lunedì 31 agosto 2009

OPINIONE DEL ROCKPOETA: H1N1, Dubbi e Sospetti

L'OMS dichiara che arriverà un ceppo più aggressivo. Altri specialisti smentiscono l'OMS.

Molti sostengono che si rischiano casi molto gravi nel nostro Paese. Altri che saranno pochissimi e limitati.

A parte l'uniformità di pareri (lol amaro) sulla gravità di questa Influenza A, mi hanno lasciato perplesso alcuni particolari inquietanti:

1) Saltuariamente ( vedi l'aviaria) escono questi virus pazzeschi che poi spariscono nel nulla: perché? Due le ipotesi: sono tutte invenzioni per spaventare l'opinine pubblica per chissà quale disegno oppure (per l'aviaria no ncredo ma per questa N1H1 invece ho qualche timore) sono virus che nascono in laboratorio e vengono rilasciati per fare esperimenti in modo "lieve" per armi batteriologiche con noi a fare docilmente da cavie. Questo sospetto nasce dalla rapidità incredibile con cui hanno trovato il vaccino. Se avessero impiegato anche un millesimo di questa velocità per l'AIDS avremmo debellato questa malattia da almeno dieci anni.

2) Sono molto preoccupato da tutti questi test militari che cmq sono stati fatti ed ancora si fanno spesso a nostra insaputa: le scie chimiche (ho letto molto anch'io e non penso che siano una buffonata) o ancora la possibilità di influire sul clima modificandolo (la Cina riesce a "spostare" le nuvole per es...).

Tornando cmq alla nostra N1H1, mi pare che sia più il rumore che l'effettivo contagio ma cmq resta il fatto che i casi sia pure bassi esistono. E se si trattasse di influenza "potenziata" per sperimentare un'epidemia collettiva da realizzare in una ipotetica guerra in modo da non far sospettare al nemico nulla?

Pensate, non ci sarebbe neanche la guerra in realtà e nemmeno gli eserciti schierati. Il Paese "X" fino al giorno prima fingerebbe di mantenere rapporti diplomatici ottimi poi dal giorno dopo ecco scattare "l'epidemia" nel Paese "Y" che si vuole neutralizzare. Quest'ultimo non sospetta nulla ed anzi la nazione assassina continua a mantenere rapporti stretti con l'altra. Fino a quando "Y" in ginocchio sarà terra di conquista.

E' vero, ci sarebbe la comunità internazionale (direte voi), ma ne siete proprio sicuri?

L'ONU che sta facendo per tutti i casi in cui ci sono prevaricazioni di Stati su altri Stati? Davvero credete che già oggi ci siano remore e difficoltà ad agire in tal senso? E poi il Paese "X" potrebbe cmq penetrare all'interno della nazione martoriata propronendo di aiutarla in via temporanea. Guardate l'Iraq: il governo iracheno é di fatto un protettorato USA; qualcuno muove un dito?

Siamo davvero alla mercé di tutti. A questo punto se pensiamo che ci siano ragioni concrete per cui si sta facendo da cavie, credo sia giusto puntare il dito contro l'esecutivo del nostro Paese (e non solo, anche di molti altri), i servizi segreti, i militari e tutti coloro che sono sicuramente dentro questo piano morboso.

Fantascienza? Forse, eppure Ilaria Alpi é stata uccisa per molto meno.... Mania di complotto? Forse, ma intanto l'uranio impoverito usato negli ultimi conflitti é stato una realtà.

E chissà quante altre cose non sappiamo...

Siamo come cavie, come quei criceti che girano su quella maledetta ruota in attesa di essere presi ed inseriti in labirinti di morte.

Pensateci bene: viviamo una vita difficile, con sacrifici, colma di ingiustizie sociali, ed in più quando vogliono ci usano per "necessità scientifiche".

Vi voglio lasciare con questa poesia che é tratta da "La Città Morta" (Poema scritto a cavallo tra la fine del 2004 ed i primi mesi del 2005) che trovate sul blog. E' una poesia che, anche staccata dal contesto, ritengo possa "fotografare" bene queste mie inquietudini:

SCIENCE EXPERIMENTS

Fantasie distorte
Perversioni occulte
Soluzioni estreme

corrompono le loro menti
corrodono la mia mente.

