venerdì 24 agosto 2018

L'Angolo del Rockpoeta®: "La Locomotiva Del Re"

Eccezionalmente ed in via del tutto estemporanea un'altra mia poesia più "personale" di qualche anno fa. Spero la gradirete.

LA LOCOMOTIVA DEL RE

La Locomotiva del Re
E' un pensiero costante
Un irriguardoso avvenimento
La spensieratezza di un sogno.

La Locomotiva del Re
E' una fantasia senza età
Amare un alieno
E' un passaggio verso nuove sonorità esistenziali.

La Locomotiva del Re
Sferraglia su rotaie incandescenti come la vita
E si ribella alla noia.

La Locomotiva del Re
Sbuffa al destino
Soffia alla sfortuna
Ringhia alla volgarità.

La Locomotiva del Re
E' un sogno
Un'illusione romantica
E' aggrapparsi al futuro
O schiantarsi contro la morte.

E' respiro ed il suo contrario
E' speranza ma può essere il nulla.

La Locomotiva del Re
E' la mia scelta di vita
Per essere sovrano o perdente
Ma mai servo passivo della mia esistenza.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

28 commenti:

'se fossi fuoco arderei il mondo' ha detto...

ottima la chiosa finale..
il non essere passivi della propria esistenza..
e viaggiare con la fantasia e non verso il futuro..mai il passato..

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER SE IO FOSSI FUOCO ARDEREI IL MONDO: grazie di cuore, concordo con te, credo molto alla mia chiosa.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Versi molto belli.
Serena giornata.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE: grazie sono onorato!

Claudia Turchiarulo ha detto...

Mi piacciono molto le tue poesie personali, anche se faccio fatica ad immaginare in relazione a cosa le hai scritte. Sarà che la poesia, rispetto alla prosa, è più enigmatica, quindi è davvero complesso entrarti dentro.
In ogni caso, i tuoi versi sono sempre molto toccanti.
Buona giornata.

Maria D'Asaro ha detto...

Onore all'individuo che non vuole essere "servo passivo della sua esistenza". Bella metafora: re della tua vita, capitano della tua anima (come scriveva il poeta Henley e praticava Nelson Mandela). Buona giornata.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CLAUDIA le mie poesie personali sono a volte meno esplicite di quelle sociali hai ragione. Sono molto felice di sapere che questi versi ti abbiano emozionato

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIA grazie del tuo commento meraviglioso!!!mi hai emozionato moltissimo

cristiana marzocchi ha detto...


" capitano, mio capitano"
Parole e pensieri come i tuoi, potrebbero cambiare il mondo, se le persone apprezzassero maggiormente l'indipendenza dei propri pensieri.
Cri

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CRISTIANA grazie!!!!Che straordinario pensiero e che belle parole!Sono onoratissimo e commosso

Sugar Free ha detto...

La locomotiva del Re sembra un moderno treno dei desideri, che va alimentato con tanta fantasia e coraggio.
Baci!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER SUGAR FREE: più che dei desideri di un sogno e di uno "stile di vita" che si vuole percorrere.

Laura ha detto...

Io ho avuto la mia locomotiva del re . Quasi sempre padrona della mia vita , mai
serva della mia esistenza . "Io sono".
Bella poesia che fa molto riflettere......

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LAURA: Ti ringrazio di cuore per le tue parole importanti.

iacoponivincenzo ha detto...

Posso salire su quel treno? La conduci tu la locomotiva del re? Magari nell'ultimo vagone, visto che va nella direzione dove sto andando io da una vita. Posso? Grazie amico mio.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VINCENZO: certo, saremmo ottimi compagni di viaggio e non nell'ultimo vagone ma in testa al treno.

George ha detto...

Voglio anche una lokomotiv per il POPOLO! :)

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GEORGE: basterebbe che ciascun individuo avesse la sua locomotiva e tutte le locomotive avessero la stessa meta.

Patricia Moll ha detto...

Bellissima!!
La locomotiva del re... una metafora per parlare della propria vita, dei desideri dei sogni che si voglio attuare. Attuare attivamente però non per pura botta di fortuna.
La tua chiosa, significa proprio questo.. Essere vivi e vitali, Non seduti a guardare il fiume che scorre ma buttarcisi dentro e nuotare anche contro corrente.
Il solito grande!!!!

MAX ha detto...

Io sono padrone del niente.
Chi scrive che è padrone della sua vita mente.
Siamo in balia degli eventi , ci lasciamo travolgere dagli eventi e reagiamo di conseguenza.
Comunque mi ricorda molto Ivano Fossati e la sua i Treni a vapore.
“Se l’amore che avevo non sa più il mio nome , come i treni a vapore di stazione in stazione e di porta in porta e di dolore in dolore il dolore passerà..” te che sei Rockpoeta.
Locomotive , treni ,re ,regine o popolani la vita è un continuo movimento ..
Ciao

LaDama Bianca ha detto...

Certo che la gradiamo.
Le poesie di stampo più personali a me piacciono molto, te lo dissi già. Buona giornata.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PATRICIA:ti ringrazio Patty sai sentire i miei versi sempre con grande profondità.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MAX: non è del tutto esatto secondo me quello che affermi. E' vero su molte cose per realizzarle è anche necessario quel pizzico di buona sorte ma per il resto devi essere tu ad indirizzarti nella direzione che vuoi prendere. Poi il risultato dipende anche ripeto dalla fortuna, ma tu intanto hai il dovere di fare il tuo.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LA DAMA BIANCA: grazie sono onorato dal tuo commento. Grazie di cuore.

MAX ha detto...

Non intendevo sorte come fortuna.
E non ho mai inteso che bisogna subire passivamente anzi il contrario.
Pensa al disastro di Genova , per farti un esempio .
Non siamo padroni nemmeno della nostra vita figurati delle certezze che non sono mai tali.
Quello intendevo con padroni del niente.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MAS il destino è un altro pario di maniche, concordo.

Neutrina ha detto...

Eccellente ^^

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ANNA: grazie infinite!!!