venerdì 17 aprile 2009

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Scelta Obbligata

Le ultime da Anna credo le abbiate lette in molti ma cmq vi rimando al suo ultimo post non prima di avervi detto che grazie ad amici ora sta in una roulotte. E' dura per lei ma continua anche a pensare agli altri ed a cercare di vedere quello che succede ed é accaduto in quei luoghi.

Nel lasciare il link per chi ancora non l'avesse letto (http://miskappa.blogspot.com/2009/04/la-mia-nuova-casa.html) io osservo che intanto nelle alte sfere continuano a disquisire di massimi sistemi: election day sì, election day (con referendum insieme ad Europee e quant'altro in sostanza) no.... Solite vuote polemiche.

Sono nauseato, io dovrei parlarvi forse di cosa succede anche al di fuori di L'Aquila e dintorni ma credo che non ci sia molto da dire se non che é tutto uno stato di "immobilismo assoluto"

Potremmo riassumere il tutto dicendo che ogni cosa positiva é rinviata. Un po' come i processi e le udienze che iniziano il giorno X e poi dopo appena cinque minuti vengono rinviate di due o tre mesi spesso per motivi non proprio così essenziali.

E poi succede che una sentenza che aveva condannato dei criminali (mafiosi se non ricordo male), gente arrestata con fatica con appostamenti, dopo duro lavoro, di fatto on abbia più valore e che quella "gente" torni libera perché (giuro notizia di ieri sera al Tg2 delle 20.30) i magistrati si sono scordati di depositare nei termini la motivazione!!!!!

Ed io di cosa dovrei parlarvi? Di buffoni e venduti, di giullari e corrotti, di assassini con il papillon e di loggie massoniche che affondano il nostro Paese? Forse, ma io vedo tutto questo, o meglio ho paura di poterlo vedere e rivedere laggiù, in quei luoghi ora inghiottiti dalle macerie di un terremoto annunciato ed allora non posso distogliermi da quel punto d'osservazione, non per queste quisquillie. Non posso, non possiamo, perché qui , questa volta, forse si può prevenire, agire per tempo, cercare di impedire che queste cose accadano, che la ricostruzione avvenga male e lentamente, che non tenga in considerazione delle esigenze della gente del luogo.

Ecco, ora a distanza di giorni forse ripensando a Saviano credo che tutto sommato, nonostante il "disturbo" che credo possa aver arrecato recandosi sul luogo, il suo intervento in loco abbia avuto un senso. Ha costretto anche i media più riottosi ad occuparsi delle sue parole e dei temi che ha messo sul tappeto.

Ed allora continuo a guardare la realtà che mi circonda ed ancora una volta sempre più convinto che mai, penso che alle europee io farò esattamente come alle politiche scorse: I will choose Freedom! E quindi farò verbalizzare che non voto perché non mi sento rappresentato da nessuno di loro; non dal saltimbanco Mastella, non dal Vaticano che spadroneggia dentro ogni formazione politica di qualunque colore ed orientamento, non da chi lascia Bertolaso ancora a capo della Protezione Civile e neanche da chi c'era prima e lo aveva cmq lasciato sempre al suo posto.

Scelgo una disobbedienza civile, un rifiutare questo pattume politico che insozza l'aria delle nostre esistenze e martirizza la nostra Terra, il nostro Paese.

Perché io da qui continuerò sempre a dire quello che penso e che sento, libero da dozzinali e volgari schematismi politici e convinto che scrivere di quello che accade intorno a noi, anche nei momenti di maggiore sconforto, quando sembra che sia del tutto inutile, sia l'unica via percorribile. La mia scelta obbligata.
------------------------------------------------
Per Votare Su OkNotizie: http://tinyurl.com/dkb7o2

36 commenti:

Guernica ha detto...

Ho commentato da Anna e ci sono rimasta malissimo a leggere alcuni interventi.Insomma...non so che dire.
E sono venuta qui a dirlo che non so che dire (scusa i giochi di parole).

Perla ha detto...

