venerdì 29 gennaio 2021

L'Angolo del Rockpoeta®: "Santa Pandemia"

Prima leggetela ma poi "perdete" quel paio di minuti per videoascoltarla (video in fondo alla poesia postata) credo che acquisti molto di più ascoltata (e leggendola prima comprenderete forse anche il perché) e poi udite udite nell'ultima parte... canto!!!!! Canto, beh diciamo che trattasi di un pietoso ma necessario tentativo di cantare... :-))) 

SANTA PANDEMIA

Ora basta 
Finitela tutti voi
Cultori tristi di un pessimismo corrosivo 
Cercate di vedere anche il bello 
Di questi momenti  difficili 
Di un anno indiscutibilmente drammatico
 
Cercate di guardare 
I lati positivi portati da questa pandemia 
Che ci sono
E sono eclatanti 

Vediamoli:

Morti per tumore, zero
Decessi per patologie cardiache nessuno
Perdite di pazienti per cirrosi epatica nessuna
Morti per influenza  nemmeno uno
E potremmo continuare a lungo

Visto?
Questa pandemia ha cancellato tutti i decessi 
Legati a tutte le altre patologie
Non è meraviglioso?
 
Come dite? Falso?
Ok molti avevano complicazioni
Dovute al peggioramento delle loro patologie 
A volte anche due o tre insieme 
Ma poi è arrivato San Covid
Ed ha impedito che quelle malattie 
Potessero uccidere il vostro caro.

Vero 
Alla fine il paziente è morto ugualmente 
Ma questo è un particolare del tutto risibile 

E finitela di mettere in dubbio questa verità 
Verità ufficiale di Stato 
Piantatela di comportarvi come 
Dei sovversivi del cazzo 
Altrimenti poi
Dovremo usare la maniere forti
Per rieducarvi
Per restituirvi la salute mentale 
Che avete perso.

Quindi
In attesa che i nostri vaccini 
Ci conducano alla salvezza 
Gioite per quanto di buono
Questo virus ci ha donato!

E non lamentatevi più
Di essere in ginocchio economicamente 
Con tutti gli aiuti ed i ristori
Che vi abbiamo elargito

Vergogna 
Siete degli incontentabili
E degli irriconoscenti.

Ed ora 
Nel congedarci da voi
Cantiamo tutti insieme
L'inno nazionale con le nuove parole:

"OH REGNO D'ITALIA DI CONTE E SPERANZA 
ARRIVA LA PFIZER ED IL VACCINO AVANZA
DOV'È LA SIRINGA
PER INOCULARVI IL SIERO
CHE SENZA TIMORE A VOI TUTTI FAREM

FRATELLO SPERANZA E PADRE CONTE
VI RENDIAMO GRAZIE
PER I VOSTRI SERVIGI 
E CI SCUSIAMO PER I MISCREDENTI
CHE IRRICONOSCENTI
VI FANNO SOFFRIR.
E VOI FATE BENE 
A PORTARLI IN CATENE 
E VOI FATE BENE 
A PUNIRLI COSI 
E VOI FATE BENE 
A PORTARLI IN  CATENE 
A PORTARLI IN CATENE 
E POI FARLI MORIR 
SÌ!"

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®











28 commenti:

Franco Battaglia ha detto...

Comunque, è provato scientificamente l'abbattimento pauroso di semplici influenze e raffreddori. I giapponesi non erano così sciocchi e folcloristici come li bollavamo appena poco più di un anno fa.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FRANCO: le influenze posso capire che con le mascherine si azzerino, ma tumori, infarti, altre malattie? Non solo aggiungiamo anche il fatto che con il covid diventa anche difficile operarsi e curarsi compreso il fare le terapie come la chemio per esempio. Ecco spero proprio che presto l'inno d'Italia non sia quello che ho pensato...

Gus O. ha detto...

Straordinario il nostro inno nazionale, riveduto e corretto.
Sono sicuro che il Covid non riesca a uccidere persone in buona salute, cioè con cuore, fegato
pancreas e reni sani. Purtroppo la tendenza è fare di tutta l'erba un fascio. Le mascherine sono limitative del vivere normale. Ecco, se uno non attraversa mai una strada sicuramente non sarà investito da un'automobile. Secondo i virologi la situazione ideale sarebbe quella di vivere in un bunker.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUS: quello che poi di più mi preoccupa è la lentezza nel risolvere la questione ora che ci sarebbero i vaccini (cosa che fino a qualche mese fa era vista come la madre di tutte le soluzioni), e le stesse loro incertezze. Esempio: La Dr.ssa Viola in più trasmissioni ha parlato di quest'estate io direi anche autunno per un ritorno alla normalità molto probabile, ieri sera Crisanti a Piazzapulita ha detto che ci toglieremo la mascherina tra un anno e mezzo non prima perché:

1) incertezza sulla rapidità di distribuzione dei vaccini e loro somminstrazione

2) Incertezza, attenzione a questo punto, sulla durata temporale della loro efficacia (ossia necessità annuale di richiamo?)

