lunedì 3 agosto 2020

L'Angolo del Rockpoeta®:"Ceneri"

CENERI

Vento pavido
Piega i rami della libertà
Soffia con prepotente arroganza
Contro baracche e povera gente
Accarezza le punte di grattacieli infiniti
Quasi a venerarne l'imponenza.

Brezza leggera
E' oramai il vento di libertà
Spazzato via
Cancellato 
Come le mie ceneri sulla sabbia

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

22 commenti:

Gus O. ha detto...

Non ci sono più le condizioni per la libertà. Il popolo non è più unito. Il Potere ha buttato un osso maleodorante e la gente si ammazza per spolparlo. Le ceneri, no. Si ammazza la speranza.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS si ammazza la speranza è la voglia di lottare per riappropriarsi dei propri diritti calpestati

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Secoli per ottenere diritti, poche ore per perderli.
Sereno giorno.

cristiana marzocchi ha detto...

" Il cielo non ha preferenze" è un bel libro di Remarque. Invece il vento non è imparziale.
Cri

Claudia Turchiarulo ha detto...

Non ho capito se ti riferisci ad un episodio specifico, ma per carattere tendo ad essere un'ottimista, quindi a credere che prima o poi il vento della libertà soffierà più forte qualsiasi altro.

Riky Giannini ha detto...

Vento debole con i forti e forte con i deboli: perfetto paragone per la nostra società...
Comunque io cito il poeta Faber: la libertà può essere spazzata via, fatta a pezzetti, ma rinascerà sempre...

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE immagine perfetta

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CRISTIANA deve essere un libro interessante

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CLAUDIA no è più in generale Mma di fatto la situazione è piuttosto negativa

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER RIKY inizio a credere che l'ottimismo di Faber oggi possa essere incrinato

Mariella ha detto...

Non ho ancora perso la speranza, nonostante tutti i colpi ricevuti.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIELLA io vado a fasi alterne

Franco Battaglia ha detto...

Sono pessimista di natura, credo che il mondo non supererà il 2060/2070 tra surriscaldamento globale, sovrappopolazione, pandemie varie, fame e guerre.
Mi consola (!!) che non ci sarò, e non ho messo figli al mondo.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FRANCO la tua previsione potrebbe essere realistica

maris ha detto...

Leggendo l'inizio, "Vento pavido piega i rami della libertà", da persona che vuol vedere il bicchiere mezzo pieno ho subito pensato che li piega ma non li spezza.
So che la situazione in generale è negativa, in tanti ambiti purtroppo, ma non voglio cedere alla disperazione. Il problema è che dovremmo essere in tanti, di più, a pensarla così per poter agire a partire dal proprio piccolo per un raddrizzamento della rotta di navigazione.

Angela ha detto...

Il vento della libertà dovrebbe soffiare con forza e noi dovremmo lasciarci spingere da esso.
Spero che ciò avvenga e che non ci trovi tiepidi e apatici...

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIS vero ma a volte si ha bisogno finim sostegno pubblico mancando il quale no si può cambiare il proprio presente

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ANGELA speriamo ma la realtà sembra essere ben diversa

Carmine Volpe ha detto...

I venti della libertà sono leggeri perchè pochi soffiamo ma quanto tutti soffiamo allora diventano forti ed impetuosi

accadebis ha detto...

Sono molto d'accordo con il commento qui sopra di Carmine Volpe perché anch'io penso che è importante essere in molti a soffiare per la nostra libertà e per la nostra condizione in questa società.

Le tue parole come sempre fanno riflettere, elaborare e capire.
Un salutone e alla prossima

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CARMINE spero che si soffi davvero in tanti

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ACCADEBIS come ho detto a Carmine spero che si sia in tanti altri a soffiare