Cervelli liquidi
come mostri di gelatina
esperimenti scientifici
Uomini come cavie.

Cervelli disciolti in acidi
mostri di silicio
incubi nella notte
Urla,
mani contro gabbie d'acciaio
"Uomini-cavie".


Il loro terrore
come cenere nel vento.

E le nostre grida
un suono sordo
in un mondo di indifferenza.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA
-------------------------------------------------
Per Votarmi Su OkNotizie: http://tinyurl.com/mu5yfz

52 commenti:

l'incarcerato ha detto...

Sono ritornato caro amico! E vedo che hai scritto un post decisamente interessante. Non è la prima volta che ogni tanto ci allarmano con queste epidemie, in realtà il dubbio che hai è lecito.

Io non ho dubbi, ne sono convinto. Servono per arricchire le multinazionali farmaceutiche e servono per provocare terrore, e il terrore in questo caso è sinonimo di controllo...

Un abbraccio, sei pronto per combattere visto che anche te fai parte di questo esercito degli invisibili?

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Certo INCARCERATO, sono prontissimo; non ho mai smesso un attimo.

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Gli uomini creano questo e gli uominio stessi ne possono uscire.,
Un abbraccio Daniele.

luce ha detto...

Carissimo,io sono daccordo con quello che dice l'Incarcerato: Le dotte farmaceutiche creano l'allarme per vendere vaccini, e forse in laboratorio inventano nuovi virus per testare il mercato.
Mia sorella medico non ha nessuna intenzione di vaccinarsi, lo ha detto anche a me per i miei bambini, considerato che alla fine l'H1N1 è solo un'influenza particolarmente aggessiva ma niente che un antibiorico non possa scofiggere ( vaccino escluso il quale non immunizza del tutto ma allevia i sitomi e le sue controindicazioni)
Mi sa che invece del detto "chercez la famme" in ogni misfatto, adesso sarebbe adatto il nostro "qui prodest" ( a chi o a cosa serve o chi ne trae e vantaggio), in linea con la mentalità consumistica e mercantile di questi tempi.
Delle volte penso che però certe epidemie servano a ridurre naturlamente di numero questa umanità che rischia il collasso e mi chiedo:ma come mai certe malattie non si espandono in posti come la Sardegna del Billionaire, o le Maldive e i posti "vip"?
Grazie Daniele della tua attenzione anche "medica" sia del corpo sia delle coscienze come la tua poesia che scuote ma che effettivamente dà l'esatta definizione di quello che siamo : cavie.
Un abbraccio.

Francy274 ha detto...

In ogni parte del mondo la gente comune siamo..."sotto gli artigli delle aquile". Quando puntano la "preda" non devono fare altro che stringere gli artigli.
Non credo sia un gioco di guerre battericide ma piuttosto un bisiness farmaceutico, almeno nel caso influenze.
Con l'AIDS hai ragione Tu, fu creato come arma di distruzione di massa.

Interessane il Tuo blog.:)
Ciao
Francesca

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER FRANCY274: Benvenuta in questa agorà!!! Che siano armi batteriologiche o business per le multinazionali faramceutiche, noi restiamo sempre cavie.

Spero di rileggerti ancora!
Ciao!
Daniele

Adriano Smaldone ha detto...

c'e troppo allarmismo io penso che sia solo un influenza un po piu forte con un giusto vaccino tt si risolve per me nn c'e da allarmarsi

Lucien ha detto...

E' da sei mesi che ogni tanto tra i media aleggia questa paranoia della pandemia! Io che sia così grave non ci credo: ho letto in rete che in Inghilterra chi se l'è presa si è curato ed è passata in pochi giorni come una normale influenza.
Intanto il business vaccino è partito!

enne ha detto...

