lunedì 11 novembre 2019

L'Angolo del Rockpoeta®: "Uomo Mangia Uomo"

UOMO MANGIA UOMO

Uomo mangia uomo
Oggi Abele mangia Caino
Carneficina in corso
Fratricidio in atto
Caos globale.

Uomini di Dio
Flagello della Terra
Eccoli a voi in tutto il loro nauseante splendore
Con le loro disgustose crociate
Contro il libero vivere civile
Contro chi non è etero
Contro l'etero che non si sposa
Contro la donna che non vuole figli
Contro la donna che vuole abortire
Contro la donna e basta. 

E poi ci sono i preti:
Tranne poche eccezioni
Satana in terra.

Uomo mangia uomo
Abele mangia Caino
Carneficina in corso
Fratricidio in atto
Caos globale.

Genocidi in corso d'opera
Alla luce del sole
Autorizzati per interessi di Realpolitik
Non si fermano
E non hanno mai una fine. 

Voci di rabbia e dolore
Voci che chiedono la cessazione di questi abomini
Come urla mute
Si perdono nel nulla.

Oggi chi raglia più forte ha ragione
Oggi chi ha le mandibole più possenti è dominante
E queste mandibole sono i soldi ed il potere finanziario.

Uomo mangia uomo
Uomo mangia bambino
Oggi Abele mangia Caino

Il Ricco divora il povero
L'uomo uccide la donna
I più deboli soccombono
Carneficina in corso
Devastazione sociale in atto.

Ignoranza e disinteresse
Sono le ciliegine su questa torta perversa
Che tutti mangiano voracemente:
Chi vigliaccamente a capo chino
Perchè conscio ma pavido
E chi invece di gusto
Perchè non si fa domande gli basta nutrirsi
O semplicemente perchè non si fa scrupoli
In quanto lui non è ancora un ingrediente di quella torta
E forse non lo sarà mai. 

Apocalisse etica
Primi segnali di amoralità
Primi cenni di estinzione della civiltà.

Uomo mangia uomo
Abele mangia Caino
Carneficina in corso
Fratricidio in atto
Caos globale.

E la fame di odio avanza
Si nutre di se stessa
Cresce e si espande.

Uomo mangia uomo
Fino a quando non rimarrà più nessuno 
Fino a quando Abele e Caino si saranno divorati a vicenda
E pace finalmente sarà.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
PS: "Uomini di Dio" è da intendersi come uomini e donne che credono in Dio in modo fanatico e bigotto.

54 commenti:

marcaval ha detto...

Torno dall'Australia , gente dalla mentalità libera, e mi ritrovo ancora in un paese bigotto dove si riprova a diffondere idee più che medievali: è pazzesco!!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARCAVAL si, qui come in altri luoghi nulla è cambiato in meglio

MAX ha detto...

Mamma mia Daniele, mi vengono in mente certi “cannibali artistici” come Saturno di Goya , il Conte Ugolino dantesco, La zattera della Medusa di Gericault ecc..tutti cannibali per necessità.
Ma qua nei tuoi versi si arriva a cannibalizzare la dignità umana , il rispetto che ognuno dovrebbe avere per il prossimo.
E le religioni che dovrebbero essere al di sopra delle parti ( magari lo sono e mi scuso ma non sono un teologo ) vengono a loro volta “mangiate “ e travisate all’uso interessato di quei pochi ( che influenzano tanti purtroppo) che vogliono destabilizzare e creare caos .
Penso che il problema si risolverà solo quando torneremo a pensare autonomamente con la nostra testa.
Ma la strada è in salita.
Complimenti

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MAX complimenti sinceri a te per questo straordinario commento. Hai saputo cogliere il nodo focale di questi versi e scriverlo con lucida intensità. Grazie per queste tue profonde parole

Pia ha detto...

Come gli Highlander, ne resterà solo uno...ma forse nessuno perché si autodistruggerà.
Mi hai messo un'angoscia con questo post Daniele...
Bello come sempre, ciao.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PIA infatti non resterà nessuno. L'angoscia è normale provarla visto il tema della poesia. Grazie di cuore per i tuoi complimenti.

cristiana marzocchi ha detto...

Versi travolgenti che narrano l'unico finale possibile.
Oppure il dio cristiano, che già sapeva, ci rimette una pezza
e posticipa il giorno del giudizio
Cri

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CRISTIANA penso che o cambieremo rotta noi o nessuno potrà aiutarci

Maria D'Asaro ha detto...

Versi lucidamente pessimisti, dai quali possiamo trarre ispirazione per cercare di invertire la rotta perversa. Grazie.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIA: Ti ringrazio di cuore.

Sari ha detto...

Fio a che... un vecchio e un bambino si prenderanno per mano per andare insieme incontro alla sera.
Io sogno il mattino e cerco di seguire la sua regola del sorgere.
Bella e cruda questa tua poesia.
Ciao.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER SARI: bel lieto fine, io me lo auguro, al momento lo vedo difficilmente realizzabile, ma mai disperare.

accadebis ha detto...

