martedì 29 gennaio 2008

CANDIDATURA DEL ROCKPOETA QUALE MIGLIOR Z-BLOG LETTERARIO 2008!!!

GRAZIE!!!!! Ho scoperto per caso di essere stato votato da alcuni di voi quale candidato a miglior Z-Blog Letterario 2008

Di solito non amo chiederlo, ma questa volta mi piacerebbe davvero che, chi lo desidera e mi ritiene meritevole di questa nomina, mi votasse.

Come? E' facile: "Basta clickare nel link sottostante, compilare il form con i vostri dati, selezionare dalle tendine i vostri blog preferiti e strucare il botòn dopo aver superato un sistema antispam degno dei servizi segreti e a prova di idioti. Notate bene, con internet explorer potrebbe essere difficile votare. Provate a installare un browser serio, per esempio Firefox.
Avverto preventivamente i furbastri, il sistema registra provider e IP, quindi non provate a votare più volte con dati diversi o a usare IP farlocchi altrimenti tutti i vostri voti verranno invalidati. Grazie sempre al solito Gianluca, angelo custode di questo blog."(Preso dal blog iSw4n che ha istituito questo Premio)

TEMPO MASSIMO PER VOTARE: 1° Febbraio 2008 ore 23.59

E QUESTO E' IL LINK, VOTATEMI :-)))!!! http://www.sw4n.net/votazione-awards/

MI RACCOMANDO VOTATE UNA SOLA VOLTA ED UN SOLO BLOG PER CATEGORIA POI STOP ALTRIMENTI IL VOSTRO VOTO VIENE ANNULLATO PER REGOLAMENTO. GRAZIE :-))) (almeno così sembra quindi,nel dubbio, seguite il mio suggerimento).

Daniele Verzetti, Rockpoeta

lunedì 28 gennaio 2008

L'Angolo del Rockpoeta: "SENSO DI SOFFOCAMENTO"

Una Poesia che non credo abbia bisogno di un cappello introduttivo....

SENSO DI SOFFOCAMENTO

Odore di sangue
Sangria e Porrajmos

Continuiamo ad acclamare come salvatori
Luci simulate
Simulacri e feticci

Capicosca di una Chiesa sconsacrata da Dio
E scomunicata dalla Verità
Ci dicono cosa fare

Disarmonia perenne
Come ordine universale
Caos simulato
Il nostro Pianeta

Oligarchie segrete
Assorbono vite
Risucchiano energie
Cancellano parole
Distorcono emozioni e significati palesi.

Raschiate le vostre povere unghie
Contro muri lisci e pavidi

"Popolino cocciuto Non capisci? Sarai schiacciato!"

Come formicai fastidiosi
Sarete allontanati
Dalla dignità e dal pensiero

Ed il "Popolino" si dividerà.

Chi ruoterà sempre in senso orario
Stancamente
Ipnoticamente
Avvolto da suoni psichedelici
Di abbacinanti telepromozioni.

E chi rischierà
Affrontando la folla
Controcorrente
Spinto all'indietro
Pronto a rialzarsi
A ripartire
A farsi spazio.

Suoni dragati
Dal fondo dell'anima

Musica di libertà
Traccia arcobaleni nascosti
In scantinati spogli
Come catacombe
Senza più sogni.

Musica di Speranza
Traccia Arcobaleni silenti
Inivisibili
Cancellati da Coprifuochi di luce
E di colore.

Dove sono i nostri sogni?
Dove abbiamo perso la rabbia di vivere?
Quando abbiamo smesso di essere presenti a noi stessi?

Medicine mediatiche ci intontiscono
Per intorpidire prima
E spegnere poi
La nostra Anima.

Ed allora basta nostalgici Pugni Chiusi
Ma palmi aperti per afferrare il futuro
Contro le nuove svastiche del nostro tempo

Niente ideologie, ma ideali
Un solo ideale: La Libertà.


DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA.

sabato 26 gennaio 2008

L'Angolo del Rockpoeta: LA GIORNATA DELLA MEMORIA

Domani sarà il Giorno della Memoria.

Un giorno importante per ricordare una tragedia che alcuni oggi cercano ancora incredibilmente di negare, ma anche, come sentirete, l'occasione per ricordare che questa terribile macchia che rimarrà ad indelebile memoria attaccata al secolo appena trascorso, non è stata l'unica. Prima e dopo altri genocidi si sono perpetrati

Ed allora questa poesia che ascolterete live, se lo vorrete, cliccando al link sottostante, vuole ricordare segnatamente l'Olocausto ma anche, indirettamente, le vittime di tutti i genocidi della Storia. Compresi quelli a cui ancora oggi stiamo assistendo.

Questo che segue è il link al mio sito dove una volta entrati potrete vedere quella poesia seguita da un mio commento.

Sento molto questa giornata, e spero che il mio contributo sia da voi apprezzato.

IL LINK: http://www.danieleverzettirockpoeta.it/

Daniele Verzetti, Rockpoeta.

PS: mi scuso con tutti coloro che navigando in rete lo avranno già visto forse, ma ritengo sia importante oggi dare questo mio contributo. Grazie

Daniele il Rockpoeta

giovedì 24 gennaio 2008

L'Angolo del Rockpoeta: "CORIANDOLI"

Il Governo è caduto. Non so quali siano gli scenari che si aprono. Sapete bene come la penso. Ritengo che votare con l'attuale legge elettorale non porterebbe a nulla di nuovo e quindi avrebbe più senso avere prima una legge elettorale migliore.

156 SI e 161 NO

Quello a cui in questi mesi abbiamo assistito nel Paese ed anche al Governo è stata tanta confusione, tanta furbizia ed una Casta (maggioranza ed opposizione) che sempre più è ed è stata compatta contro gli altri e si è scannata solo per beghe interne e per ragioni di mera bottega.

Crisi dunque per un Governo che spesso ho criticato ma che forse proprio ora non doveva cadere.

Ieri ho letto un post di Cristina su Omnia Munda Mundis, il suo blog, che faceva riferimento (postandolo) ad un video su you tube di Crozza a Ballarò quella sera stessa. Crozza parlava della situazione del nostro Paese partendo dalle dichiarazione di quel Capo Cosca della CEI Don Angelo Bagnasco il quale ha affermato che "siamo ai coriandoli"

Vero, Don, siamo ai coriandoli ma non nel senso inteso dalla CEI.

Quel post e quanto successo oggi mi hanno portato a scrivere questa poesia:

CORIANDOLI

Coriandoli di neve...
Appena toccano terra si sciolgono, non lasciano traccia
E nessuna traccia
Resterà dei loro misfatti
E tutto potrà riprendere come prima.

Ma in realtà ci sono altri coriandoli:
Sanno di cera liquefatta
Dentro Chiese morenti
E Predicatori unti dall'ipocrisia

Coriandoli di amianto per incenerire rifiuti
Ma non loro,
Loro che sono il vero problema e la reale immondizia.

Saremo ai coriandoli
ma ognuno di essi quando cade per terra lascia il segno.

Provocano un solco
E quando colpiscono la povera gente la affossano.

E siamo soli
Nel fango di tragedie irrisolte

Scuole chiuse
Napoli e Sarno
Due realtà mai aiutate.

Due fra tante....

E questi coriandoli
Che non smettono di scivolare
Come fiocchi di neve ferrosa
A schiacciare le nostre vite.

Scendono copiosi
Lasciano un solco
Come segno del loro passaggio

O colpiscono la povera gente inerte.

Che scompare.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA.

BREAKING NEWS: E Se Prodi Vincesse?

Avevo ragione a scrivere che bisogna aspettare cmq l'ufficialità. Forse il Governo cadrà lo stesso ma la notizia che vi sto riporatando praticamente live è davvero un colpo di scena clamoroso!

