lunedì 11 ottobre 2010

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Concerto Muto

Concerto muto che però non riesce ad imbavagliare la protesta.

Sono molto orgoglioso di vedere questa protesta sociale che nasce dalla musica (classica però in questa occasione) e da Genova.

Tutto nasce da una negazione dell'autorizzazione di suonare da parte del Teatro Carlo Felice agli Ottoni dell'Orchestra del Carlo Felice a Murta (assolutamente a titolo gratuito) a sostegno dei "No Gronda" (di fatto, e riassumo molto sinteticamente, cittadini che non vogliono vedere abbattere le loro case per realizzare un progetto viario molto complesso nell'area della Valpolcevera).

Ed allora che succede? Semplice, il concerto viene eseguito lo stesso ma....muto. Gli orchestrali mimano le azioni tipiche di chi suona lo strumento senza emettere alcuna nota.

Oltre 500 i presenti e l'applauso al termine di questa esibizione muta é stato fragoroso!

L'altra cosa davvero emozionante é che loro continueranno a sostenere le iniziative sociali della gente per varie proteste (vedi per es. l'asssassinio del Parco dell'Acquasola)

Come ha dichiarato Nicola Lo Gerfo, sindacalista della Fials del Carlo Felice, non li fanno suonare in Teatro e neanche fuori...

Forse, per la prima volta, altre città devono iniziare a guardare a Genova come germoglio di rinascita sociale, sia pure abbozzato, ma che potrebbe davvero avere un futuro.
----------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

16 commenti:

Alberto ha detto...

Fantastico. Sara mai successo prima?

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Non lo so ma sento che qualche fermento sta nascendo e l'arte e la musica sono sempre stati forieri di grandi cambiamenti sociali.

Credo che quanto sta accadendo a Genova sia da iniziare a monitorare con crescente ed interessata attenzione...

Itsas ha detto...

questa sì che è una vera forma di protesta!
spero che abbia successo.

Ernest ha detto...

Vero sono orgoglioso anche io! Grande protesta

cristiana ha detto...

Da encomio e mi auguro che questa iniziativa faccia il giro del mondo.
Genova è stata sempre all'avanguardia!
Cristiana

Adriano Maini ha detto...

Giusto. Genova all'avanguardia.

MK ha detto...

In un'epoca di sovraesposizione, si deve senmpre cercare l'idea giusta per colpire l'immaginario collettivo e per comunicare tanto con poco.Qusta forma di protesta è un concentrato di comunicazione!:)

Romina ha detto...

Ottimo! Avremmo bisogno di tante altre iniziative del genere.

Angie ha detto...

Quasi mi stupisco che non abbiano fatto intervenire le Forze dell"Ordine"!

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Che bell'iniziativa: bravi!

luce ha detto...

La terra ligure si sa che è patria di geni e di ideel la storia è piena di esempi di grandi liguri che hanno fatto grande non solo l'Italia,perchè è terra di mare e di montagna e cioè di avventura e di concretezza.
Una inizitiva del genere poteva nascere solo da menti di quella terra. I silenzi a volte hanno mille parole.
E grande la tua sensibilità e attenzione a raccontare di questi avvenomento..e vabbè, sei genovese, che lo dico a fare...

Ross ha detto...

Una forma di protesta intelligente ed efficace contro una forma di censura grottesca e senza senso. Dovremmo tutti farci ispirare dalla fantasia della lotta di questi orchestrali.

Ora aspetto con interesse anche l'intervento di don Gallo al presidio. Lui di certo non risparmierà le parole.

Alligatore ha detto...

Concerti ne ho sentiti e visti tanti, mai uno così. Bravi.

Tina ha detto...

Non c'è niente che possa farci vedere questo evento che sarebbe da ripetere?
Una protesta magnifica che vorrei vedere in ogni città.
Da andarne orgogliosi.

Alè ha detto...

CIAO!
ho creato un gruppo su facebook per tentare di riunire e pubblicizzare un gran numero di blog italiani. Mi sembra un modo carino e comodo per potersi confrontare e aumentare la visibilità dei nostri blog!
Se sei interessato, unisciti a noi e pubblica il link del tuo blog sulla pagina di facebook:
http://www.facebook.com/#!/group.php?gid=153706914659766&ref=ts

GRAZIE!

Ale

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER TINA: beh loro vorranno ancora essere solidali con i Genovesi per cui se ancora vedranno negata l'autorizzazione a suonare....