Penso anch'io che tutto ciò arricchirà semplicemente le case farmaceutiche.
Però penso solo questo, Daniele: la tua ipotesi, rispettabilissima, mi sembra fantascienza.
Non mi sento in pericolo, se non della possibilità di avere un po' di febbre e mal di gola.
Bacio.

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Come ti dicevo commmentando sul mio blog, la puzza di bruciato in questa vicenda è forte. L'unica cosa che mi lascia perplesso sull'ipotesi del contagio intenzionale è perchè farlo proprio nelle nazioni più sviluppate. Del resto, basterebbe il business dei vaccini per spiegare tutto senza bisogno di immaginare scenari più foschi.
Per il resto, convengo con te che ci sono poteri globali contro i quali non esistono mezzi certi di difesa.

silvano ha detto...

Caro Daniele, sai quanto ti stimi, ma questa volta non sono d'accordo.
Non credo ai complotti, non credo alle scie chimiche, non credo a queste cose. Credo invece che si farà business, questo sì. Nel business bisogna cercare la causa della poca chiarezza dell'informazione che ci viene data su queste malattie ed il sensazionalismo mediatico che le accompagna e le ingigantisce. Nel business di un profitto senza regole, selvaggio, vi è la spiegazione di questa e di altre influenze/pandemie che tutte nascono in allevamenti intensivi e disumani di bestiame da carne.
ciao, silvano.

gians ha detto...

Lo sapevo che prima o poi non sarei stato d'accordo con uno dei tuoi post, non è tuttavia un disaccordo premeditato, si tratta piuttosto di alcune osservazioni. La prima sta nell'accomunare una infezione virale come devastante come l'hiv a quella dell'h1n1, è stato dimostrato che a parte alcuni casi di malasanità, si cura come qualsiasi altra influenza. Secondo, sulle scie chimiche ci ho sempre fatto una risata sopra. La poesia invece mi è piaciuta. ;) Un abbraccio.

Guernica ha detto...

Dubbi e sospetti condivisi, come già dicevo da Vincenzo.
Soldi, paura, potere, soldi...
Questo è il circolo vizioso di cui siamo evidenti vittime!

Decisamente il nero è il colore della realtà caro Daniele.
Sta a noi darle qualche lieve e diversa sfumatura.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER GIANS: non sei d'accordo? No problem ti mando i miei pitbull per farti cambiare idea LOL!!!

Scherzo!!!! Ascolta, non ho accostato le due malattie ho solo detto che potrebbero entrambe derivare da un risultato di laboratorio. Poi l'Aids é sicuramente molto più grave di questa influenza ma come nelle armi convenzionali abbiamo il fucile ed il carro armato anche in quelle batteriologiche potremmo avere differenti gradi di pericolosità non trovi?

E' vero e ti do atto che sembra una banale influenza ma cmq resta il fatto che mi pare strano che ogni anno ci siano nuove forma virali e che ci sia un vaccino pronto all velocità della luce....ed é anche sospetta l'apprensione dei media...

Credo che nella migliore delle ipotesi siano cmq virus che sono messi in circolazione per arricchire multinazionali che hanno pronto un vaccino.

Restiamo cmq cavie e questo non é il massimo e peraltro quando si parlò di uranio impoverito sembrava anche quello all'epoca fantascienza.

Credo che non sapere davvero che succede ed essere in balia di chi potrebbe sperimentare quello che vuole sia preoccupante.

Tu sei più ottimista e pensi che sia improbabile tutto questo io invece temo che non sia così fuori luogo un tale rischio.

Pensa solo all'acqua é come é facile inquinare le falde acquifere. Pensa quale veicolo di infezione può essere l'acqua del nostro rubinetto.

Ciao Gians!
Daniele

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER SILVANO: io resto cmq in allerta perché altre volte abbiamo pensato che certe realtà fossero fantascientifiche ed invece...

Qui non si tratta di complotti contro questo o quel politico ma di potere ed esperimenti per avere il controllo mondiale delle masse. Fantasia? Non so, ma cmq certi germi pericolosi si avvertono.

