mercoledì 27 maggio 2020

L'Angolo del Rockpoeta®: "Terapia Di Conversione"

Due film visti recentemente trattano il tema a cui la poesia si ispira e soprattutto di cui tratta, Boy erased e  La diseducazione di Cameron Post, un tema scottante come la terapia di conversione. Buona lettura

TERAPIA DI CONVERSIONE

Scuola correttiva
Le materie di studio sono solo una:
La tua persona
Ed il dovere di correggere le tue deviazioni

Istituti sparsi per gli USA
Adolescenti "sbagliati"
Mandati dai loro genitori
A disintossicarsi dalle loro tossiche pulsazioni
A guarire dalla loro presunta malattia

Rinchiusi dentro queste scatole perverse
Vengono violentati psicologicamente in nome di Dio
Quando non anche percossi.

Depravazione legalizzata
Prevarica e vuole schiacciare pulsazioni fisiche verso lo stesso sesso

"Sei gay o lesbica?
Da questi stati puoi guarire
Noi possiamo correggerti"

"Terapia di conversione
Dio ti aiuterà figliolo
Dio ti sosterrrà figliola
E tornerete normali 
Come il Signore vi desidera."

USA ma anche Ecuador
Uganda, Cina,
Istituti per modificare i gusti sessuali
Per riportare adolescenti innocenti sulla retta via.

Nata in ottobre
17 anni
Nato a Marzo
16 anni
Rinchiusi dentro questi novelli manicomi
Dentro questi lager accettati e permessi

Puoi essere tutto quello che vuoi
Ma fino a quando non sei maggiorenne
Fai molta attenzione
Potresti finire deportato in questi istituti
Perchè sei un perverso scherzo della natura.

Un bacio "sbagliato"
Ed il perbenismo bigotto può condannarti
All'esilio perpetuo 
Fino a guarigione avvenuta
O alla tua cancellazione
Ed una volta dentro
Avrà inizio un incubo senza fine. 

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

38 commenti:

Gus O. ha detto...

Basta condannare quello che rappresenta l'errore della natura. L'anima di una femmina infilata nel corpo di un uomo. Un film, "Girl" mostra lo strazio della ballerina che non regge più all'insistenza delle compagne e fa la doccia nuda mostrando il suo non richiesto pene. La fine è drammatica. La ragazza cercherà di tagliare l'intruso rischiando di morire dissanguata.

Claudia Turchiarulo ha detto...

Non ho visto i due film che hai citato e, onestamente, non sapevo cosa fosse la terapia di conversione.
Ma per i genitori di questi ragazzi non è prevista nessuna cura?
Perché ne avrebbero davvero bisogno.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS drammatico veramente il film che hai menzionato. Trovo terribile voler cambiare l'orientamento sessuale di una persona piegandone cosi anche il suo essere interiore.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CLAUDIA è una realtà ancora oggi presente e di cui il cinema sta solo ora prendendo coscienza con film di denuncia che trattano di questo tema. Quanto ai genitori beh quelli non meritano neanche di essere chiamati tali!

Gus O. ha detto...

Nel film il genitore dice sempre alla ragazza che è la vede femmina, che è femmina e dopo due anni di terapia ormonica la chirurgia può aiutare moltissimo. Sono le compagne incuriosite che pretendono da vedere l'errore della natura, umiliandola.
GIRL
Regia di Lukas Dhont. Un film Da vedere 2018 con Victor Polster, Arieh Worthalter, Oliver Bodart, Tijmen Govaerts, Katelijne Damen. Cast completo Titolo originale: Girl. Genere Drammatico, - Belgio, 2018, durata 105 minuti. Uscita cinema giovedì 27 settembre 2018 distribuito da Teodora Film. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,56 su 9 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.
PREFERITI
Nata nel corpo di uomo, Lara è una ragazza di quindici anni che sogna di diventare ballerina. Il film è stato premiato al Festival di Cannes, ha ottenuto 1 candidatura a Golden Globes, ha ottenuto 3 candidature e vinto un premio ai European Film Awards, ha ottenuto 1 candidatura a Cesar, ha ottenuto 1 candidatura a Goya, In Italia al Box Office Girl ha incassato 182 mila euro .

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS il film "girl"prendecin esame la crudeltà della società e delle amicizie che possono fare molto male. È un altro aspetto molto serio e drammatico della questione. Almeno però nel film "girl"non assistiamo ad una deportazione pseudo volontaria per correggere la propria identità

Gus O. ha detto...

Le compagne non sono cattive ma inconsapevoli del male che può fare mostrarsi nuda con il pene penzolante. Pene vero perché il protagonista di Girl è un maschietto, truccato cosi bene da sembrare una ragazzina. Per questo il film si è salvato dalla censura.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS vero a volte è l'ignoranza o ancora inconsapevolezza a creare queste crudeltà figlie anche di una società che le alimenta.

°°valeria°° ha detto...

questa terapia di conversione la trovo una violenza inaudita e vergognosa.
Ciao Valeria

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VALERIA abbiamo la stessa opinione

Gus O. ha detto...

Eppure la scienza ha dimostrato che l'omosessualità non è una malattia. La Chiesa è tenuta ad accogliere e non torturare gli esseri umani. Celebre l'affermazione di Papa Francesco che, a seguito di specifica domanda sul tema, ha risposto: "Chi sono io per giudicare?"

