martedì 30 giugno 2009

L'Angolo del Rockpoeta: "Asfissia" (C'é Di Nuovo Bisogno Di Noi!)

ASFISSIA

Recintati
A stento sopportati
Diamo fastidio
Siamo noiosi
Vogliamo vita e non sopravvivenza.

Lingue tagliate
Questo vorrebbero che fossimo
Cervelli disinseriti
Per non poter avanzare richieste.

Repressione
Isolamento
Anime morte
Desaparecidas
Chiuse dentro Campi fatti di teloni 
Asfissianti 
Come Camere a Gas 
O gelidi come celle frigorifere senza finestre per la libertà.

Un rantolo soffocato
Cerca di farsi voce.

Diamogli eco!

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA
------------------------------

Bene ed allora diamo loro una mano! Torno con grande entusiasmo ad essere blog di servizio e vi chiedo di leggere l'ultimo post di Anna alias Miss Kappa e di inviare la mail che ha preparato per denunciare di fatto gravi violazioni agli artt 2 e 17 Cost. in quanto non possono assolutamente riunirsi pacificamente dentro i Campi (ed anche fuori).

Questa vergogna va denunciata, gridata! E per farlo Anna, io, abbiamo bisogno di voi.

Oggi  tocca a loro, ma attenzione, domani questo trattamento magari anche senza il bisogno di alcun pretesto apparente, potrebbe colpire noi. 

Ricordiamocelo.

-------------------------------------------------------------
Per Votare Su OkNOtizie: http://tinyurl.com/n2opoc

lunedì 29 giugno 2009

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Metti....

Metti una città morta come Genova.

Metti il sottoscritto in giro in un umido sabato pomeriggio di giugno.

Metti che sia il 27 giugno 2009, giorno della Marcia conclusiva del Genova Pride.

Ed allora vedrai una città viva, colorata, accesa, stimolata da voglia di giustizia rivendicando pari diritti e richiedendo pari dignità sociale.

Divertimento
Denuncia
Balli
Assenza di volgarità.

E chi ha mai detto che Rivendicazione di Diritti e Voglia di Divertirsi non possono andare insieme a braccetto?

Sabato Genova era viva, giusta, nuova, più vera.

Sabato era La Mia Città.

Daniele il Rockpoeta
-----------------------------------
Per Votarmi Su OkNotizie: http://tinyurl.com/nd5pqq

sabato 27 giugno 2009

L'Angolo del Rockpoeta: "Unidentified Stillness"

UNIDENTIFIED STILLNESS

Lancette ferme
Calura estiva

Notizie sbiadite dalle bugie del tempo
Ali bruciate da oggetti contundenti non ben identificati
Verità dette a denti stretti

Calamite attraggono
Sudici bisbiglii

Sguardi luridi intrisi di vomito
Offendono lacrime fatte di mani separate per sempre
Passati cancellati
Futuri stroncati

E ti ho perso
Dentro quel prepotente abbraccio di lamiere
Senza più rivedere i tuoi occhi
Senza respirare più una tua carezza
Umiliati da menzogne precipitate dall'alto
Con maggiore violenza ed impeto anche del tuo volo.

Come con un missile
Lanciato verso la follia
Hanno ucciso, in un istante,
Il tuo volto
Le mie speranze
I nostri sogni
La dignità ed il rispetto.

Oggi mi scrivono ancora:
Il Presidente di questa che chiamano Repubblica
Ci viene a dire che nessuno si deve dimenticare di noi
Che non ci lasceranno soli.

Ipocrisie su carta
Violentano alberi usati per produrla

La verità é ben altra
La verità non la vogliono rivelare, confermare.

Fateci un solo regalo: ignorateci.

Non vogliamo sudice parole e falsa sofferenza
A commemorare il nostro dolore.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA
------------------------------------------------

Ustica 29 anni dopo: tempo fermatosi per chi ha vissuto la tragedia; immobilismo temporale scandaloso sia per il fatto che una cosa del genere sia potuta accadere e sia perché ancora oggi una verità di fatto risaputa non la si vuole confermare e non si vogliono davvero punire i responsabili.

Daniele il Rockpoeta
-------------------------------------------
Per Votarmi Su OkNotizie: http://tinyurl.com/n7ddo6

giovedì 25 giugno 2009

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Radio Agorà

Ieri ho visto un film. Tranquilli non ho voglia di recensirlo lo consiglio però davvero sinceramente.

"I Love Radio Rock"  é il titolo e parla del proliferare delle radio pirata in Inghilterra negli anni sessanta tra cui appunto quella del film. 

Vedere quel fervore, quella lotta, tutti quei giovani e meno giovani che dall'interno della società cmq sentivano il bisogno di cambiamento. E vedere che in quegli anni nonostante il potere cmq fosse come oggi (solo tecnologicamente meno avanzato ma anche noi utenti oggi abbiamo mezzi più forti anche se sempre inferiori e soggetti a rischio cancellazione...) c'era voglia e possibilità di cambiamento, esisteva voglia e convinzione in un futuro più positivo, mi ha fatto riflettere e mi ha lasciato un velo di malinconia e tristezza.

