mercoledì 7 ottobre 2009

SABATO 10 OTTOBRE A ROMA: "We Are Everyone!"


Questo Sabato 10 ottobre ci sarà a Roma un'importantissima manifestazione organizzata ed indetta dal movimento lesbico, gay, bisessuale e transgender per dire basta alla continua violenza che colpisce tutti.

Questa manifestazione é davvero importante e merita di essere spiegata e portata a conoscenza di tutti voi nel miglior modo possibile.

Ecco pertanto come é scaturita la mia decisione di chiedere a Fabianna Tozzi Daneri, Presidente dell'Associazione Transgenere il cui blog potete trovare, con mio profondo onore, tra i miei link, di accettare una breve intervista per spiegare lei stessa al meglio, cosa succederà sabato:

Rockpoeta: Fabianna, in primo luogo grazie di cuore per aver accettato questa breve intervista. Ti chiedo, in primis, di presentarti parlando brevemente di te e di come sei arrivata ad essere la presidente di Associazione Transgenere

Fabianna: Grazie a te per l’interessamento che mostri sempre nelle cause che riguardano i diritti civili. Come hai anticipato presiedo l’ Associazione Trans Genere di cui sono fondatrice insieme a Regina Satariano da poco meno di due anni, i miei trascorsi nell’ associazionismo e nella politica mi hanno portata ad approdare ad una situazione associativa orientata sul “fare”, una risposta che vuole essere concreta alle molte richieste di aiuto che ci provengono da ogni parte d’Italia.

Rockpoeta: Se ho letto bene il programma, prima che tu ce ne parli più diffusamente, ho visto che sabato prenderai la parola in rappresentanza non solo del mondo T. ma anche delle lesbiche, dei gay dei bisessuali. E' già un passo molto importante mi pare per una realtà come voi giustamente evidenziate spesso dimenticata, no?

Fabianna : Sabato avrò l’onore e l’onere di essere la portavoce unica della manifestazione, in rappresentanza di tutto il movimento LGBT, organizzatore della manifestazione. Credo anche io che sia un atto importante da parte del movimento aver scelto una persona Trans come rappresentante, soprattutto in un momento dove il movimento stesso cerca di percorrere una via unitaria e di inclusione, temi questi molto cari alla nostra Associazione, da parte mia spero di essere all’altezza di un compito così importante… io ce la metterò tutta credimi!

Rockpoeta: Ne sono sicuro! In un Paese che ha il tasso di omicidi di transgender più alto d'Europa, credo che un testo di legge licenziato alla Commissione Giustizia della Camera contro l'omofobia che, come voi dal vostro blog avete ampiamente evidenziato, non inserisca la parola transgender o transessuale all'interno del testo stesso, e quindi non tenga conto di fatto della vostra se non esistenza, quantomeno tutela, sia gravissimo. Ci sono speranze che questa grave mancanza sia corretta? Avete qualche iniziativa o progetto al riguardo?

Fabianna: Purtroppo deteniamo il triste primato mondiale di omicidi trans fobici, la pretesa che la nostra condizione naturale venga tutelata è un atto di civiltà. Il lavoro svolto dall’On. Paola Concia su un disegno di legge che prevedeva l’ampliamento della legge Mancino anche verso le persone con diverso orientamento sessuale ed identità di genere, è stato bocciato in Commissione Giustizia dall’ attuale maggioranza, ed il risultato è stato un testo che di fatto ha escluso le persone Trans da tale legge. In queste ore stiamo lavorando alla proposta di emendamenti accettabili, chiaro rimane comunque che da troppe parti politiche non ci sia la reale volontà di legiferare in questa direzione, non tenendo conto delle varie risoluzioni e moniti della comunità europea su queste importanti tematiche.

Rockpoeta: Ti prego adesso di spiegare bene ai miei lettori cosa succede sabato e perché é così importante che tutti noi non solo pubblicizziamo questo evento ma, ove potendo, ci si presenzi dando una testimonianza concreta di come siamo tutti uguali.