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS giusto ma i fanatici sono ovunque

pacandrea ha detto...

nel Vangelo non ho mai letto che Cristo abbia allontanato pervertiti sessuali
La comprensione e il non giudicare ma la condivisione è l'essenza del cristianesimo
SE poi alcune civiltà ancor più degenerate tentano di correggere certe diverse abilità non lo condivido. Ho amici non etero e ti dico, coppie che vanno alla grande. Felice per loro.
Il miele a morsi con la cera dei vavi è inebriante

MikiMoz ha detto...

Dovrebbero poi aprire strutture analoghe per i genitori di questi ragazzi, però...

Moz-

Ariano Geta ha detto...

Il problema è che un organo di controllo dovrebbe verificare cosa succede in questi luoghi... Fanno chiudere gli asili se scoprono che le maestre che ci lavorano schiaffeggiano i bambini, qui ci sarebbero tutti gli estremi per un'indagine approfondita...

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PACANDREA comprendere e non giudicare dovrebbe essere un precetto di tutti ed a maggior ragione di chi ha fede. Appunto, dovrebbe...

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MOZ io direi solo per i genitori di questi ragazzi

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIANO scusa ma non ti condivido. Qui il punto secondo me è che un istituto del genere non deve proprio esistere perché non c'è nulla di male né di sbagliato in chi è gay e niente da correggere. Questi luoghi sono una aberrazione a prescindere dai metodi ivi usati, che poi dai strano, sono sempre quelli della poesia

LaDama Bianca ha detto...

Storie terribili che fanno accapponare la pelle.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LA DAMA BIANCA verissimo

Irene Z. ha detto...

Non ho visto i film. Mi sembra comunque una roba terribile 0-0... Ma nessuno interviene per impedire simili scempi?

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER IRENE ci sono alcuni Stati degli USA che hanno deciso che tali istituti siano illegali ma tanti altri invece li approvano e li ammettono.

Gus O. ha detto...

https://youtu.be/ZNP_CdkjZKQ


Il trailer di Girl.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS grazie

Patricia Moll ha detto...

Altra oscenità mondiale!
Ma perchè? In nome di cosa? Forse solo della paura di essere altrettanto gay/lesbiche.
Non so! A me non dà fastidio vedere un uomo che bacia un uomo o una donna che bacia una donna. Sono convinta che l'amore sia uguale per tutti ma soprattutto sono convinta che una persona debba essere quello che si sente di essere. Gay o lesbica o bisessuale.

Questi novelli manicomi come li definisci tu se non sbaglio, andrebbero marchiati come i lager di Hitler. Dentro ci metterei genitori e pseudocuratori, non i ragazzi.

A volte mi vergogno di appartenere al genere umano

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PATRICIA hai detto bene sono quei genitori a dover essere rinchiusi. Una persona è un essere umano con uguali diritti tra i quali quello di scegliere la propria identità sessuale

MAX ha detto...

Molto orribile questo scenario.
Io ho visto un film “ The mountain” di Rick Alverson uscito di recente ambientato nell’america degli anni 50 che racconta le imprese, forse , del primo medico che curava devianze psichiatriche come era considerata allora l’omosessualità ma non solo, praticando lobotomie ed elettroshock nei manicomi.
Non ho parole , solo complimenti per la tua terribile poesia.
Ciao Daniele

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MAX lo sconvolgimento emotivo toglie le parole. Questi luoghi sono orrore allo stato puro. Grazie per i complimenti

Mariella ha detto...

Ho visto Boy Erased ed è il motivo per il quale ancora non riesco a guardare La diseducazione...
Mi sono venuti i brividi durante la visione. Terribile il tentativo del ragazzo di forzare il suo io più intimo per favorire la famiglia.
Rinunciare a se stessi è orrendo. Se poi si pensa che è tutto vero visto che il film è tratto da un'autobiografia, c'è davvero da chiedersi come sia possibile tutto questo.
Io avrei rinchiuso i genitori, assolutamente distruttivi.
Bella e tragica poesia.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIELLA l'altro film è meno forte ma non meno drammatico e ti consiglio di vederlo. Concordo con te i genitori sono da rinchiudere

Cavaliere oscuro del web ha detto...

In questo mondo, ci sono troppe cose orribili.
Saluti a presto.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE vero e questa è una di quelle

Voltaire ha detto...

C'è una mancanza di rispetto verso la personalità umana, oltre che una volontà di repressione indicibile. Tutto questo potrebbe fare il paio con la caccia alle streghe del medioevo. Un salutone a te.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VOLTAIRE è di fatto un desiderio malato di redimere e curare chi non è allineato alle loro idee e regole di vita

Santa S ha detto...

Mi fa un piace enorme leggere questi, se ne parla così poco,
...Un bacio "sbagliato"
Ed il perbenismo bigotto può condannarti
All'esilio perpetuo
Fino a guarigione avvenuta
O alla tua cancellazione...
E qualcosa di aberrante, disumano, hai proprio ragione: sono i nuovi manicomi, peggiori di quelli precedenti, perché in questi si fa il lavoro inverso, si distrugge la mente in nome di una biologia escogitata ad hoc.
Magnifico Daniele!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER SANTA non si può far finta di niente e voltarsi dall'altra parte di fronte a questi luoghi d'orrore. Grazie sono sempre molto toccato ed impressionato dalle tue parole sui miei versi.

Maria D'Asaro ha detto...

E' terribile a quali perversioni arrivino i cosiddetti benpensanti bigotti armati di potere. Che pena ... grazie, Daniele.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIA concordo con te