Ho perfino pensato che forse restare qui a scrivere da queste pagine fosse inutile. Per la prima volta ho quasi accarezzato l'idea per un secondo di lasciare il blog ma non perché non abbia più voglia di scrivere, bensì perché mi sembra che oggi quel fervore forse non esiste e non esisterà mai. 

Poi, per disgrazia vostra :-))), mi sono detto che io e tanti altri tra voi, siamo qui per alimentare questa piccola fiammella e che fino all'ultimo istante in cui ce lo permetteranno (dovranno davvero affondarci fisicamente per fermare questi respiri di vita e di libertà) io non mi sposterò dai comandi di questa nave e dai "microfoni virtuali" di questa "sala di registrazione".

E questo post é anche per voi, voi che mi leggete soltanto, voi che passerete magari di qui distrattamente per la prima volta.

Questa é Radio Agorà e vuole combattere ancora fino alla vittoria finale. Con l'entusiasmo di prima e la grinta di sempre. 

E con tutti voi al mio fianco, spero.

Daniele il Rockpoeta
----------------------------------------------
Per Votarmi Su OkNotizie: http://tinyurl.com/ksxyd8

martedì 23 giugno 2009

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Storie di Aberrante Follia E Caos Apparente

Conosciamo tutti e forse quasi tutti abbiamo anche visto direttamente le immagini di Neda (sperando, come alcuni video sembrano invece voler sostenere, non si tratti di una menzogna; peraltro in tal caso non dovremmo dimenticare cmq quegli studenti colpiti dal regime Iraniano in questi giorni)

Detto questo, e prendendo per vere quelle immagini fino a prova contraria, ho rivisto in lei e nel suo coraggio lo stesso afflato di libertà di quello studente di Piazza Tien An Men in Cina. Purtroppo due epiloghi tragicamente differenti.

Io ho letto un articolo di A. Sofri su Repubblica di ieri sull'Iran ed ho concordato soprattutto su un punto: anche ammesso e non concesso che Ahmadinejad abbia davvero vinto le elezioni, Sofri si chiede quali siano veramente la democrazia ed il Dio che sono più giusti: quello (Dio ndr) vendicativo, repressivo, che (per mano dell'uomo ndr) stupra, uccide e lapida o quello che cmq (scrive sempre Sofri Senior) pur nel voler seguire il Corano lascia maggiore libertà alle persone (donne comprese) di essere libere nella loro individualità?

Ritengo che stia qui la differenza. Credo che studenti di ogni ceto sociale e sesso siano adesso lungo le strade di Teheran per rivendicare non solo un'elezione rubata ma anche un desiderio di poter vivere senza dogmi rigidi e oscurantisti.

Oscurantismo che troviamo in tante altre realtà ed "abitudini": l'infibulazione per es. Parlarne diffondendomi in descrizioni dettagliate sarebbe perfino eccessivo (chi vuole sa come e dove documentarsi, la rete offre ogni possibilità al riguardo) ma anche questa é una prova di come le donne siano oggetto di violenze, torture e lavaggi mentali così forti da essere perfino condizionate. Pensate che capita che loro stesse, diventando madri, tendano a fare infibulare anche le loro figlie come se fosse "normale" e "giusto" subire tutto questo.

Ma qualcosa cambia e penso che saranno proprio le donne ad essere il motore per una rivoluzione anche culturale nell'Islam perché sono loro le vittime principali di questa rigida applicazione del Corano.

Ma le aberrazioni non finiscono qui. Ho parlato anche altre volte, pure con miei versi (vedasi Mummy Gun http://agoradelrockpoeta.blogspot.com/2007/11/una-poesia-mista-che-ha-qualcosa-di.html), di questa terribile realtà.

Una mostra fotografica inaugurata a Roma ne parla. Bambini-Soldato. 

Vi lascio il link ad alcune foto della mostra:


Osservando queste e tante altre assurde realtà, e ripensando al 23 Dicembre 2012, giorno in cui i Maya hanno "predetto" la fine del mondo o cmq un cambiamento ed uno stravolgimento epocale della nostra società, mi chiedo (tra il serio ed il faceto) se forse la "fine" a cui alludono sia proprio quella derivante da un degrado sociale sempre più forte e tale da cancellare la civiltà strictu sensu considerata ossia quella nella quale umanità, pietà e rispetto del prossimo erano e dovrebbero essere ancora i cardini per costruire un nuovo futuro.

Oggi invece il Caos Apparente regna sovrano. E non si vede ancora la luce in fondo al tunnel...
-----------------------------------
Per Votare Su OkNotizie: http://tinyurl.com/n524h7

domenica 21 giugno 2009

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Prove Tecniche Di Golpe?

Terremoto in Abruzzo.

Ebbene sì, ne parliamo di nuovo ma questa volta non per denunciare quanto chi segue Anna alias Miss Kappa ed altri in rete già sa, ma per disquisire su una curiosa riflessione che mi è sorta... spontanea.

La zona del sisma, e dell'Aquila in particolare, sono de facto militarizzate e quasi tagliate fuori dal resto del mondo.

Comunicazioni vietate o quasi, controlli rigidissimi, divieto di potersi riunire ecc...

