mercoledì 30 aprile 2008

NEWS: Drug at the Oldies...

La Società fagocita tutti, soprattutto gli anziani: dai 40 in su sta crescendo tra gli individui l'uso di droga e sono in sensibile aumento coloro che hanno problemi di alcolismo.

Drogarsi e bere è sbagliato e qualunque sia la "motivazione addotta" è una fuga dalla realtà. Quel che è certo è che cmq questa nuova frontiera soprattutto di tossicodipendenti nonchè di alcolisti desta seria preoccupazione perchè è un segnale di una Società che ti butta via troppo presto e senza un vero motivo.

Chissà, forse c'è chi vuole creare una società sempre più di sbandati, con poche teste pensanti, molte lobotomizzate dalla tv spazzatura (droga assai terribile anch'essa) e "felici" della loro vita tesa a votare secondo Il Vangelo di Mediaset e con mediocri esistenze.

Rottamiamo le esistenze delle persone come facciamo con le automobili oramai.

Ed a Noi quando toccherà? Quando verranno a prenderci? Qual'è la data di scadenza sul nostro codice a barre?

In Europa, il 27% delle persone di 55 anni di età e oltre riferisce di consumare alcoolici ogni giorno.

Certo che se a 40 - 45 anni per molti di loro il futuro è quello di essere già scarti di questa società, come vere e proprie scorie da eliminare, se la prospettiva per una persona anche vitale nella testa è cmq nel tempo quella di marcire in una triste Casa di Riposo invece di poter vivere in casa propria con la dovuta e seria assistenza sociale e sanitaria (salvo malattie gravi che richiedono l'ospedalizzazione), forse non hanno neanche tutti i torti a farsi per cancellare le proprie amarezze.

E magari, morire prima del tempo, ma nel letto di casa propria.

http://www.repubblica.it/2008/04/sezioni/scienza_e_tecnologia/droga-anziani/droga-anziani/droga-anziani.html

-----------------------------------------

Una notizia credo davvero importante. La legge 40 quella sul ricorso alla feocondazione assisitita ha finalmente alcune modifiche che, pur lasciandola sempre a mio avviso sbagliata, la rendono più equa. E' stato cancellato il divieto di diagnosi preimpianto per es che era una cosa scandalosa.

http://www.corriere.it/salute/08_aprile_30/fecondazione_nuove_linee_guide_c40020e6-1694-11dd-8b67-00144f02aabc.shtml

---------------------------------------

Domani è il primo maggio. Io mi limito ad osservare un minuto di silenzio per tutti quei lavoratori che questa festa non potranno più viverla.

A loro ed a chi li rimpiange il mio abbraccio, a voi politici il mio odio!

lunedì 28 aprile 2008

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Ieri L'Amianto, Oggi PM2,5 E Domani?

Eternit..... per chi non sapesse di cosa si parla, sembrerebbe perfino un nome carino. Quasi da supereroe... Abbiamo Ironman e.... Eternit.

Invece parliamo di "cemento-amianto". Forse per molti sembrerà che io stia parlando di una storia vecchia, passata, che serve per ricordare ma che non ha attinenza con il presente. Niente di più sbagliato.

Gli effetti dell'uso scriteriato di Eternit sulla salute degli Italiani si vedono ancora oggi e, ancora oggi, ci sono luoghi che nonostante l'amianto sia fuori legge dal 1992 (neanche poi da tanti anni a dire il vero...) non risultano ancora bonificati.

Siamo qui di fronte ad un altro dei tanti casi nei quali si ignora la gente e si mette a rischio la vita di intere comunità.

Girando in rete mi sono accorto che in Piemonte il problema è particolarmente sentito.

Un caso su tutti è quello di Casale. Ricordo di aver già letto l'anno scorso blog che avevano denunciato quella situazione.

Oggi è la giornata mondiale delle vittime dell'amianto.

IL RUSSO, blogger molto sensibile a certe tematiche, ha deciso di parlarne insieme con altri bloggers sensibilizzando proprio sulla situazione di Casale.

Perchè a Casale si muore ancora, e non è finita. Entro il 2015 si toccherà l'apice di vittime per l'amianto "grazie" alla multinazionale Eternit, specializzata nella produzione di prodotti in cemento amianto per l'edilizia che ha operato a Casale Monferrato dal 1907 al 1986.

A lui vi rimando per leggere la storia e vedere un video su you tube per saperne di più per non voltare lo sguardo da un'altra parte, per non respirare ipocrisia ed omertà: http://ilrusso.blogspot.com/2008/04/28-aprile-giornata-mondiale-vittime.html

Altri oggi hanno deciso di parlarne. L'elenco completo lo trovate sul post da me linkato del blog del Russo.

Tutto questo dovrebbe servire da monito quando sentiamo di nuove sostanze o ritrovati chimici miracolosi. Prima di utilizzarli forse sarebbe necessario sperimentarne gli effetti collaterali nel tempo...

Ieri Amianto, Oggi le Polveri Super Sottili, e Domani?