Cmq, come ho anche detto a GIANS, io credo che anche solo fosse come tu sostieni, resta un fatto gravissimo che dovrebbe venire stroncato.

maria rosaria ha detto...

non mi sento di escludere del tutto le ipotesi che lanci, anche se lasciano interdetti e perplessi. la risonanza sull'influenza suina penso anch'io sia un'esagerazione che andrebbe arginata... case farmaceutiche permettendo.
bacio, caro dani

Irish Coffee ha detto...

anche io vivo ne dubbio
non so più a chi e cosa credere
e c'è anche chi si fa prendere dal panico per quel che dicono
non sono l'unica vedo...

bentornato!

Mio Capitano ha detto...

Vedo che ti cimenti con la fantapoliticovirologia. Non sono un esperto di questi temi. Ho letto di recente un articolo che diceva che ci dobbiamo aspettare una pandemia o presunta tale ogni quattro anni circa. Reputo difficile usare un virus come arma, come puoi controllarlo? Come puoi dirgli di colpire gli altri e non i tuoi? Diverso è il caso se sei un terrorista. Ciao.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER MIO CAPITANO: la tua é un'osservazione giustissima.

Si potrebbe rispondere che proprio perché esiste questo "inconveniente" stanno sperimentando virus per vedere di eliminarlo.

Proviamo ad ipotizzare un virus direzionabile magari che attacca solo certi soggetti che hanno caratteristiche fisiche o vivono in aree territoriali per le quali quel virus é molto violento mentre in altre no. Può sembrare impossibile ma non é detto.

Ciao Capitano!
Daniele

silvano ha detto...

Sono d'accordo Daniele che sia comunque un fatto gravissimo provocato solo per seguire un profitto smodato, scaricando sulla collettività i costi in termini di salute, ambiente, sofferenza, vita.

Miryam ha detto...

Ciao Daniele!
Credo che la verità stia sempre nel mezzo.
Magari ci sarà stato qualcosa di più forte, poi le multinazionali,con la complicità dei governi si sono lanciate per speculare.
Pensa che temo anche questi vaccini non riuscendo a capire con chiarezza se sono stati sufficientemente testati.
A questo si aggiunge il nostro governo che ha ben altro per la testa e della prevenzione alla salute non si sta occupando minimamente se non con degli sporadici annunci che non confermano ne smentiscono.
Con questi soggetti si sta "come d'autunno sugli alberi le foglie"...
Ciao, a presto!

Pino Amoruso ha detto...

Interrogativi e dubbi inquietanti. Sta di fatto che noi genitori siamo molto preoccupati per i nostri piccoli che si accingono a cominciare un nuovo anno scolastico.

gians ha detto...

Caro Daniele, in questa materia, ho sempre pensato (da fiducioso nel genere umano) che molto dipenda dall'uso intensivo delle coltivazioni, e degli allevamenti. La stragrande produzione di alimentari per sfamarci, infatti è ottenuta da un uso scellerato di antibiotici e anabolizzanti che entrano alla fine nella nostra catena alimentare. Se esiste una guerra, quella a cui alludi, questa la si deve vedere disputare tra le grandi multinazionali che detengono le terre di circa un decimo di mondo, e da queste devono trarre il massimo profitto. Un caro abbraccio.

tendarossa ha detto...

Ehm, Daniele scusa ma hai mischiato in un unico calderone cose che sono un pochino diverse: aviaria, scie chimiche, guerre batteriologiche, Ilaria Alpi, criceti, Irak, USa, ingiustizie sociali. Capisco le inquietudini, ma se ci facciamo prendere dal panico e dall'irrazionalismo, e costruiamo ipotesi sui "si dice" e sulle ipotesi, beh...
Aggiungo che qualcuno ha definito il "virus dei polli" (roba di pochissimi anni fa) la più grande bufala del nuovo millennio. Ricordo ancora i titoli allarmati dei telegiornali e giornali italiani e i 35 milioni di dosi di vaccino pagati dal governo Berlusconi (anche se non risultò un solo caso di virus trasmissibile da uomo a uomo ecc. ecc.)
Si chiama industria della paura: a sponsorizzare le varie conferenze sulle pandemie prossime e future sono molto spesso le case farmaceutiche che producono - casualmente - vaccini. Affari d'oro per i furbi.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER TENDAROSSA: il mischiare nasce dal fatto che volevo far arrivare il messaggio che situazioni anche diverse ma che parevano assurde quando accadute poi si erano dimostrate reali.