Ci pensavo in questi giorni e mi sono reso conto che è la prima volta che a seguito di un terremoto o altra calamità naturale, la zona colpita viene "invasa" e delimitata militarmente instaurando quasi una sorta di Codice Marziale in quelle aree.

Si osserverà che il G8, che si terrà per demagogica scelta del Cav. in quelle zone, "richiede" cure particolari per ragioni di sicurezza ma io obietto che questa situazione "anomala" esisteva già prima di questa decisione così "brillante" di Berlusconi.

Ed allora mi chiedo: a quale scopo tutto questo? Perchè porre in essere un tale spiegamento di forze?

Vediamo: blocco delle comunicazioni, controlli severi e privazione della libertà personale e di diritti fondamentali garantiti dalla Costituzione, permessi da doversi veder concessi anche per uscire dai campi e fare solo pochi metri.

Non vi sembrano vere e proprie prove tecniche di golpe?

Immginate tutto questo realzzato all'interno di un'area più vasta. Il centro di Roma per es. oppure pensate al G8 a Genova ed alla Zona Rossa... Sembrano tutti tentativi per vedere se sono in grado di isolare un'area civilizata escludendola in toto dal mondo esterno.

Per fortuna, è vero, abbiamo la Rete che sembra per ora essere più forte ma va detto che cmq pochi usano questo strumento per informarsi mentre la maggioranza si abbevera dai media tradizionali i quali sanno bene come abbacinare le masse.

E' una piccola riflessione un semplice pour-parler e come tale ve lo lascio senza alcuna pretesa ma solo con la richiesta di chiedervi che opinione avete al riguardo.

Buona Domenica
Daniele il Rockpoeta
-----------------------------------
Per Votare Su OkNotizie: http://tinyurl.com/nn65cl

venerdì 19 giugno 2009

L'Angolo del Rockpoeta: "La Marcia (Dei Triangoli Scaleni)"

Perdonate (per chi non lo masticasse molto) la prima parte in inglese ma é nata così...

LA MARCIA (Dei Triangoli Scaleni)

They go marching
Marching to Death

They go fighting
Fighting against a Wall

And the first Enemy
They learn to kill
Is their Fear.

It's a Day like Everyday
Andy wakes up to work
But that's not his Job
He's another Job.

Moruk escapes from War
As his Father

He's five
And staying where they were
it meant death
Or, for Moruk, to become a Slave.

Raggiungono le nostre coste
Irregolari
Vengono separati.

Ora Moruk é un Orfano virtuale.

Senza un Padre,
Allontanato da Suo Padre!

E mentre anche Carlo
Come Andy
Fa un lavoro che non lo rappresenta
Chiudo gli occhi per un istante
Sprecando solo una lacrima acida
Anche per me stesso.

Li riapro
Per sognare una Marcia
Pacifica
Immaginaria
Ma di Protesta e Libertà.

Triangoli Scaleni
Che invadono le nostre Piazze

Irregolari
Così diversi
E liberi.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA

martedì 16 giugno 2009

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Un Sentito GRAZIE...

Voglio aprire questo post con un sentito GRAZIE a Radio Radicale che era oggi pomeriggio collegata costantemente in diretta con la manifestazione a Roma dei terremotati dell'Aquila insieme ai loro amministratori (ho sentito intervistata la Pezzopane, Presidente della Provincia dell' Aquila).

Ebbene, udite udite la stessa Pezzopane ha dichiarato come stanno le cose nelle tendopoli: dal divieto di volantinaggio, a quello di potersi riunire liberamente per parlare e discutere di qualunque cosa, a tante altre vergognose limitazioni della libertà.

Ne parla anche Repubblica on line. Ora forse che lo dicono " i grandi" qualcuno ci crederà un po' di più....

Anna alias Miss Kappa ha denunciato tutte queste cose a gran voce da sempre, dal primo momento. Ovviamente molti altri media cercano di dare a tutta questa situazione il minor risalto possibile ma fanno fatica vista l'eco che sta avendo.

La Pezzopane ha anche spiegato le forti preoccupazioni che hanno tutti loro per questo Decreto per l'Abruzzo che non é per nulla soddisfacente e che non convince nei metodi e nella sostanza per quanto concerne i modi ed i tempi per la ricostruzione.

Ed intanto , non solo a Roma si protesta.

In Iran non ci stanno. Assistiamo all'ennesima rivolta che temo verrà soffocata nel sangue senza che possa portare a nulla. Purtroppo aggiungo...

Tralascio l'elencazione di tutte le "voci di sdegno" internazionali che sono oramai di rito anche se molti forse farebbero il tifo per la fine di questo regime Iraniano assolutamente fanatico ed oltranzista a vantaggio di Moussavi.

Leggo invece che Khamanei ha dato il benestare per il riconteggio dei voti: temo purtroppo che sarà un contentino formale perché poi alla fine dichiareranno che era tutto giusto e che la vittoria dell'attuale leader é assolutamente legittima.