Aggiunta Importante: ho fatto un'indagine e ho saputo che se qualcuno di voi avesse in casa un qualcosa di amianto (un camino esterno per es) per farlo portare via dovrebbe fare un mutuo sulla casa per i prezzi che ci sono; più una marea di passaggi burocratici.

Dico questo per sottolineare come sia vergognoso che non ci siano invece un aiuto ed una semplificazione per casi come questo.

E poi, loro come lo smaltiscono? Fanno un buco, lo incerottano per bene eh, e lo sotterrano. Una discarica è a Savona per es. E questo sarebbe "smaltirlo"... E quanto dico non è frutto di supposizioni ma di notizie reali fornitemi personalmente da un tecnico del settore.

Insomma prima ci hanno guadagnato per mettercelo ed ora ci vogliono lucrare per toglierlo...


Daniele il Rockpoeta

venerdì 25 aprile 2008

L'Angolo del Rockpoeta: 25 Aprile = Libertà

Oggi si parla di Resistenza: Di liberazione specificatamente. Liberazione dalla dittatura, dal fascismo nel nostro caso, ma soprattutto si parla dei valori che la Resistenza ha difeso ossia su tutti LA LIBERTA' in ogni sua forma:di pensiero, di parola, di vita.

Ed allora, siccome la libertà èun valore universale, permettetemi di augurarvi Buon 25 Aprile con un poesia che parla di un uomo ucciso perchè credeva e voleva la libertà per il suo Paese.

Hola Victor, estas palabras son por ti.

LA GUITARRA EN EL ALMA

Ti cancellarono le dita
Requisirono la tua lingua
Per estirpare la tua Voce
Annientare il tuo coraggio.

Ma non uccisero il tuo orgoglio.

E riprendesti cocciuto a suonare
Con la chitarra tra le tue nocche
Y la Revoluciòn el al alma.

Chitarra di libertà
Il sangue la spense
Il tuo popolo la rianimò.

(A Victor Jara)
DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA

Per conoscerne la storia: http://en.wikipedia.org/wiki/Victor_Jara

mercoledì 23 aprile 2008

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Via I Dissacratori dal Tempio!

Perfino ai tempi della Santa Inquisizione credo, ma sicuramente ancora nel Medioevo, esisteva la regola per cui chi entrava in chiesa e chiedeva asilo ed aveva bisogno di aiuto e protezione (anche un feroce assassino in linea teorica) poteva restarci ed era protetto dato che l'esercito spesso non osava penetrare luoghi sacri e di pace....

Oggi sembra che la Chiesa questa funzione di aiuto disinterssato la stia abbandonando, insieme a quella della carità cristiana e del rispetto della povera gente.

A Napoli, nella Chiesa del Carmine, si sono rifugiate intere famiglie (e per chi fosse già sull'attenti tutte napoletane e non extracomunitari) le quali sfrattate non hanno un posto dove dormire e di fatto si sono "accampate" dentro al Duomo attrezzandosi anche con fornelletti avendo, alcune di esse, anche bambini piccoli.

Il Cardinale di Napoli, non solo sembra che non si sia adoperato per per fornire loro assistenza ma pare abbia anche dichiarato che questa situazione deve cessare dato che quanto sta accadendo nel suo Duomo è una autentica "DISSACRAZIONE" di un luogo di culto. Insomma quasi come Gesù quando cacciò i mercanti dal tempio...ma questi non sono vili mercanti ma solo povera gente; lui non l'ha fatto ancora ma si è limitato a tuonare defindendoli dissacratori.

Dissacrazione????? Ora, va bene che non sarà molto "elegante" visitare in questi giorni il Duomo di Napoli, va bene che più che un luogo di culto sembra un accampamento di profughi, ma forse le parole di un uomo di Chiesa avrebbero dovuto essere diverse, avrebbero dovuto essere, a mio avviso pressapoco queste: " E'osceno che le Istituzioni non siano ancora intervenute in soccorso di queste famiglie che sono costrette a bivaccare in Duomo quando dovrebbero avere un loro tetto dove stare nel rispetto della vita di una persona e della sua dignità" Peccato che questo virgolettato il Cardinale non l'abbia mai pronunciato...

E' chiaro che si tratta di un gesto disperato, possiamo anche biasimarlo, ma queste famiglie erano sulla strada e nessuno ancora le sta aiutando. Forse adesso il Comune, svegliato da questo "rumore", sta cercando una soluzione.

Questo fatto deve farci riflettere sul come, comportamento della Chiesa a parte, la soglia di povertà in Italia sta paurosamente avanzando toccando famiglie medie che ancora qualche anno fa, pur non navigando nell'oro, riuscivano a vivere dignitosamente.

Prendiamone atto, siamo "l'Argentina" dell'Europa....(ovviamente quella di qualche anno fa...)

(Fonte: Tg La 7 delle 12.30)

martedì 22 aprile 2008

NEWS: Franitalia.

