lunedì 21 dicembre 2009

L'Angolo del Rockpoeta: "L'Amanuense Moderno"

Una notizia davvero inquietante ed altre riflessioni a più ampio spettro... questo è quanto è stato partorito e se leggerete il breve link che vi ho messo capirete che la parola "partorito" non è casuale...

L'Amanuense Moderno


Amanuensi del futuro

Voci di rivolta
S.O.S. inascoltati dal Presente
Eclissi di Sole
Fiato corto

Soldati
Esseri asessuati
Cose addestrate a morire
Prima ancora che ad uccidere.

Per loro regole chiare:
Divieto assoluto di riprodursi
Accoppiarsi ed amare

Se ami potresti disimparare ad odiare
C'è il rischio di non aver più dentro
Il sacro fuoco dell'omicidio.

Vietato partorire
Dare luce ad una nuova vita.

Donne Soldato
Dagli organi riproduttivi virtualmente infibulati

Corte Marziale per te Donna disubbidiente

Traditrice della Patria

E tu uomo, marito, compagno

Anche tu terrorista sessuale, sarai punito!

Lotta armata
A colpi di parole prive di un seguito cospicuo nel presente
E senza una speranza apparente di futuro.

Controsenso storico
Immobilismo
Diseguaglianza tra i sessi
Diseguaglianze sociali
Diseguaglianza e basta.

Noi
Piccoli, Sporchi e Bastardi Amanuensi Moderni
Da schiacciare come cimici fastidiose in una società
Che non ha voglia di ascoltare
E vuole impedirci di parlare.

Vita che ci soffoca
Come un abito che ti sta stretto
E che non vuoi mettere più.

Ed i miei pensieri
Un turbine senza fine
Come un Sax impazzito
al ritmo di un "be-bop" fuori controllo.

Pentagramma di libertà
Note irrispettose dell'ordine costituito

E quel battito di "be-bop"
Vuol continuare ad esistere.

Non spegnetelo.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA
---------------------------------------------
Clicca QUI Per Votarmi Su OkNotizie

24 commenti:

Saamaya ha detto...

soprattutto, non spegniamo le nostre menti e la volontà di denunciare e reagire.

Carmine Volpe ha detto...

allucinante, vorrei dargli un minimo di ragionevolezza ma non ci riesco, faccio fatica a trovare un interpretazione,si vuole controllare quello che non si può, se si è militari non si può avere figli? non lo so sono basito

giudaballerino ha detto...

Calpestare la dignità e il rispetto dell'uomo per una ottusa ragion militare... è davvero avvilente. E noi dovremmo essere la società civile? La società avanzata? Non ho parole...

Paola ha detto...

Eccomi giunta per lasciare i miei migliori auguri di Buone Feste a te e famiglia… con l’occasione un dono natalizio ti aspetta… lo puoi ritirare nel mio scrigno…
Buona giornata e buon inizio settimana… un abbraccio... ciao ciao Paola

luce ha detto...

Come al solito, carissimo,chi per affermare il diritto di poter fare ed essere quello che si vuole in libertà paga il prezzo più alto è la donna,con la mortificazione di una sua benedetta caratteristica fisica trattata come un handycap, nell'esercito come dappertutto.
E' come se l'Uomo punisca sistematicamente questo dono, ( sarà"invidia dell'utero"?) impedendo alle Donna di essere libera di scegliere e nello stesso tempo obbligata a scegliere.
La tua poesia poi cruda, diretta, semza mezze misure, mette in evidenza la terribile verità nascosta nei soldati che devono essere macchine da guerra:cosa allontana dalla guerra di più di una creatura appena nata?
Trovo poi starodinaria la definizione del pentagramma e delle note che dai.
Non fermiamola mai quella musica che canti e che spesso ci suona dentro.
Bravo da fare male.
Un abbraccio.

DARK ha detto...

Passo...per lasciarti i miei auguri...
(sono molto impegnata in questi giorni...non si sa mai...ti scrivo adesso...)
Buon Natale tesoro, un grande abbraccio!

Sergio ha detto...

E' veramente ... un'americanata!!!

Silvia ha detto...

Ahh, la solita coerenza made in USA! E' affascinante che poi gli anti-abortisti americani non manchino di marciare su Washington quando si tocca l'argomento interruzione di gravidanza... ma presumo che tale crociata non riguardi i militari, cui è evidentemente negato moltiplicarsi...