Nell'Essere Umano ci sono idee e atteggiamenti autodistruttivi così radicati perché sono diventati quella che potrei definire una forza ancestrale che esiste da quando esistevano Caino e Abele. Nei secoli i genocidi hanno mostrato la faccia feroce di una parte dell'umanità contro l'altra parte dell'umanità che difendeva la libertà personale e il rispetto del genere umano. Quella che hai descritto è una sorta di lotta eterna e non è per niente facile presagire chi vince e chi soccombe. Ognuno di noi, nel nostro piccolo, porta il suo mattoncino a favore della difesa della libertà e del rispetto del genere umano. Un enorme lavoro di protezione e mantenimento di quella che potrei definire civiltà umana, quella che gli antichi filosofi greci ci hanno insegnato tanto per dire. La democrazia fa parte di tutto ciò ed è una forma di civiltà che deve essere costantemente protetta da chi vuole divorarla o eliminarla per mettere le basi di una nuova inciviltà che prevarica tutto e tutti
Un salutone e alla prossima

digito ergo sum ha detto...

uomo mangia uomo. sì. è atavico, antropologico. per questo i regimi instillano la paura: fa scattare, fa correre alle armi. non possiamo farci molto, ma tu fai benissimo a denunciare. urliamolo insieme.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ACCADEBIS: Vero, esiste una parte d'umanità che lotta strenuamente per difendere la libertà , ma la parte maggioritaria è fatta di soggetti che si scannano a vicenda per avare la supremazia sull'altro..

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER DIGITO: vero è un fenomeno atavico, ma qui oggi è davvero quasi un tutti contro tutti ed i più deboli soccombono, in una guerra fratricida senza esclusione di colpi e con un finale che potrebbe davvero essere quello della nostra estinzione.

Arwen Elfa ha detto...

Ci hai fatto un ben triste ritratto della Società in cui viviamo Daniele, per fortuna ci sono sempre persone, magari non quante sarebbero necessarie, lo ammetto, che si comportano diversamente e che ci stupiscono andando contro quanto è stato stabilito debba essere la regola del momento. Buona nuova settimana

Ariano Geta ha detto...

I fanatismi sono sempre pericolosi, si comincia a credere che un'idea (che è cosa diversa da una legge) possa essere imposta con la forza.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARWEN: vero ma rischiano di essere tra coloro che soccombono.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIANO: il problema non è solo dati dai fanatismi ma anche dal desiderio di imporre il proprio predominio economico e politico sul prossimo schiacciando sempre di più i più deboli.

LaDama Bianca ha detto...

Non ci si può permettere di abbassare la guardia, di indebolirsi.
Perché basta un attimo.
Un attimo solo e succede quello che hai scritto tu.

silvia de angelis ha detto...

Una società che non si è evoluta, lasciando predominare pulsioni primordiali e violente nelle quali ccercare di sopravvivere...
Un caro saluto,silvia

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LA DAMA BIANCA: vero ma a volte è dura sconfiggere chi lotta con brutalità e scorrettezza e con forzei sproporzionate rispetto alle nostre questo non vuol dire che non si debba resistere.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER SILVIA: pulsioni primordiali unite ad una tecnologia all'avanguardia. È la peggiore miscela che si possa immaginare.

Angela ha detto...

Purtroppo se c'è una cosa che l'essere umano sa fare benissimo e gli viene spontanea è proprio non esitare a far del male per interessi egoistici, nutrendo un pericoloso istinto di distruzione...
Fortunatamente non tutti soccombono a tali istinti..

Un caro saluto!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ANGELA: non tutti, ma il timore che questi che non si lasciano traviare da questi istinti siano quelli che poi soccombono è forte.

Mirtillo14 ha detto...

Le tue poesie sono sempre molto forti e servo a farci fermare un attimo e riflettere . A farci distogliere gli occhi dai social, dal mondo dell'inutile e a farci guardare in faccia la realtà nella quale viviamo e della quale evitiamo di prendere coscienza. Ed è proprio come dici tu che vanno le cose. I più deboli ed indifesi pagano sempre ed è quello che non sopporto di questa società. Cari saluti.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MIRTILLO: ti ringrazio, spero davvero che i miei versi riescano a fare questo. Io ci provo. Sì, la società va davvero così ed è sempre peggio.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Qualsiasi fanatismo non porta mai lontano.
Sereno pomeriggio.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE: verissimo.

Gufo a molla ha detto...

Non so che tipo di futuro ci aspetta. Diciamo che sono pessimista perché tutto quello che hai scritto è vero.
D'altra parte però penso: il modo in cui le donne vengono trattate oggi è un po' meglio di prima. La strada è ancora lunga, ma almeno un passetto è stato fatto. Un omosessuale prima andava in galera. Adesso non dico che siano rose e fiori, ma in molti casi vive una vita un po' più tranquilla. Certo, non succede per tutti, né dappertutto ancora, ma si spera che le cose miglioreranno. Anche grazie alla rete è possibile parlare, confrontarsi, abbattere dei tabù, allargare gli orizzonti. In parte le cose sono migliorate. Certo, c'è ancora del marcio in Danimarca, però… c'è speranza?