E parliamo in breve di Alitalia. Non ne ho mai scritto anche perchè volevo in primo luogo vedere veramente come sarebbe terminata la trattativa con Air France.

Ora che sembra davvero che la compagnia francese si sia definitivamente ritirata, mi sento di dire alcune cose.

In primo luogo, credo che nonostante Air France fosse venuta qui per acquisire Alitalia con l'intenzione di pagarla un tozzo di pane, licenziare molti dipendenti, e di fatto smantellare la Compagnia italiana, ritengo cmq che prima di mandare all'aria una trattaviva ed un acquirente senza avere pronta la soluzione di riserva ossia un nuovo acquirente probabile, sia sicuramente un gesto scriteriato, vista poi la situazione da canna del gas in cui si trova Alitalia.

E' di questi giorni infatti la notizia che era circolata di un probabile prestito ponte per tenerla in piedi il tempo necessario per cederla.

Ora sembra, ma a che titolo non è ben dato sapere, che vogliano intervenire alcune banche italiane a condizione dell'esistenza di un progetto ad ampio respiro internazionale. Vediamo anche se io di solito delle Banche d'affari che decidiono di avere partecipazioni o cmq interessi specifici al di fuori della loro attività principale, diffido molto dato il rischio di conflitti di interesse che potrebbero sorgere. Ops, dimenticavo che il conflitto d'interesse è oramai, per consuetudine giurdicamente consolidatasi, non più un problema anzi è pacificamente ammesso LOL!

Per quanto mi riguarda, non ero molto favorevole ad Air France per le ragioni sopra esposte. Credo che l'Alitalia debba essere salvata mantenendo più posti di lavoro possibili, rilanciandola seriamente senza ridurla ad una compagnia di piccolo cabotaggio e vada acquisita da chi veramente (italiano o straniero non importa) voglia dare nuovo lustro e spessore a questo patrimonio nazionale ora caduto in disgrazia.

Altrimenti la soluzione-bis per Alitalia è già pronta e per realizzarla al meglio sarà sufficiente ribattezzarla FRANITALIA.

I LINK: http://www.repubblica.it/2008/04/sezioni/economia/alitalia-20/intesa-riapre-alitalia/intesa-riapre-alitalia.html?ref=search
http://www.repubblica.it/2008/04/dirette/sezioni/economia/alitalia/22-aprile/index.html (ultime news)

------------------------------------------

In questi giorni, anche se non ne ho parlato, le morti sul lavoro non si sono certo arrestate. Leggo proprio ora di un operaio di Frosinone morto cadendo dal tetto di una villa che stava ristruttarando. I Carabinieri stanno ancora svolgendo le indagini del caso per accertarsi se l'azienda edile per cui Giulio D'Agostino di 44 anni lavorava, abbia rispettato tutte le norme di sicurezza contro gli infortuni sul lavoro.

Spero davvero che sia stata solo una terribile disgrazia. Ma, se anche fosse così, non va dimenticato che solo in queste ore altri "incidenti" hanno avuto ben altri responsi. Ma non dico altro, tanto Destra, Sinistra, Centro o...Senso Unico (lol amaro) le leggi restano al palo, nuovi Ispettori per controlli preventivi non vengono assunti, e la gente continua a morire. Ma questo lo sapete già. che ve lo ripeto a fa'?

Il Link: http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/200804articoli/32133girata.asp

------------------------------------------------------

Una notizia davvero curiosa: un marito in Iran è stato condannato per aver abbandonato sua moglie e sulla base del loro "accordo prematrimoniale" dal nome "mehrieh", a comprarle 8.100 libri, tutti di poesia, per una spesa che ammonta a ben 50.000 euro, a titolo di risarcimento e nel rispetto di questo accordo. Evidentemente la donna poverina non deve aver davvero avuto nessuna "colpa" secondo il loro criterio altrimenti temo che, viste certe realtà, più che libri avrebbe ricevuto pietre...

Aggiungerei che se lo avessi saputo prima, avrei suggerito di inserire in quella lista di libri anche uno mio lol!


IL LINK:
http://www.ultimenotizie.tv/iran-marito-condannato-a-comprare-8-000-libri-alla-moglie__8550.html

domenica 20 aprile 2008

L'Angolo del Rockpoeta: Meme in Poesia...

Nominato per questo meme riguardante le 6 "cose" che più ami, da Caramella Fondente l'altroieri (http://caramella-fondente.blog.kataweb.it/ che trovate anche tra i miei preferiti) ed avendole "promesso" che lo avrei fatto nel weekend, ho pensato che sarebbe stato possibile realizzare questo post facendo il "mio dovere" :-))) ma a modo mio, come Rockpoeta e quindi con questi versi. Spero di esserci riuscito. Ovviamente come mio costume e tradizione nei pochissimi meme fin qui fatti (credo sia il quarto in assoluto ed il primo quest'anno) non nomino nessuno.

6 Reasons To Live

Chiudere gli occhi
Cantare le mie poesie
Anche nel fango di una trincea
O di una fossa comune.

