mercoledì 22 dicembre 2010

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Aridità Contemporanea

Questa é una di quelle giornate dove trovo davvero enorme difficoltà a scrivere un post.

La trovo perché ci sarebbe un marea di cose di cui parlare e, forse al contempo anche nessuna, visto il ripetersi di certi fatti e anche l'aridità contemporanea che porta la maggioranza della gente ad ignorarli o al massimo a fare spallucce appena un attimo dopo averne avuto conoscenza (eccezion fatta per un manipolo di speranzosi idealisti come me che si illudono che la fase da amanuensi moderni possa prima o poi lasciare spazio ad una presa di coscienza generale).

Cmq proviamoci:

1) Sembra essere guerra interna in Vaticano: Ratzinger prima apre al preservativo, poi fa lui stesso una parziale marcia indietro ed oggi a dare il colpo di grazia arriva anche una nota della Congregazione per la dottrina della fede pubblicata sull'Osservatore Romano e che di fatto "corregge" in via definitiva l'apertura (rectius piccola fessura aperta su un muro di cemento armato indistruttibile) contenuta anche nel libro-intervista del Pontefice "La luce del mondo". Pare pertanto che, in parte, Ratzinger sia anche prigioniero paradossalmente di un potere Vaticano che lo "guida"... Sembrerebbe un po' come il discorso dei sottosegretari nel Governo ma soprattutto dei dirigenti e dei tecnici nella PA: i politici più o meno passano, loro spesso restano e conoscono bene la "macchina che guidano" avendo a votle anche forse più potere di quello che crediamo. Questo, badate bene, non toglie nulla al fatto che il Papa sia cmq un profondo reazionario, ma riapre l'annosa questione dei complotti Vaticani e quindi anche, se volete, della fine di Papa Luciani che forse troppo apertamente aveva manifestato il desiderio di cambiare le cose.

2) Mentre da noi forse sia il famigerato Decreto Romani che quello Pisanu sembrano (il dubitativo é d'obbligo in questi casi) aver finalmente subito una serie di importanti ridimensionamenti, negli USA si sta intervenendo forse in una direzione favorevole anche al consumatore/fruitore della rete ma con qualche piccola remora al riguardo. Certe norme della Fcc (Federal Comunication Commission) sono tese a realizzare la neutralità del web e quindi, a loro dire, ad impedire da parte di certi colossi come Verizon ed altri providers di bloccare arbitrariamente e discriminare o rallentare i contenuti della rete. In realtà poi l'esempio portato riguarda più che altro la scelta di accedere anche a servizi internet concorrenti e non pare in prima battuta legata al diffondersi di idee e contenuti. Al contempo sembrerebbe esserci invece una possibilità per le compagnie di telefonia mobile di intervenire sul traffico in rete via cellulare per limitarlo qualora ravvisassero il rischio di sovraccarico e di eccessiva pressione per la rete stessa.

Insomma, luci ma anche alcune ombre dato che questa neutralità della rete (apparente forse) passerebbe anche attraverso il setaccio governativo USA. Cmq leggete il link sopra riportato, aspetto anche da voi un'opinione su queste norme americane per discutere insieme ed avere un quadro più chiaro della situazione.

Il tutto accade mentre Bondi (ma lui é l'ultimo di una lunga lista) vota per gli assenti in Parlamento. Ora mi chiedo, possibile che in quei faldoni giganteschi che sono i regolamenti delle due Camere non esista l'espulsione e l'allontanamento anche per più sedute per chi si macchia di una tale indecenza?

Ma intanto lo so che questo post passa e va perché oramai l'aridità contemporanea prosciuga anima e neuroni.
---------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

12 commenti:

luce ha detto...

Post come questi, hai ragione, a volte possono andare e non lasciare traccia ma per cho neanche si avvicina a leggere per sapere certe cose, quindi chi non c'è non conta.
Conta il fatto che siamo qui a leggere ayttraverso te di una realtà che ha luci e ombre e tu sei una di quelle luci.
Le gocce scavano le rocce.
Le puci piccoline possono far sparire il buio
In merito a quello che hai detto; il Papa certe cose non le pi dire perciò ritratta, la religione cristiana è dogmatica e ferma e non piò essere rivoluzionata; anche se arrivasse Cristo lo farebbero arrestare per didturbo della quiete pubblica ( la loro ).
Il wifi libero? Speriamo...
Bondi pianista? Beh, se non lo fa lui che è un artista (sic) e poi tra loro e loro si proteggono, il parlamento italiano è zona franca oramai..
Resisto Daniele, anche l'onda passa e va e sembra che non faccia niente e poi invece il mare si fa forte sempre di più.

Ernest ha detto...

Ci stanno prosciugando su questo hai ragione!

maurob ha detto...

Il papa parlava di preservativi per il fatto che siamo in inverno e adesso certe notti ce molto molto freddo...
allora il preservativo serve anche quello per scaldarsi ....eheeh

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MAUROB: eh già, in effetti può preservare dal freddo.....

Blogaventura ha detto...

Sto passando un po' in giro fra gli amici blogger per fare gli auguri ma penso che siamo noi gli artefici del nostro futuro. Se vogliamo veramente un futuro migliore credo sia sempre valido tener presente il messaggio gramsciano:"Agitatevi, perché avremo bisogno di tutto il vostro entusiasmo. Organizzatevi, perché avremo bisogno di tutta la vostra forza. Studiate, perché avremo bisogno di tutta la vostra intelligenza." Un caro saluto e... buon "anno che verrà", Fabio

Adriano Maini ha detto...

Se ci sono persone capaci di scrivere e denunciare come fai tu, forse si può ancora sperare.

Aries 51 ha detto...

Nulla di quello che si condivide con gli amici passa e va. Le emozioni più belle che hanno illuminato la storia sono anche le parole scritte da una moltitudine di speranzosi idealisti di ogni epoca.
Buone Feste, Daniele. E Buone Feste a tutti gli amici del tuo grande Blog.

Alberto ha detto...

L'hai detto, c'è un prosciugamento delle energie che sfocia in apatia e talvolta in depressione.

E comunque buone feste caro Daniele.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIES 51: Quando le parole che si hanno di risposta sono come le tue non si ha mai la sensazione che qualcosa vada perduto ma anzi di essersi arricchiti di qualcosa di inestimabile valore per la propria anima

chit ha detto...

Non so, posso parlare con me, e sai come la penso: da tempo ho scelto di provare a fare piuttosto che continuare nella sola condanna e nel lamento, proprio per non farmi 'prosciugare' del tutto ;-)

Un abbraccio ed un caro augurio a te ed a tutti i tuoi lettori che quelle a venire siano giornate serene e gioiose, condivise possibilmente con le persone che più hai a cuore. E per qualche momento a tutti questi non ci pensare troppo...

Tanti auguri di serenità a tutt*! :-)

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CHIT:il tentare di fare qualcosa é giustissimo ma a mio parere non esclude la denuncia costante di quanto accade. Lamentarsi no, ma anche il far venire a conoscenza quanto succede é fare qualcosa. Informare davvero non é oggi così facile come sembra e sensibilizzare la gente (non tutti sono come quelli che sono qui in rete) é altrettanto arduo.

Auguro di cuore anche a te ed alla tua famiglia ogni bene per questo Natale.
Un abbraccio sincero
Daniele

ReAnto ha detto...

Buon Natale :)