venerdì 27 dicembre 2019

L'Angolo del Rockpoeta®: "Therapy Of Life"

Mi scuso se in questi giorni un po' convulsi  forse non riuscirò a passare a trovarvi nei vostri blog, farò cmq il possibile per riuscirci.

Vi lascio con una poesia scritta qualche anno fa ma mai postata sul blog e che spero vi possa piacere:

THERAPY OF LIFE

Violini celestiali
Cantano lacrime del mondo

Percussioni incalzanti
Strattonano anime pigre

Echi di lamenti civilizzati
Sottili odori di passato

Esistenze annichilite
Magia quasi perduta
Piccole cose belle respirano ancora
A fatica
Nel calderone di un mondo che ribolle
Di fatiscente superficialità

Anime sofferenti
Scuole a pezzi
Cultura derisa

E la misura ancora non è colma
Sembra che si sia toccato il fondo
Ma invece ancora esiste un angolo di fogna
Dove inserire un ulteriore pezzo umiliante
Di questo puzzle immorale. 

Difficoltà ad arrivare a fine mese
Poveri contro poveri
Colori diversi che si odiano
Sguardi che si sfidano.

Amore ammesso solo se omologato
Dentro canoni di ragionevolezza 
E conveniente perbenismo

Scontri di pseudoculture 
Di popoli manovrati dal rancore
Apocalisse dei sensi.

Sordità sinaptica e del cuore
E non sappiamo perderci felicemente
Dentro i meandri del nostro cuore
Non cogliamo le tue note 
Quei tasti che con te prendono vita
Per insegnarci ad amare
Per curare la nostra fuliggine esistenziale
E per somministrarci una terapia di nuova vita.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

18 commenti:

Gus O. ha detto...

Tutti i difetti, non ne manca nemmeno uno. Tutti a coltivare il proprio orticello e distruggere quello del vicino. Il prossimo è solo una favola, ai poveri quello che avanza ai ricchi. In generale dai dizionari è stato cancellato il lemma Amore.

accadebis ha detto...

Molto bello. Hai veramente un bello stile. Forse, ma lo dico così da semplice lettore, questa tua poesia mi piace più di altre...non so, mi semnbra che scorre bene
Un salutone

accadebis ha detto...

Sono ancora io. Volevo anche dire: mica faccio classifiche (per carità, ci mancherebbe)...

Ernest ha detto...

buone feste!!!

Anonimo ha detto...

Mi mancava leggere le tue meravigliose poesie. Devo avere più tempo per questo! Spero con il nuovo anno di riuscirci! Intanto ti auguro, con tutto il cuore, di continuare a regalarci le tue parole!
Buon inizio anno!
Barbara

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS purtroppo la società è in buona parte tutta sbagliata

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ACCADEBIS tutti sicuramente hanno le loro preferite

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ERNEST Anche a te di cuore
PER LA B grazie Barbara per le tue parole

Ariano Geta ha detto...

Se solo ci si lasciasse davvero guidare dalla musica, allora forse sarebbe un mondo migliore.

Mariella ha detto...

L'assurdo è essere gli uni contro gli altri.
Quanto mai crudele e veritiera questa tua poesia.
Un abbraccio amico mio, buona continuazione di Feste.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIANO ti condivido in pieno.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIELLA infatti fai proprio ragione. Buona continuazione delle feste anche a te.

Angela ha detto...

gli ultimi due versi finali mi hanno colpito moltissimo: curare la fuliggine esistenziale e somministrarci una terapia di nuova vita...
E' vero, abbiamo un "po' " di sporco da individuare ed eliminare, attorno a noi e, non di rado, anche dentro... Ma è l'unico modo per lasciar entrare ciò che è bello, positivo, e che faccia bene a noi e agli altri.
Se le parole bastassero a cambiare certe tristi realtà...

buona giornata, daniele!!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ANGELA grazie delle tue profonde parole

Pia ha detto...

Io ci provo e ci riesco a perdermi nei meandri del mio cuore oltre che in quello di tutti. Forse una dei pochi a resistere (ma spero di no).
Ciao Daniele. La tua poesia è straordinaria, di grande sensibilità oltre che tecnica poetica. Buon nuovo anno, ciao e grazie!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PIA contraccambio gli auguri e ti ringrazio per le splendide parole che hai avuto sui miei versi

Patricia Moll ha detto...

Di dirti che tu sei un Grande, sono proprio stufa ma è la verità.
Le tue poesie sono palle di cannone sparate a tutta velocità su bersagli osceni. Purtroppo però questi bersagli osceni hanno scudi potenti. Il paraculismo di troppa parte della gente comune.
Auguri!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PATRICIA: io ti ringrazio davvero infinitamente per le tue parole su di me ed i miei versi! Hanno gli scudi potenti, ma insistendo anche fortezze incredibili hanno visto in passato cadere le loro mura.