3) Timori sui rischi di apertura delle scuole per nuova ondata di contagi

Oltre ad altre piccole problematiche collaterali che portava a sostegno della difficoltà, secondo lui, di avere una tempistica più breve.

Insomma sono tutti con la verità in tasca senza però che questa verità sia sostenuta da altri, insomma ognuno di loro va in ordine sparso. E poi abbiamo Conte e Speranza... Speriamo che almeno loro due vengano sostituiti ed in meglio possibilmente.

Riky Giannini ha detto...

La conta dei morti per Covid l'ho trovata da subito sbagliata, le diatribe "morto con covid", "morto per covid", "morto ma non è colpa del Covid".
Sono morti. Alla fine dell'anno si fa il raffronto con gli ultimi cinque anni e si fanno i (tristi) bilanci.
A sensazione personale ci sono stati, almeno dalle mie parti, tanti malati di tumore in più. Assolutamente negativi al Covid, ma abbandonati a loro stessi, la scorsa primavera.
Crisanti? Quello è un uomo di spettacolo, oramai non è più un uomo di scienza. Spero lo chiudano nella casa del Grande Fratello Vip, ovviamente con la mascherina.
Comunque non ho sentito uno dei nostri virologi vip parlare del fallimento di AstraZeneca - un vaccino affidabile al 62% (!) -, del fallimento dell'Unione Europea, surclassata dall'Inghilterra nel piano vaccinale (bisogna dare a Cesare quel che di Cesare, anche se io sono sempre stato, per il mio percorso di studi e non solo, un Europeista). Per non parlare del disastro del vaccino italiano (la Viola, che poco mi sta simpatica, oggi sul quotidiano La Stampa ha demolito l'operazione del vaccino italiano e francamente ha pienamente ragione).
A me più che Conte e Speranza, preoccupa Arcuri...

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER RIKY: premesso che meriti una standing ovation già solo per questa tua considerazione "Crisanti? Quello è un uomo di spettacolo, oramai non è più un uomo di scienza. Spero lo chiudano nella casa del Grande Fratello Vip, ovviamente con la mascherina. " va detto però che proprio Crisanti in più di una occasione ultimamente ha affossato AstraZeneca, compreso ieri sera da Formigli. Il vaccino Italiano ha il difetto grave di arrivare già a cose fatte a prescindere dalla sua reale efficacia. Su tutto il resto la penso come te, molte morti che sono state associate per interesse al covid...

Ah beh, quando io parlo soprattutto di Speranza, ovviamente uso una parte per il tutto, ossia inserisco anche i suoi accoliti tra i quali Arcuri è il peggiore insieme a Ricciardi.

°°valeria°° ha detto...

Non è che forze a qualcuno conveniva avere delle morti per Covid?
Avrei tanti casi da raccontarti, di persone e ragazzi della mia zona.
Ma non mi devo più lamentare, nemmeno che qui la visite per altre patologie non riesci a prenotarle, che qui da me ristori non ne sono arrivati.
Ok non mi lamento più, questa settimana ho avuto dei clienti, i camion hanno ripreso le consegne, noi siamo stati in Liguria per nuovi lavori, mi è nato un cuginetto...ok non mi lamento più perchè... ho cose belle da raccontarti.

ciao Valeria

p.s. Bello l'inno

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VALERIA: invece continueremo a "lamentarci" a fare sentire. la nostra voce libera e di protesta sempre.perchè noi in silenzio non ci staremo mai. Grazie per i complimenti :-)))

Ariano Geta ha detto...

Per la mia esperienza personale posso dire che non è così. Nel corso del 2020 sono morti due miei parenti, una zia molto anziana proprio a causa del covid (non aveva altre patologie, era solo... ultranovantenne). E poi un mio cugino di soli 58 anni. Causa del decesso (riportata sulla cartella medica): arresto cardiaco. Purtroppo dovuto all'indebolimento fisico, in quanto due giorni prima si era dovuto sottoporre a una delicata operazione chirurgica causa emorragia cerebrale.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIANO: ma infatti non è così ci sono state molte morti per tante patologie proprio come gli altri anni ma è questa coltre di nebbia che sembra vogliano farci respirare che mi preoccupa, ossia un tentativo di ricondurre tutto solo al coronavirus. Mi spiace davvero molto per le tue perdite.