Cusumano dell'UDEUR voterà per la Fiducia a Prodi

A questo punto bisogna vedere quanti seguiranno Cusumano.

Spaccatura e colpo di scena!!! Questo Paese è meglio della Commedia dell'Arte!!!

A votazione avvenuta farò un post

A presto
Daniele Verzetti, Rockpoeta.

mercoledì 23 gennaio 2008

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Liberi Tutti!

Non so se il De Profundis che si sta recitando in queste ore al Governo si concretizzerà veramente (mentre scrivo è passata da poco la mezzanotte ed inoltre ho imparato ormai ad attendere sempre l'ufficialità delle cose specie in politica....) anche se sembra che davvero sia al Capolinea, ma quello che osservo è che si sta scatenando una sorta di Entropia un vero e proprio "Rompete le righe" generale da ambo gli schieramenti se ancora così li si può definire e considerare.

Veltroni non vuole le elezioni, Berlusconi le vuole subito esattamente come Di Liberto (!?!), (ma il perchè è semplice e ve lo rivelerò tra poco) Fini si ricompatta con il Cavaliere dopo che aveva giurato e spergiurato che mai più sarebbe tornato con lui (o quasi...). Casini da buon "Democristiano" vuole un Governo Istituzionale (così i Referendum ce li pappano e poi si vota secondo regole nuove, le loro però...)

In tutto questo KAOS quello che mi ha incuriosito e che su qualche blog ho scritto anche a commento di questa situazione è che c'è un particolare apparentemente di poco conto ma che invece io ritengo rilevante e che non viene sottolineato dai media: il quando sarebbe più giusto e corretto votare.

Eh sì perchè questa volta conoscere la data è fondamentale, e non per i vantaggi che potrebbero avere alcuni partiti rispetto ad altri o perfino uno schieramento rispetto all'altro. Ritengo sia importante per come si dovrà votare.

Votare prima o dopo i Referendum infatti (soprattutto se vincessero i promotori degli stessi, e credo proprio che questa volta vincerebbero) fa la differenza.

Infatti se si votasse dopo i Referendum allora la partita sarebbe incerta perchè i Referendum per come sono strutturati sgretolerebbero questi che io chiamo "Condomini politici" più che vere alleanze, sparigliando tutto di fatto. E questo problema ovviamente è sentito anche dai famosi "Cespugli" (Vedi Di Liberto ma anche UDEUR - se ancora qualcuno non indagato esiste da poter candidare - ed altri piccoli partiti)

Se invece, come vuole Berlusconi ovviamente, si andasse al voto con la legge attuale tutto resterebbe come prima e pertanto avremmo gli stessi due Schieramenti o Condomini Politici anche se magari con qualche ritocco di....facciata ed in più, probailmente, ci ritroveremmo con una situazione nella quale il centrodestra forse voterebbe quasi compatto ed il Csx non andrebbe neanche al voto stanco e sfiduciato, salvo colpi di coda ed invenzioni strabilianti di Veltroni.... ma anche no lol.

E' fondamentale quindi, a mio avviso per avere uno scenario politico davvero diverso, che le elezioni si tengano dopo i Referendum se ci permetteranno di andare a votarli...

Ed allora che fare se invece il Governo cadesse ma si votasse prima o ci fosse cmq un Governo Istituzionale che de facto affossasse i Referendum?

Semplice, ricordarsene quando e se si andrà a votare... ma per questo tema è necessario un altro post, e lo scriverò quando e se sarà il momento....

lunedì 21 gennaio 2008

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Up and Down

Effetto altalena. Altre volte parlano di "miliardi andati in fumo o bruciati"

Parliamo di Borse, come avrete chiaramente inteso e per meglio dire di mercati.

Lungi da me demonizzare il mercato azionario (molti ci hanno guadagnato stando accorti, basti pensare ai tempi di internet un fondo con quel nome triplicò il suo valore in pochi mesi - e lì molti hanno venduto - salvo poi crollare subito dopo (parliamo del periodo 1999/2000) ma è anche vero che alcune cose di quel mondo che io ho conosciuto bene non mi piacciono e non mi sono mai andate a genio.

Partiamo dal mercato azionario italiano: il suo giro d'affari soprattutto se paragonato a quello non solo della Borsa USA ma anche di molte altre borse europee è risibile e paragonabile ad un paese di 800 abitanti al cospetto di una metropoli come New York.

Fosse tutto lì il problema sarebbe poca cosa, ma il punto è che da noi poche grandi Società fanno da sole più del 50% della capitalizzazione della nostra borsa italiana. Insomma se uno o due di questi signorotti si alza male la mattina e fa una sciocchezza la borsa italiana va a picco in un lampo. Come si vede, trattasi di una situazione imponderabile e legata ad un rischio che è maggiore di quello già esistente in generale nelle altre borse mondiali. Inoltre, da noi è facile che chi fa il furbo la faccia franca e non ci sia una protezione dei risparmiatori; per carità tutto il mondo è paese e anche negli USA i furbi si sono visti ma (leggasi caso ENRON) una volta scoperti ora non se la passano tanto bene a differenza dei vari Tanzi, Geronzi, Ricucci, ecc...

Questo perchè negli USA il mercato è sacro (un po' meno la vita umana peraltro, ma non si può avere tutto sic...) e quindi vogliono ed hanno bisogno che il "piccolo risparmiatoure" (come direbbe Freedman-Crozza) sia tutelato e tale si senta.

Ma, ciononostante, i rischi sono alti e spesso mi sono reso conto di una curiosa anomalia.

Ai più alti livelli ci sono praticamente sempre Reports costanti; reports di varia natura che spesso sembrano contraddirsi l'un l'altro anche.... Reports che cambiano lo scenario di un mercato e di una economia anche in modo radicale quasi da un mese all'altro. Mi sono sempre chiesto come fosse possibile che io modesto studioso del fenomeno e PF per alcuni anni avessi, a volte, l'istinto di capire come girava il vento e di capire se una realtà era valida o meno per un investimento e loro, che a disposizione avevano ed hanno molti più dati di me, spesso invece ceffavano.... Incapacità o malafede? Mah...... Ed inoltre come può essere possibile che una realtà complessa come quella economica di uno Stato solido ovviamente possa variare così radicalmente in pochi mesi (salvo fatti clamorosi)?

E veniamo al caso di oggi. Borse mondiali in forte calo (India per es -7,13% e Tokio pure non scherza, ed a ruota stanno aprendo in negativo allo stesso modo anche quelle europee) per il forte timore di recessione negli USA poichè il piano di aiuti fiscali per 140 miliardi di dollari presentato da Bush non convince i mercati. Ora io mi chiedo, perchè questi timori adesso? Viene fuori anche la paura dei mutui subprime che come l'aviaria (solo che i mutui subprime ahimè sono reali e tristemente esistenti) ogni tanto viene fuori come uno spauracchio.

Ma il rischio di questo bubbone esiste da mesi tant'è vero che io ne scrissi qui http://agoradelrockpoeta.blogspot.com/2007/08/opinione-del-rockpoeta-i-nuovi-mutui.html e tale pericolo non è certo ancora scongiurato. Le borse sono umorali, si attaccano alle notizie del giorno e questo non è positivo e logico. Non sempre almeno.

Ma anche qui torniamo alla questione sopra già trattata: si tratta di problematiche note come possono diventare elementi che sorprendono i mercati e soprattutto i grandi gestori di fondi e di hedge funds? E ancora, avranno chi monitora sempre certi dati, quindi mi chiedo come fanno a non avere da insider traders quali spesso riescono ad essere, notizie che anticipino i reports per mettersi al riparo?