Ora vado a leggere da Anna.
Per quanto riguarda il voto... sai io un tempo non votavo, per protesta. Mi sembrava la cosa più sensata da fare.... poi, solo poi, mi son resa conto che il mio non voto (seppure verbalizzato come fai tu) consegnava il paese ai furbi e agli imbroglioni.
Perchè è così.. la gente perbene è stufa di votare per malfattori di ogni risma... ma così facendo consegna il potere proprio a loro, ed è come se li avesse votati, in definitiva....

angela ha detto...

sono "angela"che qualche tempo fa commentavo da te,poi sono stata travolta da OKNOTIZIE dove posto e commento col nick di BLU!ciao DANIELE! sei sempre nella mia stima!
a presto leggerti!
angela

Elle ha detto...

Ciao, Daniele :-)
Oggi ho aprlato al tel con Anna.
Le servirebbero stivali di gomma misura 37 e 43, tuta gym taglia 44/46, dei teli o una tenda piccina per approntare una sorta di cucina da campo.
Le altre cose che le occorrono le mando un po' domani con uno dei volontari del campo di Spogne/Lucoli, ed un po' le porto su io quando vado a dare il cambio a Spogne, venerdì prossimo.

Ho lasciato qui il commento sperando che in molti leggano le necessità attuali di Anna e possano dare una mano :-)

Grazie!

Stefi ha detto...

Caro Daniele,
mi fa piacere il senso che hai riconosciuto alla presenza di Saviano in loco d'Abruzzo, che compensa di tutte le cose immobili nella loro ripetizione di cui saresti costretto invece a parlarci...
e sulla tua scelta finale posso dire che la rispetto ma non la condivido, solo perchè temo non possa avere una adeguata "lettura politica" così come per l'astensionismo a meno che non disertino le urne almeno l'80% delle persone (Sardegna insegna: l'astensionismo in aumento ha fatto vincere loro..).
Credo che in mancanza di opzioni di scelta di candidati dignitosi, credibili, rispettabili, stimabili... sia preferibile annullare la scheda. Ma anche qui la % è sempre troppo bassa per avere una valenza politica, ma per lo meno rappresentano "dei rifiuti a votare quei candidati o partiti" che vengono contati e quindi contano...
Un forte e sincero abbraccio
Stefi

l'incarcerato ha detto...

Questa volta alle europee voterò. E ovviamente voterò con decisione, favorendo quelle forze politiche che veramente presentano un alternativa alle destre. Ora ci sono tutti i presupposti per farlo.

Mi dispiace ma io non contribuirò più, non votando, a favorire il Partito Democratico o quello di Di Pietro.

Bisogna dirlo a gran voce: per fortuna non sono tutti uguali i politici.

E credimi, io la questione del referendum non la considero una cosa sterile. Con quello vogliono eliminare le voci scomode e rimanere solo in due...

Un abbraccio Daniele!

Mg2 revolution ha detto...

Credo che anche io non voterò questa volta, la cosa che più mi fa schifo che dedicheranno 2 giorni differenti per le elezioni e per il referendum, essendo il referendum una cosa scomada alla maggiorparte dei politici, puntano sul fatto di non raggiungere il quorum, facendo così si andrà allo spreco di soldi utili alla gente che ora sta contando le proprie ferite e che tra poco verrà dimenticata dai MEDIA perchè non faranno più notizia e sta a noi continuare a parlare di loro cercando di continuare ad aiutarli!!
Ti mando un grosso saluto Daniele sei davvero un grande per quello che scrivi!

flo ha detto...

Il problema è che gli esseri pensanti sono quasi una specie in via di estinzione.
Ciao Daniele ;)

Bastian Cuntrari ha detto...

Per il magistrato barese che ha vanificato - per ignavia e pigrizia - il lavoro anche pericoloso delle nostre Forze dell'Ordine, spero scattino immediatamente provvedimenti: non un trasferimento, perché se è stato pigro a Bari, lo sarà anche a Bolzano o a Cagliari...
Fuori dalle balle e licenziato!

Quanto a Saviano (lasciando da parte il messaggio che la sua presenza voleva significare) non credo che il "disturbo" arrecato sia stato superiore da quello causato dai vari politici, tutti, sfilati in passerella, o da quello che causerà Benny 16 quando andrà a "confortare", o quello che causerà (mi attirerò anatemi, lo so, ma fortunatamente da te c'è ancora libertà d'espressione...) la prossima manifestazione sindacale per "festeggiare" il 1° maggio che si intende tenere a L'Aquila! Ma si riesce ad immaginare la discesa di centinaia di migliaia di perone in quelle zone disastrate??

Quanto alle elezioni, non so: il tuo post mi sta facendo riflettere. E sono tra quei che son sospesi.

la bislacca ha detto...

