venerdì 23 maggio 2014

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Onoriamo Davvero Falcone ( E Borsellino e Chinnici e Dalla Chiesa...)

Va bene ricordare Falcone (anzi doveroso e fondamentale); meglio sarebbe, per onorarlo sul serio, combattere realmente la criminalità organizzata.

Meglio sarebbe chiedersi che possibilità e quante speranze abbiamo in questa feroce lotta senza quartiere, quando il "nostro"Presidente della Repubblica ha fatto stralciare le intercettazioni telefoniche con Mancino.

Per carità, nessuno pensi che Napolitano sia un affiliato della Camorra o della 'Ndrangheta (anche perché all'interno di queste associazioni a delinquere arruolano persone con una mente criminosa ma con le palle…), ma certo va detto che quantomeno sotto il profilo etico ci sarebbe molto da dire. Senza dimenticare la porcata del 416 ter...

Ed allora meglio sarebbe, magari, onorare anche noi cittadini Falcone e Borsellino in maniera più consona e concreta, non votando più certi loschi figuri, certi soggetti e certi partiti.

Pensateci…

Daniele il Rockpoeta

PS: per chi non ricordasse la vicenda "Napolitano - Mancino" rimando QUI 
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

4 commenti:

cristiana2011-2 ha detto...

Ben detto!
Cristiana

Ant ha detto...

Beh, se consideri che quest'anno abbiamo festeggiato il 153esimo anniversario dell'unità d'Italia avvenuta a suon di trattativa stato-mafia, sodalizio che comincia con Garibaldi e il suo sbarco in Sicilia, cambiare registro attraverso il voto politico sarebbe una bella svolta. Davvero! Ma niente è impossibile le lo si vuole veramente. Quantomeno ci si può provare.

Del resto, e qui sdrammatizzo (mica tanto) raccontando un episodio a me accaduto, c'è gente che non sa nemmeno chi siano stati Falcone e Borsellino.

Scena:
Estate scorsa, Pesaro, su un autobus turistico urbano che porta a mare. L'autobus passa davanti ad al tribunale che sopra la ben visibile insegna TRIBUNALE DI PESARO reca una gigantografia in b/n dei due magistrati che chiacchieravano sorridenti. Una signora molto distinta e ben vestita esclama alla figlia adolescente: "Guarda! Che bello, a Pesaro c'è anche la casa del cinema! Chissà chi sono quei due attori!"

Ciao, bel post :)

Ant ha detto...

Scusa i diversi errori di battitura. Scritto in fretta e riletto solo dopo

Daniele Verzetti Rockpoeta® ha detto...

PER ANT: il fatto che fosse una signora e neanche un giovane è ancora più sconvolgente. Che tristezza.