Ed intanto quasi nessuno mette in risalto il fatto che dal 1° luglio 2009 ossia tra pochi giorni,
( http://miojob.repubblica.it/notizie-e-servizi/notizie/dettaglio/pensioni-da-luglio-le-quote-e-da-gennaio-pi-leggere/3674784 )"...entreranno in vigore le quote previste dalla legge 247. Per andare in pensione si dovrà toccare “quota” 95: almeno 60 anni e 35 anni di contributi. E dall’inizio dell’anno prossimo entreranno in vigore i nuovi coefficienti per il calcolo della pensione. Riduzioni stimate tra il 6 e l’8 per cento" (tratto dal posto sopra linkato)

Va detto, per correttezza, che questa legge del 2007 é stata fatta, ideata e voluta dal Centrosinistra che, quando deve metterla in quel posto ai lavoratori, é veramente imbattibile.

Lo fa in silenzio, sottotraccia senza strombazzamenti mediatici. Per questo molti grandi Imprenditori (per es. come Montezemolo) preferiscono un governo di Centrosinistra...

Altra preoccupante notizia ci viene fornita da un rapporto ONU sui Rifugiati: questo rapporto smonta la tesi per la quale la maggor parte dei rifugiati troverebbe asilo nei Paesi industrializzati. Sono infatti i Paesi cosiddetti in via di sviluppo che li ospitano in via principale. L'80% (tolta la Germania) risulta spalmato tra Pakistan, Siria, Iran, Ciad, Tanzania, Kenya.

Tra l'altro, molti di questi sono anch'essi Paesi davvero difficili per viverci. Pensiamo al Pakistan, allo stesso Iran, alla Siria ed al Kenya oggetto di grandi scontri pochi mesi or sono.

La notizia, oltre che curiosa (sembrerebbe smentire tutto questo allarmismo da parte dei Paesi ricchi sull'immigrazione anche se va ammesso che é cmq sostenuta anche da noi) é preoccupante in quanto,come si legge nell'articolo qui citato (http://www.repubblica.it/2009/06/sezioni/cronaca/immigrati-9/onu-16giu/onu-16giu.html), l'ONU sottolinea "la sproporzionata pressione che grava su quei Paesi, anche perché molte persone sono in esilio da anni, senza la prospettiva di una soluzione. Si tratta di donne e di uomini che scappano dall'Afghanistan, dall'Iraq e dalla Somalia, ma anche dal Sudan, dalla Colombia e dal Congo. Luoghi di guerra o in cui la violazione dei diritti umani è sistematica, quotidiana e indiscriminata. "

Tutto ciò é preoccupante perché queste moltitudini di individui stanche ed amareggiate sono e possono diventare un attraente vivaio per Bin Laden ed i suoi fanatici seguaci.

Un piccolo panorama di quello che accade intorno a noi, non limitandoci soltanto ai fatti di casa nostra.

Breve aggiornamento: Sembra che il confronto di ping pong (o tennis-tavolo se volete dare a questo sport una maggiore dignità) tra Berlusconi e Franceschini sia arrivato al quinto set ma il Cav pare voglia fare ricorso perché sembra che il giudice di sedia abbia un trisavolo che aveva la tessera di Rifondazione Comunista pertanto sarebbe di parte ed infatti ha anche contestato duramente alcune "dubbie" decisioni arbitrali...

Alla prossima, per parlare sempre di realtà e non di fiction.
Daniele il Rockpoeta
-----------------------------------------------------
Per Votare Su Oknotizie:http://tinyurl.com/mo3bgu

lunedì 15 giugno 2009

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Ping Pong

Berlusconi stuzzica Franceschini, lui risponde (conferenza stampa per dire che lui non ha paura del lupo cattivo... sic....) ed il ping pong continua.

Intanto forse dovremmo guardare all'Iran dove si va in piazza per sfidare una dittatura. Certo laggiù stanno peggio ma forse dovremmo prendere esempio.

Difendere internet: stanno cercando di fermare i blog. Ma facciamo ancora paura? Siamo sicuri? Su Zeus News esiste un articolo ( http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=10528&numero=999)dove si scrive che il 95% dei blog presenti e monitorati su Technorati sono praticamente morti ossia spenti.(dati 2008, ed ora a me sembra si stia ancora peggio... leggasi post precedente)

Resistono quelli che parlano soprattutto di attualità e realtà in modo particolare.

Ma se siamo rimasti così pochi forse dovremmo farci adottare da Fulco Pratesi ed il suo WWF! Dovrebbero tutelarci come razza in via di estinzione e non darci ancora addosso!

Va anche detto che in effetti in questo periodo molti siti fanno a gara a darci le stesse notizie sempre e diventa davvero dura trovare e scovare quelle news che cercano di far scivolare nel nulla.

Ovviamente in una jungla impervia e folta come la rete diventa sempre più difficile trovare le notizie "giuste". Forse potremmo paragonare meglio il web ad un oceano nel quale speri di trovare la "goccia" giusta da far affiorare...

Intanto vediamo Nicola Piovani gioire per la nascita del Liceo Musicale voluto dalla Gelmini. E dei tagli e dell'affossamento della scuola pubblica Piovani (ma non era di sinistra???) non ne parla resta inebetito da questa notizia. (Era Su Repubblica cartacea di qualche giorno fa)

Io mi sento davvero senza forze. Resisto e lotto ovviamente ma trovo sempre più un mondo ovattato e rinchiuso dentro una sorta di vuoto pneumatico dove nulla di quello che dovremmo sapere veramente ci raggiunge e nulla di quello che sappiamo ci scuote e scuote molti altri ad agire.

