domenica 27 maggio 2018

OPINIONE DEL ROCKPOETA®: Golpe Di Mattarella

Colpo di scena. Benvenuti in dittatura! Mattarella non ascolta la volontà (giusta o sbagliata che sia) del popolo italiano (la maggioranza di questo) e così siamo in piena crisi. Di nuovo al voto? Ed in tal caso cosa pensate che accadrà? Non credete che lega e cinquestelle prenderanno ancora di più?

Sono poche parole perché tutto è in divenire e vorrei anche sapere ancora di più la vostra opinione. Savona era cmq un ministro competente, e non è detto che si sarebbe messo a fare una crociata antieuro. Questa scelta di Mattarella, secondo me, che si riserva pure una sua iniziativa con la chiamata di Cottarelli, è di fatto un vero e proprio golpe costituzionale. Di Maio ha anche dichiarato che qualunque ministro competente da loro proposto ma che voleva cambiare le regole in Europa è stato scartato dal Presidente.

Io affermo che questo atto è illiberale. perché non può il Presidente della Repubblica rifiutare un ministro per ragioni di opinione. E' scandaloso e soprattutto democraticamente pericoloso. Questa mia opinione è generale, ossia se Mattarella avesse tenuto questo comportamento con qualunque partito avrei condannato quest'azione. Ed aggiungo che questa è la prova che votare non conta più nulla e l'Europa sembra proprio imporre la propria volontà. Siamo schiavi dell'Europa  e del Colle servo  a sua volta di un padrone più grande. Cmq l'azione di Mattarella rischia solo di aggravare l'antieuropeismo e di rinviare questo suo scatenarsi a breve termine. Non dimentichiamoci che tra un anno 27 Stati membri, tra i quali noi, voteranno per rinnovare il Parlamento Europeo.

Attendo la vostra opinione

PS: per farvi riflettere meglio ecco. presa dal blog delle stelle, la lista dei ministri che fa paura all'establishment:

ECCO LA LISTA:
PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI: Giuseppe Conte
VICE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO E MINISTRO DELLO
SVILUPPO ECONOMICO, DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI: Luigi Di Maio
VICE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO E MINISTRO DELL’INTERNO: Matteo Salvini

Ministri senza portafoglio:
RAPPORTI CON IL PARLAMENTO E DEMOCRAZIA DIRETTA: Riccardo Fraccaro
PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: Giulia Bongiorno
AFFARI REGIONALI E AUTONOMIE Enrica Stefani
SUD Barbara Lezzi
DISABILITA’ Lorenzo Fontana

Ministeri con portafoglio:
AFFARI ESTERI E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Luca Giansanti
GIUSTIZIA Alfonso Bonafede
DIFESA Elisabetta Trenta
ECONOMIA E FINANZE Paolo Savona
POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI Gianmarco Centinaio
INFRASTRUTTURE E TRASPORTI Mauro Coltorti
MIUR Marco Bussetti
MIBACT Alberto Bonisoli
SALUTE Giulia Grillo
AMBIENTE Sergio Costa

Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio: Giancarlo Giorgetti

28 commenti:

Cristiana Marzocchi ha detto...

Non siamo schiavi dell'Europa, ne facciamo parte e pensare di uscirne e tornare alla lira è da incoscienti : varrebbe un due di picche.
E' nella Costituzione italiana che u Presidente no accetti proposte che potrebbero nuocere alla Repubblica e che il cielo benedica i padri costituenti.
In politica, io e te non saremo mai in sintonia, ma chi se ne frega, l'amicizia, la stima e la simpatia non ne risentiranno mai, per quanto mi riguarda.
Cri

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CRISTIANA: è nella Costituzione che il Presidente rifiuti un ministro ma non per quello che pensa, questo è fascismo.

E sì, Mattarella sembra aver detto che era "inevitabile" respingere Savona. Se questo non è essere schiavi dell'UE….

Vero su certe cose in politica saremo in disaccordo. Nel senso che abbiamo sul sociale una identica visione ma pensiamo che forze diverse possano provare a realizzarla. Io non ero favorevole a questo esecutivo in toto ma volevo dargli una chance per certi aspetti del programma che mi piacevano molto.

Ora vedremo che succede ma io mi sento prigioniero di una dittatura oramai conclamata ed uscita allo scoperto.

Roxi ha detto...