Ecco tutto questo fa pensare che anche i mercati oggi siano sempre più delle tagliole dalle quali bisogna guardarsi; questo non vuol dire che chi desidera non possa e non debba investire ma significa avere sempre gli occhi ben aperti e non fidarsi soprattutto delle banche e di chi cerca di appiopparti certi prodotti solo perchè sono nuovi ed appena usciti.

Oggi la realtà finanziaria è davvero difficile e investire in borsa di questi tempi è più complesso forse rispetto alla fine degli anni '90.

E soprattutto, se prima il mercato era fatto da squali oggi può essere più terribile perchè costituito da invisibili branchi di piranha: questi pesci possono essere anche vicino a riva, non li vedi e quando ti accorgi che ci sono è troppo tardi. Lo squalo lo avvisti, lo puoi riconoscere da lontano, sai come e dove vive: è pericoloso ma hai imparato un po' di più a difenderti.

Detto questo se non soffrite di mal di mare, vi sentite sicuri, e volete investire in certi mercati, fatelo. Ma attenzione ai cattivi consiglieri e non siate troppo sicuri di voi stessi.

LINK: http://www.repubblica.it/2007/10/sezioni/economia/borse-calo/paura-recessione/paura-recessione.html

venerdì 18 gennaio 2008

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Dal Paradosso all'Assurdo

Oramai ammetto di essere sempre più disorientato.

Qualche mese fa e precisamente il 22 ottobre qui http://agoradelrockpoeta.blogspot.com/2007/10/opinione-del-rockpoeta-morti-bianche-ma.html mi ero chiesto se quella famigerata e tanto richiesta legge per combattere il fenomeno dei morti e degli invalidi sul lavoro, che mi risultava approvata, era anche in funzione.

La risposta fu SI, esiste: si tratta della Legge 3 agosto 2007 N. 123

Bene, "Allora applichiamola!" Scrissi.

Tutto sommato è anche una buona legge, come tutte migliorabile, ma buona.

Sono passati alcuni mesi ma le cose non cambiano; i 7 operai morti a Torino non hanno fatto cambiare le cose. Nella notte appena trascorsa sono morti come topi imprigionati dentro una stiva due lavoratori portuali di Porto Marghera. (per i dettagli leggasi qui:http://www.repubblica.it/2008/01/sezioni/cronaca/morti-lavoro/tre-vittime-veneto/tre-vittime-veneto.html)

Ed allora, torno a richiedermi: cosa non va in questa legge se le morti bianche (come le chiamano loro per pulirsi la coscienza con un suono più sfumato e virtuale) continuano ad esserci?

La risposta, a mio modo di vedere è tanto semplice quanto ovvia e già sottolineata a suo tempo: non viene applicata come si deve! Dove sono gli Ispettori che dovrebbero controllare che tutto sia a norma di sicurezza? Ricordo al riguardo un commento di Franca ed anche di Gianfranco Guccia che spiegò bene i problemi connessi alla nomina di questi Ispettori e, se non ricordo male, anche della loro relativa possibilità di azione.

E Repubblica on line, ovviamente, invece di denunciare l'inefficienza dello Stato nell'applicare la legge, rilancia pro domo proprio la petizione per chiedere una legge più severa.

Sono sciocchezze! Nessuna legge sarà mai una buona legge se non la si potrà attuare veramente e senza problemi o limiti nel realizzarne i contenuti.

Eravamo lo Stato dei Paradossi, ed ancora lo siamo, dato che da un lato Cuffaro è condannato in primo grado a 5 anni di reclusione e, siccome è stato accusato solo di favoreggiamento semplice (ossia ha semplicemente aiutato gli altri imputati, alcuni dei quali condannati per associazione di stampo mafioso senza apparentemente favorire la mafia stessa....mah) ha dichiarato che non lascia la carica di Presidente della Regione mentre, dall'altro, solo per aver cercato la verità, al momento De Magistris deve trasferirsi e non fare più il PM; ora, però, stiamo diventando un vero e proprio palcoscenico dove si mette in scena il Teatro dell'Assurdo.

Le pantomime di politici, Confindustria, Sindacati, ecc... sono oramai uno show quotidiano mentre il 15% delle famiglie italiane non arriva alla fine del mese (Vi ricordate la mia poesia "Sabbie Mobili"?), i lavoratori italiani cadono quotidianamente con la frequenza ed intensità del bollettino di guerra giornaliero in Iraq o quasi e nel frattempo l'immondizia sta diventando un nuovo mare che "bagna" il nostro Paese.

E l'aria è sempre più irrespirabile.....non soltanto per colpa della spazzatura....

giovedì 17 gennaio 2008

NEWS: Deranged

Prima si divertì con la Fontana di Trevi; ed invece di attaccarlo fu pure incensato. Ed anche da persone dello spettacolo attraverso le tv ed anche i loro blog.

Siccome il Sig. Cecchini si deve essere sentito una sorta di nuovo Messia invece che un pirla, allora ne ha combinata un'altra.

Ha lasciato cadere 500.000 palline colorate dalla scalinata famosissima in tutto il mondo che ti lascia poi in Piazza di Spagna, a Roma ovviamente.

Tralasciando il pericolo che qualcuno ignaro o anziano fosse sulle scale in quel momento e scivolasse, è stato cmq giustamente fermato per interruzione di pubblico servizio.

Ha rivendicato l'azione con un volantino che recitava così: "Tattarattatà: i fratelli d'Italia si
son rotti le palle. Dal rosso Trevi alla quadricromia. Noi futuristi ascendiamo verso le vette più eccelse e più radiose e ci proclamiamo signori della luce perché già beviamo alle vive fonti del sole. Una macchia di colore vi tumulerà. Noi siam da tempo calpesti, derisi, perché non abbiam governi decisi".


Sulla qualità artistica del volantino sorvoliamo.,..... Ma quello che più mi ha veramente infastidito è che aveva uno sponsor!!!

Sì, esatto avete letto bene, uno sponsor ossia un sito di suonerie per cellulari e la ragione sapete qual è?

Semplice, il costo della bravata... 20.000 euro!!! C'è gente che non trova un lavoro e questo riesce a farsi sponsorizzare per buttare via 20.000 euro in palline colorate!!!!

Non so se essere più furioso con lui o con lo sponsor... forse con lo sponsor!

Vi lascio il link se volete approfondire questa "notizia"...

http://www.repubblica.it/2007/10/sezioni/cronaca/vandalo-trevi/palline-spagna/palline-spagna.html

--------------------------------------------

Intanto la Microsoft si arrabbia perchè hanno rivelato un suo progettino prima del tempo.... Loro infatti si sono affrettati ad affermare che questa nuova "invenzione" deve prima essere accettata all'ufficio brevetti e quindi passeranno dai 3 ai 5 anni e poi insomma bisogna vedere se verrà accettata (ed io spero proprio di no).

Di cosa si tratta? O, niente, una cosuccia ridicola, semplicemente (cito testuale dall'articolo di Repubblica on line che troverete qui sotto poi linkato)) "si tratta di un sistema di software capace di monitorare la produttività, la competenza e il benessere psicofisico di chi sta davanti a un computer. Il dipendente di un'azienda sarebbe collegato al proprio computer attraverso sensori senza fili, che permetterebbero ai suoi superiori di monitarne il battito cardiaco, la temperatura corporea, i movimenti, le espressioni facciali e la pressione del sangue. I sindacati britannici temono che i lavoratori potrebbero essere licenziati sulla base della valutazione data dal computer del loro stato fisiologico."

Questa brillante invenzione ovviamente la Microsoft sperava restasse al momento segreta.... Io mi chiedo come si possa pensare di poterla applicare! Qui da noi sarebbe contraria, se non erro, a norme precise sancite dallo Statuto dei Lavoratori.... Si, va beh, noi siamo quelli della " Legge 30", credo che dello Statuto dei Lavoratori oramai non importi più nulla a nessuno o quasi.