Beh, se non vogliono che i suddetti soldati facciano figli, potrebbero fornirli di preservativi... Ah, già, gli americani sono troppo ipocriti!

Che tristezza...

diotima47 ha detto...

è per il "be-bop" che mi trovo a commentare; quanto al resto non mi meraviglio di nulla e tu lo sai.
Tra i tanti meriti hai anche quello di essere paziente e di saperti moderare. Io mi sto avviando alla "vecchiaia stizzosa" e perdo le staffe subito.

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Mi viene da dire metaforicamente, che la guerra, con la sua mancanza di rispetrto per la vita, ha fatto un ulteriore corso. Dove c'è morte, vietato concepire altra vita.

lodolite ha detto...

cerchiamo tutti di non spegnerci! auguri, auguri, auguri!
simona

Kylie ha detto...

Mah, un tentativo di non perdere altri soldati o di distogliere le menti dagli obiettivi militari.
Chissà che ne pensano sinceramente le dirette interessate.

Un abbraccio

Guernica ha detto...

Certo che ogni tanto mi sparisci, e poi mi manchi.

Passo per augurarti delle serene feste, a te e famiglia!
Un abbraccio.

Stefi ha detto...

Un'altra notizia inquietante,caro Daniele, assolutamente vero, sempre di più notizie inquietanti...e mi soffermo a pensare, anche solo per un istante, al senso della vita e alla sua fuggevolezza!

Stefi

francesca ha detto...

Notevole, bellissima.
Buon natale

giulia ha detto...

Non fartelo spegnere... guai se quel poco di luce che possiamo fare, viene meno.Allora hanno davvero vinto.

Torno a leggerti volentieri. Un abbraccioi

cristiana ha detto...

Le donne hanno voluto equipararsi agli uomini e ora pagano le conseguenze.C'è così poco di femminile in una donna soldato e bisogna che sappiano gestirsi per affermare la loro parità.Probabilmente hanno già dei figli a casa e ora,se gli uomini dimenticano il profilattico,loro hanno ottimi mezzi di difesa,a cominciare dalla pillola anticoncezionale.Secondo me non si può conciliare la guerra col desiderio di maternità.
Cristiana

Approfitto per farti i mie Auguri più sinceri

oscar ferrari ha detto...

Mettere il naso nella vita privata di un persona è già di per se sbagliato. La notizia è tale solo perchè riguarda le soldatesse, ma è una realtà che riguarda molte donne anche in Italia, se una precaria resta incinta, che fine fa?

enne ha detto...

Se non altro, in banca non le mandano a morte.
Belle le tue parole, Daniele.

Fashion sfondi per il tuo cellulare ha detto...

Ciao, un po di tempo fa abbiamo fatto uno scambio di link tra il mio (www.francescogreco.splinder.com) ed il tuo Blog, che seguo con interesse. Vorrei chiederti di fare un ulteriore scambio di link con il Blog: www.sfondicellularegratis.blogspot.com

Grazie mille per la disponibilità
Francesco

maria rosaria ha detto...

addestrati per morire prima che ad uccidere, e ad uccidere prima che a concepire.
buon natale, caro dani, che sia quanto più possibile sereno.
bacio

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FASHION: mi spiace ma non faccio scambio link con siti pubblicitari e soggetti che utilizzano i commenti per pubblicizzarsi.

chit ha detto...

Diciamo che "volendo" c'è ancora un po' da lavorare anche lì in tema di diritti e pari opportunità. mi viene solo un dubbio; chissà se sanno cosa vuole dire!? :-S

Già che ci sono oltre a scusarmi per la latitanza di questi ultimi tempo ne approfitto per lasciarti i miei più sentiti e sinceri auguri di buona prima tranche di feste e... ci si rilegge (spero con più tempo mio) prima di capodanno.

Un abbraccio forte Daniele, di cuore!

Francy274 ha detto...

Già, che ci fanno le donne con un mitra in mano? Che triste figura ha assunto con la pretesa della "parità dei diritti", non lo concepisco, ma ciò conferma le mie convinzioni : non ci sono differenze fra uomini e donne, anche se spesso si vuol far credere il contrario. L'animo umano non ha distinzioni di sesso e la crudeltà è tipica di questa specie d'esseri viventi sulla terra. Una cellula impazzita dell'ecosistema che come un cancro inarrestabile finirà per distruggere persino se stesso.

Molto significativa questa poesia.