Questo è un golpe a tutti gli effetti.... è non meravigliato se domani mattina si sveglia qualcuno con un po'di pittura sul braccio pronto a prendere la situazione in mano o qualche gruppo pronto a far parlare le armi..... è il clima di tensione ideale per far emergere o l'uno o l'altro....bravo Mattarella!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ROXI: in primis welcome in questa agorà :-))) Il tuo commento lo condivido in toto e temo anch'io una forte tensione nel Paese. Penso però che la Storia non la puoi fermare e quindi questo cambiamento lo stanno solo rallentando.

MikiMoz ha detto...

Mi sento di dire che non ci sarà tensione se non politica.
Come si aggiusteranno le cose?
Citofonare Silvio :)

Moz-

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MOZ: siamo ad un punto di non ritorno, il cambiamento lo puoi rallentare non fermare. Silvio ed il PD non hanno i numeri e presto lega e cinquestelle avranno ancora più voti.

Carlos Portillo - podi ha detto...

Succede lo stesso in Spagna in questi giorni... Il President appena eletto dal Parlamento Catalano ha presentato un suo Governo e Rajoy, che commissiona l'Autonomia dall'ottobre scorso, non da il via libera al Governo presentato poiché dice che ci sono membri sfuggiti dalla giustizia e d'altri che sono in carcere... Si potrà essere d'accordo o meno nel fatto che un "ministro" sia in carcere ma in linia di principio il Presidente Rajoy non ha il potere di porre il veto al governo proposto....

Si vedrà che succederà in entrambi i paesi...

Ciao,
podi-.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PODI: Vero, ma da voi si sta aprendo una crisi di governo a livello nazionale a Madrid, da noi si impedisce ad un Governo legittimo di insedairsi. Fascismo al Quirinale, chi l'avrebbe mai detto...

Roxi ha detto...

Capisco quello che pensi ma al di là di tutto siamo arrivati alla fine di questo film dove la trama è ricca di tensioni pericolose... le famiglie non arrivano nemmeno a metà mese con lo stipendio,i giovani non hanno futuro,i licenziamenti hanno messo in povertà una marea di persone,non trovi più il giusto mangiare nel piatto e per risparmiare la gente o mangia un primo o un secondo,l'immigrazione è salita alle stelle e fuori controllo,il divario tra ricchi e poveri è abnorme,il ceto medio è stato cancellato,le banche sono difese con i soldi degli italiani tolti con una dittatura peggio di quella descritta sui libri di storia,la corruzione dei potenti è inarrestabile,le cure mediche sono bypassate per gli alti costi e le persone muoiono,la gente si suicida colpita da Equitalia,la giustizia è scomparsa,gli ove 50 che chiedono l'elemosina o cercano cibo nei bidoni della spazzatura ecc.ecc. cerchiamo di voltare pagina con un voto per mandare all'aria questa situazione e vieni fermato da un Mattarella che con un golp da alto tradimento come citato dall'articolo 90 della costituzione,se ne inficia della volontà del popolo... non credo che questo porti solo ad un rallentamento!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ROXI: concordo con la tua analisi, io intendevo dire che questo cambiamento è Storia e la Storia non la fermi. Quindi è un momento difficile, un momento duro, con la gente arrabbiata, disperata, ma credo che anche chi tiene in mano il potere non potrà impedire questo cambiamento, lo potrà parzialmente rallentare ma non fermare. Potrebbe anche esserci una tensione tale da portare ad accelerare questo cambiamento. Vedremo come si svilupperanno i fatti.

Roxi ha detto...

Ho compreso bene quello che dici ma il cambiamento non si vedrà mai perché il quirinale combatterà fino all'ultimo per ostacolare. ...è troveranno la maniera di fermare,anche con la forza,questa onda d'urto detta populismo... anche qui la storia insegna...guardiamo ci intorno a livello mondiale....avete notato tutti le grandi destabilizzazioni? La nuova politica affonda le mani nel lucro più sfrenato e l'Europa la fa da padrona terrorizzato i vari Mattarella del caso.... noi cittadini siamo zero o meglio come le bottiglie con il vuoto a perdere.... ci hanno è continuano a schiacciare come nella storia feudale .... ecco perché sono convinto che l'esasperazione la fa da padrona ed è proprio il clima adatto per nuovi colpi di scena....