Marchingegni simili, ma credo non senza fili, esistono già e sono usati ma per professioni dove l'efficienza del lavoratore è essenziale perchè da lui, per es. possono dipendere altre vite umane: un caso paradigmatico è quello del pilota di aereo.

Ma utilizzarlo su un impiegato o su un operaio, secondo me, significherebbe solo monitorarlo illecitamente per controllarlo.

Questo non è ammissibile!

Vi lascio alla esilarante dichiarazione rilasciata attraverso una lettera inviata al Times da Horacio Gutierrez, vicepresidente dell' Intellectual Property and Licensing, Microsoft Corporation; trattasi di uno stralcio della stessa:

"Il tempo richiesto dal processo di approvazione di una brevetto è di circa 3-5 anni. Questa particolare richiesta riguarda un'innovazione finalizzata al miglioramento dei sistemi di monitoraggio di alcuni parametri dell'individuo, e utilizza ad esempio il rilevamento del battito cardiaco di un utente per definire la sua condizione fisica e segnalare quando possa avere bisogno di assistenza nelle sue attività, mettendolo in contatto diretto con altre persone che potrebbero essere in grado di aiutarlo".


Ok dopo lo spazio comico torniamo seri. La Microsoft non è nuova a tentativi liberticidi. Sarebbe il caso di iniziare a vedere Bill Gates per quello che è: uno che è legato al potere e che sembra anche molto addentro alle questioni tecnologiche legate alle prossime Olimpiadi.... Basta guardare la foto dell'articolo che vi sto per linkare.....

http://www.repubblica.it/2006/09/sezioni/scienza_e_tecnologia/microsoft4/big-brother/big-brother.html

-------------------------------------------

Ed ora un articolo su Repubblica di ieri di Rampini: con quell'articolo si scrive che Cina ed India sono riuscite a crescere come ricchezza moltissimo in quanto hanno saputo, al contrario dei Paesi Europei per es, e dell'Italia quindi su tutti, sfruttare al meglio l'effetto della globalizzazione; ossia hanno saputo esportare di più e meglio i loro prodotti.

Vero, peccato che per farlo, dico io, la Cina continui a calpestare i diritti umani, distrugga l'ambiente e si disinteressi di quanti minatori muoiono travolti ed inghiottiti dalla terra nell'arco di un anno, e l'India stia soprattutto arrichendo una fascia limitata di persone che vivono nella capitale ed in pochi altri posti mentre il resto della popolazione muore in strada per stenti e malattie.

Di solito apprezzo gli articoli di Rampini, questo onestamente l'ho capito davvero poco. (Repubblica pag.11 di ieri)

----------------------------------------------

Come saprete, la notizia è vecchiotta oramai: da poco tempo è stata approvata la moratoria contro la pena di morte. Un primo passo molto importante che ha visto tutti i bloggers in rete molto soddisfatti per questo risultato.

Io, vorrei oggi dedicare questa poesia a quei paesi, USA in primis, che hanno votato contro e che ancora prevedono nel loro Paese la possibilità di porre in essere esecuzioni capitali.

COMFORT

Ti fanno sedere
Casco sulla testa.

Sembra di essere
Su una monoposto di Formula Uno.

Ma il volante non c’é.

C’è solo la sedia…

Braccia bloccate
Polsi legati
Come cinture di sicurezza contro la vita.

E per un’ultima volta
Energia pura come adrenalina
Sconvolgerà il tuo corpo

Elettroshock per curare
Una volta per tutte

Una volta per sempre.

Altrove invece sono per il comfort…

Ti fanno sdraiare comodo su di un lettino
Quasi un check up.

Ti mettono aghi, fili
Ti iniettano morte.

Dead man lying….

Infine c’è chi ha la passione dell’antiquariato
Corda al collo e voilà
L’emozione della storia è servita.

E la civiltà è salva.


DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA

Per non dimenticarci che nel mondo si può ancora uccidere "legalmente".

martedì 15 gennaio 2008

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Facciamo Chiarezza

Facciamo Chiarezza ( o almeno proviamoci):

1) Papa Ratizinger può anche parlare alla Sapienza, gli altri hanno diritto libero ed insindacabile di contestarlo.

2) Papa Ratzinger se fa politica direttamente dentro le istituzioni e cerca di far passare come criminali chi dissente, è inevitabile che subisca contestazioni. Non è giusto che gli si impeidsca di parlare e di chiedere che non intervenga; noi laici non siamo come loro, non diventiamolo.

3) Oramai è assodato che Buttiglione si capisce da solo e che così confonde tutti; cmq sembra aver affermato che i 67 docenti avrebbero criticato erroneamente Ratzinger laddove lo hanno accusato di difendere le tesi più conservatrici contro Galileo Galilei. Secondo lui bastava leggere il libro del Pontefice per rendersene conto...mah.

L'Osservatore Romano uscirà stasera alle 18.00 invece con un articolo dove si riporterà quando anni fa l'allora Cardinale Ratzinger difese sempre alla Sapienza il diritto di Galilei ad usare la ragione; se fosse così quei 67 docenti avrebbero (io la loro lettera non l'ho visionata e quindi non posso dire se è davvero così) accusato Ratzinger erroneamente. Credo che peraltro ci siano molte sfumature al riguardo: ho sentito diverse tesi sul punto, una per la quale Ratzinger invece sarebbe stato contro la tesi più permissivista del Cardinale Belardoino (se non sbaglio il nome...)tesi che altro non era che una sorta di ipocrita "mediazione clericale". Insomma, per dirimere questa controversia dovremmo avere sottomano sia quanto davvero scritto da Ratzinger che la lettera di quei docenti; docenti che penso non si saranno fermati a questa argomentazione: basterebbe ricordarsi di come il Papa oggi utilizzi gli argomenti più disparati per attaccare la laicità dello Stato: temi come la moratoria sulla pena di morte per poi attaccare la legge 194 o ancora dichiarare che chi non è per la famiglia tradizionale è un terrorista, ed ancora cercare di insinuarsi nelle pieghe di una politica e di politici allo sbando per minare la libertà laica di pensiero, lo trovo assolutamente vergognoso.

4) Spero che Ratzinger non scappi: che abbia il coraggio di affrontare una contestazione anche di studenti che vogliono solo far sentire il loro dissenso senza violenza o aggressività verbale. Se declinasse l'invito sarebbe una sconfitta per lui, soprattutto se paragonato al coraggio ed al carisma del suo predecessore che non esitò a continuare ad andare in pubblico anche dopo l'attentato subito: E qui parliamo di tentato omicidio e non contestazione verbale... Giovedì sapremo

5) Una parola sul Rettore: credo che Ratzinger non si sia autoinvitato quindi anche il Rettore forse avrebbe dovuto valutare l'utilità di questo invito. Magari la possibilità di contraddittorio alla fine del suo intervento sarebbe stato meglio permetterlo....

Si è detto che essendo il Papa un Capo di Stato non è possibile fare domande dopo il suo intervento.

Due considerazioni al rigaurdo:

a) Questa faccenda del Capo di Stato la tirano fuori solo quando a loro conviene: quando invece il Pontefice si intromette nella politica italiana, (cosa inaccettabile se fatta da un Capo di Stato soprattutto poi nei modi poi in cui il Papa la pone in essere) allora si parla di Capo Spirituale. In questo caso invece no...

b) Devono un attimo tutti mettersi d'accordo: Ratzinger in quale veste viene alla Sapienza? Papa, Vescovo di Roma o Professore dato che in Germania insegnava negli atenei? Alcuni hanno detto che la sua veste era l'ultima da me riportata, quindi l'impossibilità di fare domande alla fine del suo intervento verrebbe meno.