Una manifestazione sindacale a L'Aquila mi pare aberrante.
Quanto al voto, invece, quest'anno lo farò, e non mi turerò il naso.
Ho appena chiesto conferma: il Partito Radicale corre da solo. Perfetto, no?
Se, poi, i liberali decidssero di abbandonare il carrozzone...

la bislacca ha detto...

Ops, volevo dire "lo darò".

Pietro ha detto...

in certi palazzi di giustizia c'è un andazzo che non mi piace. Un'assoluta indolenza, per non parlare della commistione con la criminalità.

gians ha detto...

Daniele, devi prendere coscienza del fatto che chi si astiene dal voto, non è minimamente preso in considerazione nemmeno dai sondaggi, non credo sia un bene sparire, anzi...

Un abbraccio.

♥gabrybabelle ۶(๏̯͡๏)۶ ha detto...

ho letto il post,dovremmo fare un post di "indignazione pubblica" per quel che succede li e che nessuno dice,scrive-Tutto viene mostrato come il massimo dell'iffecenza,tutto va bene-sono spottoni eletorali altro che,si avvicinano nuone elezioni europee e il tacco rilazato vuol mostrare al mondo che lui è il deux machina,ma va va'....
certi commentatori poi ,lasciamo perdere-come scrivi tu qui.l'italia s'è concentrata su:
buffoni e venduti, di giullari e corrotti, di assassini con il papillon e di loggie massoniche che stanno affondado il nostro Paese-Il loro piano politico si sta' atuando e lo schifo sta propio nel fatto(come bush con l'11 settembre)sfruttano le disgrazie altri per i loro sporchi intrighi

♥gabrybabelle ۶(๏̯͡๏)۶ ha detto...

p.s votiamo in massa mi raccomando,sono convinta che alle ultime politiche tanti NON sono andati a votare!!

Anonimo ha detto...

sono per il voto e, come Guernica, sono indignatissima per i commenti da Miss Kappa. Tanto da non riuscire a lasciare un commento.
Un caro saluto.
Libera.

amatamari ha detto...

Non votare è forse un pò arrendersi...
Io non mollo

:-)

Rosa ha detto...

Pur comprendendo il tuo stato d'animo, mi trovo in disaccordo sulla decisione di non votare. Se il nostro Paese si trova ad essere governato da questi " figuri", e dovuto anche a tutte le persone che non hanno ritenuto necessario andare a votare, per i motivi più disparati.
Pensaci bene Daniele,non facciamogli ulteriore regali!

Per il resto è tutto un déjà vu.
Preparati, ci sarà la parata degli sciacalli, i VERI SCIACALLI da far impallidire i quattro ladruncoli sorpresi a rubare tra le macerie.

Da Anna, ci sono commenti da far venire il voltastomaco. Una cosa mi ha sorpreso, che Anna abbia risposto a uno di loro.
Io personalmente li avrei ignorati.

Ti abbraccio
Rosa

Anonimo ha detto...

no Daniele, loro giocano propio su queste contradizioni,bisogna andare a votare,basta fare regali !

ciao,
aria

Fabio ha detto...

E' vero a volte viene la voglia di non votare: la sensazione di dover scegliere tra chi è meno peggio è forte ma anche l'antipolitica non offre soluzioni adeguate: compie un ragionamento con una pars destruens, ma manca una pars construens. Io pensavo al PD come una speranza ma alla fine è risultata una creatura della vecchia politica, dei vecchi caporioni. Io in un ideale democratico e progressista mi riconosco, ma non in un partito imposto dall'alto. A volte penso ci vorrebbe un partito democratico di iniziativa popolare, un movimento che si riconosca in valori di solidarietà e uguaglianza, che abbia progetti mirati, fondati sull'analisi della società e dell'amara quotidianità che coinvolge ciascuno di noi. Occorrerebbe un guizzo che parta dal basso, dalla gente comune, un atto d'iniziativa che ci sottragga ad ogni atto che costituisca una resa incondizionata...ma bisogna essere in tanti a volerlo perchè come diceva una vecchia canzone di Claudio Lolli: "le mosche procurano noia se volano a schiera unita, da sole non danno fastidio...si schiacciano dentro due dita." Un caro saluto, Fabio

Vale ha detto...

La libertà è tutto quel che ci resta.....