Quando per es morì Ilaria Alpi nessuno avrebbe mai osato pensare al possibile coinvolgimento dello Stato Italiano. Dirlo, anche solo pensarlo era pazzia.

Ed invece... (Report docet)....

Questo quindi intendevo dire mettendo questi esempi diversi l'uno vicino all'altro.

Quanto all'Aviaria era una bufala ok, e forse questo virus N1H1 non é così forte ma cmq tra rischi reali e bufale da gossip estivo siamo sempre in mezzo al timore ed all'incertezza.

E secondo me cmq, oltre ad alcune "realtà-bluff" come l'aviaria, ne potremmo trovare altre invece più reali come il fatto che l'Aids sia frutto di un errore o forse invece anche una scelta voluta di viurs da laboratorio.

Quindi cmq non é così scontato che tutto sia fantascienza...

diotima47.blog.tiscali.it ha detto...

per me le case farmaceutiche sono responsabili del diffondersi di nuovi virus; non dimentichiamo che l'AIDS è stato creato in laboratorio...
Ho un'avversione ai vaccini, ai farmaci, alle dichiarazioni allarmistiche che fanno spaventare i cacasotto; quand'ero piccola giocavo al dottore con le galline malate di aviaria, poverette, così simpatiche così sfortunate..:):)

un abbraccio
lori

diotima47

enrica ha detto...

Caro Daniele,
bellissimi versi ed inquietanti.

In effetti stai facendo una riflessione a cui sono molto sensibile. Oltre ai vari esperimenti sui virus, penso che dovremmo preoccuparci anche di quella tendenza al controllo che richiama così tanto il Grande Fratello (chips per gli animali, braccialetti per i carcerati, scanners della retina etc.)

Penso che la cosa più inquietante sia l'enorme potere fornito dalla scienza in questi ultimi anni ed il basso livello etico raggiunto contemporaneamente che non fa presagire niente di buono per il futuro.

Non c'è niente di male ad acquisire nuove conoscenze e maggiore potenza attraverso la scienza, non c'è niente di male nel progresso... ma se questo non si accompagna ad un accresciuto senso dell'etica diventa la formula chimica per il suicidio di una civiltà....

Accennavi all'Iraq, che è diventata un protettorato USA... c'è un altro esempio di storia recente ancora più inquietante ed ancora più vicino a noi. Ti ricordi la famosa caduta del muro di Berlino e l'unione della Germania dell'Est e della Germania dell'Ovest?.... Più che un'unione a me è sembrata una vera e proprio invasione fatta sotto gli occhi di tutti e con gli applausi del mondo intero.
La Germania dell'Est era uno stato in tutto e per tutto con la propria valuta, il proprio governo, il proprio apparato burocratico, il proprio sistema di giustizia... che fine ha fatto? Spazzato via nell'arco di qualche giorno con buona pace di tutti... mah... devo dire che mi lasciò piuttosto perplessa allora e continua a restare nel retro della mia mente come un mistero insoluto...

Enrica

♥gabrybabelle ۶(๏̯͡๏)۶ ha detto...

sai Rock,non so ' perchè ma questi allarmismi esagerati mi hanno sempre mandato in "puzza"qualcosa c'è sempre, ma vuoi mettere l'effetto di un allarmamismo di pandemia quanti soldi fa inca$$$sare alle multinazionali del farmaco? e poi non è nememno la prima volta che succede.
Al momento attuale e pert utti gli allarmismi televisioallarmati dati io non mi sono mai vaccinata,sono ancora qui-Forse la mia è una vecchia pellaccia dura o forse c'è che....c'è molto meno di quel che si urla,e poi io sono gia impegnata da anni a dovermi somministrare di tutto ,per poter stare in piedi ,figuarati se penso di ammazzare ulteriormente il mio fegato,di qualcosa si deve pur morire no???:-)))

Ormoled ha detto...