Certo con il fatto che anche lui sembra essere uno e trino, tutto diventa più difficile: Professore, Papa, Vescovo, e poi critichiamo Berlusconi per le sue tv....

Ok, in attesa di Giovedì prossimo quando sapremo come sarà andata (salvo annullamento visita) altro da dire non mi sembra esserci.

Solo ribadire: contestazione civile Sì, censura No perchè noi non siamo come loro.

UL.TIMA ORA: ll Vaticano ha annullato la visita per mancanza delle condizioni di sicurezza:...... Prevedibile.

sabato 12 gennaio 2008

L'Angolo del Rockpoeta: "Parole Superflue"


Aderisco con piacere all'iniziativa assolutamente lodevole lanciata dal blog "Lo scarabocchio di Comicomix" che mi orgoglio di aver linkato, tesa a sensibilizzare su una malattia terribile, il Neuroblastoma, un tumore dell'infanzia che è la principale causa di morte per queste creature dolcissime in età pedatrica. Qui di seguito il link, che vi chiedo di leggere, per saperne di più anche sull'iniziativa: http://www.comicomix.com/Sorriso_per_un_anno.asp

Di fatto se farete un post e lo segnalerete al loro blog, scrivendo alla mail che trovate aprendo il link da me sopra riportato, loro per ogni post segnalato doneranno 2 euro alla Fondazione per la lotta al Neuroblastoma.

Leggete questo post, il loro link e chi desidera dia davvero una mano vi prego.

Ecco il mio contributo:

PAROLE SUPERFLUE

Cammino
fra Voi
tra manine sorridenti
ed occhioni dolcissimi
spalancati
sull’infinito.

Vi guardo,
ed accosto indegnamente
Parole Superflue
di fronte al Vostro dolore.

Ferito
dalla Vostra sofferenza

Emozionato
dal Vostro coraggio

Ammirato
dalla Vostra forza

Commosso
dal Vostro profondo
Amore
per la Vita.

E la mia commozione
le mie lacrime indegne
si sciolgono
nei Vostri sorrisi
disegnando
un Arcobaleno d’eternità.


DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA

venerdì 11 gennaio 2008

OPINIONE DEL ROCKPOETA: JUST WALK

Per chi ama i post un po' personali qui troverà nella prima parte dello stesso, parziale soddisfazione :-)))

Infatti per poter trattare del tema oggetto del post non posso non partire da un fatto personale accadutomi purtroppo questo lunedì.

Il Rockpoeta si è procurato una distorsione alla caviglia sinistra con sospetto (ma questo sospetto credo sia scongiurato)interesse del legamento pe.. qualcosa; va beh insomma mi sono fatto la bua LOL!

Questo non mi ha fermato dall'uscire ma ovviamente senza poter guidare l'auto per ora (e togliere al Rockpoeta l'auto è QUASI come togliergli le poesie LOL) e con le stampelle. Aggiungete che non mi sono mai fatto nulla nè fratture nè altro, quindi potrete immaginare lo shock nel vedermi un bendaggio rigido detto tensoplast (così lo definiscono gli addetti ai lavori lol....)

Prognosi: 15gg. salvo complicazioni (e sto facendo tutti gli scongiuri del caso :-)))!!!)

Ok finita la parte amena del post dove vi ho anche rivelato importanti dati personali tutelati da privacy LOL, veniamo al post vero e proprio.

E qui divento serio.

Scrivendo poesie mi capita di immedesimarmi nelle emozioni e nelle sofferenze degli altri pur non essendo nella loro condizione (Fraseggio Morente, L'Odore acre della Libertà su youtube, "Il Miraggio", ecc...) ma sperimentare sulla propria pelle certe realtà problematiche che sai esistere ma non ritenevi così estese, è cmq sempre sconvolgente.

De facto sono in piccolo una sorta di "Disabile Temporaneo" se mi passate l'espressione forse poco felice ma che serve a rendere l'idea credo. Stampelle e difficoltà ad appoggiare il piede sinistro, comportano situazioni complicate girando in Città.

A Genova, dove cmq qualcosa è stato fatto, le barriere architettoniche sono ancora parecchie. Marciapiedi per aspettare il bus in Via Dante molto alti, portici viscidi con il rischio di una scarsa aderenza delle stampelle stesse, necessità di ingegnarsi in molte strade dove i buchi nell'asfalto sono simili a crateri di meteoriti cadute sulla Terra millenni or sono. A questo aggiungetevi le difficoltà nello spostarti in casa e prendere cose tra le mani (tanto è vero che spesso in casa saltello e non le uso...) e grave senso di imbarazzo e rabbia nel non fare le cose come vuoi.

Ora, fino all'ultimo mi sono chiesto se fare questo post, dato che molti sono in situazioni davvero più serie e definitive rispetto alla mia.

Mi sono risposto di Sì perchè volevo che questo post fosse una testimonianza di chi poi (si spera....) tornerà come prima ed un monito a me stesso ma anche a tutti voi, nel non dimenticarci di una questione che in parte è risolta ma che resta ancora attuale e di importante risoluzione.

Per tutti loro questa poesia, esemplificativa se volete, ma sincera:

JUST WALK

Ho camminato carponi lungo ringhiere fredde
Come l'indifferenza.

Ho strisciato lungo pareti bucciate
Per sentire il gelo della morte.

Ho provato ad alzarmi con orgoglio
Odiando Dio per questa maledizione

Ma ho amato davvero
Chi ha saputo leggere oltre i confini di un muro.

Io
Arti sfiniti ma Anima Integra

Voi
Fisicamente idonei
Ma disabili dentro.


DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA

PS: Spero che nessuno si sia senito infastidito da questo post o che lo possa ritenere forse superficiale nel modo in cui ho trattato l'argomento. Ho solo voluto riportare mie sensazioni traslandole successivamente all'interno di una problematica assai seria e tutt'altro che risolta. Ho fatto questo post con la speranza che le parole abbiano la forza della vita e possano risvegliare tutti noi dal torpore che abbiamo verso questo tema.

Sì, speranza, perchè come cantava P.Bertoli in una sua famosa canzone " Eppure il vento soffia ancora".

Daniele il Rockpoeta

mercoledì 9 gennaio 2008

NEWS: Worldwide

Avrete letto sui quotidiani cartacei o quelli on line, o ancora avrete seguito dalla televisione.

Napoli come Parigi. Cassonetti bruciati, immondizia che prende fuoco, auto rovescitate. Scenari simili a quelli delle banlieues in Francia. Ragioni dei disordini apparentemente differenti, ma in realtà molto simili: disagio di persone che si sentono considerate non persone ma schiavi moderni o cmq esseri umani di serie B. Il disagio sociale non ha confini come si vede e non ha colore di pelle. Il colore della pelle dei diseredati è uno solo: il grigio, come il fumo di ciminiere agonizzanti che offuscano l'aria o di auto incendiate, cmq ingiustamente, per rivendicare diritti primari.

A Napoli arriverà l'esercito.... vedremo, se ci saranno scontri potremo ufficialmente e "tecnicamente" parlare veramente di guerra civile. Davvero un panorama inquietante.

-------------------------------------------------

Dopo l'uscita "poco fortunata" di Padoa Schioppa qualche tempo fa quando definì i ragazzi italiani dei "bamboccioni", ora è un quotidiano inglese, oserei dire un tempo di grande prestigio, oggi forse un po' in calo sotto l'aspetto qualitativo della testata, il Times, ad affermare che il maschio italiano è in declino perchè de facto "bamboccione", concluderei io, in quanto, parole del Times, "mammone, vanesio e poco sexy"

Come mai, ci si domanderà, di colpo registriamo un così forte interessamento da parte del Times verso gli italiani? Forse, anche se qualcuno potrebbe pensare che sia io che il giornalista di Repubblica siamo un po' maligni, tutto è riconducibile al momento in cui Fabio Capello ha accettato di diventare l'allenatore della nazionale inglese.