Drogatemi
Torturatemi
Non smetterò di cantarle mai!

Respirare negli occhi di un amore
Cercare sogni di luce
Dentro la sua bocca
Piangere contro fucili di morte
E gridare alla Vita.

Salsedine nel cuore
Mare all'alba
Respirare pinete d'infinito
Correre lungo arenili senza tempo
Io Apolide nell'anima
Con la natura dentro i miei sensi.

E poi esistono i miei colori
Questi colori di storia
Rosso come la vita
Blu come il cielo

Perchè io sono nato a GENOA
E solo GENOA è la mia città

Amo il sorriso di un bimbo
Gioia felice
Che presto la vita
Tenterà di cancellare.

Ed amo voi
Papà, Mamma,
Voi che sapete darmi forza
E voglia di inseguire il mio sogno.



DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA

venerdì 18 aprile 2008

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Prozac Per Tutti!

Forse sarò io ad essere sempre sospettoso, ma questa notizia mi ha lasciato molto perplesso.

Alcuni ricercatori hanno affermato (io direi se ne sono usciti con la sparata) che il Prozac ringiovanirebbe il cervello (leggasi immagino le cellule cerebrali) oltre a dare profondi benefici sul morale.

Hanno scoperto tutto ciò facendo esperimenti sui topi e, quindi per loro stessa ammissione, per essere certi degli effetti di cui sopra dovranno testarlo sugli esseri umani.

Ed è proprio su questa affermazione che le mie perplessità si ingigantiscono: il Prozac è già usato, è un antidepressivo molto forte che rimbecillisce chi lo prende e che viene somministrato per non curare veramente le angoscie del paziente ma solo per anestetizzarlo cancellandogli le sue emozioni. Spesso poi viene anche usato come stupefacente e, in entrambi gli usi, non mi pare che abbia mai fatto ringiovanire le cellule cerebrali di nessuno. Vero è che non abbiamo fatto esami per scoprirlo, ma un cervello più giovane dovrebbe, salvo patologie, essere più pimpante, vivo, volitivo, insomma sensazioni che chi usa il Prozac a quanto ho letto e visto, non mi pare provi.

Curioso, parlavo nel post precedente di anestesia del pensiero..... questi mi sa che ci stanno davvero lavorando....

Il Link: http://www.repubblica.it/2008/04/sezioni/scienza_e_tecnologia/antidepressivi-cervello/antidepressivi-cervello/antidepressivi-cervello.html

mercoledì 16 aprile 2008

L'Angolo del Rockpoeta: " Anestesia del Pensiero"

Non permettiamo che accada, non lasciamo che CI succeda...

Anestesia del Pensiero

Malato grave
di Realtà.

Paraventi dell’Anima
Scoperchiati dalla soggezione del Tempo

Recettore Delta
per alleviare il dolore della mente.

L’Anestesia del Pensiero
Soluzione placebo.




DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA

lunedì 14 aprile 2008

NEWS: E Se Vi Cancellassero Il Voto?/Commento Elezioni

E se vi cancellassero il voto con una banalissima gomma da matita dal prezzo di massimo 51 centesimi di euro? Immagino la vostra risposta: "Rockpoeta, sono matite indelebili!" Sì, dovrebbero, ma se hai votato a Genova e nei seggi Numero 292,294,295,296 sembra proprio che non sia stato così.

Interrogata la Prefettura la risposta ricevuta dal Viminale senza possibilità di replica è stata che le matite sono state collaudate e sono tutte incancellabili(!). Quindi come un bambino capriccioso che ti dice che è così e basta, si sono tenuti quelle matite e si sono dovuti adeguare; quindi incrociate le dita che in quei seggi il voto non è ballerino bensì...."cancellino"....(passatemi questa licenza linguistica lol)

Il LINK:
http://www.repubblica.it/2008/04/sezioni/politica/elezioni-2008/matite-genova/matite-genova.html

PS: io questo rischio non l'ho corso sia perchè il mio seggio non è tra quelli sia perchè come ho scritto due post più sotto ho rifiutato le schede facendo verbalizzare il mio rifiuto. Non sono riuscito a turarmi il naso.

Daniele il Rockpoeta

PS: sostanziale equilibrio dai primi exit poll anche se PDL più avanti. Tutto ancora da decidere. Troppo presto per commentare.

AGGIORNAMENTO: Oramai il risultato è chiaro. giravo per la mia città, leggevo facce preoccupate sferzate dal vento e dentro locali con tv collegate alle reti nazionali.

Un voto che secondo me mette in luce due cose: la prima, che il votare PD per fermare Berlusconi non solo non è servito ma ha finito per uccidere la Sinistra di Bertinotti. Perchè per contrastare Berlusconi molti elettori che avrebbero altrimenti votato Sinistra Arcobaleno hanno votato PD.

La seconda che il Nord ha voluto più che mai punire il Csx e, in molte regioni, il settentrione ha votato in gran parte la Lega.
Lega che, paradossalmente, potrebbe essere l'arbitro di Berlusconi forse.

