martedì 30 marzo 2010

Rockpoeta On The Road: "Punti Di Vista..."

Nono episodio di questa rubrica. Due poesie, un unico tema. Controverso, dibattuto, da molti osteggiato. Insomma, il tema di cui tratto oggi non fa tanta audience o quantomeno non sempre sei benvisto se ne parli....

Perché questo titolo? Beh guardando il video lo capirete... Buona visione!



Nel caso ci fossero problemi su youtube o cmq per chi volesse vedere il video anche in HD basta cliccare su VIMEO

E' tutto. Per il prossimo episodio vi aspetto martedì prossimo.

Daniele il Rockpoeta
---------------------------------------
Per Votarmi Su OKNotizie Cliccate QUI

19 commenti:

luce ha detto...

Incisivo come al solito con due temi forti, anche se, devo dire, in questo "dayafter" la prima poesia mi sembra malinconicamente vera.
E la seconda malinconicamente reale.
Sempre intensa la tua tua interpretazione che a tratti rende le parole e le emozioni palpabili
Un abbraccio

Ross ha detto...

"My (point of) view" secondo me è la poesia più bella e forte che tu abbia recitato finora, e la tua interpretazione meglio riuscita. A tratti mi ha ricordato questo pezzo di Ascanio Celestini. Da brividi.

Un bacio Daniele. Grazie.

Matteo ha detto...

Vedo che, almeno finora, non ci sono molti commenti contrariamente al solito. Evidentemente sono tutti concentrati solo sulle elezioni. Spesso si scambiano i mezzi con i fini.
Hai toccato un tema a me caro, perché non ci si rende conto di quanto sia tragica nelle nostre società l'emarginazione delle minoranze, non solo per loro, ma anche per noi. Una società che non sa accogliere la diversità è una società che non sa rinnovarsi e quindi una società destinata a morire in una lenta agonia. Penso che invece dovremmo sostenere proprio le altre culture, altre rispetto a quelle dominanti, perché è evidente che ciò che c'è adesso non va bene.

Perché la prossima volta non pubblichi anche il testo scritto della poesia sotto il video? Penso che unire le due cose possa essere utile.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MATTEO: pochi commenti anche perché forse ieri all'inizio per due ore su youtube non si vedeva lol.Dai non credo che sia solo questa la ragione.

E' vero che cmq é un tema che divide.

PS: ci ho pensato. Sono cmq tutte poesie che sono sul blog tranne Ologramma. Valuterò cmq il fatto di mettere il link alle poesie che fossero sul blog.

PER ROSS: grazie é un onore questo accostamento

PER LUCE: allora il mio video tutto sommato non é così fuori dalla realtà nonostante tutti oggi parlino di risultati elettorali come se fossero un qualcosa di astratto dalla vita reale

Guernica ha detto...

Sai che sono molto attenta a quanto sta accadendo al popolo romanì...

I versi sono bellissimi, complimneti :)
Ologramma la conoscevo, ma è sempre bello riascoltare.

Bravissimo.Faccio un tifo sfegatato.

maria rosaria ha detto...

grande, dani! sono bellissimi questi video e le poesie che reciti. e l'iniziativa è davvero lodevole.
bacio

Adriano Smaldone ha detto...

guagliò si nummero 1

Gians ha detto...

Mi sono goduto la tua capacità d'autore e di interprete, mica roba da poco saper fare tutt'e due. Ma ora viene il mio pensiero che và aldilà delle tue splendide parole. Le minoranze etniche specie quelle comunemente conosciute come Zingare, zigani, zingani o gitani sono divenute ancora più "minoranze" da quando hanno deciso che, l'elemento romantico e mi spingo nel dire benaccetto, del nomadismo è venuto a mancare. Sono diventati stanziali, hanno occupato periferie isolandosi con le loro stesse mani. Ho 40 anni, e ricordo i campi nomadi piazzati nelle campagne del mio paese per settimane intere, poi smontavano e sparivano nel silenzio più assoluto. Ora le cose non stanno in questo modo, non giustifico l'atteggiamento razzista nei loro confronti, ma a mio avviso dovrebbero recuperare lo spirito vero che li ha spinti da sempre a vivere in quel modo.