Blatter, svizzero, ha detto che è quasi una bestemmia che una nazionale di tali tradizioni si affidi ad un allenatore estero (Come se il precedente Coach, Sven Goran Eriksson fosse stato inglese..... - era svedese per chi non lo sapesse ndr-); altri ancora in Inghilterra iniziano a mostrare una certa mal celata invidia.

Insomma, potremmo dire parafrasando Paolo Conte"...Che agli Inglesi ancora gli girano"...

Il Link: http://www.repubblica.it/2008/01/sezioni/esteri/maschio-italiano/maschio-italiano/maschio-italiano.html

----------------------------------------------------

Un tempo (non tanto lontano in verità) l'inglese (inteso come idioma ehm....lol!) incuteva timore e sospetto. Era quando si coniavano o si utilizzavano parole di quella lingua per nascondere o non far capire alla gente comune cosa in realtà si stava realizzando.

Una di queste espressioni era "Joint Venture" che altro non era che, semplificando al massimo il concetto, l'unione di due o più colossi (spesso grandi multinazionali) per realizzare un singolo progetto o proprio per creare un blocco unico che formasse una sinergia ("sinergia", classico es. di parola italiana da temersi molto di più dell'inglese...) per, di fatto, dominare più facilmente il mercato di loro competenza.

Oggi, l'inglese è più conosciuto e pertanto non si usano più termini così "pericolosamente" precisi per esprimere certi concetti.

Google si è quindi "alleato" con la Panasonic per far uscire negli USA e poi nel mondo se le vendite saranno soddisfacenti, una Tv che permetta di andare on line ovviamente potendo permettere all'utente di usufruire solo dei servizi di google....

Altri stanno andando in quella direzione peraltro non solo Google.

I problemi pratici al momento sono che via Tv la qualità delle immagini internet non è eccelsa ed inoltre, aggiungo io, se cmq l'accesso alla rete sarà limitato solo a certe aree e certi portali certamente non attireranno gli utenti più indipendenti, giovani e scafati che frequentano la rete.

La notizia può sembrare futile ma in realtà non lo è. Ci sono due modi per colpire internet:

1) Il primo è quello di oscurare siti in modo più o meno legale, o di trovare il modo di far pagare quello che prima era gratis magari acquisendo la proprietà di quel sito e di quel dominio.

2) L'altro, più subdolo, consiste nel fornire una finta pluralità di servizi ma tutti poi riconducibili ad un unico padrone. Sky, per es. è così: anche se puoi vedere canali davvero diversi tra loro anche di informazione, resta sempre con questo germe e questo difetto alla radice.

La forza della rete è e sarà sempre la sua libertà di fruizione, la sua gratuità e soprattutto la possibilità reale di spaziare ovunque si voglia andare a leggere attraverso un semplice "click"

Il Link: http://www.repubblica.it/2007/12/sezioni/scienza_e_tecnologia/google-7/google-tv/google-tv.html

---------------------------------------------

Ed infine una "non notizia": le stragi del sabato sera, che oramai sono anch'esse un male con cui la società sta abituandosi a convivere, mostrando una rapida ed efficace quanto assai triste capacità di assuefazione ad ogni accadimento, specie se ripetitivo e non risolto.

Non c'è al momento una notizia specifica su cui ritagliare questa parte di post, ma solo il bisogno di parlarne per denunciare la tristezza ed il dolore che mi prende quando innocenti muiono per colpa di chi non sa divertirsi...

FESTA SOLITARIA

Festa Solitaria
Alla deriva
Di solitudini di massa
E itinerari fasulli
Di aggregazioni sociali
Sciolte in una lacrima di acido
Perse in una nube di popoloso isolamento.

Folla Manzoniana del Terzo Millennio
Illusa di avere consapevolezza di sé
In realtà massa indistinta di gente
Priva di individualità.

Suoni di una Festa
Due ragazzi
Escono
Annoiati.

E
Nei loro volti
Si legge
La solitudine triste
vissuta
In mezzo al nulla di una folla spenta.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA

lunedì 7 gennaio 2008

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Da Napoli a Baghdad...

Da Napoli a Baghdad, ecco i primi "botti" del 2008!

Napoli soffoca tra i rifiuti di ogni tipo (anche umani come politici collusi e camorristi in doppio petto) ma viene baciata dalla "buona sorte" di un suo cittadino che trionfa nella notte della fortuna.

E vedo già i servizi dei media pronti a celebrare questo lieto evento! Immagino certe frasi tipo "Una città ferita da ingiustizie e disagio che trova sempre la forza di non morire e di sorridere" (secondo me forse loro condirebbero il tutto con molta più melassa di quanto io abbia provato a simulare) e così ecco che la guerra civile che è quasi in atto in queste ore in Campania a Pianura e nelle altre zone interessate, passerà leggermente in secondo piano.

Ma quel "leggermente" sarà più che sufficiente per veder scivolare quella notizia verso il centro dei TG per trattarne distrattamente salvo che per enfatizzare le solite note morbose degli scontri delle tensioni e via discorrendo.

Ma delle vere ragioni che causano a Napoli questi disagi da sempre (chiamare emergenza un problema perenne è davvero curioso, ci manca solo che qualcuno decida di coniare un nuovo simpatico ossimoro: "emergenza perenne") nessuno vuol parlare. Del perchè Camorra e Stato vanno a braccetto come due fidanzatini oramai ampiamente sposati ma sempre tanto innamorati nessuno ne parla. Degli sprechi dei Commissari succedutesi in questi anni solo brevi accenni....

Di un ministro (volutamente con la "M" minuscola) come Mastella di cui ben conosciamo le prodi gesta e le "virtuose"conoscenze non se ne parla. E delle gravi responsabilità e collusioni di tanti personaggi campani e non solo che ancora siedono in Parlamento o che cmq ancora hanno una forte influenza su molte cose in quell'area, perchè non se ne parla mai? Ed ovviamente non si ha neanche, scrutando all'orizzonte, notizia di un serio reportage che voglia davvero parlare della Campania e dei suoi problemi a 360°. Se non c'è "Report" non ci pensa nessuno.

Ed allora, forse potrete capire come, a mio modesto avviso, quel biglietto della Lotteria Italia estratto a Napoli sia per quella città una vera iattura: certo il possessore del prezioso tagliando ovviamente è stato baciato davvero dalla fortuna e magari se davvero è di Napoli prenderà la palla al balzo per andarsene, ma gli altri restano ed i problemi di Napoli non spariscono.

Scrivo tutto questo con sincera amarezza amando Napoli, una città che conosco bene dove conosco persone che stimo; città che ho sempre sentito viva e vitale quando ho avuto la fortuna di andarci.

------------------------------------------------

Cambiamo scenario, ma forse non di molto, e parliamo di compleanni.... al fronte!

Visto che la guerra in Iraq di per sè non fornisce ai soldati USA abbastanza occasioni per sfogare la loro adrenalina, ecco che il nonnismo torna a far capolino tra i commilitoni annoiati dalla....monotonia della guerra.

In realtà non è proprio sempre nonnismo dato che a volte si tratta di scherzi pesanti tra commilitoni di pari grado ma resta il fatto di comportamenti pesanti in occasioni appunto di feste di compleanno.

Ragazzi costretti a vestirsi da donna a torso nudo e poi schiaffeggiati ed il tutto ovviamente ripreso e poi messo su internet.

Questo è solo un esempio, ed a volte certi scherzi hanno anche avuto come bersaglio donne soldato.

E' questo il modo di "esportare" democrazia?