Vedremo che succederà ma questa sconfitta è figlia di una Sinistra che se è stata tradita da Mastella, ha cmq fatto molto poco al Governo per dare quelle risposte che la gente, che l'aveva votata, auspicava ed aveva chiesto a gran voce.

Staremo alla finestra. Altrimenti chissà se la Spagna ci aspetta....

Daniele il Rockpoeta

domenica 13 aprile 2008

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Bush come Pinochet.

Ah beh... ora che so che che erano autorizzati sono molto più sereno (lol amaro)!

Mi domando quando si possa chiedere l'impeachment per il Presidente degli USA.

Bush ha ammesso di aver personalmente autorizzato la CIA all'uso della tortura. L'ha dichiarato alla tv americana ABC.

Sono allibito, possibile che una dichiarazione del genere passi quasi sotto silenzio e che nessuno voglia chiedere giustizia nei confronti di un Presidente USA che si è comportato di fatto come un dittatore sudamericano? Il fatto che finalmente presto dovrà lasciare la carica non deve essere una scusa per non chiedere che sia giudicato per una decisione che trovo vergognosa, contraria alla Dichiarazione dei diritti dell'Uomo e credo anche non certo amissibile anche forse sulla base della Costituzione americana. Forse esagero, ma ho trovato questa notizia letta su Repubblica stamattina e qui on line stasera davvero sconcertante.

Il LINK: http://www.repubblica.it/2008/04/sezioni/esteri/torture-usa/torture-usa/torture-usa.html

IERI :-))) E... OGGI

IERI è andata bene e conto di poter mettere presto on line le due parti :-)))

Di più non aggiungo :-)))...

OGGI..... tra poco allo stadio da buon genoano lol! Poi al ritorno andrò ai seggi.

Vi chiedo scusa, so quanti di voi hanno cercato di farmi capire e convincermi a votare PD o cmq a votare; io però, salvo aggiornamenti post di questa sera, penso davvero che rifiuterò la scheda. Ho ancora il pomeriggio per valutare se cambiare idea ma ne dubito oramai giunto fin qui.

Decisione sofferta, davvero, ma nonostante tutto non sono riuscito a varcare il Rubicone e scegliere di votare qualcuno. Capitemi, capitela.

Daniele Verzetti, Rockpoeta

Aggiornamento: alle ore 18.15 sono andato al seggio ed ho rifiutato le 2 schede facendo verbalizzare che non essendo rappresentato da nessuno ho deciso di non votare perchè ho scelto di essere libero. Mi spiace ma la mia coscienza non mi ha permesso di turarmi il naso anche questa volta.

Daniele il Rockpoeta

venerdì 11 aprile 2008

EVENTO: ROCKPOETA DAL VIVO A GENOVA

Questo Sabato alle ore 18.30 alla Libreria Porto Antico Libri di Genova, situata all'interno dell'area del Porto Antico tra il Bigo e l'Acquario oltre a presentare nella prima mezz'ora un autore esordiente con Prospettiva Editrice con un libro di racconti dal titolo "Dove si va" (ovviamente presentandolo a modo mio, da Rockpoeta quindi tutta da vedere!!!) nella seconda parte di mezz'ora anch'essa farò un minireading

Chi desiderasse vedermi dal vivo e potesse fare un salto a Genova sarà da me atteso con molto piacere!!! Sarà anche l'occasione (vi farete riconoscere lol vero?) per conoscersi di persona e non solo attraverso questa sia pure accogliente agorà :-)))

Daniele Verzetti, Rockpoeta


RIASSUMENDO:

SABATO 12 APRILE 2008
PRESSO LIBRERIA PORTO ANTICO LIBRI A GENOVA ORE 18.30
DANIELE VERZETTI ROCKPOETA PRESENTA MARCO MARCHI ED IL SUO LIBRO "Dove si Va"

SEGUIRA NELLA SECONDA MEZZ'ORA UN MIO READING

Daniele Verzetti, Rockpoeta

mercoledì 9 aprile 2008

OPINIONE DEL ROCKPOETA: R Vs. R


E' il momento di fare questo post, non però prima di aver premesso che sarà un post sincero scevro, mi auguro, da ogni forma di vuota retorica e forse in certe parti un po' scomodo. Ritengo però che per rendere giustizia ed omaggio ad una realtà ed un fenomeno che ha cambiato la Storia dell'Italia, sia giusto anche non nascondersi certe piccole magagne che non possono certo nè devono inficiare quello che è stato forse tra i più importanti periodi della nostra Storia: La Resistenza.

Un blog "Le Mondine" ha proposto da un po' di tempo di realizzare un articolo sulla resistenza e sul 25 aprile. Io attendevo di farlo in prossimità di quella data per dar più peso e forza al post stesso.

Devo anticipare i tempi per "merito" di una curiosa esternazione di Marcello Dell'Utri il quale ha espressamente dichiarato, a quanto sembra, che se il Cdx vincesse le elezioni loro interverrebbero decisamente per porre in essere un "necessario" (sic) revisionismo storico sui libri scolastici proprio sul tema della Resistenza.