LaDama Bianca ha detto...

Il conteggio dei morti è chiaramente erroneo, ne parlavo anche con un cliente oncologo una ventina di giorni fa.
Un conto morire avendo anche il covid, un conto morire DI covid. C'è una differenza sostanziale. Ma queste persone vengono messe tutte nello stesso calderone.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LA DAMA BIANCA: infatti e non per un errore o in buona fede...

Claudia Turchiarulo ha detto...

Bellissima la rielaborazione dell'inno di Mameli, e perfetta la tua interpretazione.
Chapeau.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CLAUDIA: grazie!!!! Grazie di cuore sono contento ti sia piaciuta|!!

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Siamo sicuri che la vita si è allungata? Negli ultimi anni, vedo un aumento di patologie croniche e tumorali, questo società non gode di benessere, ma figlia di un capitalismo basato sui profitti; il cibo non è più sano come una volta, troppo inquinamento e smog, tutto questo per arricchire poche persone. Dobbiamo tornare a rispettare la natura, basta speculatori sulla pelle della povera gente, se non invertiamo la rotta, ci troveremo sempre con nuovi virus.
Sereno pomeriggio.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE: non so se si è allungata o meglio forse sì ma non so se a questo allungamento temporale ha fatto seguito anche una qualità della vita soddisfacente. Per vivere fino a 94 anni di cui gli ultimi dieci un inferno meglio morire a 80 ma aver vissuto con una salute almeno dignitosa. E poi ora abbiamo pure questa pandemia che vuole farci credere che tutti ci ammaliamo e moriamo solo di quella. E non è vero.

Patricia Moll ha detto...

Sei strepitoso!
E hai ragione da vendere. Ovviamente con clausura forzata e mascherine il raffreddore o l'influenza han dato meno fastidio.
Cancro, problemi di cuore o patologie comunque gravi sembrano sparite. Non è così. I numeri si alzano anche lì. Non ce lo dicono e basta.
In più c'è un altro fattore di morte che passa sotto il tappeto insieme alla polvere. Lo stress, quello che ti rende demoralizzato, che non ti fa vedere vie di uscita e che magari la convivenza forzata peggiora. Quello che la mancanza di lavoro peggiora.
Nemmeno di quello parlano!

Grande il tuo inno nazionale!

ps lo canti come lo canterei io :)

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PATRICIA: abbiamo un futuro come duetto a Sanremo ma non quest'anno penso :-))) Concordo con te ovviamente, aggiungerei anche lo stress per la cause da te enunciate, stress che è risaputo indebolisce tra l'altro le difese immunitarie e quindi maggior rischio di ammalarsi in generale e quindi anche di covid. Grazie sono contento che le parole del nuovo inno abbiano successo :-)))

Pia ha detto...

Ahahahahah... mi è piaciuto il sì finale ma soprattutto la maglia! 😁😉
Bravo Daniele!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PIA grazie!!!

Mariella ha detto...

L'ironia che traspare dalla tua interpretazione non ha prezzo. Parlo del riadattamento del nostro inno ufficiale.
Detto questo, sempre un passo avanti a tutti, con le tue poesie.
Ho apprezzato tantissimo la t-shirt, chissà come mai;)

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIELLA in effetti quella parte della poesia ha soddisfatto molto anche me. Beh la t shirt è mitica

accadebis ha detto...

Lo scorso anno, quando come tutto il mondo ho visto tutti quei camion militari che portavano via le salme dei morti per Covid a Bergamo, in quel momento SUBITO ho pensato che questo Virus entrava con forza nella storia della nostra società. Troppo violento e troppo irruento era stato l'impatto. Eppure un giorno a Milano, mentre ero in fila al supermercato, ho sentito qualcuno che diceva che tutti quei camion e tutte quelle bare di morti ERANO FINTI, facevano parte di una sorta di nuova strategia del terrore. In quel momento ho abbassato la testa con senso di disgusto per quell'uomo che sputava una sentenza di quel genere. Gli avrei detto: "La pensi così? Vai a dirlo a tutti quelli che a Bergamo e dintorni hanno perso un amico, un parente o una persona cara! Vallo a dire a loro"...