Per saperne di più vi lascio il link all'articolo che, per chi li volesse vedere, ha a sua volta il link ai video in questione.

Come commentare questa notizia: So' ragazzi?

IL LINK: http://www.repubblica.it/2008/01/sezioni/esteri/iraq-122/compleani-americani/compleani-americani.html

domenica 6 gennaio 2008

19 VOLTE GRAZIE!!! Thinking Blogger Award.


Io stento ancora a crederlo. Nominato e quindi premiato per ben 9 volte come blogger che fa riflettere! E' davvero una emozione stupenda per me e vi ringrazio davvero immensamente!

Prima di passare alla parte "tecnica" del meme permettemi di ringraziare coloro che, insieme ad altri blog, hanno deciso di inserire anche il mio in quella prestigiosa cinquina.

RIGOROSAMENTE IN ORDINE ALFABETICO:

1) Il Blog di Antonio La Trippa (http://antoniolatrippa.blogspot.com/)

2) Il Blog di Chit (http://http://www.blogger.com/img/gl.link.gifwww.chitblog.net/?)

3) Il Blog di Mimmo " Cliccare Mimmo" (http://mimmoworld.blogspot.com/)

4) Il Blog di Cristian (http://wwwblogdicristian.blogspot.com/)

5) Il Blog di Cristina "Omnia munda Mundis"(http://blog.libero.it/omniamundamundis/)

6) Il "Divano di Mario"(http://ildivanodimario.blogspot.com/)

7) Il Blog di Eccio "A & P Community" (http://eccio.wordpress.com/)

8) Il Blog di Enzo Rasi "Omologazione non richiesta (http://enzorasiyahooit.blogspot.com/)

9) Il Blog di Guernica " A Tutta Vita" (http://atuttavita.blogspot.com/)

10) Il Blog di Lele " Diario Aperto...... (http://wwwdiariolele.blogspot.com/)

11) Il Blog di Mat "Ghi8lino" (http://greatgibo.blogspot.com/)

12) Il Blog di Moticanus (http://moticanus.blogspot.com/)

13) Il Blog di Romina "Oltre il Cancello" (http://oltreilcancello.wordpress.com/)

14) Il Blog di Pino Amoruso "Aschenazia" (http://pinoamoruso.blogspot.com/)

15) "Poetryfreedom" di Ciro (http://poetryfreemylife.blogspot.com/)

16) Il Blog di Sergio " Di tutto" (http://sp1938.blogspot.com/)

17) Il Blog di Silvio Irio " Pensiero Libero" (http://silvioirio.blogspot.com/)

18) Il Blog di Simona - Rudy Guevara " Il mio spazio libero" (http://rudyguevara.blog.kataweb.it/)

19) Il Blog di Simona Neri "Cose di questo mondo" - la prima a nominarmi in ordine di tempo - (http://simonaneri.blogspot.com/)


Grazie di cuore perchè questa nomination automaticamente ti premia per quello che fai. Ed è un onore per me averla ricevuta.

Sì, un onore, perchè perchè questo riconoscimento viene da chi per me conta davvero ossia amici on line che leggono moltissimi blog davvero belli e che, scusate se mi ripeto, hanno scelto me, anche me, per inserirmi in questo meme.

E veniamo alle nominations e quindi ai blog da me scelti. Il criterio di scelta sarà ( non me ne vogliate) quello di indicare ovviamente chi ritengo meritevole e tratta tematiche sociali MA anche, tra questi e siete tantissimi, coloro che NON mi risulta ancora essere stati premiati.

Ma sapete benissimo quanto vorrei poter nominare tantissimi di voi che mi leggete e mi commentate.

Come ho scritto anche qui sul mio blog in un commento, è da poco più di un anno che ho questo spazio ed ho avuto la fortuna di incontrare nella rete persone davvero uniche. E di questo vi ringrazio ed a tutti voi va il mio premio il "Rockpoeta Award" con tutto il cuore.

I Prescelti sono (anche qui in rigoroso ordine alfabetico):

1)"La penna che graffia" Blog di Riccardo Gravioso neoacquisto tra i miei links ma assolutamente meritevole (http://lapennachegraffia.blogspot.com/)

2) "Non contro ma per" di Samuele Siani per i suoi lucidi ma non per questo meno accorati post su problematiche di attualità avendo sempre occhio alle fonti e dando sempre importanza alla verità dell'anima.(http://noncontromaper.splinder.com/)

3) "Oltre la monnezza" di Libero 83: un blogger ed il suo impegno costante contro mafia, camorra 'Ndrangheta e tutta la criminalità organizzata nonchè le sue squallide connivenze con la politica. (http://oltrelamonnezza.splinder.com/)

4) "Ora Anch'io..." Blog di Carmela alias "Donnanonmoderna": Blog davvero meritevole di menzione, scritto da una insegnante che è a stretto contatto con dei carcerati e che tramite la sua e la loro voce racconta e ci fa conoscere una realtà, quella carceraria, di cui non siamo per nulla a conoscenza. Vite vere, voglia di riscatto, e desiderio di cambiare: non sono solo frasi fatte dentro un carcere e Carmela ce lo dimostra ogni giorno dal suo blog (http://donnanonmoderna.blog.lastampa.it/oraanchio/)

5) Salpetti "La Forza del Blogging: Attualità e denuncia in un blog che si lascia leggere con ironia e semplicità.(http://salpetti.wordpress.com/)

Ecco ho finito il duro lavoro. Menzioni speciali andrebbero a molti altri di voi da coloro che mi hanno nominato a Cristina di Omnia Munda Mundis a Franca e poi ancora al blog "Libero di pensare" ecc....

Chiudo questo post con il doveroso link al blog inglese per il rispetto delle regole: http://www.thethinkingblog.com/2007/02/thinking-blogger-awards_11.html

Ed infine un riassunto delle regole che si devono rispettare se si vuole proseguire con il meme:

-partecipare solo se si è nominati
-Lasciare un link al post originario (inglese)
-inserire nel post il logo thinking blogger arward
-indicare 5 blog che hanno la capacità di farti pensare.


Grazie ancora!

Con affetto
Daniele il Rockpoeta.

sabato 5 gennaio 2008

L'Angolo del Rockpoeta: "Due passi nel Delirio"

Due passi nel delirio: uno all'interno della nostra realtà e l'altro, anche se spero di no, di un ipotetico futuro....


TWO STEPS INSIDE....

Vagiti ululanti
Angeli demoniaci bevono sangue
E divorano materia grigia.

Istruttiva passeggiata
Lungo pendici del delirio
Cassonetti soffocanti
Rigurgitano il peggio di noi stessi.

Lamenti carnali,
Erotismo virtuale
Spegne
La nostra capacità di pensare.

Le senti?
Raffiche urlanti
Delazioni fittizie
Unguenti per lenire le ferite della Verità

Bende per coprire gli occhi
Creme per lenire le ferite di Verità celate.

E Loro,
Muoiono ogni giorno:
Da una impalcatura
Per mano di folli imbotitti di plastico
O soffocati da rifiuti umani e reali.

Siamo nel mondo
Il nostro mondo
Assaporatene le escrescenze di morte
Godete dei suoi pervertiti richiami!

Voi siete ciò che vedete allo specchio....

MA una voce lontana
Singhiozzante,
Voce d'amore e di passione
Si levò alta tra fumi e macerie
Penetrando rughe caligginose
E lacrime riarse.

Una corrente d'aria sconvolse L'Universo
Un breve alito di luce.

Solo Noi possiamo uccidere il Futuro
Who will change the Present?

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA

------------------

Ipotetico Futuro.....


DENTI DI PLATINO

Denti di Platino
Mordono
Asfittiche ipocrisie

Scheletri di Diamante
Bevono sangue
E
Saccheggiano ossa
Cercando resti di Vita Primitiva.

