venerdì 15 maggio 2020

L'angolo del Rockpoeta®:"Scherzetto"

Questa poesia credo sarà l'ultima sul tema del coronavirus  in quanto sento di avere sviscerato ogni aspetto che mi scuoteva l'anima a meno che non senta la necessità in futuro di scrivere, in seguito a nuovi elementi che possano colpirmi.

E veniamo a questa poesia. Uno scenario inquietante  forse non corrispondente alla realtà  direte voi, ma anche solo avere dei sospetti e sapere che potrebbe essere uno scenario probabile deve far pensare...

SCHERZETTO

Fantascienza 
Abbiamo scherzato 
Questo virus 
Non è mai esistito 

Fantascienza 
Vi abbiamo ingannato 
I numeri del virus  vanno ridimensionati 

Il virus esiste 
Noi lo abbiamo creato 
O per essere onesti 
Modificato 
È  sì mortale
Ma non letale. 

Il resto è storia
Su una semplice fiammella 
Abbiamo ad arte soffiato 
Ed il panico in voi 
Abbiam generato 

I morti ci sono
E sono anche tanti 
Tra gli anziani in massima parte 

Altri decessi 
Invece sono stati 
Al coronavirus falsamente attribuiti 

Sperimentazione del controllo 
Esperimenti psicologici e comportamentali 
Sulle vostre deboli menti 

Prove di sopportazione 
Per vedere quanto sapete aspettare 
Prima di cessare di subire 
Limitazioni di diritti fondamentali 

Tranquilli
L'allarme e la paura 
A breve cesseranno 
Ma non illudetevi 
Voi siete le nostre cavie 
E per voi 
Abbiamo ancora tanti progetti 

Altre pandemie 
Forse arriveranno 
Altre dure prove vi attenderanno 
Per una selezione naturale indotta 
Per scremare l'umanità 

Fantascienza 
Avete sognato 
Questo virus 
Non è mai esistito 

Fantascienza 
Vi abbiamo ingannato 
Paura e sottomissione 
In voi
Abbiam generato 

Fantascienza 
Avete immaginato 
Tutto questo non è mai avvenuto 
Tutto questo 
Non vi è mai stato detto 

Tranquilli  
È stato solo un incubo 
Vi sveglierete felici 
Al nostro 1,2...3!

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

28 commenti:

Gus O. ha detto...

Ogni 100 giovani ci sono 160 anziani. E' in atto un riequilibrio dell'età media che dovrà abbassarsi. Chi non produce e vive a carico di chi lavora abbassa la ricchezza degli altri.
Il soldato Covid-19 è stato creato per lasciare i forti e eliminare i deboli.
Covid-19 è un'arma chimica progettata per stabilire un equilibrio economico. Svolge un lavoro ciclico. Non è fantascienza. Daniele hai grande intuito.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS infatti penso anch'io che possa avere questa funzione o che cmq ci possano essere progetti in tal senso. A volte a pensare male...

Ariano Geta ha detto...

Io invece non penso che sia un virus concepito in laboratorio, né tantomeno reputo che avesse lo scopo di sfoltire la popolazione anziana. Così come non ho mai creduto che l'AIDS fosse stato creato in laboratorio per ridurre la promiscuità sessuale...

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIANO: l'Aids non aveva alcuno scoop ovviamente, che fosse anche quello frutto di qualche "giochino al chiuso" invece penso sia possibile.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

I virus ci saranno anche in futuro, questo è stato letale in alcuni casi, perché ha preso forza con il forte inquinamento di questo pianeta.
Saluti a presto.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE: è una tesi possibile anche se pure senza inquinamento ha colpito piuttosto duramente.

°°valeria°° ha detto...

Tu sei stato più bravo, hai scelto dei versi di una poesia per rendere reale quello che è anche il mio pensiero.
Ciao Valeria

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VALERIA: ti ringrazio infinita,ente

MikiMoz ha detto...

Magari fosse come dici, significherebbe poter controllare comunque anche il virus stesso... e invece la triste realtà è che lo avremo ancora tra di noi, dovremmo conviverci sperando di non tornare mai a un lockdown totale...

Moz-

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MOZ: io penso che se è scappato non avessero rimedio. Poi, che potremmo essere potenzialmente cavie. è un'ipotesi più che plausibile. Quanto ad un ritorno al lockdown osservo che sono passati 11 giorni dall'apertura parziale che sembrava ouverture dell'apocalisse ed invece i dati nell'insieme scendono ed il virus perde forza. Il vero virus è quello della crisi economica, perché lì non abbiamo "dottori" capaci, anzi...

fulvio ha detto...