Fabianna: La manifestazione di sabato sarà, a nostro avviso, particolarmente importante proprio sul campo dei diritti civili e sociali, e tengo a precisare, non solo quelli che riguardano la comunità LGBT, ma i diritti di tutte quelle persone che assistono, loro malgrado, alla mancanza di tutela e dignità dovuta ad ogni individuo. UGUALI diritti, nella differenza e nelle diversità di ogni persona, un appuntamento che coinvolge tutte quelle persone ritenute deboli e non sufficientemente tutelate, trans, lesbiche, gay, ma anche eterosessuali, donne, bambini, immigrati, diversamente abili…una manifestazione che nasce dal nostro movimento che si fa portatore sano di democrazia per tutte e tutti, questo lo scopo della manifestazione. Per il programma completo dell’ evento potete consultare il blog a questo indirizzo:
Il mio invito é a partecipare ad una manifestazione di democrazia ed uguaglianza fatta di storie e di persone, per allargare i diritti fondamentali a tutti a prescindere dalla loro condizione e dalla loro identità

Rockpoeta: Ti ringrazio per questa piccola chiaccherata. Sono certo che sia stata molto importante per sensibilizzare tutti verso una manifestazione che riguarda davvero ognuno di noi
-----------------------------------------------------------
Per Votare Su OKNotizie: http://tinyurl.com/y9qeb9a

55 commenti:

marina ha detto...

grazie Daniele, non sapevo della manifestazione. Mi sembra importante
marina

Iniziativa ha detto...

Purtroppo oggi è molto difficile riuscire a far parlare di se, sopratutto se lo si cerca di fare seriamente e parlando di diritti.
L'informazione, gran parte dell'informazione mostra più interesse in altro ma grazie a persone come voi forse non tutte le speranze sono perdute.
Grazie Daniele per questo post e per aver dato risalto all'iniziativa.

Comitato UGUALI

Francy274 ha detto...

E'frustrante il dover ammettere che in Italia ci siano "minoranze" obbligate a fare manifestazioni per ottenere ciò che nelle altre democrazie sono normalissimi e riconosciuti diritti civili per tutti.
Là dove troneggia un dio, comunque lo si chiami, ci sono minoranze, ghetti, ceti sociali...Sinceramente dovremmo vergognarci tutti, ma è così difficile per gli italiani imparare a vivere e a lasciar vivere ? E' così difficile capirlo ? E' così difficile capire che ogni legge sul diritto umano vale per ogni singolo cittadino ?
Che Paese ottusamente medievale è il Nostro, popolato da una masnada di fuorilegge ed irriducibili Savonarola.

sR ha detto...

sabato, putroppo, non ci sono.
:(

Guernica ha detto...

Ciao Daniele, sapevo della manifestazione.
Amnesty ha rilasciato un comunicato stampa al riguardo, rivolgendosi alle autorità e certamente qualcuno presenzierà.

La condizione di ineguaglianza è grave.Purtroppo l'Italia non è più uno stato di diritto.Così non ci resta che lottare per riprenderci la dignità.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER INIZIATIVA: non devi ringraziarmi, ho fatto quello che é giusto e che sento. Non smettete mai di lottare.

Daniele il Rockpoeta

lodolite ha detto...

no sapevo della manifestazione. è sicuramente un appuntamento in nome della democreazia.
ciao, simona

tommi ha detto...

complimenti a te e a tutti coloro che sono coinvolti nella manifestazione. speriamo che abbia eco nel nostro paese dormiente.

chit ha detto...

@Tommy: purtroppo l'eco è delegato alle persone di buona volontà perchè i media sembrano in tutt'altro indaffarati. Ti invito se condividi le finalità della manifestazione (ma se sei tra i preferiti di Rockpoeta non ho dubbi!) a mettere anche tu se puoi il bannerino e chissà che, nonostante il gran lavoro che stiamo facendo con il blog e su FB, legga sempre meno frasi del tipo "non sapevo nulla" mentre di tante altre caxxate si sa fin troppo! ;-)

chit ha detto...

Dimenticavo di ringraziare te Daniele per questo post, questo spazio ma soprattutto per l'attenzione costante che hai verso queste tematiche.
Come sai sono un po' a corto di tempo quindi non vado oltre ma la mia (e credo non solo la mia) stima ed il mio affetto non possono che aumentare per l'aiuto che dai all'Associazione ed al movimento.
So che come molti di noi non lo fai per la gloria ma lo fai con il cuore però permettimi di dirti ancora una volta GRAZIE!


So che

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER CHIT; non posso che commuovermi e ringraziarti fortemente con tutto il cuore per le tue bellissime parole.

Sai che non mi tiro mai indietro di fronte ad una causa che ritengo giusta.

Ti abbraccio fortissimo
Daniele

upupa ha detto...

