tutte le decisioni prese sono sbagliate ma chi in questa situazione potrebbe fare meglio. Io nel attuale panorama politico non lo vedo.
Ciao fulvio

cristiana marzocchi ha detto...

Sono assolutamente d'accordo con MikiMoz
Nella zone gialle, " ci si può spostare senza particolari limitazioni sia tra comuni che verso altre regioni se la destinazione è un'altra zona gialla, si possono anche attraversare le zone rosse per raggiungere un'altra zona gialla, basta non fermarsi. Unico limite è il coprifuoco: è vietato spostarsi dalle 22 alle 5 ".
"Quei giorni fatidici" si possono anticipare o posticipare di pochi giorni, l'importante è poter incontrare i propri cari in questo periodo che, più degli altri e per tradizione ,richiede uno scambio amorevole. Tutta 'sta rabbia è fondata su delle formalità, ma chi se ne frega del Natale o del Capodanno quando è già in agguato una terza ondata! Guardate alla Germania che solo adesso si accorge di non aver adottato misure più severe e deve registrare il numero di 500 e più vittime al giorno.
Anche l'ipotesi di "epidemia colposa", di cui parla Gus. mi sembra puro delirio.

Riky Giannini ha detto...

Io in realtà sono un sostenitore delle "gabbie", cioé delle chiusure differenziate zona per zona.
Certo è un sistema da perfezionare: due comuni piccoli vicini hanno i confini chiusi, una grande città invece è..tutta aperta ai suoi cittadini. Così a Natale: il 25 dicembre, se ci sarà il sole, "vasche" per il centro cittadino e anziani a pochi km in isolamento.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CRISTIANA: parto dal fondo dicendo che ti condivido perché per me ci può essere anche più di una fattispecie solo colposa. Trovo assurdo che una coppia non possa vedere genitori dell'uno o dell'altra ma tutti possiamo ammassarci dentro un centro commerciale. E poi il commento di Gus è perfetto. Io noni dico che questo virus non esista ma affermo che molti ci hanno marciato furbescamente per loro interessi personali o per prove di dittatura. E questo non è accettabile

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FULVIO: ti ho già risposto anche da te su questi temi, ossia trovo molte incongruenze nelle decisioni che sono prese nonché nelle valutazioni fatte come anche Gus afferma giustamente. Per esempio il far riprendere dal 7 gennaio la didattica in presenza al 75% degli studenti delle superiori è assurdo e non lo dico io. lo dicono persone che sanno il fatto loro.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PERP RIKY molto da perfezionare, e perfezionare è un eufemismo...

Patricia Moll ha detto...

Il 25 è Natale. Il 27 la figlia di compie 31 anni....
Siamo in due comuni diversi, 14 chilometri di distanza.
Festeggeremo il 24 e il 27. Che possiamo fare di diverso? Già non potremo vedere mia suocera perché la RSA è chiusa al pubblico da mesi.
Siamo stati e siamo governati da incompetenti che discutevano di banchi a rotelle, che hanno speso una barca di soldi per allestire nuovi ospedali e poi, finito il primo lock down hanno smantellato tutto. per ritrovarsi in braghe di tela con la seconda ondata.
In Asti ci sono la ex maternità e l'ex ospedale chiusi. Inutilizzati. Assurdo!!!
Sui numeri ho i miei dubbi che siano reali al cento per cento. Sono più facilmente quelli che fsn comodo a loro.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PATRICIA: sono incompetenti ma forse anche in malafede perché se a fare certi ragionamenti ci arriviamo noi, loro che si vantano di essere dei professoroni non sanno rendersene conto? Mah...

Patricia Moll ha detto...

Malafede no. Credo più facilmente opportunisti. Tirano l'acqua ad un solo mulino. Il loro

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PATRICIA: beh quella è malafede, sanno di agire male e lo fanno ugualmente qualunque siano le conseguenze.

Mariella ha detto...

"Malati affetti da altre patologie
Deceduti per quelle e non per il covid
Ma stranamente dichiarati ugualmente positivi
E quindi trattati come tali."
Proprio oggi, parlando con una conoscente sono venuti a conoscenza che tre anziani del mio quartiere sono morti non per covid ma sono stati registrati come tali... uno schifo.
E a proposito di Natale, i miei genitori lo passeranno da soli, perché mia sorella che è sempre stata presente tutti i giorni, fin dal primo lockdown per ogni necessità, dovrà rimanere a casa sua dato che abita in un altro comune. Intanto a Milano, visto l'ampiezza della città, ci saranno i soliti assembramenti, gli stessi che vedremo nei negozi e nei centri commerciali nei prossimi giorni. Si potranno perfino fare le vacanze all'estero sia a Natale che a Capodanno. Ma sicuramente il virus fa più danni in casa tra conviventi o quasi, che fuori. Ah, dite che non è così?
In gabbia colorata o meno ci terrei loro e i loro inutili cervelli.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIELLA: ed io di fronte a queste parole forti, vere ed accalorate non posso che alzarmi in piedi ed applaudirti. Concordo in pieno su ogni parola che hai scritto!

Patricia Moll ha detto...

Sì hai ragione. A pensarci sopra...

Pia ha detto...