Io sarò molto sincero: Ho letto il Partigiano Johnny, ho visto il film, e credo che non tutti coloro che hanno fatto la resistenza siano stati degli eroi. Penso sinceramente che si dovrebbe aver il coraggio di parlare anche del dopo... Di quando cioè si sono poste in essere una serie di rappresaglie e di interventi post liberazione per in realtà vendicarsi o appropriarsi di beni di chi era stato fascista.

Detto questo, credo che ammettere che la Resistenza abbia visto al suo interno anche l'accadere di fenomeni non sempre positivi, non intacchi minimamente l'importanza della stessa, visto che molti sono stati invece coloro che hanno dato davvero la vita per permettere a noi oggi di essere liberi e di poter anche rilasciare assurde dichiarazioni come quelle di Bossi qualche giorno fa e di Dell'Utri oggi.

Trovo altresì incredibile che questa notizia, pur essendo nella homepage del sito del Corriere della Sera, non fosse però in primissimo piano ma un po' più sotto. Forse altre temporalmente l'avranno scavalcata ma sapete meglio di me che il modo per lasciarla anche in un riquadro laterale in forte evidenza esiste.

Inizio ad essere seriamente preoccupato. Io annullerò la scheda come ben sapete scrivendo "I Choose Freedom" e firmando la stessa con il mio nome, cognome e nick dato che ho avuto certezza del fatto che le schede nulle NON valgono per alcun conteggio inerente il premio di maggioranza, ma per chi invece andasse a votare chiedo di scegliere chi magari ruberà, chi dimosterrà incompetenza, chi purtroppo non potrà fare riforme laiche perchè ha la Chiesa dentro il suo partito, oppure di votare chi all'estrema Sinistra vuole fare riforme forse fuori dai tempi, ma non votate una coalizione come il PDL che vuole spazzare via la Storia.

Sono situazioni come questa che impediscono di parlare in Italia serenamente di quello che davvero la Resistenza ha rappresentato per questo Paese nel bene e, per certi aspetti nel "male". Perfino in Spagna riescono a parlare più serenamente ora del loro recentissimo passato. Qui da noi esiste una cultura faziosa e gli storici sono omini di parte che si ammantano di falsa oggettività...storica!

Revisionismo contro Resistenza e ancora Ex partigiani contro chi vuole solo invece fare luce su certi aspetti non positivi che si sono verificati in quel periodo ma senza negare per questo la forza, l'importanza e la fondamentale rilevanza che la Resistenza ha avuto nella storia della nostra Nazione. Fino a quando esisteranno queste radicate partigianerie da una parte e dall'altra, non sarà mai possibile guardare avanti verso una democrazia sana, vera, e capace di dialogare senza odiarsi.

Ed in occasione del 25 aprile mi unisco a chi vorrà idealmente abbracciare coloro che hanno dato la vita per la libertà e per quello in cui loro credevano. Rispettiamoli, ricordiamoli e miei cari politici.... ricordatevene!

Il Link all'articolo nel quale Dell'Utri aggiunge anche qualche altra perla su altri temi:
http://www.corriere.it/politica/08_aprile_08/dellutri_storia_resistenza_959d1b0a-0578-11dd-8738-00144f486ba6.shtml

lunedì 7 aprile 2008

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Cerchi come Collari

Dopo i recenti disordini avvenuti a Londra al passaggio della fiamma olimpica, oramai questo cammino di pace, o che tale dovrebbe essere visti i valori di fratellanza rappresentati dall'Olimpiade, che la torcia olimpica sta compiendo diventa o forse rischia di diventare assai tortuoso.

Anche oggi a Parigi la fiamma olimpica sarà blindata. Mi chiedo che senso abbia proseguire una tale farsa. Giustamente, una volta tanto, il CIO ha lanciato un altro appello alla Cina affinchè risolva presto ed in maniera pacifica la questione tibetana, Cina che ovviamente fa orecchie da mercante e condanna invece le manifestazioni avvenute.
(si veda al riguardo per maggiori dettagli la notizia su Reppubblica on line: http://www.repubblica.it/2008/04/sezioni/esteri/tibet-scontri-lhasa-4/punto-7aprile/punto-7aprile.html)

In relazione a quanto accaduto, vorrei sgombrare il campo da equivoci: io sono favorevole ad una manifestazione decisa, ma pacifica quindi gli scontri ed eventuali comportamenti aggressivi non li condivido ed io per primo me ne dissocio. Ma, fatta questa precisazione, trovo assolutamente giusto protestare e rinnegare questa torcia olimpica che sta facendo un percorso per raggiungere un luogo che calpesta lo stesso significato e simbolismo della fiamma stessa. Un tragitto verso uno Stato che calpesta i diritti umani da sempre.