Penso che sia ingiusto e umiliante per un paese civile dover manifestare per affermare di esistere!!!!!!!
Ma torniamo sempre all'inizio...chi dice che l'Italia sia un paese civile? Molti fatti dicono di no!!!!!!

alianorah ha detto...

Uguale è il segno matematico che prediligo :)

Matteo ha detto...

Spero che il movimento lgbt non si faccia strumentalizzare da politici dell'opposizione come la sen. Concia che pretende di combattere l'omofobia con i fascisti di Casa Pound con cui addirittura vuole intavolare un "dialogo".
Temo che purtroppo la strumentalizzazione del movimento, sia da parte della maggioranza che della minoranza sia perfettamente riuscita e la cosa mi dispiace.
Non ci sarà nessun diritto riconosciuto finché il movimento non otterrà una sua indipendenza e autonomia.

emanuela ha detto...

La tua sensibilità si accompagna ad una serietà lodevole. Grazie

fabio r. ha detto...

speriamo bene allora, in bocca al lupo per una civile (e non è poco) manifestazione di idee!

cristiana ha detto...

AMICO, Hai letto?
BOCCIATO LODO Alfano!!!!!!!
Cristiana

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER CRISTIANA: svolta importante! Ora vediamo cosa succederà.

PS: un bel viatico forse per questa iniziativa? Sono due cose diverse ma come dire se il buongiorno si vede dal mattino (va beh pomeriggio tarde lol)....

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Bravissimo Daniele, come dice Fabianna Tozzi Daneri, mostri sempre un grande interessamento per i diritti civili.

Domenica lavorerò e quindi non posso neanche prendere in considerazione l'idea di una capatina a Roma, ma metterò un avviso anche sul mio blog.
Bisogna spargere la voce!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER JANE: Grazie del tuo apporto!!!!!

maria rosaria ha detto...

iniziativa importantissima; che la maggioranza bocciasse il tentativo di ampliamento della legge mancino non sorprenderebbe neanche un lattante. loro hanno rivisto il significato del termine uguaglianza a uso e consumo di chi merita diritto di vivere la propria vita con sicurezza,tutela, e considerazione, come per tutti, ed intendo veramente tutti, dovrebbe essere.
bacio, caro dani, e grazie.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER TUTTI: BOCCIATO IL LODO ALFANO! Resto però con questo post perché ritengo che sia importante a maggior ragione spingere verso diritti civil negatii!!!!

Questo risultato ci deve spronare a lottare con fiducia per ogni battaglia che sembra senza speranza.

Questa é una lotta difficile ma va sposata e condotta con determinazione come tante altre che richiedono il nostro impegno.

Daniele il Rockpoeta

Gunther ha detto...

credo che sia un dovere civico partecipare, visto quello che è accaduto ultimamente

gians ha detto...

E' davvero importante che la cara Fabiana, abbia sottolineato che la manifestazione è aperta a tutte quelle persone che per vari motivi sono oggetto di diseguaglianza sociale. Lo è per un semplice dato di fatto, troppo spesso è accaduto che alcune espressioni sociali si sono "autoghettizate" quindi viva qualsiasi manifestazione, che non identifichi una sola categoria. Grazie Fabiana, bravo Daniele.

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

PER GIANS: Grazie per le tue parole! E' importante che si capisca davvero che tutti siamo uguali.

Ti abbraccio
Daniele

princicci ha detto...

ciao daniele...prima di tutto grazie per la tua visitina da me...mi ha fatto davvero piacere !!!!ho avuto qualche problema ....ma adesso sono tornata e se mi permetti come sempre vorrei dare spazio anche io a questa iniziativa per cui copio la locandina e la metto da me....ok??????ti abbraccio claudia

Mio Capitano ha detto...

Prendo atto della manifestazione che ci segnali con puntualità, ho letto con interesse l'intervista.

♥gabrybabelle ۶(๏̯͡๏)۶ ha detto...

oggi sto' meglio,ogni tanto una gioia ci vuole caro Rock poeta.........

finalmente ;-)
Bossi ha dichiarato che fara' la guerra se..... LO sto' aspettando,tanti lo stanno ASPETTANDO!!

http://www.youtube.com/watch?v=gGaWqw9dzVg

Marcello ha detto...