Chi paga vince, nulla di nuovo su questa terra.
Chi è superiore se ne frega e pensa solo al suo tornaconto, nulla di nuovo su questa terra.
Il medico di coscienza deve abbassare la testa, nulla di nuovo su questa terra.
Il governo che propone totale chiusura perché non sa ben distinguere tra le situazioni e non vuole scervellarsi, nulla di nuovo su questa terra.
Spero che si ascolti il popolo che dovrebbe essere sovrano ma non viene neanche interpellato, comunque niente di nuovo su questa terra.
Per il resto, bravo Daniele e, perdonami se mi permetto, brava Mari.
Notte serena. Ciao.

Voltaire ha detto...

Non basta dire si poteva fare questo o quello o dire che si sarebbe potuto fare così e non in altro modo. Occorrono soluzioni fattibili e testabili. Nessuno, sino ad ora, ha prospettato un piano alternativo testato da un qualsiasi comitato tecnico scientifico. Teoricamente si potrebbe anche dire alla gente che può muoversi come gli pare per raggiungere parenti, amici e conoscenti ma poi bisogna vedere le conseguenze e prendersi la responsabilità delle scelte fatte. A parole tutto si può fare ma, in pratica, se hai responsabilità di governo e sbagli (e magari causi la terza ondata)ci vuol niente per finire sotto inchiesta.

Mariella ha detto...

Scusami Daniele, ho scritto velocemente e male. Troppo stanca e arrabbiata...

Ariano Geta ha detto...

Certamente la gestione è stata a tratti confusionaria, però siamo di fronte a una situazione talmente nuova che nessuno era realmente preparato ad affrontarla, tanto meno a gestirla.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VOLTAIRE qui abbiamo evidenze. Tanti osservavano che riprendere la scuola senza avere di fatto messo in condizione gli istituti di essere aiutati e messi in sicurezza oltre al problema dei trasporti ed all"assembramento di studenti e pendolari sui bus e sui treni. Tutti o almeno tanti osservavano come non erano certo i ristoranti il problema ma l'assembramento su bus treni e metro. Cosi come mi pare ovvio che 5000 persone dentro un centro commerciale pigiate creino più assembramento di poche persone, figli e conviventi dai genitori. Mi pare che a questo punto alcune cose sul virus si sanno , dimostrare di non averle imparate è grave

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIELLA sei stata efficace, chiara, e giustamente arrabbiata

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIANO nuova dopo la prima ondata non libera più e questa scusa non può più essere addotta.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PIA molta confusione e qualche perplessità su molte decisioni che con un po' di buonsenso forse si potevano e si potrebbero aggiustare

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIANO non "libera" ma non lo è più errata corrige

katherine ha detto...

Anche da noi chi muore nelle RSA, pur non avendo il Covid, viene dichiarato morto per Covid. Questa settimana è deceduto mio cugino a casa sua, aveva sicuramente cause dovute ad un ictus e al Parkinson di cui soffre da tredici anni, ma la figlia ha faticato non poco per lasciarlo a casa e tenere la cassa aperta per alcune ore. Volevano a tutti i costi un certificato che attestasse la negatività, ma lui non lo aveva fatto perché non aveva alcun sintomo e il suo medico curante non si sentiva di dichiarare di avergli fatto un tampone quando non era vero. Insomma, un gran pasticcio. Quindi, a questo punto, possiamo dire che chi muore e non ha fatto un recente tampone, non potendo attestare la negatività, viene dichiarato defunto per Covid. Regolamenti assurdi!
Certo non è facile gestire una pandemia, soprattutto per i nostri sprovveduti governanti, ma anche negli altri Paesi non stanno tanto meglio, mi pare. Si cerca di porre delle limitazioni, d'altra parte si cerca di non scontentare troppe categorie ed ecco che vengono fuori ingiustizie pazzesche.
Chi ha risolto il problema in modo drastico è stata la Cina. Ho letto testimonianze terribili da chi è stato messo in isolamento, ma non è arrivata nemmeno la seconda ondata.
Che dire, speriamo nel vaccino, prima che sia troppo tardi per l'economia, per la salute, per l'aspetto psicologico della situazione e per la rabbia che sta crescendo ...

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER KATHERINE la tua testimonianza è importante e conferma il fatto che ci sia una strana foga a far dichiarare morta per covid ogni persona anche se il covid non lo aveva. Mi spiace tanto per tuo cugino

Franco Battaglia ha detto...

C'è già aria di ribellione, di disobbedienza, in giro... è palpabile.. a Capodanno ci saranno feste nei condomini, la gente si ammucchierà nelle case dalla mattina.. purtroppo sono una moltitudine quelli che non capiscono. Io credo che queste misure eccessive per persone sensate, siano invece necessarie - e quasi lievi - per i tanti, troppi, imbecilli irresponsabili. Ma credo anche che la luce in fondo al tunnel sia ben visibile ora, ancora un piccolo sforzo senza dare in escandescenze, vi prego..

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FRANCO ammassarsi e fare feste con 20 persone all'ultimo dell'anno concordo con te che sarebbe proprio da evitare ma il divieto di un figlio con la sua compagna convivente di vedere i genitori lo trovo assurdo e disumano