...Nel solo periodo di Marzo 2020 il tasso di mortalità a Bergamo e in provincia ha superato il 600%. No dico: più del 600% CERTIFICATO DALLE MORTI VERE registrate Comune per Comune. A Bergamo e provincia OGNI FAMIGLIA ha perso, in media, 3 o 4 persone care in un colpo solo. Abbiamo perso una generazione di persone anziane testimoni di un passato importante per noi. E la Regione Lombardia ha molte responsabilità, tanto che oggi la Magistratura di Bergamo sta trovando conferme su conferme, perché senza certi errori molte morti (certo, per carità non tutte) potevano essere evitate. E se posso dire certe cifre e certe informazioni è grazie alla Magistratura di Bergamo che indaga senza guardare in faccia nessuno. In televisione su Rai3 regionale ho visto sindaci del Bergamasco che prima di andare dal Magistrato piangevano per l'impotenza di non poter aver fatto tutto quello che volevano, perché sono stati lasciati da soli e molti di quei Sindaci erano della Lega che si scagliavano contro una giunta regionale in cui la Lega la fa da leone (ed io NON sono certo uno che vota che li vota).

Scusa, il mio commento può sembrati uno sfogo ma anch'io ho avuto testimonianze di persone conosciute che hanno sofferto parecchio per questo Covid Virus, perché negli anni scorsi ho vissuto un periodo di lavoro a Bergamo e dintorni di cui ho ancora oggi bei ricordi.

Grazie per lo spazio
Un salutone

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ACCADEBIS: qui nessuno nega l'esistenza del Covid ma ci sono prove e tante di situazioni di decessi legati ed associati al covid ma invece non verificatesi per questa causa. I morti ci sono stati bisogna veramente vedere se poi tutte quelle morti sono davvero tutti legati al covid. Quanto a Bergamo, nessuno dice che non ci siano stati questi decessi ma è strano che non si potesse fare per esempio l'autopsia per appurare bene anche come il virus colpisse i tessuti e gli organi dei malati e poi cmq mi è sembrato un colpo di teatro quello di far partire quei convogli militari con le salme, vuote o piene che fossero.

accadebis ha detto...

Non neghi l'esistenza del Covid ma lo metti in dubbio di brutta maniera. Pensi che sia tutto un complotto? Pensi che ci sia dietro chissà quale manovra di potere? A Bergamo la Magistratura nelle sue ultime indagini CAPILLARI (interrogando dai Sindaci ai responsabili regionali, sanitari, medici sino ai semplici cittadini) hanno trovato le prove NON SOLO che il Covid è la causa di tutte quelle morti ma che molti piccoli - grandi industriali bergamaschi continuavano a tenere aperte le loro fabbriche (impestando gente che a loro volta contagiava famiglie su famiglie) PREFERENDO IL REDDITO PIUTTOSTO CHE LA VITA, mentre nel resto della regione e in Italia le altre fabbriche avevano chiuso. Tu dici che non sono state fatte le autopsie...e chi sei tu un poliziotto che indagava? Come fai a dire certe cose? Dici che tutte quelle bare a Bergamo sono state un colpo di teatro? Ma non pensi che stai offendendo i morti che sono morti e non sono più qui per potersi difendere?

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ACCADEBIS: no, penso che ad offendere quelle salme sia chi ha speculato su di esse con quelle immagini penso sia chi ha speculato su di esse per creare audience, non io che le rispetto e le ho piante. Venendo nel merito ulteriore del tuo commento, metto in dubbio i numeri, forse gonfiati, la pericolosità del virus seria ma forse amplificata da molta incompetenza sanitaria ed osservo molte incoerenze nei divieti che sono stabiliti. Le autopsie servono anche per comprendere meglio a livello medico cosa sia successo ed invece l'ordine fu opposto. Ora si fanno per esempio ed anche di questo posso dirti che ne ho conferma diretta. Quando preferire il reddito alla vita, ti rispondo che. o questo virus viene sconfitto o cmq non si può decidere di restare in prigione per tutta la vita arriverà il momento in cui, ma auspico di no, se non si sarà sconfitto il virus si dovrà permettere alla gente di decidere se barricarsi in casa e seppellirsi vivi o vivere ugualmente con un margine di rischio. Cmq non succederà, perchè lo sconfiggeranno.

Angela ha detto...

complimenti per questa versione dell'inno, daniele, è sicuramente azzeccatissima!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ANGELA grazie di cuore