venerdì 12 dicembre 2008

L'Angolo del Rockpoeta: "Acqua Ragia"

Il nove novembre di quest'anno in un mio post dal titolo " NEWS: Un Passo Indietro..." posi come ultimo argomento una riflessione o cmq se volete una mio opinione: dissi che era utile interessarsi di problematiche importanti prima che il Governo se ne occupasse (vedi riforma Gelmini anche se sembra per fortuna che sia naufragata in buona parte) perchè in tal caso si rischiava e si rischia di regola, che agendo tardi i giochi siano già fatti e quindi non ci sia più nulla o quasi da fare. Scrissi questo a proposito della riforma della Giustizia (chi volesse cmq può andare al post qui: http://agoradelrockpoeta.blogspot.com/2008/11/news-un-passo-indietro.html )

Ora, come si vede, ed anche con il benestare tutto sommato dell'opposizione, sono tutti pronti a porre in essere questa riforma sbianchettando qua e là la Costituzione, magari facendo poi qualche danno ulteriore e collaterale per "aiutare" lo sviluppo futuro di un regime già peraltro esistente nel presente.

Che usino il bianchetto o, come ipotizzavo in questa poesia, l'acqua ragia, conta poco. Alla fine cancellano e cancelleranno sempre la nostra libertà.


Acqua Ragia


Acqua Ragia
Useranno

Per scrostare
I colori del cuore

Acqua ragia
Berremo
Per soffocare arcobaleni
Di vita

La Storia scorre
Lungo fiumi lugubri
Di liquidi inauditi
Ingurgitati per farti ritrattare
La libertà del tuo pensiero

E uccideranno i colori
Per sottrarci
Sorrisi di verità
E Foglie d’Aprile
E cieli blu, come i nostri sogni.

Acqua Ragia
Per scrostare il male.

E noi dipingeremo
I soffitti del cielo
Per non morire

Scolpiremo l’aria
Con immagini di libertà
E di barriere abbattute

Architettura artefatta
Impedente
Limitante
Barriera del presente
Cadrà
Sotto i colpi
Del colore
E del nostro pensiero

Libero e puro
Come il nostro respiro.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA

---------------------------------------------------

PS: In questi giorni sarò via per "lavoro" (leggasi poesie) e tornerò martedì sera.

Continuerò cmq a  passare sul mio blog e leggere i vostri commenti qui da me (se me li lascerete ehm... :-)))!) nonchè a postare (domenica o al massimo lunedì). Non credo, però, per ragioni di tempo, che sarò in grado in quei giorni di poter passare da tutti voi prima di mercoledì prossimo quando prometto mi rimetterò in pari con tutti i vostri blog che, come sapete - e sono sincero - amo davvero venire a leggere.

Mi auguro cmq di vedervi qui, in questi giorni, numerosi come siete sempre!!!

Ciao a Tutti!!!
Daniele il Rockpoeta

35 commenti:

Sergio ha detto...

Il fatto è che non sa bene cosa vogliono riformare: ieri la scuola, l'altro ieri la giustizia, prima in un modo poi in un altro, poi tocca alla Costituzione; e la televisione, così com'è, non deve essere riformata? E' necessario togliere un po' di spazio a Fazio!
E poi, riforma delle riforme, ... il federalismo! ma c'è chi lo vuole in una maniera e chi in un'altra, e, all'interno delle due maniere ci sono enne distinguo.
... e mi fermo!

Pino Amoruso ha detto...

"...scolpiremo l’aria
con immagini di libertà
e di barriere abbattute" bellissimi versi.
Speriamo solo che i danni fatti con le loro "riforme" siano rimediabili.

Buon lavoro allora...

Torna presto ;)

l'incarcerato ha detto...

Torna presto Daniele, qui fanno finta di litigare ma poi scopriamo che le riforme(quelle serie) le fanno insieme e non hanno nessun problema di sbianchettare qua e là alcuni passi della costituzione.

Tocca a noi utilizzare l'acqua ragia.

A presto!

la bislacca ha detto...

Sai che io, notoriamente catastrofista, in questo caso non vedo così nero.
Penso, cioè, che non ci siano siuazioni ottimali in nessun posto del mondo.
Buon viaggio.

CyberMaster ha detto...

...hanno già usato più dell'acqua ragia...

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

La nostra libertà dovremmo essere noi a difenderla e valorizzarla.
In bocca al lupo per le tue cose.

Alidiluna ha detto...

Daniele in bocca al lupo!

Una curiosità...ma Verzetti è il cognome o perchè scivi "verZi" di poesie!
un abbarccio

Giulia

libera ha detto...

Caro Rockpoeta i nostri colori che sono passione, impegno, coerenza, saranno più forti di qualsiasi acqua ragia e di ogni malinconica delusione (penso e condivido il commento dell'Incarcerato). Portaci con te in questo tuo week end di "lavoro", facciamo il tifo.
A presto.

lucagel1 ha detto...

Caro Daniele condivido tutto...però secondo me tutto stè parole su argomenti peraltro notevoli sono dette alla rinfusa invece di concentrarci sulla ver aquestione che ci stà investendo:la recessione...mica una cavolata....recessione...

Lliri blanc ha detto...

Che bello rincasare e sorseggiare una rockpoesia.Ci sono passaggi molto forti...Mi è davvero piaciuta...ma dimmi? vuoi superare te stesso?
Vorrei chiederti di contagiarmi dato che è un periodo per me un po' nebbioso nel quale non riesco più a scrivere.un abbraccio.

Franca ha detto...