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ROXI: io penso che che la situazione è incandescente ma potrebbe anche essere una svolta per accelerare questo cambiamento. Colpi di Stato in senso tecnico credo non possano esserci e sono da scongiurare.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

La cosa più probabile è che si vada a nuove elezioni, ma sicuramente questa legge elettorale è da cambiare.
Saluti a presto.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE: concordo ma chi la cambierà? Cottarelli con un esecutivo di nuovo interamente non scelto dal popolo?

LaDama Bianca ha detto...

Personalmente mi trovo d'accordo con l'opinione di Cristina.
Ti auguro una buona giornata!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LA DAMA BIANCA: alludi a Cristiana forse. in tal caso rispetto la tua opinione pur avendo una posizione differente dalla tua.

Buona giornata anche a a te!

Arwen Elfa ha detto...

Non ho ppiù parole. Come sempre di male in peggio. Devo dire che ultimamente dappertutto, dove ci sono state ultimamente le elezioni ci sono state situazioni di voti quasi al 50% e 50%. Non sò più che cosa dire, Ma non mi piace per nulla.
Se si deve andare a sprecare altri milioni con le ennesime elezioni prima è necessario cambiare la legge elettorale, Chissà se lo faranno, io non credo purtroppo. Vedremo.
Buona nuova settimana Daniele e migliore mese di giugno in arrivo

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PE ARWEN: il problema è che cmq se anche si cambia la legge elettorale e poi vincono gli stessi due partiti o uno dei due e Mattarella boccia di nuovo la lista dei Ministri…. Qui è Mattrella il problema e va rimosso con l'impeachment soprattutto se poi risultasse che ha accettato e preso ordini da soggetti terzi ed esteri.

Contraccambio i tuoi auguri.

Marina A. ha detto...

Ancora non ci credo che poteva succedere, non c’è la considerazione del popolo italiano

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARINA A. Benvenuta in questa agorà. Stento a capacitarmene ancora perfino io.

Sari ha detto...

Non provo stupore per quel che è accaduto ieri ma trovo che quegli 85 giorni non siano trascorsi invano perchè ha rivelato quel che nel mio pensiero era confuso. Il presidente, che ha firmato l'orrenda legge elettorale e ricevuto il b. che ancora non era stato riabilitato, ha mostrato il suo vero progetto arrivando a chiamare il "suo" predidente del consiglio. Questa è dittatura democratica.
Ora ci attenderà un governo di lacrime e sangue: quello delle persone comuni, naturalmente, mentre gli altri arricchiranno allargando ancora di più la forbice fra loro e noi. La giustizia sociale s'allontana. L'adrenalina scorre, silenziosa... brrr...

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER SARI: Questo governo non avendo fiducia, non potrà fare manovre del genere. Concordo siamo di fatto in una dittatura presieduta dall'UE. E' vero, la giustizia sociale si allontana e la tensione scorre sotterranea.

Irene Z. ha detto...

Quello che sta succedendo è inaudito. Sai tuttavia cosa mi spaventa di più? Voglio essere buona: il 50% degli italiani si è fatto più o meno un'idea della faccenda - e ripeto, sono buona con la parcentuale -, l'altro 50% sta con la faccia inebetita a chiedersi che cos'è tutta sta baldoria al tg.
Siamo un popolo di ignoranti, ignoriamo ogni criterio, ignoriamo cosa sia la politica, ignoriamo la costituzione, ci vantiamo persino di fregarcene senza comprendere che se noi ignoriamo, ignoreremo persino la nostra fine, esattamente come sta avvenendo.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER IRENE; vero c'è una spaccatura nel Paese che per. credo sia meno netta e marcata di quello che scrivi tu. Sono più ottimista credo che sia una 65% conscio della gravità della situazione ed il restante 35% invece convinto che Mattarella abbia agito correttamente. La sensazione che questa spaccatura sia più netta è data dai media che però non sono molto "sinceri"...

Maria D'Asaro ha detto...

Mah ... non sono così competente costituzionalmente per commentare. Sicuramente l'azione di Mattarella, legittima o meno, non fa che favorire spaccatura e tensioni e il favore popolare (e populistico) a Lega e 5 stelle. Speriamo bene per l'Italia.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIA: infatti, inasprisce gli animi e come vediamo non rassicura neanche i famigerati mercati.

marcaval ha detto...

A prescindere dalle motivazione, il presidente ha fatto un grosso errore politico ... la Lega andrà alle stelle!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARCAVAL: questo è poco ma sicuro!