Tanti stanno cambiando parrocchia passando al Pdl. Perché? Semplice, per la regola del vecchio adagio " se non puoi batterli unisciti a loro" con la speranza che dentro quel maxi-trogolo possano mangiarci anch'essi almeno un po'... E poi grugnire con gioia!

Veniamo allora, secondo me, alle notizie che non si trovano:

1) Pellet radioattivo: questa notizia si trova ma nessuno rilancia il problema dell'energia pulita e dei rischi di importazione da paesi poco controllati come quelli dell'est... salvo quando ci sono episodi come questo...

2) Morti sul lavoro: sarò noioso e ripetitivo proprio come forse lo saranno anche i lavoratori che muiono quasi ogni giorno ma credo se ne dovrebbe parlare più spesso e denunciare un immobilismo sbalorditivo ed esasperante. Ecco, questo sarebbe un tema, a mio avviso, per cui andare in piazza senza bandiere di partiti ma solo con quella di blogger insieme anche a quelle moltitudini di anime che ci leggono o cmq anche senza conoscerci vogliono, come noi, cambiare le cose.

3) Pillola del giorno dopo e obiezione di coscienza illegale ed in malafede (non si tratta di pillola abortiva) da parte dei farmacisti che spesso mentono anche affermando di non averla. A questo aggiungiamo che siamo uno dei pochissimi Paesi che non ammette o quantomeno non permette di utilizzare regolarmente la RU486 all'interno delle strutture ospedaliere e sotto controllo e prescrizione medica.

4) I Sindaci delle zone terremotate dell'aquilano ed i loro cittadini e chi vorrà esserci saranno DOMANI a ROMA alle 12.00 per chiedere garanzie serie per la ricostruzione; per saperne di più e diffondere la notizia leggete qui: http://miskappa.blogspot.com/2009/06/i-sindaci.html

Allora, detto questo, se vi siete annoiati (spero di no eh...) a leggere notizie come queste, potete riaccendere la tv e vedere il prosieguo dell'incontro di Ping Pong Berlusconi vs. Franceschini.

A chi fosse interessato auguro sinceramente una buona visione.
-----------------------------------------------------------------------------
Per Votare su OkNotizie: http://tinyurl.com/my4f44

giovedì 11 giugno 2009

L'Angolo del Rockpoeta: "Anemia"

Giro per la blogosfera e per la rete in generale ed avverto un senso di resa, di stanca, di pigrizia mentale e di chiusura in se stessi. Una voglia di arrendersi di non pensare più a quello che stiamo vivendo. Queste elezioni più di quelle passate sembrano aver lasciato tanti privi di difese immunitarie contro l'abbandono e l'allontanamento dalla lotta, sembrano aver lasciato molti indifesi, deboli, forse un po' anemici. Reagiamo!

ANEMIA

Reclusione nichilista
Spiccioli di finzione
Elemosina di parole
Ritrosia di gesti.

Asfissia verbale
congiunge arretratezza morale e limiti intellettuali
Ripiega pensieri per bene
Dentro cassetti ordinati privi d'amore e verità.

Anemia cerebrale
Necessità di trasfusioni per la mente.

Message in a bottle
Sos stanco ed annoiato
Inviato nello Spazio
Lanciato a chi vorrà bere queste parole
E rispondere a questa nostra richiesta d'aiuto.
Ground Control to Major Tom...

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA
------------------------------------------------------------
Per Votare su OkNotizie:http://tinyurl.com/kp3d5w

martedì 9 giugno 2009

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Panorami Cangianti.

L'eco delle elezioni forse sta già scemando. D'altronde oggi bruciamo tutto alla velocità della luce quindi anche queste elezioni ce le stiamo quasi già mettendo alle spalle.

Osservavo, peraltro, come tutto cambia, perfino da un giorno all'altro.

Il Partito dell'Astensione, molto criticato ancora fino a ieri, sembra però che quando se ne ha bisogno venga richiamato a furor di popolo ed implorato a gran voce ad essere "presente" quando il 20 e 21 giugno si dovrà andare a votare per il Referendum sulla legge elettorale.

Per parlare del perché votare SI sia peggio che lasciare tutto com'é vi riporto un commento di FRANCA rilasciato sul suo blog http://franca-bassani.blogspot.com/ che trovate nei miei link dove spiega tutto molto bene dicendo: ""Siccome sia il PdL sia il Pd vogliono cambiare la norma ed assegnare il premio di maggioranza al primo partito e non più alla coalizione, l'unica speranza è che il referendum non raggiunga il quorum.

Se passasse una legge come questa, un partito che avesse la maggioranza relativa anche per un solo voto, potrebbe governare da solo!

Oggi col Pd dato al 25% a Berlusconi basterebbe una percentuale appena sopra per avere la maggioranza assoluta in Parlamento.
In pratica tutti i partiti meno i primi due sarebbero, di fatto, spazzati via."