Dove non stanno arrivando i Governi (forse Francia esclusa?), gli atleti (tranne qualche rara e bella eccezione come il tedoforo indiano che alcuni giorni fa si è rifiutato di portare la fiaccola per il percorso a lui assegnatogli precedentemente) arriva la gente comune.

Forse questi giochi non verranno boicottati, le medaglie saranno regolarmente assegnate, ma per la prima volta nella storia delle Olimpiadi, Governi, Federazioni sportive ed atleti le giocherebbero tra loro e solo per loro stessi. Nel disinteresse generale del resto del mondo (la gente comune) tesa solo a manifestare per chiedere pace e giustizia.

Se così fosse, Pechino avrebbe davvero la "sua" Olimpiade, come un bimbo capriccioso che ad una festa vuole il microfono per attirare l'attenzione degli astanti, ma che una volta avuto, resta solo, isolato perchè nessuno lo degna di quell'attenzione mediatica che sperava di avere.

Un momento delicato per la Cina, ed il pericolo che quei cinque cerchi diventino una morsa, come un collare stretto e soffocante intorno al collo del Governo cinese che sperava di avere da queste Olimpiadi un ritorno di immagine molto positivo e che invece rischia di vedersi arrivare indietro, come un boomerang insidioso, un'onda di profondo risentimento mondiale.

Per chi poi volesse conoscere l'esatta posizione del Dalai Lama circa il Tibet e le richieste che lui e la sua popolazione hanno, qui sotto questo link credo che dia un contributo significativo al riguardo:

http://www.repubblica.it/2008/04/sezioni/esteri/tibet-scontri-lhasa-4/dalailama/dalailama.html


Vorrei chiudere con una postilla molto importante: qualche tempo fa vi riportai la storia di Maria che scoprì come era stata...."adottata"; lei, figlia di Desaparecidos e, come genitori adottivi, i Carnefici di suo padre e sua madre.

Bene grazie anche al blog di Paolo Moretti fresco di link dal titolo "Il Fiume" sono felice di potervi linkare il suo post dal quale potete cliccare sull'articolo de La Stampa dove si riporta il successo giudiziario che Maria ha ottenuto. Per una volta almeno le aule di tribunale fanno veramente giustizia.


Il Link:http://paolomoretti.blogspot.com/2008/04/rassegna-stampa_06.html

sabato 5 aprile 2008

L'Angolo del Rockpoeta: ARIA

Anche dal vivo leggo raramente ed in misura sensbilmente minore poesie che non siano sociali. Ma quando come ieri ne leggi ben 25 dal vivo :-))) in circa un'ora, beh un paio di poesie di natura differente le leggi lol

Ero tentato dal postarvi la "tracklist" ma siccome spero davvero di mettere on line la mia mezz'ora di reading di sabato prossimo a Genova, preferisco fare diversamente.

Siamo nel weekend e voglio per una volta fare uno strappo alla regola. Questa poesia, che ieri ho letto dal vivo, non ha una dedica ed è stata scritta un paio di anni fa.

Sono solo Parole, parole perse nel vento....

ARIA

Aria lieve
Come i tuoi occhi
Solleva anime
Come le note di un pianoforte

Tasti neri
Danzano
Al ritmo di parole
Sussurrate
Nel tempo.

Non fermare il mio respiro
Lascialo volare sulle onde del vento

Accarezzami
Lentamente
Con la forza della tua brezza
E sussurrami
Emozioni intense
Come uragani nel cuore.

E in questa notte scura
Ma serena
Nera come l’inizio dei tempi
Rinasco
Per tornare a vivere
Respirare
E morire ancora.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA

PS: Vorrei ringraziare di cuore My Funny Valentine che ha recensito il mio reading con parole meravigliose che toccano il cuore: http://tremaredamore.blogspot.com/2008/04/le-emozioni-del-rockpoeta.html

venerdì 4 aprile 2008

EVENTO: ROCKPOETA LIVE A IMPERIA :-)))

Oggi Mio Reading presso la LIBRERIA ORLICH alle ore 18.00 in Via G. Amendola 25 a Imperia Oneglia.

Chi fosse nei dintorni...... :-)))

Daniele il Rockpoeta.

mercoledì 2 aprile 2008

NEWS: Milano EXPO....rta "Cultura"

Panoramica sul nostro Paese. Mettiamo la monetina nel cannocchiale e guardiamo....

Già un anno fa intervistando Djiana Pavlovic, assistendo ad una puntata di Lerner dal vivo all'Infedele ed andando a Milano per vedere un incontro moderato da Lerner e con la presenza anche della Pavlovic stessa che conobbi proprio in quella occasione, nonchè con l'intervento di altri rappresentanti di istituzioni della città meneghina, trattai della questione Rom sul mio blog.

A quei post vi rinvio, con i link in fondo a questo paragrafo, per un più articolato quadro d'insieme, ma in sintesi sono convinto che ci debba essere un contemperamento delle esigenze reciproche: i Rom, molti dei quali peraltro sono favorevoli, devono vivere stanziali, in case e avere un lavoro. Dall'altra parte le istituzioni devono tentare di fare qualcosa per facilitare all'inizio questa integrazione.

