lunedì 24 luglio 2017

L'Angolo del Rockpoeta®: Estate Infuocata

Siamo in estate, speriamo che questa sia un'estate dove ci sia un calo sensibile di incendi dolosi appiccati da esseri spregevoli senz'anima e cervello, anche alcuni giorni fa è uscito un articolo su Repubblica on line dove si diceva che dall'inizio dell'anno ad oggi questo è stato un anno record per gli incendi. Mai così dal 2007...

BURN!

A Noi 
Va a fuoco l'anima

Piange lacrime vane
Per spegnere quel rogo.

A Noi
Bruciano i sensi 
Dal dolore di quell'aria acre
Pungente
Irrespirabile.

Pazzi
O spregevoli guitti di convenienza
Uccidono ettari di sogno
E colori di vita
In un unico grande Forno Crematorio.

A Noi
per il troppo calore
Soffoca la nostra bocca 
Desiderosa di acqua e di verde

A loro si è ustionato il cervello

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

22 commenti:

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Ettari di terreno in fiamme e ambiente deturpato da persone senza scrupoli.
Saluti a presto.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE sono persone spregevoli che uccidono la natura anche per poi sperare di costruire cemento al posto di alberi

Carlo Calati ha detto...

tra i tanti tipi abbietti che appiccano fuoco i peggiori sono quelli che non hanno uno scopo (ignobile comunque) se non di vedere l'effetto che fa.
massimolegnani

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CARLO vero ci sono anche quei folli e sono i più abbietti

Francesca A. Vanni ha detto...

Perché certe persone si sentono in dovere di rovinare la natura, le case e magari ferire anche le persone appiccando incendi?
Si sentono "grandi"?
Bellissima poesia, come sempre non deludi.
Un grande abbraccio.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FRANCESCA purtroppo o per interesse o per follia esiste gente di tale risma.grazie per le tue parole sempre belle sulle mie poesie

iacoponivincenzo ha detto...

Bello Daniele, scritto col cuore in gola. Non so come certi membri del governicchio attuale si ingegnino a raccontarci belle secolari, tipo quella dell'autocombustione. Ma non vedere ciechi che l'Italia è invasa da nord a sud: non si tratta del ragazzino che vuole vedere la fiamma; non si tratta dello sconsiderato che scaglia la cicca ancora accesa nelle stoppie; no, no, NO.
C'è una mente dietro contorta e criminale, che brucia centinaia di ettari perché al posto degli alberi sorgano ville lucrative.
E nessuno osa dire la verità, ormai chiara a tutti.
La stringatezza dei tuoi versi mi ha rammantato un coro dell'Agamennone di Eschilo, dove il corifeo elenca tutte le cause di una tragedia che si poteva evitare e invece non SI È VOLUTA evitare.
Passati duemila e trecento anni, siamo qui a dolerci degli stessi mali.
Non può farci piacere. Resta il gusto della lettura di versi così veloci come frecce e taglienti come spade. Dice bene Francesca: tu non deludi mai.

Gabriella Dell'Aria ha detto...

Un enorme forno crematorio, immagine forte che rende l'idea! Penso a tutte quelle creature innocenti! Bruciate vive, soffocate! Al loro terrore! Al loro immenso dolore che si alza nei cieli e riempie l'aria...e accusa!!! E denuncia!!! Insieme agli ettari di vegetazione, che a volerli guardare solo in quanto piante piange già il cuore!!! Figuriamoci a guardar oltre!!! Che scempio!!!
E questa Terra che dovrà impiegare tempi lunghissimi per rimediare, per compensare gli squilibri che creiamo...

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VINCENZO hai ragione la speculazione edilizia esiste a volte anche agricola. Molti incendiato boschi per avere poi quelle terre per coltivare. Inoltre il governo accorpa la forestale coi carabinieri riducendone il personale. Quanto ai pompieri il numero di Canadair è ridicolo. Grazie ancora perché tue splendide parole per la mia poesia

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GABRIELLA concordo con il tuo grido di dolore e rabbia

franco battaglia ha detto...

Che poi viene addirittura da preferire quelli che appiccano fuochi sapendo (non sperando) che poi costruiranno, o impianteranno discariche, o comunque quello che si erano prefissati. Piuttosto che 'sti ragazzini idioti pompati dal loro cervello a scarto ridottissimo. Bambini che crescono senza un libro in casa. Senza un telegiornale. Senza un pizzone quando portano un quattro a casa. Non è neanche tutta colpa loro.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FRANCO: io provo per entrambi steso disprezzo. Sui ragazzotti hai fagioli molta colpa ricade anche sui loro genitori. Si sta insinuando tra i giovanissimi una dilagante amoralità. Al riguardo penso quei due ragazzi che ridendo hanno filmato un disabile che stava affogato e che poi è morto. È una società sempre più moralmente corrotta.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Errata corrige non fagioli ma ragione e stessi non steso. E poi a quei ragazzi e ancora affogando non affogato.

Carmine Volpe ha detto...

oltre al cervello si ustionato il cuore di vedere tanto lavoro della natura cosi buttato via

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CARMINE anche a me si strazia il cuore

Patricia Moll ha detto...

Siamo alle solite.... gli ultimi che han preso ieri erano minorenni... 13/14 anni.... a spalare m**da per 6 anni, loro e i genitori

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PATRICIA MOLL come dicevo a Franco molti adolescenti di oggi sono privi di morale anche a causa dei loro pessimi genitori

Riyueren ha detto...

Il cervello ce l'hanno ustionato di sicuro, gli si ustionassero anche le mani farebbero meno danni (forse). Mi domando che genitori hanno, degli elementi del genere, ma è una domanda retorica. La tua indignazione è quella di tutti noi, caro Daniele (solo che tu la sai esprimere molto bene).

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER RIYUEREN concordo con la tua analisi e ti ringrazio di cuore per le tue parole sulla mia poesia.

marcaval ha detto...

Poesia stupenda e straziante. Ogni anno un record !! Sicuramente qualche volta sarà colpa di imbecilli ma il più delle volte direi che ci sono sotto delinquenti ed interessi.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARCAVAL Concordo con te al cento per cento

ReAnto R ha detto...

Sempre più pazzi e delinquenti in giro , ecco perchè aumentano .