Detto ciò, per parlare invece della mancanza di coerenza continuate a leggere questo post sul mio blog :-)))

Vorrei chiarire che la polemica riguarda soprattutto i partiti politici ed i loro membri. Qui sul mio blog ho trovato pareri anche diversi dal mio al riguardo ma sempre molto rispettosi e civili e che ho apprezzato anche se non condiviso nelle loro ragioni :-)))

Detto questo noto in molti un atteggiamento opportunistico che non amo. E' vero che la cosa migliore é quella di far precipitare il quorum ma forse la vera vittoria sarebbe quella di far trionfare il NO votandolo.

Detto ciò io non andrò neanche al seggio (anche perché tra l'altro anche volendo non sarò a Genova in quei giorni ma questo é irrilevante dato che non sarei andato cmq) ed invito tutti ad astenersi dall'andare alle urne sempre che siate contrari al SI come lo sono io.

Va detto che io sono quello che ha scelto il "non-voto" anche in queste Europee come alle scorse Politiche.

E' vero che in parte sono due situazioni differenti e che nel caso di elezioni c'é chi pensa giustamente che sia importante cercare di eleggere dei "propri" rappresentanti per cercare di cambiare un po' le cose (anche se non sono proprio quelli che vorremmo).

Resta il fatto, però, che se si decide di andare a votare o perché si ritiene di dover cercare di essere cmq "influenti" in qualche modo con il proprio voto o perché si ha davvero una parte politica che si vuole aiutare e che si condivide, posso anche capire il voler appoggiare l'astensione al Referendum (più per i secondi che per i primi in realtà)

Questa decisione invece la capisco meno (per non dire che non la capisco proprio, sotto un punto di vista di coerenza etica ed interiore) quando ad attuarla sono o fossero o saranno coloro che vedono sempre nel voto un dovere morale da esercitare. Per cui, se parliamo del voto come un dovere da compiersi sempre a prescindere da cosa si stia votando (partiti o abrogazioni parziali o totali di leggi), non si é coerenti ma forse invece solo opportunisti se si fanno due pesi e due misure condannando l'astensione nelle elezioni e "benedicendola" nei casi di voto referendario.

Ecco, questi panorami cangianti da un giorno all'altro, dall'alba al tramonto, queste coerenze camaleonticamente mutevoli, le trovo sinceramente disgustose.
------------------------------------------
Per Votare su OkNotizie: http://tinyurl.com/n8oc6p

domenica 7 giugno 2009

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Who Wants This Europe?

Chi vuole quest'Europa? Un'Europa nella quale, come "sR" ha osservato in un suo commento nel post "Politica e Sociale (Dichiarazione di... Voto?)", le cose essenziali soprattutto qui in Italia ma non solo, ci passano sopra la testa (Trattato di Lisbona tanto per essere chiari, ma anche ogm ed altro ancora...)

Ed allora tutta questa passione per un'Europa disunita anche e soprattutto tra i suoi "Grandi Eletti" (quante liti di bottega tra le nazioni anche solo in questi ultimi anni) non si é poi vista.

Io parlo ancora senza ovviamente conoscere quelli che saranno gli esiti finali della partecipazione al voto ma in tutt'Europa (da Cipro all'Italia, alla Germania con al momento sembrerebbe una lieve inversione di tendenza in Francia) ci sono forti cali di affluenza alle urne proprio rispetto alle europee scorse (servizio di oggi pomeriggio su Euronews canale 508 di Sky) e non in confronto alle Politiche dove ovviamente il calo, volendo fare un raffronto, risulta ancora più sensibile.

A questo aggiungiamoci anche il fatto che qui in Italia non abbiamo molti motivi a mio avviso per appassionarci ad un dibattito politico che di concreto e di realmente attento ai problemi nostrani ed europei ha ben poco (Prendiamo ad es Berlusconi nello scandalo Noemi: qui il Cav. é sicuramente mancato di tatto europeista non avendo neanche pensato quantomeno di allargare i suoi orizzonti oltre i nostri "patriottici"confini...)

Il fatto che da noi ci sia una percentuale di affluenza bassa ma pare maggiore di altri Paesi (53% alle 20.00) non inficia quanto scritto sopra. Resta, al momento, una percentuale poco elevata, che purtroppo potrebbe portare ai risultati che potete immaginare e che mette casomai in risalto come, se ci fossero partiti e candidati diversi, l'affluenza per un voto importante, vero e signficativo sarebbe plebiscitaria.

Io oggi nell'ora di pranzo, con la gentilissima disponibilità di due scrutatrici e del Presidente di Seggio molto simpatiche, ho ovviamente fatto verbalizzare che: "Daniele Verzetti dichiara di non votare in quanto non si sente rappresentato da nessun candidato e sceglie di essere libero"

Ammetto di essere molto nauseato dalla politica anche se la seguo e sto sempre vigile. Ma io sono sempre dell'idea che si debbano denunciare i problemi del Paese e colpire chi, a prescindere dagli schieramenti di appartenenza, non fa nulla per porvi rimedio e/o anzi si fa anche bellamente i fatti suoi.

Vedremo i risultati; vi comunico che non sono molto ottimista ma credo che chiunque vinca sarà facile per chi perde (facile ed in parte anche vero) affermare che l'astensione é stata così rilevante che questi risultati non possono avere un riflesso determinante sul fronte interno.