E' chiaro che certi campi che, per stessa ammissione della Pavlovic, sono in condizioni igienico-sanitarie, disumane, devono essere smantellati.

Ma il come ed il perchè sono importanti!

Lungi da me dall'essere in sintonia con la Curia, credo però che lo sgombero record di due giorni fa a Milano proprio appena dopo aver ricevuto l'ufficializzazione dell'Expo battendo Smirne in finale, puzzi molto di operazione tesa a "ripulire" la città in quelle zone che serviranno per la manifestazione forse e cmq per dare un segnale chiaro: "Vengono ospiti buoni, voi fuori!"

Sono il primo a non accettare l'illegalità, il primo a chiedere interventi seri contro i rom o cmq chiunque faccia fare elemosina per strada ai bambini, e sermpre il primo a non volere che certi campi - ghetto di nomadi restino fermi ed immutabili nel tempo come unica e degradata soluzione al problema.

Ma, l'ipocrisia ed i metodi spicci usati dal comune di Milano in questa circostanza, e forse non solo in questa, non mi sono affatto piaciuti. Bell'immagine di civiltà che Milano sta dando....

Chiaramente la questione dei Rom deve essere risolta con la partecipazione di entrambe le parti; i Rom non sono tutti dei santi, e quindi è chiaro che quella parte non sana della loro etnia dovrà essere isolata. Il vivere civile deve svolgersi nel rispetto delle norme della comunità qualunque sia il colore della tua pelle, la provenienza geografica, il sesso, la propria eventuale fede religiosa ecc....

Quanto alla Curia, non commento più di tanto la lettera di Tettamanzi che mi sembra molto demagogica e molto strumentale: mi verrebbe da rispondere come si pongono di fronte a quei cartelli che di fronte ai portali delle Chiese vietano di chiedere qualche spicciolo e catechizzano i fedeli a dare tutto solo alla Chiesa perchè lei sa bene a chi dare i nostri soldi...

Ecco, questo basta già credo per chiudere la bocca a Tettamanzi.

Il Link:
http://www.repubblica.it/2007/12/sezioni/cronaca/rom/sgombero-milano/sgombero-milano.html

Questione Rom:
http://agoradelrockpoeta.blogspot.com/2007/01/opinione-del-rockpoeta-i-rom-tra_3900.html (la mia posizione)
http://agoradelrockpoeta.blogspot.com/2007/02/intervento-esterno-rom-reprise-cura-di.html (l'incontro pubblico)
http://agoradelrockpoeta.blogspot.com/2007/02/intervista-djiana-pavlovic.html (L'intervista alla Pavlovic)

--------------------------------------------------------------

E veniamo alla singolar tenzone di ieri sera su Rai 2: sfida a distanza tra Berlusconi e Veltroni.

Premesso che non l'ho affatto vista, osservando che sono stato peraltro, guardando gli share molto bassi, in buonissima compagnia, credo che forse (salvo che la Sinistra Arcobaleno non diventi il primo partito in Italia) il Partito del "Basta siamo stanchi di tutti voi" che si manifesterà inon adando alle urne o annullando la scheda, non sia così piccolo come qualcuno crede. Penso che se dopo il 13 aprile questo "Partito degli Assenti" fosse numeroso, qualunque coalizione politica dovrebbe tenerne conto, in quanto è molto probabile che avremo un governo traballante al Senato (salvo mega-inciucio PD e PDL) e quindi se cadesse di nuovo presto il Governo, e nel frattempo una figura politica fosse diventata più appettibile di altre, quel Partito degli Assenti potrebbe fare la differenza questa volta attiva in chiave futura.

Insomma, occhio che questa volta chi non va a giocare, forse vince...

---------------------------------------------------------------

Leggete questa notizia in breve; http://www.lastampa.it/Torino/cmsSezioni/cronaca/200804articoli/6370girata.asp

Fatto? Ok, ora ditemi se non trovate morboso pubblicarla. Il fatto che fosse disabile rende il tutto più "appetibile" forse?

Credo che la cosa seria di questa notizia sia in quelle poche righe dove si mette in luce come tre mesi prima di suicidarsi gli hanno comunicato che non poteva più essere seguito alle Molinette dal Prof. Bogetto ma doveva essere seguito dai Servizi Territoriali, che io ammetto neanche so cosa siano, ma mi sanno tanto di Aree Parcheggio stile consultori ma scadenti, dove avranno fatto ben poco per lui e dove forse non aveva neanche mai un unico soggetto a seguirlo ma magari tanti diversi. Per carità, non conoscendo quelle strutture magari sbaglio, ma credo cmq invece di non sbagliare se dico che la psicoterapia che stava svolgendo alle Molinette forse stava leggermente offrendo maggiori riscontri.

Mi domando se la morbosità della prima parte dell'articolo abbia un senso nell'economia della notizia.

Me lo domando, ve lo domando.