venerdì 26 gennaio 2018

L'IMPORTANZA DELLA MEMORIA STORICA

Domani sarà la giornata della memoria, giornata importantissima.

E quando parliamo di memoria, in questo caso, parliamo di memoria storica: elemento fondamentale per riconoscere anche oggi certi virus pericolosi che possono far tornare tristi realtà passate. Ricordare il genocidio degli Ebrei oggi è anche importante per non dimenticarsi di altri genocidi anche successivi e recenti.

Io so di ripetermi e forse, ma senza malizia, di essere autoreferenziale, ma questo video mi sento cmq di riproporlo perché è il mio modo più sentito ed intenso di esprimere le mie emozioni per questa giornata.


36 commenti:

Francesca A. Vanni ha detto...

Bellissimo.
Le tue parole sono come tante fiamme, che tengono vivo il ricordo della memoria.
Non dimentichiamo, mai.
Un abbraccio.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FRANCESCA: grazie, non dimenticare è importantissimo, ci impedisce di ricadere in orrori del passato.

MikiMoz ha detto...

Esattamente: memoria di tutto, perché tante sono le cose che vogliono si dimentichino, e poche sono purtroppo quelle che sponsorizzano, chissà perché.

Moz-

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MOZ; perché abituare il popolo ad avere una memoria a breve, brevissimo termine, aiuta moltissimo chi governa a fare e rifare quello che vuole, e le nefandezze più oscene.

Mariella ha detto...

Io ci sono stata lì dove c'erano i camini e le docce. Dove si faceva "pulizia".
E ho ancora il cuore e lo sguardo pieno di sgomento e di terrore.
Grazie Daniele per questo video.

Sugar Free ha detto...

Daniele, se per te non è un problema domani posso mostrare questo tuo video a scuola durante la lezione di Storia sulla Shoah?
È bellissimo e toccante, vale la pena di condividere il suo messaggio.
Baci.

Patricia Moll ha detto...

Mai dimenticare Daniele!
Oltre al rischio grandissimo di ricadere negli stessi "errori" sarebbe come uccidere una seconda volta le vittime.

Domani riposterò un mio vecchio post su mio nonno. Cattolico ma deportato a Norimberga lo stesso.
Alpino di 35 anni richiamato in guerra ai primi settembre del 1943, dopo l'armistizio fu caricato su un vagone bestiame e spedito al lager. Tornò malatissimo tre anni dopo.
Tengo la sua carta d'identità tedesca come una reliquia.

A te, i soliti immensi complimenti!

Remigio ha detto...

Bravo Daniele!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIELLA: esperienza forte che tutti noi dovremmo fare, per provare a capire ancora di più l'immane tragedia che ha sconvolto l'umanità intera.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER SUGAR FREE: è un onore, mostra pure il video che ho postato qui non ci sono problemi, anzi...

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PATRICIA: leggerò il tuo post con molta emozione. Grazie di cuore per i complimenti

Cavaliere oscuro del web ha detto...

I tuo versi trasmettono forti emozioni, ricordiamo in questa giornata tutti i genocidi del mondo, vecchi e nuovi.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE: grazie, concordo con le tue parole, ricordiamo tutti i genocidi del mondo anche quelli silenziosi ancora in corso e di cui i media non parlano.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER REMIGIO: grazie!!!!

Sugar Free ha detto...

Ok, lo farò volentieri :-)
Grazie!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER SUGAR FREE: grazie!

iacoponivincenzo ha detto...

Questa è una cosa che tu fai splendidamente: recitare le tue poesie. Ti muovi come su una Bühne, il proscenio di un teatro. In effetti questa tua poesia mi ha fatto pensare -forse proprio per la tua recitazione scandita al tuo pubblico e per i tuoi movimenti- al secondo stasimo dell'Antigone di Sofocle. Forse le parole così tragiche di chi racconta una tragedia epocale, l'Olocausto degli ebrei, e le parole del corifeo di Sofocle chee a gran voce commuoveva gli ateniesi.
Speciale ed assai commevente. Formidabile la tua partecipazione.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VINCENZO: sono onorato, commosso e profondamente emozionato dalle tue parole e dai riferimenti prestigiosi che hai fatto. E' una poesia che faccio spesso dal vivo e le ragioni si intuiscono. Grazie Vincenzo, sei davvero una persona speciale.

Nou ha detto...

Grazie Daniele!
Ti vedo per la prima volta è la tua poesia come la recitazione sono notevoli. Non dimenticheremo e speriamo di essere in tanti vigilare a che la storia non si ripeta.
Un abbraccio
Nou

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER NOU; ti ringrazio! Concordo, speriamo che la Storia non si ripeta anche se rischi e pericoli sono sempre dietro l'angolo.

Mirtillo14 ha detto...

Molto bravo !!!
E' importante non dimenticare, ed è importante che le nuove generazioni sappiano cosa è successo perchè queste atrocità non si devono più ripetere. Quando ci penso, mi chiedo come l'uomo abbia fatto a commettere questi crimini, nella totale mancanza di cuore e umanità. Un saluto

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MIRTILLO: grazie! La ferocia dell'uomo è testimoniata dalla Storia, anche se certi avvenimenti sono stati così terribili da domandarsi davvero come sia stato possibile.

mr.Hyde ha detto...

Ripetere è Drammatico,straziante ma necessario. Per ricordare. E stare in guardia che questi abomini non succedano più..Bravissimo!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MR.HYDE: sì, ricordare è fondamentale.

franco battaglia ha detto...

Io sono deluso perché tutto questo "ricordare" non impedisce minimamente che si continui a vivere in un mondo malato e pieno di sofferenza vera e terribile.
E senza scomodare Birkenau qualcuno ricorda i treni che fanno i frontali su un binario unico? Pensi che non esistano più tratte a binario unico, ora?
Lo vuoi un pensiero malinconicamente cinico? Fa comodo a molti, a troppi, celebrare Disgrazie Storiche per distrarre dalle miserie attuali.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FRANCO: binari unici ce n'è per così lo so benissimo. Ricordare può aiutare soprattutto per evitare pericolosi e fantasiosi revisionismi storici e per le nuove generazioni. Il tuo non è cinismo ma realismo. Io credo però che peggio sarebbe se non si ricordasse neanche, perché purtroppo in questa società ciò di cui non si parla e che non si ricorda, non esiste né mai è esistito.

marcaval ha detto...

Bellissima lettura! Per non dimenticare! .. e per non dimenticare che dietro ai numeri ci sono milioni di storie di vita cancellate!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARCAVAL: grazie di cuore!

Ofelia Deville ha detto...

Bravo Daniele, la tua lettura è emozionante e si unirà a tutte le voci che oggi si sono sollevate gridando "non dimentichiamo!".

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER OFELIA: Grazie Ofelia.

Maria D'Asaro ha detto...

Grazie, Daniele.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIA; grazie a a te

George ha detto...

Grazie Daniele, Rockpoeta!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GEORGE: grazie a te George!

ReAnto R ha detto...

Grazie , sei bravissimo :)

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER REANTO R: grazie a te di cuore.