Inoltre per le Europee ci sono stati accorpamenti di schieramenti politici che anche solo dove si é votato per i rinnovi dei consigli provinciali e comunali in questa stessa tornata, non sempre si sono realizzati (per es Rif Com, PDCI e Sinistra e Libertà che in Europa erano compatti mentre anche in importanti centri e realtà italiane hanno corso individualmente).

Tali dati potranno cmq inevitabilmente essere una piccola cartina di tornasole per il futuro.

Ed allora il tempo ancora non é trascorso si vota fino alle 22.00 e poi la solita maratona elettorale per sapere prima con gli exit-poll(o) e poi con i dati reali come é andata.

Pertanto, switch on the Tv and watch per dirla con una lingua che, visto che siamo tutti europeisti, non possiamo non conoscere.
---------------------------------------------------
Per Votare su OkNotizie: http://tinyurl.com/nj4yqj

sabato 6 giugno 2009

L'Angolo del Rockpoeta. "Mercy"

MERCY

Degrado - Contagio
Ed inciampo in riflussi gastrici di moralità arrugginita
Arrancando dentro sfere vuote
Senza sonoro.

Spiritualità venduta agli angoli delle strade
E non basta sciacquarsi la bocca di verità
Noi esseri caduchi.

E rotoliamo nel fango
Di albe paradisiache offuscate da nubi di napalm
E scheletri di anime affamate

Scivoliamo dentro amari abbandoni
Grufolando rantoli selvaggi
Piangendo lacrime spente dalla ferocia di un gesto
Ululando a lune al neon.

Ipocrisia e servilismo
Bandiere e falsi Dei per cui uccidere
Ed unico Dio il potere.

Falsità e amore
Dolcezza e crudeltà
Rimpianto e gioia
Stillicidio
Omicidio.

Noi esseri così sfaccettati
Feroci
Fragili

E chiedo perdono
Please have mercy for the human being.

E chiedo pietà
Pietà per tutti i miei peccati.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA

venerdì 5 giugno 2009

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Terno Secco: 11 - 41 - 23

E poi non dite che non penso a voi :-)))

Per voi inizio perfino a fare il "mago" del lotto!

Vediamo come nascono i numeri che ho pensato:


11
: gabbia d'animale....


ZOO

Ci trattano come bestie
Come animali
Animali dentro un recinto
Rinchiusi dentro uno Zoo

Così lo definiscono.

Grate alte due metri
Pubblico pagante a schernirci

Noi matti da sempre e con dignità da mai.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA


Genova, San Martino. Il resto lo lascio al link.

http://www.repubblica.it/2009/06/sezioni/cronaca/ospedale-psichiatria/ospedale-psichiatria/ospedale-psichiatria.html

Peraltro, di rispetto e diritti violati non si parla mai neanche in Europa....

41: in realtà sarebbe 41 bis ma la parola "bis" non posso riportarla quindi lascio a voi interpreti del lotto decidere come e se considerarla in qualche modo. Parliamo infatti di regime duro per i mafiosi e di come con la motivazione di un forte stato depressivo (poverino) il Tribunale di Catania abbia "concesso gli arresti domiciliari a Giacomo Maurizio Ieni, 52 anni, indicato come il capo della cosca mafiosa Pillera"(passo preso da Repubblica link sottostante).

Resto sorpreso e sgomento proprio come la Procura di Catania.....

http://www.repubblica.it/2009/03/sezioni/cronaca/mafia-7/boss-depresso/boss-depresso.html

23: in realtà anche qui sarebbe 23 bis.... penso ricordiate il post sulla privatizzazione degli acquedotti (http://agoradelrockpoeta.blogspot.com/search?q=23+bis) o se volete, come certi sofisti hanno affermato, delle concessioni degli stessi come se cambiasse poi qualcosa in concreto: l'acqua sarebbe cmq sempre de facto privatizzata.

Se leggerete il link sottostante vedrete che numeri da giocare ne esistono parecchi: "Quattro Italiani su cento non hanno l'acqua corrente in casa. Quindici su cento non hanno gli scarichi collegati ad una fogna. Trenta su cento non dispongono del servizio di depurazione. Non stiamo messi bene e l'Unione Europea lo ha sottolineato aprendo un procedimento a carico dell'Italia per 300 casi di irregolarità" (Anche qui passo preso dal link sottostante)

Il prosieguo dell'articolo però sembra strizzare l'occhio ad una convinta necessità di privatizzazione dell'acqua ed anche qui resto perplesso e sgomento.

http://www.repubblica.it/2007/07/sezioni/ambiente/acqua-sud/acqua-lowcost/acqua-lowcost.html

Ed ora veniamo alla ruota sui cui giocarli. Scegliete voi tra Genova e Roma. Mentre commentate il post mettiamo ai voti anche la ruota. Forza che così Sabato li giochiamo!
----------------------------------------------------------
Per Votare su OkNotizie: http://tinyurl.com/q9fetf

mercoledì 3 giugno 2009

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Politica e Sociale (Dichiarazione Di... Voto?)

Politica e Sociale dovrebbero essere due parole affini nel loro significato. O meglio il Sociale dovrebbe attenere alle realtà esistenti nel vissuto quotidiano di più individui e quindi di un Comune fino ad arrivare allo Stato, nazione, insomma chiamate l'Italia un po' come vi pare.