Sai Daniele io ho pensato che il virus di questa influenza fosse creato si in laboratorio, ma per far vendere il vaccino (come dici tu: guarda caso già pronto)alle case farmaceutiche. Una sorta di giro di soldi sempre sulla nostra pelle, e sulle nostre tasche perchè anche se il vaccino lo passano le ASL comunque usano i soldi delle nostre tasse.
Non so quale delle due ipotesi, entrambe plausibili, mi preoccupa di più. Comunque non è una cosa normale.
Ciao

Arthur ha detto...

L'H1N1, oltre che un investimento è anche un test.

sulle scie chimiche si è detto tanto, anche parlando a vanvera.
Esistono comunque tecniche per la modificazione del clima avanzatissime, ed in passato sono stati sparsi bacilli e metalli pesanti sulla popolazione inglese (per esempio certo) a sua insaputa.

Debora ha detto...

Condivido in pieno ogni singola frase che hai scritto, e la tua paura è anche la mia...In effetti, se avessero trovato un vaccino contro l'AIDS con la stessa rapidità con cui l'hanno trovato per questa influenza...direi che saremmo stati a cavallo...oppure per la lotta contro i tumori..Sono preoccupata...spero solo che un po' di senno torni nelle teste di queste persone, e capiscano che se sfugge di mano qualcosa, la fine del mondo è dietro l'angolo...

Matteo ha detto...

Questa storia dell'influenza è l'ennesima presa per il culo. Come anche per l'aviaria l'allarmismo per una "pandemia" che ha fatto solo poche vittime serve per fare arricchire le multinazionali farmaceutiche, che lo stato finanzia con milioni di euro per comprare vaccini.

Michele ha detto...

speriamo che sia allarmismo
altrimenti sono cazzi
ciao
Michele pianetatempolibero

Capa_stuerta ha detto...

Non faccio a tempo a leggere tutti commenti, per cui non so se qualcuno l'ha già detto.
Io pensavo semplicemente che la potente industria farmaceutica vuole la sua parte e tutti le stanno dietro. Che siano virus progettati ad hoc o virus casuali pompati volutamente da oms, governi, mass media.
Si può sapere quanto li abbiamo pagati quei quintali di vaccino per la aviaria che poi non sono serviti a nulla? E che fine hanno fatto? E soprattutto tutti sti soldi a chi li abbiamo dati???????
Sicuramente sono disinformata, tu ne sai qualcosa?

Un saluto caro!

chit ha detto...

Concordo appieno su tutta la linea!
Aggiungo una precisazione e cioè che forse siamo messi un po' peggio delle 'cavie' perchè almeno a loro è assicurato il cibo affinchè restino in vita seppur per gli esperimenti.
A noi non è più assicurato nulla, men che meno l'informazione VERA!?!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER CAPA STUERTA: non so quanto costi allo Stato italiano ma forse la moglie di Sacconi Elena Giorgetti che lavora nella Direzione Generale di Farmindustria saprebbe risponderti.....

PER CHIT: hai proprio ragione, neanche come cavie ci permettono di godere di tutti i diritti che dovrebbero spettarci sic...

silvano ha detto...

Daniele hai sollevato un vespaio.
Non pensavo che tante persone credessero ai complotti dell'industria famaceutica e ai virus prodotti in laboratorio. Ma quale bisogno hanno di produrre virus in laboratorio da rilasciare poi nell'ambiente quando basta aspettare i virus naturali e controllare i media per fare business?
Qua moltissimi dei commenti sembrano dare per scontato che l'Aids e poi anche il nuovo virus dell'influenza siano stati rpodotti in laboratorio...ma ne siete così sicuri? Non è che siano solo leggende metropolitane? Chissà cosa si direbbe se oggi girasse ancora la mortifera influenza spagnola o la peste nera che flagellò l'europa nel 14°secolo o anche solo la peste bubbonica di manzoniana memoria? E che allora c'erano i militari e le multinazionali cattive che sperimentavano virus di laboratorio sull'inerme popolo?
Tutte le opinioni hanno diritto di esistenza ma quando si fanno affermazioni come quelle lette in alcuni commenti bisognerebbe assumersene l'onere motivandole e giustificandole altrimenti son chiacchiere.
ciao.

