lunedì 20 settembre 2010

OPINIONE DEL ROCKPOETA: 21 Grammi, 21 Giorni...

Nonostante oggi i riflettori siano quasi tutti al Centro Italia, io invece decido di non curarmi di questo anniversario e scendo più a sud fino a Gela.

Qui, udite udite, il 24 Settembre si avrà finalmente il primo PRG (Piano Regolatore) che manca a Gela da sempre, inseguito di fatto, ma mai realizzato, dal 1968.

L'abusivismo prima con L'ENI di Mattei (definito all'epoca "abusivismo di necessità") e dopo con l'avvento dei ricchi del luogo (e forse anche mafiosi) che si costruiscono le villette ad un passo dagli scavi archeologici, ha sempre regnato sovrano e nessuno ha mai potuto fermarlo.

Neanche ora dove paradossalmente assistiamo ad una vera e propria corsa contro il tempo per realizzare in 21 giorni (ed anche notti) un villino abusivo. E' il caso di N.F. come leggerete nel link dell'articolo da cui ho appreso questi fatti, che nonostante i primi sigilli, violati il giorno seguente, altri ulteriori sigilli e denunce, fino all'obbligo di firmare in caserma la mattina e la sera, ha proseguito nell'opera. Ed alla fine, nonostante le varie azioni di "disturbo" delle forze dell'ordine, la sua abitazione ora é pronta. Ed il caso di N.F. non é isolato. Sono ben 174 gli edifici abusivi sequestrati a Gela da inizio anno...

Siamo in pieno far west a Gela e temo che se fino ad ora anche a livello formale la Criminalità organizzata era riuscita a frenare una regolarizzazione del fenomeno edilizio, in sostanza, nulla o quasi cambierà.

Mi ha sorpreso come si dia luogo ad un PRG e non si riesca intanto ad abbattere il preesistente invece di subirlo quando non supinamente "regolarizzarlo ex post"

21, un numero due significati distinti: 21 grammi (famoso film con Sean Penn) che é il peso mediamente del "cuore" umano, e 21 giorni che é il tempo necessario per ferire mortalmente e deturpare ancora di più il nostro Paesaggio oramai agonizzante.
-------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

14 commenti:

Bastian Cuntrari ha detto...

... ma un bulldozer, no?
Poi rompono per le inferriate alle finestre per le quali - se non previste nel progetto originale - si dovrebbe chiedere il permesso al Comune!!

Bell'Italia, ti adoro!

Debora ha detto...

Gela, della Sicilia, è un Comune molto particolare, un Comune dove le organizzazioni malavitose ci sguazzano più che da altre parti. Tutti pagano il pizzo, nessuno escluso, e questo fa sì che sia il Comune dell'assurdo..
Ti chiedi come si possano costruire villini a un passo dagli scavi archeologici, o come si possa costruire una villetta in 21 giorni.. Ti assicuro che qua, e non solo, tutto è possibile. Questa è la terra di nessuno, dove il confine fra legale e illegale viaggia su un sottile filo di lama.. Il far west non è solo a Gela, è in tutta la sicilia: una terra bellissima, meravigliosa che ha un potenziale inimmaginabile, viene deturpato da abusi, violenze e cronaca nera che offusca il suo splendore agli occhi di tutti.
"Mi ha sorpreso come si dia luogo ad un PRG e non si riesca intanto ad abbattere il preesistente invece di subirlo quando non supinamente "regolarizzarlo ex post": perché caro Daniele, fin quando lo Stato passeggerà a braccetto con la malavita, tutto questo è un'utopia, e andremo avanti a vedere questo molto altro ancora..
Parola di chi la Sicilia la vive, e ce l'ha nel sangue per il 50%...

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER DEBORA: lo so bene. Ho visto poco la Sicilia ma quando nel 2005 per il mio tour con il mio libro ho toccato le città di Palermo, Siracusa e Catania ho potuto constatare personalmente il contrasto tra una regione bellissima e situazioni di degrado, abusivismo e mafia.

Il mio sorprendermi era ovviamente più sarcastico ma cmq vedere che solo oggi nel 2010 una città italiana acquisirà un PRG lo trovo sconvolgente come trovo scnvolgente che non si sia commissariato mai quel comune e se é stato fatto nulla sia mai stato messo in atto per realizzare il PRG e colpire l'abusivismo.

Gela é purtroppo la riprova di un Governo che nei decenni qualunque fosse il suo colore politico aveva nel suo DNA un unico monocolore: quello della mafia o più in generale della criminalità organizzata.

caramella-fondente ha detto...

L’articolo 9 della Costituzione dice:
"La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione."

Già…..ma chi ci tutela da chi non tutela?

Adriano Maini ha detto...

Sono tristi storie che iniziano da lontano, troppo lontano. Basti dire che una delle motivazioni del tentato golpe di De Lorenzo era per impedire la riforma dei suoli del ministro Sullo, già massacrato da quella stampa di destra diretta progenitrice degli attuali "Geniale" e "Occupato", come li chiama Travaglio. Inutile dire che quella riforma non si é mai fatta!

Sergio ha detto...

Forse sarà il caso di sciogliere il consiglio comunale!
Ma, poi, i nuovi eletti, come saranno?

chit ha detto...

Purtroppo, come dice giustamente Debora, difficile in quella magnifica terra distingure fra legale ed illegale. Resta la speranza e resta il dovere di non far sentire soli ed abbandonati tutti coloro che vogliono alzare la testa e dire no. Ed in questi anni in Sicilia per fortuna ne ho incontrati tanti.

Itsas ha detto...

dice tutto debora
se lo stato è colluso con la mafia, se lo stato è la mafia stessa...
non ci si può meravigliare di queste situazioni, di queste terre di nessuno, dove ognuno, purché alleato con la mafia, fa quello che vuole

Kylie ha detto...

Sono proprio indietro come il cucco, come si direbbe dalle mie parti. Il Prg è uno strumento di grande utilità e ordine, soprattutto in luoghi delicati come quelli.
Allo stesso tempo è anche lo strumento per grandi affari...

Anonimo ha detto...

ehhhmmm...oopssss...21 grammi il peso "mediamente del cuore umano"? non trattavasi forse dell'anima?

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ANONIMO: Il cuore inteso come anima ovviamente. Non pensavo di dover specificare la cosa. Però poiché il cuore e l'anima vengono intesi come un unicum ecco che di riflesso il "cuore" umano pesa 21 grammi. Non pensavo di doverlo spiegare specie a chi non conosce neanche il peso specifico della sua firma e non ha neanche considerato il post nel suo insieme...

Uhurunausalama ha detto...

Più di 10 anni fa sono capitata a Gela:parlare di far west è la parola azzeccata.Città davvero abbandonata nelle mani della malavita,e così palesemente poi...

Ernest ha detto...

Credo che esistano realtà che a volte nemmeno immaginiamo
un saluto

Efesto ha detto...

E' molto più difficile per un comune demolire piuttosto che vigilare affinchè l'abuso non si realizzi. Demolire comporta tanta di quella burocrazia che devi aver paura a metterci la firma su quel provvedimento: norme da rispettare, termini, procedure. Se sbagli qualcosa sei pure responsabile.
Prevenire è più facile: bisogna foderarsi gli occhi per non vedere, soprattutto nelle realtà più piccole. E infatti vedono benissimo, ma solo dove vogliono.