Comunque, poco o tanto che possiamo fare, continuiamo a vigilare e a far sentire la nostra voce...

marina ha detto...

napolitano è stato chiaro sui principi della Costituzione. ma non ci sono i principi da salvare
marina, preoccupata

Daniele Verzetti, Rockpoeta ha detto...

PER ALIDILUNA: pensavo fosse chiaro che è il mio cognome...

PER LUCAGEL: da noi la recessione è figlia anche di governi assurdi ed adesso di decisioni demagogiche.

Prima di pensare alla recessione bisogna pensare alla libertà

Senza libertà non potremo neanche parlare di come salvarci dalla recessione perchè, e lo fanno già ora, ti diranno che non c'è recessione e che quello che dicono loro è verità assoluta.

PER LLIRI: mi sorprendi, tu scrivi sempre ottime cose :-)))

Daniele Verzetti, Rockpoeta ha detto...

Benvenuto CYBERMASTER!!!! Hai ragione ma vogliono fare ancora altri danni e noi dobbiamo stare all'erta.

riccardo gavioso ha detto...

bisognerà che venga il giorno in cui, armati noi di acqua ragia, ci decideremo a cancellare questi signori e a restituire al suo colore la democrazia.

un buon fine settimana

Vincenzo ha detto...

Mitico Daniele poeta n° 1....ciao

riri ha detto...

Ciao Poeta, versi eccellenti!!!
L'acqua ragia prima o poi la useremo, è solo questione di tempo......
In bocca al lupo per tutto quello a cui tieni di più.
Un abbraccio ed a presto.

Saretta ha detto...

assolutamente caro!!
bella, bellıssıma....

Frida ha detto...

riformare le riforme e riformarle in continuazione..un modo per delegittimare e screditare e banalizzare le regole! E questo è il danno più grande, più di quello fatto nei vai singoli settori "riformati"..
Ciao e buon poetare!
Frida

La Mente Persa ha detto...

Bella questa poesia, mi ha toccato il cuore.
La Costituzione è la suprema garanzia della nostra libertà, se toccano quella siamo perduti.

Buon lavoro Rockpoeta, a presto

Simona ha detto...

La Costituzione è la cosa migliore che i nostri politici abbiano mai fatto. per questo oggi cercano continuamente di cambiarla, come se non ce la meritassimo più. dimostriamogli che non è così.

cieloblu ha detto...

La lbertà si conquista anche con la lotta mio caro Daniele io credo che ormai le parole servano a poco...Tutto fumo negli occhi....scuola giustizia....ma quale giustizia? Non esiste più un vero statista o politico che habbia un ben che minimo di cultura......
Forse dovremmo prendere un pò esempio dalla Grecia......
Buon lavoro!!!

cieloblu ha detto...

Ops... ho fatto un errore di ortografia "abbia"
Ciao

Maximilian Hunt ha detto...

Buon lavoro allora, ci risentiamo lunedi! :)

Poetryfree ha detto...

Ciao Rock...
Hanno trasformato la Costituzione e lo faranno ancora una volta...
La ridurrano a foglia di fico...
e dietro quella foglia si nasconderanno le loro malefatte, i loro inganni, i loro complotti.
Molti dicono che il regime non c'è, ed come per il diavolo di Budelaire, si dice che non esiste... e lui ne approfitta...
Torna presto :)

Blogger ha detto...

Sono tornato io dalle mie vacanze, senza postare, perdono chi mi ha perdonato, ovviamente.
Bella la poesia!
A presto e buon lavoro.
Blogger

stella ha detto...

A presto poeta.

Passa da me.

pabi71 ha detto...

bella la poesia, bravissimo.
un saluto e buona domenica.
a presto.

Romina ha detto...

Quando sento i nostri politici, di entrambi gli schieramenti, parlare di "riforme", iniziano a venirmi i sudori freddi.
Le riforme di questo governo, poi, non sono tali ma sono esclusivamente tagli mascherati da altro. E' un fatto che, ad esempio, si volessero tagliare i fondi alle università pubbliche e ciò non è una riforma.

Adesso è tornata in campo la questione del famoso ddl sulle intercettazioni, quello che fu già votato, ai tempi del governo Prodi, in maniera bipartisan esclusi solo sette, e dicasi "sette", parlamentari.
Mi sembra che il quadro della situazione sia chiaro.

Ciao Daniele e buon lavoro! :))

Gigi ha detto...

Io sento l'angoscia legata all'impotenza nei confronti delle soperchierie; La rabbia per quello che dobbiamo subire impotenti. E la nostalgia dei politici della mia giovinezza.E quel che è brutto è che non si vede via d'uscita.

Fabioletterario ha detto...

Vado in off topic e me ne scuoso...
Solo per informarti che ho cambiato casa::

www.fabioletterario.wordpress.com

Anonimo ha detto...

le tue belle poesie di impegno civile assumono la loro totale forza quando le declami di persona.
Grazie Rockpoeta.
Stefi t

Bra ha detto...

Amara quest'acqua ragia, qualcuno dice sappia un pò d'olio di ricino. Ma nessun problema ce la somministrano i bottiglie colorate dalle etichette sorridenti, e per alcuni questo va bene.

oscar ferrari ha detto...

la Giustizia com'è messa ora non garantisce comunque i diritti costituzionali, la sua lentezza garantisce sicuramente i più abbienti. Per come la vedo io, una qualunque riforma va bene, purchè si faccia

Luigina ha detto...

Purtroppo Daniele ci hanno fatto credere che la riforma Gelmini sia naufragata, ma è solo slittata di un anno e il maestro unico su richiesta è una bufala colossale. Ti invito ad informarti meglio. E intanto stanno imperversando anche sulla rete con sondaggi truccati e dialoghi a senso unico sbandierati con arroganza