Immagini tridimensionali
Alta definizione:
Quarto Millennio
“Un nuovo mondo”

Un mondo disperso
Come dispersi
Sono i suoi pochi abitanti…

Scheletri di Diamante
Si cibano
Denti di platino
Addentano
Resti Umani del Terzo millennio….

Inferiate d’acciaio
Gabbie strette ed anguste
Riservate agli ultimi esemplari della specie umana.



L’UOMO
PROTAGONISTA ASSOLUTO
DEGLI ZOO DEL QUARTO MILLENNIO



Il Terzo millennio,
Un nuovo “1984”

Il Quarto
L’Apocalisse.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA

giovedì 3 gennaio 2008

OPINIONE DEL ROCKPOETA: "Il Bivio"

Terri Schiavo, Piergiorgio Welby, Eluana Englaro.

Differenze:

Terri Schiavo è morta non rendendosi neanche forse conto di ciò che le stava accadendo

Welby ha ostinatamente voluto morire con dignità.

Eluana Englaro prima di avere l'incidente che ora la lascia di fatto da anni vegetare aveva per coincidenze incredibili del destino pochi mesi prima, afferamato a chiare lettere che in caso le fosse mai accaduto qualcosa di simile, non l'avrebbero dovuta lasciar vegetare in quel modo.

Morire con dignità o "buona morte" che poi non è altro che il significato letterale di eutanasia.

Eutanasia che può essere attiva o passiva; un modo per non vedere soffrire chi si ama. Forse anche un modo per non essere degli "egoisti sentimentali" ma anche, se esiste perfino in modo palese la volontà dell'individuo, un modo per rispettare le sue intenzioni.

E qui veniamo all'altro aspetto collegato all'eutanasia che è il testamento biologico.

Credo che un paese civile dovrebbe regolamentare queste cose e concedere il diritto a morire con dignità. Diritto non obbligo, quindi scelta che viene fatta, in casi specifici, dall'individuo direttamente ove potendo o dai familiari insieme anche all'equipe medica quando la situazione cmq disperata impedisce al malato oramai terminale di poter esprimere un parere in quanto di fatto ridotto ad un semplice vegetale.

Io altro non voglio aggiungere se non il link qui sotto per darvi maggiori informazioni su tale questione, perchè vorrei che si aprisse una pacata discussione e che questo post non fosse un puro e semplice editoriale ma permettesse un civile dibattito con il vostro contributo.

Intanto come la penso lo avete già capito: mi "limito" ancora a fare solo due cose perchè le sento:

1) La prima lasciare questa poesia che scrissi pochi giorni prima che Terri Schiavo morisse

2) L'altra, con voi testimoni, è lasciarvi qui sul mio blog il mio testamento biologico contenente le linee guida essenziali.

http://www.lucacoscioni.it/notizie/eutanasia_testamento_biologico?page=5

IL BIVIO

Sguardo
Sorridente
Perso nel vuoto
Senza un perché.

Suoni dall’esterno
l’attraggono
ma non la svegliano.

Occhi ingannevoli
sorridono
simulando
crudelmente
uno stato cosciente
che non c’é.

Dilaniante dilemma
di coscienza

Lei
inerme
come una neonata.

Decidere
senza “egoismi sentimentali”
ma
esclusivamente
nel suo interesse,
la scelta più difficile.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA

Ed ora come annunciatovi il mio:

TESTAMENTO BIOLOGICO

Io sottocritto Dr. Daniele Verzetti, altresì conosciuto come Rockpoeta, nato a a Genova il gg mese 1967, ivi residente in Via....... Cap............ nel pieno possesso delle mie capacità mentali essendo completamente in grado di intendere e volere, al fine di salvaguardare la dignità della mia persona

Affermo Solennemente

con questo documento, che deve essere considerato come una vera e propria dichiarazione di volontà, il mio diritto, in caso di malattia, di scegliere tra le diverse possibilità di cura disponibili e al caso anche di rifiutarle tutte, nel rispetto dei miei principi e delle scelte di seguito indicate.

Intendo inoltre che le dichiarazioni contenute in questo documento abbiano valore anche nell'ipotesi in cui in futuro mi accada di perdere la capacità di decidere o di comunicare le mie decisioni ai miei medici curanti sulle scelte da fare riguardo ad una malattia.

A questi fini prevedo la nomina di un fiduciario che si impegna a garantire lo scrupoloso rispetto delle mie volontà e, se necessario, a sostituirsi a me in tutte le decisioni.

Chiedo ciò perchè amo troppo la vita per restare a guardarla da vegetale come spettatore inconsapevole, o soffrire terribilmente senza speranze di vita alcuna.

DANIELE VERZETTI

-------------------------

PS: per redigerlo in forma completa e dettagliata si veda il link sottostante
http://www.lucacoscioni.it/testamento_biologico_facsimile

martedì 1 gennaio 2008

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Fiero Di Essere Un Terrorista...

Buon Anno a tutti!!! Spero che l'ultimo dell'anno l'abbiate passato bene. Per quanto mi riguarda, casomai a qualcuno possa interessare altrimenti mi scuso lol, io mi sono davvero divertito.

Nuovo anno, e ovviamente ci si aspetta che sia foriero di tante belle cose e di sogni che si realizzano. Nuovo anno e si spera che non sia monotono e privo di sorprese (magari piacevoli eh...)

Bene, sotto quest'ultimo aspetto non posso dire di potermi lamentare.

Siamo appena al primo gennaio 2008 e già faccio una "scoperta sensazionale!" Ho scoperto di essere un terrorista!!!

Benedetto XVI ha infatti affermato che chi non crede che la famiglia sia costituita solo dall'unione (indissolubile suppongo!) di un uomo ed una donna mina la pace mondiale (così ha riportato il TG1)

Controllo su Repubblica on line e la frase stralciata sembra essere leggermente più edulcorata, ma in realtà non modifica di una virgola il concetto così come sintetizzato brillantemente dal TG1: "La famiglia naturale, fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna, è culla della vita e dell'amore e la prima e insostituibile educatrice alla pace. Proprio per questo la famiglia è la principale agenzia di pace e la negazione o anche la restrizione dei diritti della famiglia, oscurando la verità dell'uomo, minaccia gli stessi fondamenti della pace". (Per l'articolo intero si veda qui:http://www.repubblica.it/2007/12/sezioni/esteri/benedettoxvi-18/messa-capodanno/messa-capodanno.html)

Scopro quindi di essere un terrorista. Perchè?

Io non credo che la famiglia sia solo quella che vuole la Chiesa e sono per le unioni di fatto anche tra persone appartenenti allo stesso sesso. Quindi, non sono per un processo di pace, e pertanto, probabilmente, arrivo perfino con le mie eretiche affermazioni a minare la pace mondiale. Chi mina la pace mondiale è un terrorista, ergo io sono un terrorista!

Un sillogismo complesso mi rendo conto e pure falso (se non altro perchè non sono un terrorista per davvero) ma se questo è il Ratzinger-pensiero io gli rispondo che sono fiero di essere un terrorista!

Solo non mi spiego cosa c'entro io con i miei pensieri da eretico miscredente sulla famiglia con l'uccisione di Benazir Bhutto, con la mafia, e con i morti a centinaia in Kenya per il dopo elezioni.

Occhio quindi quando entrate da me, sono controllato come e peggio di un membro di Al Qaeda LOL!!!

Ora che ci penso, per quello che leggo nei vostri blog ed anche nei vostri commenti qui da me, anche voi siete in gran parte tutti terroristi :-)))!!!!

Ancora un sincero augurio di Buon 2008!!!

Daniele Verzetti, Rockpoeta