Non si può che essere concordi con le motivazioni di questa manifestazione. Uguaglianza, libertà di essere orgogliosi della propria diversità, equità sociale, diritti per tuti. Sono gli ingredienti della democrazia...

Darksecretinside ha detto...

Mi spiace solo che non potrò esserci.
=_=

Max C ha detto...

E' sempre indispensabile sottolineare l'uguaglianza delgli esseri umani tra l'oro. Pur essendo tutti diversi gli uni dagli altri dobbiamo essere tutti uguali e con gli stessi diritti e anche doveri.
In un mondo in cui chi prevarica viene preso spesso a modello, dobbiamo lottare per un diritto logico, purtroppo. Tutti noi.
.. ed il respingimento della consulta per il Lodo Alfano mi fa piacere che abbia ribadito anche questo. Anche se solo in teoria dobbiamo essere tutti uguali di fronte alla legge.

Ross ha detto...

Provvedo subito a segnalare la manifestazione sul mio blog.
E' solo a partire dalla difesa (di più: dalla pretesa) dei diritti che avremo la speranza di ridare un minimo di dignità e di credibilità al nostro paese.

Grazie Daniele, per il tuo impegno costante per il cambiamento. Come hai intuito quella del migliorarsi è una sfida che in questo periodo mi sta particolarmente a cuore, in tutte le sue declinazioni.

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

PER ROSS: Grazie davvero tantissimo per il tuo apppoggio. Ogni piccolo aiuto é prezioso.

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

E' importante. Il fatto che ci troviamo ancora a dover lottare per questo, dimostra tutta la sconfitta.
Un abbraccio

calendula ha detto...

che tristezza che in Italia, ancora nel 2009 si debbano fare manifestazioni del genere... sembriamo ancora nel medioevo, speriamo che la manifestazione vada benissimo, che sia colorata e bella e forte e portatrice di cambiamenti veri.

Ale ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ale ha detto...

spero non sia una pagliacciata come è già successo, ma sia una manifestazione che vada a protestare in maniera decisa e seria verso quelli che ancora fanno distinzioni stupide e inutili.

Agave ha detto...

Grazie per questa intervista, ho messo il logo ed il collegamento al tuo blog sul mio blog.
A presto
Evelin

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER AGAVE: Grazie Evelin!

enne ha detto...

E' una manifestazione legittima e giusta. Sono certa che nessuno voglia veramente non tutelare i transessuali, dal momento che sono persone uguali a tutte le altre.

Romina ha detto...

Visto il clima reazionario in cui viviamo, e dati i peggioramenti che si prospettano, la manifestazione è benvenuta.

gians ha detto...

Come sempre è un piacere, poi sai che su altri temi, abbiamo il nostro bel da dire. ;) Un abbraccio.

Paolo Borrello ha detto...

Sapevo della manifestaziome. E' davvero importante. Purtroppo non ci potrò essere. Comunque spero che venga seguita adeguatamente dai mass media, anche se ho dei seri dubbi al riguardo.
Ciao a presto e buona manifestazione!

Fabio ha detto...

La consapevolezza di essere tutti eguali è la base della solidarietà, della giustizia sociale. Sono vicino col cuore a tutti coloro che partecipano a questa manifestazione. Un abbraccio, Fabio

Licia Titania ha detto...

Non sapevo di questa iniziativa, grazie. Dovrebbe essere evidente l'uguaglianza, l'essere tutti non "uguali" ma "pari" come credo sottolinei il tuo titolo; ma spesso non lo è e tu, come i vati antichi, pensi a ricordarcelo. Quindi ancora, grazie.

amatamari© ha detto...

Purtroppo l'influenza non mi ha consentito di partecipare ma il mio cuore è con chiunque lotti per il riconoscimento dell'uguaglianza di tutti gli esseri umani.
Grazie Daniele.

Arthur ha detto...

che brutta cosa che hai scritto

We are not everyone

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER ARTHUR: mi dissocio dal tuo commento che non condivido. Ciascuno di noi ha il diritto di essere se stesso anche sessualmente. Poi io sono e resto etero ma non vedo nulla di vergognoso o sporco nell'essere sessualmente di gusti ed orientamenti diversi. Gay, lesbiche o transgender sono cmq tutti persone.

Ed in tal senso We Are Everyone.

Mi spiace che tu abbia idee diverse su questo.

l'incarcerato ha detto...