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUFO A MOLLA: flebile speranza perché stiamo assistendo ad una recrudescenza di fenomeni non proprio esaltanti che vengono a minare anche e proprio quei diritti di cui scrivevi nel tuo commento e quindi stiamo rischiando di tornare indietro come i gamberi se non peggio.

Claudia Turchiarulo ha detto...

"E poi ci sono i preti:
Tranne poche eccezioni
Satana in terra.".

Quello che mi piace dei tuoi versi è che non ti preoccupi di essere impopolare e di ferire un certo numero di lettori, ma dici le cose come stanno o, quantomeno, come pensi.
Oggi meriti un bacio in fronte. ;)
Buona settimana.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CLAUDIA: grazie mi hai fatto un bellissimo complimento che poi è verità: io nei miei versi e nei miei post in prosa professo sempre la mia opinione che sia popolare o, il più delle volte, impopolare.

Nick Parisi. ha detto...

Splendida e profonda as usual!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER NICK grazie di cuore.

Neutrina ha detto...

Verità nuda e cruda manca solo un velo di speranza. Perché c'è chi ci crede che qualcosa di buono esista.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER NEUTRINA: certo che esiste ma rischia essendo assoluta minoranza di essere schiacciato anch'esso.

Gufo a molla ha detto...

Hai ragione. In effetti ultimamente ci sono davvero dei fenomeni di regressione che forse anche solo dieci anni fa non c'erano.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUFO A MOLLA: infatti ed è proprio quello che mi spaventa di più.

Elio ha detto...

Magnifica, Daniele. Condivido tutto quello che hai espresso in questa poesia. Oggi il mondo è fatto di chi divora e di chi è divorato e, prima che si arrivi alla pace che preconizzi, ne passerà di tempo. Si lasciano annegare dei migranti, si spara su tutto quello che si muove in Siria e in Kurdistan (forse ex Kurdistan tra poco) senza contare il Malì ed altre nazioni africane. Anche in Italia ed in Francia sembra che si sia tornati alle rapine e attacchi alle persone come trenta anni fa. Spero veramente che il tuo desiderio finale si realizzi, ma credo che io non riuscirò a vederlo. Un caro saluto.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ELIO: è proprio quello il punto. Uomo mangia uomo e la sola pace possibile sembra essere quella che porta alla nostra estinzione e quindi un mondo senza più l'essere umano.

alberto bertow marabello ha detto...

Cercherò di essere così avariato da costringerli ad interminabili sedute in cesso dopo avermi mangiato.
E, modestamente, ce la posso fare. 😳
Coraggio Daniele, se ci uniamo possiamo almeno rendere loro la vita difficile, o almeno la digestione

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ALBERTO: l'unione li può battere ma non se si è in pochi.

°°valeria°° ha detto...

"E poi ci sono i preti...Satana in terra...anche io mi fermo su questi versi, perchè sono una cruda verità, che spesso si tende a mascherare a far tacere.
Bellissimi versi, specchio di una dolorosa verità.
Ciao Valeria

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VALERIA: grazie per le tue parole e per regalarmi la tua sensibilità commentando queste pagine del mio blog.

°°valeria°° ha detto...

Sai cosa ho notato Daniele, è già successo in più casi...mentre io commento un tuo post, tu nello stesso tempo lasci un commento al mio...sarà mica telepatia eheh...pensiamo l'uno all'altro nello stesso momento ehehe!Grazie

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VALERIA: no è solo un caso. Stavo girando in rete e sono passato da te per vedere se avevi postato qualcosa di nuovo. Giro spesso tra i blog e quindi può capitare spesso che ci sia questa quasi simultaneità.

MikiMoz ha detto...

Ma è così da sempre, no?
E questa pace non arriva mai, eppure di Caini e Abeli ne sono morti tanti.

Moz-

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MOZ: vero, ma adesso la sensazione è che ci siamo, se non cambieremmo rotta non ci sarà un futuro ma solo una conclusione.

Voltaire ha detto...

Il nostro è un paese gattopardesco: si parla sempre di "cambiare perché nulla cambi". Rimane sempre il solito paese bigotto, conservatore, cialtrone e un po'mafioso. Quel che mi preoccupa è che, anche guardando fuori dai nostri confini, la situazione non è migliore. Credo che tutto il mondo sia in regresso.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VOLTAIRE: sì proprio così è un regresso globale.

Patricia Moll ha detto...

Permettimi una battuta cattiva
E l'ultimo potente schiaccerà l'ultimo scarafaggio
Perchè è così che succederà. Dopo aver masticato e digerito uomini e donne, dignità e coraggio, nobiltà e miseria
Quanta rabbia dolorosa nella tua opera! E quanto veleno!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PATRICIA: questo se ne resterà almeno uno, ma potrebbe anche esserci un'estinzione assoluta...