silvano ha detto...

manca "della prova" dopo "l'onere" nell'ultima frase del mio precedente commento. Pardon.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER SILVANO: mi sento di dirti che onestamente io ho molti timori. Non sto dicendo che sono sicuro che sia così ma so bene che le multinazionali non hanno scrupoli ed hanno, in passato, anche finanziato colpi di stato. Dare per scontato il contrario potrebbe essere insidioso secondo me

Ciao Silvano a presto!
Daniele

silvano ha detto...

Per Daniele: dialetticamente abile
;)

la Volpe ha detto...

Ciao Daniele, io sono laureato in fisica con una tesi in fisica dell'atmosfera e sto conseguendo un dottorato in meteorologia e climatologia. Se hai qualsiasi domanda riguardo alla faccenda scie-chimiche non hai che da chiedere, tenendo presente che io "non ci credo" ma che lavorando in una università faccio parte del complotto mondiale di scienziati e governi per disinformare il popolo e poter così fare esperimenti. :p A parte questa boutade, davvero, sono disponibile a rispondere a qualsiasi domanda. Puoi anche mandarmi le domande e farmi un'intervista se ti va :p

La mia mail la trovi sul mio blog http://lorrore.blogspot.com

Ciao e buon lavoro

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER LA VOLPE: benvenuto in primis! No tu mi spiace non appartieni alle lobbies di potere. Università non multinazionali... quindi.... sei un pesce piccolo :-)))!

Sulle scie chimiche Arthur che avrai forse visto commentare qui, ha postato molte cose interessanti.

Prendo in esame la tua disponibilità. Intanto vengo a vedere con molta curiosità il tuo blog.

Ciao
Daniele

la Volpe ha detto...

e io andrò a vedere quello di Arthur ^^

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

PER LA VOLPE: ti lascio il link: lui non é fideista ma possibilista. Anch'io non mi sento la verità in tasca ma perplessità e dubbi molti

Il link ad uno dei suoi post: http://quadernodegliappunti.blogspot.com/2009/06/scie-chimiche-riassunto-delle-puntate.html

la Volpe ha detto...

ho letto il suo post, è interessante e mi sembra un punto di vista onesto dal quale partire per discutere. onestamente c'è una quantità immensa di materiale in rete ed è da un po' di tempo a questa parte mi sto prendendo caterve di insulti a destra e a manca per le mie critiche a riguardo di molte di queste cose. d'altra parte parlando con gente che guardando un video di normalissimi nubi documentate da centinaia di anni di scienziati sostiene siano la prova di un complotto alieno sviluppato con macchine per il cambiamento del clima su scala globale, capisci anche tu che un apprendista scienziato che lavora nel campo rimanga basito (per non dire che se la fa sotto dalle risate).

comunque il discorso è molto complesso e non si può risolvere parlandone in una battuta o con un video su youtube.

detto questo, preoccuparsi è giusto: posso parlarti di una serie infinita di problemi correlati alla geofisica e all'inquinamento; il problema vero è che c'è un movimento di persone che usa argomentazioni come "la CO2 non è pericolosa per l'ambiente, è una balla per coprire l'aumento della temperatura ottenuto tramite gli aerei che sprigionano scie chimiche", e se sulle scie chimiche si può "discutere", bisogna

1) tenere presente che se anche esistesse un complotto basato su queste sarebbe talmente nascosto da essere nascosto a una larghissima parte di meteorologi e fisici e chimici, per cui sarebbe il caso di cercarne l'appoggio per smascherarlo tramite analisi scientifiche e dati, invece di respingerlo quando tali persone portano dubbi e confutazioni di tanti degli argomenti portati dai fautori della tesi delle "scie chimiche" (intesa nella sua visione globale, tipo quella di Tankerenemy che dice che al vertice del complotto ci sono il Vaticano e l'Ordine Militare di Malta)