Tua madre Ornella ha detto...

Daniele,

incisivo, determinato, poetico...

Secondo me alla fine scompariranno anche le stelle (bellissima questa ultima frase "senza piu' sogni per inseguire le stelle")

Ma non vedi in che degrado culturale siamo sprofondati??
Combattono i Rom senza neanche conoscerne la storia....
E' l'ignoranza che ci sta uccidendo....
Sarò ripetitiva ma B R A V O!!

Un Bacio
Ornella

Mk ha detto...

Ogni cosa è un punto di vista .basta solo vedere se è mezzo pieno o mezzo vuotio.Ed è disastratamente vuoto.
Daniè, amm finito la campagna elettorale e vabbè.:))
Mi mancavano le tue poesie live.
Abbraccio
Mk

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GIANS: io per primo affermo che in nessuna realtà etnica esistono tutte persone buone o cattive.
Ovunque ci sono mele marce e persone meritevoli. Sarà ovvio ma é vero :-))).

Hai ragione sul fatto che prima si localizzaavano per brevi periodi e poi lasciavano quello spazio per andare altrove, ma ora molti di loro vogliono cmq vivere stanziali. Al riguardo ti rimando se vorrai leggerla ad una intervista che feci a Djiana Pavlovic qui su queste pagine del blog che é molto interessante. Detto questo, il rispetto da parte di tutti della legge ma favorendo una vera integrazione non é buonismo o utopia ma soltanto buon senso.

PER MK: bentornata a leggermi ed a sentirmi allora. Grazie per le tue parole

Un bacio
Daniele

enne ha detto...

Ciao,
le poesie sono belle: soprattutto Ologramma.
Non sono assolutamente razzista, ma sento i rom estranei, e non mi fido di loro.
Non voglio fare di tutte le erbe un fascio, ma ho avuto diverse esperienze negative: in particolare una risalente a quando stava per nascere mio figlio.
Fu un episodio terribile, che ricordo ancora oggi con angoscia.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ENNE: come ho detto anche a GIANS fare del demagocico buonismo é fuori luogo e non ha senso. E' però necessario distinguere e premiare le persone che tra loro hanno il desiderio di vivere nella legalità e ovviamente essere decisi con chi invece vuole abusare della situazione di apparente invisibilità per delinquere ed avere comportamenti cmq non consoni al vivere civile.

Gians ha detto...

Assolutamente buon senso, Daniele, è davvero buona norma accogliere chi può portarci culture da cui trarre orizzonti più ampi, infatti da questo punto di vista siamo in perfetta sintonia, tutto il resto.. l'illegalità di certe frange "zingare" ho capito bene siano lontane dalla tua poesia.

Kylie ha detto...

Sai la diversità in generale è fonte di discussione.

Un abbraccio forte

enrica ha detto...

Caro Daniele,
bellissime le tue due poesie. Come sempre. La prima mi ha ricordato il famoso monologo di Al Pacino alla fine del film Avvocato del Diavolo...

Ishtar ha detto...

Proprio perchè scomode è necessario parlarne, grazie...un abbraccio

Ishtar ha detto...

Serene festività, a te e ai tuoi cari, da noi si sentirà ancora parlare di elezioni votazioni...voteremo a maggio...un abbraccio con affetto

chit ha detto...

Sottoscrivo appieno quanto già scritto dagli altri. Sarà che vedo questo video solo oggi, in un momento "particolare", ma sappi che m'ha colpito molto. La linearità dei tuoi pensieri credo si sposi bene come non mai con le parole e l'interpretazione.
D'applausi tutto l'insieme!