giovedì 9 dicembre 2010

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Notizie Di Nicchia...

Breve carrellata su notizie non proprio di primo piano, che vengono magari anche trattate dai media ma, spesso, relegandole ai margini dei notiziari privilegiando e ponendo invece in primo piano, al loro posto, i soliti scandali politico-sessuali e/o "ghiotti" fatti macabri di cronaca nera sui quali gettarsi per catturare, a piene mani, audience a buon mercato.

1) Solo un comune su oltre 5.000 non é, territorialmente parlando, a rischio di dissesto idrogeologico: si tratta di Senigallia in provincia di Ancona. Tutti gli altri sono ridotti piuttosto male e solo il 22% di questi pone in essere azioni di prevenzione e mitigazione del problema.

2) Sono 18 i Governi che diserteranno la manifestazione per il ritiro del nobel per la pace assegnato a Liù Xiaobo attualmente ancora in carcere in quanto dissidente cinese. Tra questi spiccano, ma forse poi non ci dovremo neanche troppo sorprendere, Russia, Serbia, Venezuela e Cuba. L'Italia per fortuna é fuori da questo elenco. Sembrerebbe scontato ma visti i rapporti d'affari con i cinesi che abbiamo approntato di recente, tutto poteva accadere...

3) Un'altra notizia importantissima perché riguarda la nostra salute e quella dei nostri figli, riguarda quello che mangiamo anzi ci fanno mangiare e le sostanze cancerogene che ci possiamo trovare dentro. Esatto, avete letto bene, cancerogene. Un blogger molto preparato e serio al riguaro, Gunther ha scritto un post molto interessante che dovete leggere al riguardo e che potete "raggiungere" cliccando QUI

4) Ed infine l'ennesima ed amara rivelazione sullo squallore con cui si sono approfittati del terremoto aquilano per speculare e lucrare sul dolore e la disperazione della gente o meglio fregandosene totalmente e pensando soltanto ad avvantaggiarsi da quella terribile disgrazia.

Sono 4 piccole "notiziole", una goccia nell'oceano di tutte quelle news importanti e che non arivano mai o quasi mai alle orecchie della massa. In questo caso, si tratta di4 notizie di cui probabilmente si é accennato (tranne credo quella di Gunther), ma assai poco dibattuto, considerandole appunto notizie di nicchia o forse, peggio ancora, di riempimento di un notiziario dove, come ho già scritto all'inizio di questo post, le news più "interessanti" sono di ben altra natura: dal gossip a 360° all'horror, quando non anche (ed in questo caso raggiungiamo il top dell'orrido) una succulenta commistione dei e tra i due generi...
------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

15 commenti:

Alessandro Cavalotti ha detto...

Sono la cifra del mondo (e del paese) in cui viviamo...

fabio r. ha detto...

piccole cronache dalla fine del mondo insomma, as susual purtroppo..

Mr. Tambourine ha detto...

Non ho capito una frase.

"Sono 18 i Governi che diserteranno la manifestazione per il ritiro del nobel per la pace...".

Quindi vuol dire che 18 sono i governi che non andranno alla manifestazione che richiede il ritiro del nobel, quindi in teoria dovrebbero essere contro i Cinesi, e quindi se l'Italia non è fra questi, vuol dire che sta con loro (a favore del ritiro).

Oppure come al solito non ci ho capito una mazza?

La Mente Persa ha detto...

I prodotti alimentari bisognerebbe produrseli da soli a casa... ma come fare con il poco tempo che ci rimane post lavoro?
Abbraccio
gio

Aries 51 ha detto...

Sogno. Sogno giornalisti veri che in quotidiani veri e in TG veri diano notiziole e notizie di nicchia e di riempimento come queste. Grazie Daniele.

Alberto ha detto...

Come sarebbe bello chiudere gli occhi e sognare solo belle notizie. Ah, già, ma le belle notizie non sono notizie.

enrica ha detto...

Caro Daniele,
nolto interessanti le "notiziole" che hai riportato.
Personalmente ho quasi completamente perso la fiducia nei media nel riportare le notizie tali e quali sono e trovo molto difficile sentirmi "informata" leggendo i giornali al punto che ci ho quasi rinunciato. Sto attraversando il periodo in cui preferisco guardarmi un film, almeno so che è solo fiction...

Daniele Verzetti, il Rockpoeta® ha detto...

PER MR. TAMBOURINE: I Cinesi, il governo cinese, é contro questo premio dato ad un dissidente e ci sono ben 18 Paesi che non assisteranno alla premiazione in linea con la Cina e quindi sottostando al regime cinese o perfino condividendone le posizioni. Quindi chi non va é con Pechino ed il governo dittatoriale cinese.

Capito :-)))?

PER ARIES 51: Ci accomuna lo stesso sogno. Per il resto non posso che ringraziarti ancora per le belle parole che hai per me e per quello che scrivo.

Tina ha detto...

Il catastrofismo tira di più, l'orrido fa impennare le vendite e le buone cose sono classificate... coglionerie.

Ernest ha detto...

lo scandalo soprattutto se c'è del sesso fa ascolti... il resto non conta
un saluto

Adriano Maini ha detto...

Occorre commentarle e farle girare, queste notizie, come fai tu. Non solo per dovere civico, ma anche per incidere nelle coscienze e di conseguenza, anche se a più lungo termine, nella realtà.

luce ha detto...

Altro che notizie di nicchia!
Sono piccole e grandi bombe che danno la misura del degrado mondiale e quello particolrmente brutto nostrano.
Che malinoconia...
Grazie per i tuoi occhi attenti alle nicchie che tu rendi arene intere.

Adriano Smaldone ha detto...

ciao ma non fai più video "Rockpoeta on the road" erano molto interessanti. Aspetterò

Romina ha detto...

Fai bene a scrivere queste notizie, anche perché ho l'impressione - forse sbaglio e lo spero anzi vivamente - che ci sia un'assuefazione e un disinteresse sempre crescente.

In questo momento, poi, in Parlamento è in pieno svolgimento il mercato delle vacche, per cui i politici di tutto si occupano tranne che di cose serie. Puah!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ROMINA: io credo da sempre che fare politica consista nel denunciare quelli che sono i problemi del Paese e chi li alimenta e non fare polemiche vuote e da bar come invece astutamente fanno i politici attuali.

Purtroppo hai ragione, nessuno di loro si interessa ai veri problemi dell'Italia se non, a volte, a parole e per mera demagogia mediatica.