Bellissima intervista!! Complimenti Daniele, anche tu come giornalista non scherzi affatto!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER INCARCERATO: più editorialista forse, e discreto intervistatore. Il Giornalista d'inchiesta alla Report sei tu lo sappiamo tutti molto bene.

Ciao e grazie per le tue parole!
Daniele

Arthur ha detto...

Bispensiero Orwelliano o limiti della lingua occidentale?

per me la frase vuol dire
Noi siamo tutti ma la lingua inglese è strana e potrebbe voler dire anche
Noi siamo ognuno

Noi chi? noi uomini intendi?

Ok
Noi uomini siamo ognuno, ognuno fa quello che vuole. Così anche se un pò contorto (ed in definitiva non vero perchè ognuno non è mai stato libero di fare quello che vuole) posso capire cosa stai dicendo.

Vedi per me la frase è già impostata male perchè parte da un Noi che non posso permettermi di usare per parlare, io sono io, parlo per me, per gli altri non posso parlare, anche perchè non so chi sono se non inquadriamo una categoria dovendo sottostare a dei limiti logici.

Posso dirti io voglio essere libero di avere i miei gusti sessuali (anche se in definitiva non sono ne gay nè pedofilo e tollero per quieto vivere i gay e disdegno i pedofili).

Questa è l'eterna contraddizione orientale dell'uno e del tutto, che io capisco ma affronto dal puno di vista individualista.

Non ho mai discriminato i gay, ma fosse per me sarebbe meglio se non ci fossero.

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

PER ARTHUR: La tua ultima frase denota la scarsa simpatia per i gay.

Io non ho fastidio verso nessuno. Detto questo, mi pare che la tua analisi poi si distacchi dalla pura analisi semantica del titolo (per altro per Noi intendo tutti gli esseri umani) per ribadire un distacco chiaro e netto.

Tu scrivi che vuoi essere libero di avere i tuoi gusti sessuali. Bene, giustissimo, concordo con te! Dove non mi pare che collimino i nostri pensieri é sul fatto che tu sembri meno disposto ad accettare la loro libertà sessuale.

Faccio un es. differente: io non sono vegetariano. Pretendo che un vegetariano non mi imponga la sua dieta, ma rispetto la sua e non mi infastidisce che mangi cavolfiore.Questo non mi impedisce di essere amico di questa persona, di conoscerla, di avere gusti musicali in comune, ecc....

L'anima delle persone non si giudica dai propri gusti sessuali, di cibo ma da altro secondo me.

Poi ciascuno di noi é differente dagli altri ma tutti noi siamo uguali. Uguali come esseri umani, differenti nel nostro essere.

Questo intendevo dire. E questo ancora adesso sostengo.

Ciao
Daniele

Arthur ha detto...

Insomma io sono convinto che prenderlo in culo è sbagliato, poi fate voi.

Enjoy coca cola

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

PER ARTHUR: Lei si é qualificato a dovere.Complimenti.

Licia Titania ha detto...

@Rockpoeta: torno nella tua "agorà", se me lo permetti, per rivolgermi ad Arthur.

@ Arthur: ho seguito la discussione sull'Agorà e le tue disquisizioni linguistiche con molto interesse, fino alla caduta di gusto finale. Che agorà sarebbe se fossimo tutti e sempre d'accordo? Si chiamerebbe "Ho ragione io", oppure "Siam perfetti", o qualcosa di simile. Quindi, secondo me, è sicuramente tuo diritto dissentire, ma non comprendo lo scadimento nella vogarità, soprattutto da un blogger cone te, che conosce il valore delle parole.
Comunque a me pare chiarissimo dal titolo che "we are everyone" non si riferisce ad uno stato di uguaglianza, ma di parità tra esseri umani, indipendentemente dalle loro inclinazioni sessuali -che a me, personalmente, interessano solo se devo avere un rapporto sentimentale con una persona. Se ad esempio ci devo lavorare, cosa mi importa del suo orientamento sessuale? trovo più importante sapere, non so, se ha il senso dell'umorismo.
(Un partito per difendere gli "humourless", beh quello sì che avrebbe successo...va beh scusate.)
Quanto alla disquisizione filosofica, certo che io non sono tutti gli altri, tu non sei me, ecc.; credo che il Rockpoeta, poeticamente appunto, volesse dare un senso impressionistico alla frase, come per dire: oguno è se stesso, ma ciascuno è solidale con gli altri (ovviamente in un mondo ideale lol).
Ciao.