2) la questione "scie chimiche" è tutta da dimostrare (il che, ripeto, non significa che non esista), mentre la questione inquinamento da CO2 è assolutamente reale e considerata dalla vastissima maggioranza della comunità scientifica come la responsabile principale e quasi univoca del riscaldamento globale

su questo secondo punto ho visionato personalmente i dati e lavoro a contatto con decine di persone che lavorano sulla questione, e non ho dubbi di alcuna sorta. il "complotto da scie chimiche", oltretutto, ha una visibilità spropositata tra i media rispetto a tante altre cose. ragionando come i "complottisti" potrebbe essere un perfetto specchietto per le allodole agitato dai soliti potentati economici per sminuire la portata distruttiva dell'inquinamento da CO2. il che è ancora più possibile se si pensa al fatto che esistono parecchi organi di "disinformazione" che lavorano a questo scopo (la maggior parte dei think tank conservatori in USA, nel loro piccolo in Italia abbiamo gli articoli "scientifici" di "Libero" e de "il Giornale")

la Volpe ha detto...

ovviamente una cosa è assolutamente vera: su piccola scala si può ottenere pioggia, e gli esperimenti di irrorazione sono qualcosa di tristemente noto (sia quando si tratta di errori che di cose volute - fra gli errori segnalo che, all'insaputa dei suoi abitanti, il sistema idrico di Salt Lake City fu contaminato fino alla fine degli anni settanta da scorie nucleari giunte dagli esperimenti degli anni cinquanta, perché i fisici americani non calcolarono in maniera corretta percorso dei venti e permeabilità idrogeologica - notizia tenuta coperta fino agli anni novanta e che nessuno probabilmente sa; oppure ti segnalo anche questa perla:
"Breve storia del Lago Karachay. Un piccolo lago di 0,15 kmq di estensione, al 90% cementificato, ospita una quantità di materiale radioattivo tale da poter contaminare metà degli oceani e dei mari di tutto il mondo: e potrebbe anche riuscirci." --> l'articolo si trova, senza cappello introduttivo, sulla rivista satirica Scaricabile numero 12, puoi scaricarla a questo link: http://www.fileden.com/files/2008/11/20/2194425/ScaricaBile-N12.pdf

per cui condivido la preoccupazione, ma ripeto che gli studi devono essere fatti con rigore e intelligenza, e non lasciarli agli amatori che filmano le nuvolette e le mettono su internet

la Volpe ha detto...

ecco un articolo di 3 giorni fa sul Salt Lake Tribune che ricorda l'inquinamento da esperimenti nucleari - nota che l'articolo parla, criticandola, l'intenzione del Governatore dello Utah di impiantare una centrale nucleare nello stato

ciao e buona lettura!

http://www.sltrib.com/opinion/ci_13226081

la Volpe ha detto...

e qui

http://historytogo.utah.gov/utah_chapters/utah_today/nucleartestingandthedownwinders.html

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

PER LA VOLPE: ti ringrazio davvero per questo tuo apporto importantissimo.

Ti chiedo ufficialmente se posso fare "copia ed incolla" di questi tuoi commenti e realizzare un post su questo tema.

Fammi sapere
Daniele

la Volpe ha detto...

ciao!

tranquillo per l'off topic, sai che mi frega :p

per il post: e' un po' che sto preparando una cosa scritta meglio sulle scie chimiche, per cui ti chiederei magari di aspettare 1 giorno o 2 quando troverai sul mio blog una digressione un po' approfondita. Dopodiche' saro' lieto di farti copiare e incollare tutto e di farmi tutte le domande che vuoi, ovviamente.

Ciao!

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

PER LA VOLPE. Ok va bene :-)))

la Volpe ha detto...

Ho messo sul blog la prima parte della mia autointervista. Il resto appena avro' tempo, comunque entro il weekend. Gia' dovrebbe esserci materiale interessante. Per la documentazione scientifica dovrai aspettare la seconda e terza parte, pero' ti prometto che non ti lascero' a mani vuote.

Ciao!