Non credo ad una "Cupola" mondiale che influisce sui destini del mondo. Noi del Vecchio continente abbiamo una alta percentuale di anziani, ma questo non si riscontra in altre parti del pianeta, mentre la pandemia non fa distinzioni. Bella come sempre la poesia.
Ciao fulvio

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FULVIO in parte vuole essere una provocazione ma il fatto che il virus possa essere di laboratorio e che possiamo tuttibessere cavie è possibile.
Onorato dal fatto che tu abbia cmq apprezzato i.miei versi

Claudia Turchiarulo ha detto...

Onestamente non mi sento di escludere a priori la tesi del virus creato in laboratorio, ma neppure di avvalorarla.
Quindi mi limito a tutelarmi e a cercare di non farmi contagiate, senza spendere tempo ed energie in quesiti a cui non saprò mai rispondere.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CLAUDIA: il dubbio si insinua e speriamo che presto si torni alla normalità

Stefyp. ha detto...

I virus ci sono sempre stati:Spagnola, Sars tanto per citarne alcuni e ci saranno in futuro. Questo ci ha colpito più di altri, perché credo che l'inquinamento ci abbia messo molto del suo, permettendo a contagio avviato, di propagarsi.
Buon weekend, Stefania

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER STEYP: io già sulla Sars o meglio sulle sue origini nutro da sempre qualche dubbio. Probabile che in effetti l'inquinamento abbia peggiorato le cose anche se ci sono intere aree del pianeta cmq colpite dal virus e con un basso livello d'inquinamento

MAX ha detto...

Ma vedi te..sto “Scherzetto”!
Era partito per sbaglio due giorni fa’ credo e andavo sul tuo blog che mi diceva pagina inesistente ecc..
Io pensavo fosse quello lo “Scherzetto” che stavi facendo a tutti😀
Tornando ai tuoi versi ...magari fosse come scrivi.. vuol dire che a quel tre ci saremo svegliati da quest’incubo con la gioia di aver fatto solo un brutto sogno..compresa la tua poesia.
Mi sa che però ci tornerai ancora a scrivere sul Covid...
Ciao




Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MAX vero.ma in un'ottica diversa. Vedrai... no,no il mio blog esiste ed esisterà finché io respirero.

Pia ha detto...

Cavolo Daniele, con questo scherzetto mi hai fatto venire un magone...😢
Comunque io mi sveglio già allo zero...quindi è meglio non conta'!
Dai che voglio le altre delucidazioni sul futuro immanente, altro che fantascienza.
Baciooooooo...

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PIA il magone lo abbiamo tutti purtroppo. Il futuro lo vedo difficile sotto il profilo economico mentre per il virus e la sua durata questa poesia prova a dare una risposta.

Angela ha detto...

mah... io non credo sia così fantascientifico ipotizzare che dietro alcune situazioni (tipo questa) ci sia dietro una storia ben più "oscura" ed inquietante.
Ahinoi, chi ha il potere e gli strumenti, può manipolare, creare un problema e risolverlo nei modi e nei tempi che decide...
E noi?siamo solo burattini in mano a poteri occulti?
Mi auguro di no :-D

buon weekend daniele :))

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ANGELA: no se non lo accettiamo ma il rischio esiste.

Maria D'Asaro ha detto...

Hai messo in versi uno scenario da incubo si spera davvero irreale... ma pensieri, ipotesi e fantasie non si possono imbrigliare. Buon tutto.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIA un incubo che potrebbe essere realtà

Voltaire ha detto...

Io non so se hanno fatto prove tecniche su di noi, per valutare il nostro grado di sopportazione. Non credo però. Non so se ci saranno altre pandemie. Tutto è possibile qui sulla terra. L'importante è non solo evitare il contagio da parte del COVID 19 ma anche non farsi mai contagiare dalla paura che può essere forse anche un qualcosa di peggio del coronavirus. Un salutone a te e complimenti per i bei versi.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VOLTAIRE hai detto bene non dobbiamo farci annichilire dalla paura e sapere non rinunciare alla propria libertà

Patricia Moll ha detto...

Effettivamente hai descritto un mondo possibile e fantascientifico, spero.
Io non credo che ilvirus sia stato "madato in giro" volontariamente. Credo anche però che i numeri che ci hanno fornito siano non precisi.
A parte i pasticci che fanno nel conteggiare vittime, morti, contagiati non credo ci dicano la verità e temo che i numeri reali siano più alti.

Dio non voglia poi che tu abbia ragione!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PATRICIA: non so se ho ragione ma ho il fondato timore che potrei avercela.