Politica invece dovrebbe essere quell'attività tesa a risolvere le problematiche esistenti nella società contemporanea di quel Paese: disoccupazione, sicurezza sul lavoro, incremento del denaro nelle buste paga, sanità funzionante, ecc.... 

Dovrebbe, perché oggi sempre più é solo un vuoto e reciproco vomitarsi addosso di sterili accuse e gossip di quart'ordine.

Pochi si indignano per il Lodo Alfano, tutti per Noemi forse perché, come ho già anche affermato più volte, le foto di Noemi sono molto più interessanti di quelle inerenti le norme spazzate via per imporre il Lodo Alfano.

Ma quello che mi chiedo é come mai vedo cmq in giro blog che continuano a seguire queste notizie da gossip della politica e non seguono le problematiche vere di questi periodi.

Perché, in clima elettorale, non si cerca di conoscere i programmi dei partiti e/o cercare cmq di individuare i candidati più possibili invece di inseguire facili applausi?

Per me il risultato mi rendo conto può apparire semplice: I will choose Freeedom again per cui nonostante un attimo di dubbio per i Radicali, io cmq anche questa volta sceglierò di non votare e di far verbalizzare la mia decisione se sarà possibile.

Ancora una volta, molti media si interessano solo delle diatribe tra politicanti e non si concentrano sui veri temi che dovrebbero interessare queste elezioni: ogm, rispetto dell'ambiente, lavoro e sicurezza sul lavoro, ed ancora tanti altri.

Ed invece io, tranne alcuni blog, non vedo questa attenzione. Ed ovviamente non la vedo sui media tradizionali.

Ed allora forse tocca proprio a noi ed a voi scrivere e leggere chi di questi problemi ne parla e vuole sensibilizzare su di essi, anche e soprattutto in rete.  Soprattutto in questo momento, peraltro, ossia adesso,  quando va di moda (forse troppo di moda) postare contro il Cavaliere per la vicenda Noemi perché fa "audience",  invece di scrivere su Ricostruzione in Abruzzo, lotta alla criminalità organizzata, sicurezza sui prodotti alimentari e non che arrivano in Italia, ecc....

Probabilmente qualche singolo candidato onesto e capace esiste, ma pochi e sparuti individui non possono essere sufficienti per "urlare" alla svolta.

Forse ora é tempo di renderci conto se abbiamo tutti noi capito qualcosa di come gira il mondo e di come vogliono regolarmente intortarci con illusioni politiche prive di speranza reale.

PS: Ed a proposito di Ricostruzione in Abruzzo e di problematiche reali andate qui: http://miskappa.blogspot.com/2009/06/ricostruzione.html
--------------------------------------------
Per Votare Su OkNotizie: http://tinyurl.com/o854t6

lunedì 1 giugno 2009

L'Angolo del Rockpoeta: "I Nuovi 1000"

Questa poesia era stata scritta per una speranza politica "con riserva" che ovviamente, come mi aspettavo, terminò presto sfociando nel nulla.

La poesia che segue cerca da allora "nuovi padroni" che davvero la meritino. 

Ci ho riflettuto e credo che oggi li abbia trovati, anzi sabato scorso. 

Sono quei 1000 che insieme ad Anna erano all'Aquila per chiedere rispetto e FARE, a differenza dei nostri politicanti capaci solo di parlarsi addosso per farsi ascoltare, DAVVERO POLITICA

Questa, da oggi é vostra ed é per voi.

"I NUOVI MILLE"

Partiamo da uno scoglio arduo
Quello di una realtà politica chiusa
Come una casta.

Vogliamo dare nuove idee
Respirare libertà
Aria di cambiamento.

Mari perigliosi ci attenderanno
Ostacoli e pugnalate nella schiena
Iceberg minacciosi.

Tenteranno di trasformare
“i Mille” nel Titanic.

Ma “ I NUOVI MILLE”
Sapranno evitare trappole insidiose
E tranelli puerili.

Sbarcheremo nel Paese
Senz’armi
Soltanto con la forza delle idee
E delle persone che saranno con noi.

Abbiamo visto troppe albe morire 
E troppi soli scomparire
Inghiottiti da buchi neri 
Di un passato ancora misterioso e poco edificante.

E abbiamo visto Eroi dello Stato
Combattere la mafia 
E finire come cemento.

Eroi dello Stato
Essere denigrati e non ricordati dallo Stato
Uno Stato che li aveva lasciati soli.

E vediamo ogni giorno
Lotte di quartiere per poltrone macchiate di sangue 
E denaro sporco.

O semplicemente avidità di potere
Per ricoprire cariche senza merito né capacità specifiche.

Quello che non vediamo 
E’ l’interesse vero per i problemi della gente
E per quelli di un Paese da salvare.


ED ALLORA SPAZIO E RESPIRO PER I NUOVI MILLE.

Perché se nell’alba non c’è più futuro
I nostri occhi vogliono ancora credere.

Ed allora 10, 100, 1000 occhi
Urlano la loro voglia di cambiamento!

E non ce li chiuderanno mai.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA.