venerdì 15 agosto 2014

L'Angolo del Rockpoeta: "Monkey Brain"

MONKEY BRAIN

Numeri pronunciati a caso
Escamotage insensato
Destino fittizio
Ciclo della vita preordinato

Ribellarsi impossibile
Cambiarlo impensabile
Fuggirne, l'unica soluzione

Estinzione personale
Il caos è qui
L'inferno è ora
Il Paradiso è oltre.

Degrado
Ipocrisia
Derisione terrificante di obbrobri sociali

E mi sono stancato
Di lottare per voi
Di credere ancora che qualcuno di voi possa capire.

Forse davvero l'Inferno è qui ed ora
E' questo volgare pianeta
Fatto di natura paradisiaca
Ed umanità variegata e clownesca.

Siamo soltanto scimpanzé involuti
Dotati di una scatola cranica che non sappiamo usare.

E' vero
Sono umano anch'io

E' vero
Esiste anche umanità nell'Umanità
Ma sono piccole e delicate eccezioni
Preziose come un fiore
Ma forse anche illusorie
Come i colori invitanti di una pianta carnivora.

Voragine di perdizione
Ci cado
Arrivo
Mi estinguo
E sono oltre
Nel vero Paradiso della Vita.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Per me il Paradiso e l'inferno (minuscolo) sono qui sulla terra. L'inferno è ovunque, il Paradiso è quel piccolo spazio che riusciamo talvolta a crearci con i nostri interessi e le persone care.
Ciao Daniele e buon ferragosto.
Al3ph

Daniele Verzetti Rockpoeta® ha detto...

PER AL3PH: qui di paradiso abbiamo molto poco….

egill-larosabianca. ha detto...

Piccole delicate eccezioni tu dici
ma sono forti invece Inferno Paradiso lo crei tu noi
Quelli che "fanno" in modi diversi -
La verità e il coraggio la percezione delle cose fa la differenza e il sottratto può cambiare le nostre vite non tutte le vite non quel mondo che non "opera"
ma che può essere reindirizzato a ricordare a riconsiderare fuori dalla lobotomia perenne-
Ciao Daniele
Eg