martedì 13 aprile 2010

Rockpoeta On The Road: "Parliamo Del Silenzio"

Ultimo appuntamento per ora con Rockpoeta On The Road. Chissà magari in seguito ci potranno essere altre sorprese......

QUI potete leggere la poesia da me interpretata nel video di oggi.

Buona Visione Netpueblo! :-)))



Nel caso ci fossero problemi su youtube o cmq per chi volesse vedere il video anche in HD basta cliccare su VIMEO

E' davvero tutto. Vi ringrazio per l'affetto con cui mi avete seguito in questa "avventura" :-))) e vi attendo cmq sempre qui in questa Agorà dove siete i benvenuti.

A presto.
Daniele il Rockpoeta
-------------------------------------
Per Votarmi Su OKNotizie Clicca QUI

27 commenti:

enne ha detto...

Hai concluso in bellezza, direi.
Paradossalmente, mentre parli di silenzio, a me viene da parlare. E pure tanto.

Guernica ha detto...

Diciamo che il silenzio l'italiano medio lo chiama in causa quando più fa comodo.Per paura, per disinteresse o per superficialità...
Eppure è strano, poichè il popolo italiano è noto anche per la sua loquacità.
Ma quando le parole sono fatte di nulla, restano solo dei futili BLA BLA BLA...

luce ha detto...

Peccato che siano finiti questi martedì di poesia parole ed emozioni ( anche didattico-sociali); spero che tu possa ripensare a fare ancora poesia per strada, magari tu e Danilo, di nuovo insieme, pensaci.

Il silenzio...ci sono silenzi assordanti e in Italia che ne sono tanti che urlano.
Impressionante come il verso più forte della poesia abbia come sottofondo il rumore forte credo di un treno, a sottolineare come a volte i silenzi siano rumorosi.
E come Enne anche io proprio adesso ho ancora voglia di parlare e non voglio più stare zitta
Un abbraccio

sR ha detto...

enne mi ha rubato le parole...

Bravo Daniele, stupenda poesia.

Comunque sei promosso, la tua iniziativa è stata molto bella.

Alberto ha detto...

C'è silenzio e silenzio. Silenzio imposto e silenzio cercato. Così come c'è parola e chiacchiera.

Ross ha detto...

Un finale perfetto per questo ciclo di esercizi di libertà a voce e in versi.
Grazie allora per tutte le emozioni che ci hai offerto. Spero tu ti stia già inventando qualcos'altro di altrettanto coinvolgente... :)

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LUCE: Beh per me Danilo é imprescindibile per come ha lavorato con anima e professionalità. Spero quindi ancora in futuro....

PER ROSS: grazie! Le idee ci sono é trovare il modo di realizzarle a volte che é più complicato ma sono uno che non demorde :-)))

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Ovviamente ti ho linkato anche questa volta su facebook. Bravo!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

GRAZIE JANE!!! E Grazie a TUTTI davvero a tutti coloro che hanno dato un contributo importante e decisivo nella diffusione dei video. Un grazie di cuore!

Daniele

Ernest ha detto...

complimenti davvero!
Un finale perfetto.
un saluto

La Mente Persa ha detto...

Verissimo, il silenzio può uccidere la civiltà.
Grande Rock poeta.

chit ha detto...

Fra tutti il silenzio che mi fa pià paura è quello delle menti!?
Grande, grande, grande brano Daniele e splendida interpretazione: chapeau!?

Irlanda ha detto...

Bello il commento di Gurnica. Un saluto

☆♥gabrybabelle (๏̯͡๏) ha detto...

Mgari,Daneiele,se molti,tanti troppi,dei nostri politici dessero atto ad un periodo giornaliero dedicato al silezio e di profonda riflessione,avremmo persone piu rette-Molti di loro parlano tanto per dare fiato ai polmoni,ci vorrebbe un po' del tuo e nostro sacrosanto silenzio

Gians ha detto...

Intanto devo dire che mi sono affezionato a questi incontri del martedì, quindi anche se non ne fai un appuntamento fisso, non metterti limiti e continua a stracciare quel silenzio che a noi tutti (mi sento di dire) infastidisce.

Efesto ha detto...

Primo Levi diceva che le parole sono pietre. E troppo spesso chi le usa non si rende conto che hanno una vita propria, che una volta uscite dalla nostra bocca o dalla nostra penna feriscono, costruiscono, distruggono, uniscono, creano la realtà e la menzogna. Anche il silenzio ha una sua concretezza, e può essere usato, consapevolmente come le parole.
PS: ho mantenuto fede al mio impegno - pubblicato su FB.
PSS: ieri sera sono riuscita a firmare l'appello per emergency.

sonogrimilde ha detto...

Il Ministro degli esteri ha scritto una lettera.... forse lo abbiamo "convinto" a non essere silente.

l'incarcerato ha detto...

Daniele! Spero solamente che ci riproporrai nuovi video! Questa tua iniziativa è stata davvero bella e ci hai donato momenti di vera cultura!

maria rosaria ha detto...

mi unisco al coro, dani, proponici ancora dei video con delle tue poesie... è stata una bellissima iniziativa. il silenzio è d'oro ma non di quell'oro inossidabile.
bacio

Gians ha detto...

Quando no ti vedo scrivere ti immagino all'opera, magari già davanti a una telecamera. ;)

Albert Lázaro-Tinaut ha detto...

Il silenzio è sempre ambiguo. Infatti, certi silenzi dicono tanto, sono più espressivi delle parole. Il silenzio più essere anche un'arma, per difendersi ma anche per offendere.
Una bella poesia, complimenti!

La bottega di Melany ha detto...

bravo Dani....bravissimo

Daniele Verzetti, il Rockpoeta® ha detto...

PER GIANS e MARIA ROSARIA, INCARCERATO... TUTTI IN SOSTANZA LOL: Grazie!: devo organizzarmi per trovare il modo di farne ancora. Ci proverò :-)))

Alessandro Tauro ha detto...

Hai chiuso alla stragrande, non c'è che dire! E in fondo è così: il silenzio può essere espressione sintomatica di un essere umano dedito a pensare, a riflettere. O può essere, e lo è troppo spesso, un metodo utile, funzionale, per limitare la riflessione ed il pensiero.

Come ogni cosa, non è il fenomeno in sè a destare preoccupazione. E' il suo impiego...

Spero riprenderai prestissimo con la maxi-finestra del Rockpoeta on the road. Nell'attesa, continuerò a godere di tutte le tue altre "creazioni" che popolano questo blog. ;)

Francy274 ha detto...

Bravo Daniele,
questa Te la pubblico sul mio blog "Perle Rubate", spero Ti faccia piacere.
Un abbraccio

La poeta ha detto...

complimenti a te. Questo blog è notevole.

Tua madre Ornella ha detto...

Bravissimo!!!!!!!

Bravo Dniele, CHI non parla è colpevole tanto quanto chi opera!!!
Sei stato bravissimo nell'esporre il contenuto di questo maledetto omertoso silenzio che insabbia occulta .....(scusate lo sfogo!!)

e come diceva CHE Guevara,

"Il silenzio è una discussione
portata avanti con altri mezzi"!!!!

Ti abbraccio
Ornella