venerdì 15 febbraio 2019

L'Angolo del Rockpoeta®:"Artigli D'Argilla"

Ciascuno di noi nella vita ha conosciuto per ragioni personali, sociali, politiche, la delusione di incontrare...

ARTIGLI D'ARGILLA

Artigli d'argilla 
Non graffiano
Denti di platino
O unghie aguzze come cocci di bottiglia
Ed acuminate come lame di pugnale

Artigli d'argilla non scalfiscono
Ferocia ed ipocrisia
Al servizio di facili consumatori da tastiera.

Artigli d'argilla non annientano
Falsi miti di purezza
Travolgendo cuori puri e illusioni di luce.

E non si può vincere
Se ipocrisia ed artigli d'argilla
Arrivano dalla tua parte

Artigli d'argilla
Pochi di noi lottano veramente
Pochi graffiano davvero

Artigli d'argilla
Fuoco amico da cui non hai saputo proteggerti
Sorrisi al vetriolo 
Promesse vane

E questa incoerenza di fondo
Come tramonto di cemento
Priva queste poche stelle di un vero futuro

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

25 commenti:

Claudia Turchiarulo ha detto...

L'ipocrisia e gli artigli di argilla sono il vero male di questo mondo inetto.
A volte preferirei scontrarmi con la vera cattiveria, piuttosto che con la mediocrità della falsità.
Dici che sono masochista?

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CLAUDIA: per niente, è meglio sempre vedere il nemico in faccia e non vedersi pugnalare a tradimento.

MikiMoz ha detto...

Forse abbiamo anche sentimenti d'argilla, che feriscono gli altri nella loro inconsistenza...

Moz-

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MOZ; forse, ma quelli che li hanno sono gli stessi che hanno d'argilla anche gli artigli a mio avviso.

iacoponivincenzo ha detto...

Forse per convincere gli altri della nostra assoluta consistenza facciamo scintillare l'argilla dei nostri unghioni acuminati, per mascherare la pappa che abbiamo dentro.
Siamo tutta argilla, siamo tutta pappa. Avete fatto caso cosa fa un piccolo cagnetto quando
incontra un bestione di cane dieci volte il suo peso? Lo aggredisce abbaiando disperatamente sperando che il cagnone si giri da un altra parte per filarsela ratto e scagazzante.
E cosa fa il cagnone? Niente. Nemmeno se lo caga. Annusa l'aria, sente fetore di cagotto e lascia il campo disgustato. Ma chi me lo fa fare ad impuzzolentirmi con questo zebedeo, pensa il cagnone. Visto come funziona? Pensa il cagnetto. E alla prossima ci riprova, ma potrebbe trovarne uno cattivo cui fumano le palle e in due secondi gli disintegra la chiappette.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VINCENZO: qui è peggio perché nel tuo caso parliamo di chi fa la voce grossa ma in realtà è piccolo piccolo e la controparte (il cagnone) lo sa, nella poesia sono persone a te alleate che sul più bello si tirano indietro o ti tradiscono e non solo nel personale ma io alludo anche a realtà sociali, ad un vissuto politico ecc...

Sabina_K ha detto...

Secondo me, l'unica cosa importante da fare con questo genere di persone è evitarle appena ci si rende conto di come siano realmente

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER SABINA; giusto ma a volte te ne rendi conto quando il danno è fatto

LaDama Bianca ha detto...

A volte ci si rende conto tardi di che persona si abbia davanti.
Altre, non ci fidiamo abbastanza del nostro istinto, che magari ci aveva già avvisati.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LA DAMA BIANCA: parole sacrosante.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Questo mondo è pieno di falsità.
Saluti a presto.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE concordo con te.

Mirtillo14 ha detto...

Persone false e cattive ne ho trovate, anche tra i parenti, i cosidetti "parenti serpenti" , quelle persone che ti fanno del male alle spalle, che ti offendono gratuitamente , senza che tu abbia mai fatto niente a loro. Mi sono resa conto tardi anch'io di che razza di persone avevo davanti. Poi ho cercati di perdonare e lasciar correre ma, dentro, l'amarezza è rimasta e ho cercato, poi, di fidarmi meno e star più attenta. Saluti.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MIRTILLO io non riuscirei a perdonare a contrario di te o cmq scatterebbe l'indifferenza quindi in qualunque circostanza l'allontanamento.

marcaval ha detto...

Il mito dell'immagine e l'ipocrisia, i due "valori" più diffusi nell'attuale società.

Patricia Moll ha detto...

Preferisco l9 scontro diretto. Tu (generico) con artigli veri. Io pure.
L'apparire come non si é però è di moda. Piacere a tutti é ciò che i più vogliono

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARCAVAL analisi sintetica ed efficace

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PATRICIA concordo con te scontro vero e leale

Mariella ha detto...

Io sono stata colpita alle spalle tante volte, nella vita e qui sul web. Gente meschina e indegna. Ma ancora più meschino e indegno è abere toccato con mano l'ipocrisia. Mi sono resa conto che, posso solo, una volta individuati i soggetti, ripagarli con la loro stessa moneta. A parole sono tutti bravi e amici ma poi, nel momento di difficoltà altrui, è molto più facile far finta di non avere sentito o visto e rimanere in silenzio. Vigliacchi.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIELLA analisi perfetta che mi trova totalmente d'accordo. Per fortuna si fanno anche belli incontri in rete e nella vita reale.

MAX ha detto...

Mi aggancio all’ultima parola di Mariella.
Vigliacchi.
Ma va bene anche meschini , palloni gonfiati ...censori di pensieri diversi dai loro.
Ma tutti nel web ahahah!!!
Nella vita reale son fortunato non li ho mai trovati!
Però son anche fiducioso perché ho sempre visto che il male che si fa poi torna sempre indietro, prima o dopo ma torna.
Poi quegli artigli così fragili siano argilla o sabbia son destinati a cadere.
Ciao Daniele

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MAX mi piace il tuo finale messaggio di speranza.

accadebis ha detto...

Anch'io penso che il male che si fa torna sempre indietro. Aggiungo una riflessione collegata al pensiero antico sviluppato in Asia: se fai il male, se propaghi il male, se ti fai portatore del male non puoi pretendere di avere in cambio il bene, è impossibile. Chiudo dicendo che fare il duro non significa essere forte, e questa sarebbe una lezione che molti politici di oggi dovrebbero imparare.
Buona domenica Amigu de Zena

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ACCADEBIS bel pensiero filosofico ma a volte chi da del male la fa franca...

Mariella ha detto...

Va bene tutto, Max. A me è capitato anche nella vita perché sono sempre fiduciosa e generosa con gli altri. Ma come dici tu, tutto torna sequel che si semina, si raccoglie. E di cadaveri lungo il fiume ne ho visti passare tanti. Anche qui sul web. Sto aspettando i prossimi😉