Carmine Volpe ha detto...

Inutiel negare che c'è un muro a non volere cercare responsabilità di nessun tipo e genere, il non voelre avuto dare l'allarme è grave ma a ch interessa?

maria rosaria rossini ha detto...

dani, credo che voler vedere se le cose in futuro possano imboccare la strada del cambiamento, non lo si possa fare sapendo di non aver dato il proprio voto.
un bacio

emanuela ha detto...

Scrivere, pensare...non farsi fregare

tendarossa ha detto...

Ho letto i commenti da Anna, e devo dire che prima reazione ho pensato: toh, il solito cretino (o i cretini) di turno non potevano mancare. Ma non si tratta di cretini: è gente che sa quello che fa, e i commenti che lascia, sono mirati - servono per intorbidire la credibilità di Miss Kappa. Domandiamoci perché lo fanno. Tristezza.
Sul voto: vedremo, penso che andrò a votare, fin quando potrò esecitare questo mio diritto, perchè no?

fiordicactus ha detto...

Ti scrivo, perchè, partendo da te, sono passata da qualche giorno a leggere il blog di MissKappa, ho lasciato un commento, e a te, e a Marcello (latendarossa) che mi "conoscete", volevo spiegare che il mio intervento non è per "intorpidire la credibilità" dell'Anna, ma perchè, mi pare che sia lei che molti dei suoi commentatori, siano poco obbiettivi e qualcuno tra i comentatori, decisamente maleducati!;-)
Io forse sono un inguaribile romantica, ma penso che ci sia del buono in ognuno di noi, non tutto a destra o tutto a sinistra, non solo tra i credenti o solo fra gli atei.
Siccome, ti considero tra quelli obbiettivi e riconosco che a volte mi ritrovo nelle tue lotte, mi sono sentita di doverti lasciare queste 4 righe (che poi, lo sai sono logorroica!)
Ciao, con simpatia, R

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER FIORDICACTUS: fuori da ogni polemica che molti anonimi soprattutto fanno da Anna, io mi domando come TENDAROSSA perché questi attacchi su post "normali" che raccontano emozioni personali e fatti che lei vede ed avverte. Perhcé quando in passato era molto più decisa con post politici e di parte (nel senso che esprimeva opinioni legate ad un suo chiaro orientamento politico) nessuno l'attaccava ed ora che scrive di realtà che vede molti la vogliono colpire?

Domandati questo. Forse non saranno 1000 i morti ma penso che il numero reale se non sarà quello vedrai che si avvicinerà molto di più all stima di Anna che non quella attuale dei media. Lei scriveva delle scosse che sentivano mesi prima. Credo che la mia poesia che ho postato dopo questo mio post sia una risposta anche a te; non riusciamo a credere a chi non é dentro quella scatola maledetta che chiamiamo Tv. Proviamo a farlo per una volta.

Ciao
Daniele

fiordicactus ha detto...

Secondo me, il terremoto, più che l'Anna, ha scatenato forti reazioni emotive, dove tutti vogliono farsi vedere più belli, far vedere che quelli "che la pensano come me" sono più bravi!;-)
Se pensassero davvero ai morti e ai senza tetto, senza fare la conta dei buoni e dei cattivi, non avrebbero visibilità, perchè, come ho detto, sarebbero lì a lavorare, a testa bassa, per il bene di tutti!
Il suo post "Eccomi" è stato molto pubblicizzato e la MissKappa, con il suo "manifesto di appartenenza" è un bersaglio perfetto, si sa come la pensa e la si attacca. Quando se ne esce con frasi tipo: "...i nuovi volontari sono bravissimi e dotati di grande umanità. A me sembrano di sinistra ...", dimostra di non essere obbiettiva, o se vuoi, ancora sotto shok Penso che molti commentatori siano persone come dici tu, o troll e rispondendogli maleducatamente si continua la catena!
Quella povera Rossella, invece, a me sembra una che ha scritto, come me, sull'onda di una emozione sincera! ;-)
Io non ho letto tutti i post, ho scorso la colonna in parte per curiosità, e mi sono limitata ai post sul terremoto e nemmeno a tutti i comnenti, ieri, avevo tempo e ho letto tutti i commenti dell'ultimo post, e ti ho visto, per questo ho voluto spiegare il mio commento!;-)
Logicamente anche il mio, subisce l'influenza del sentimento sulla ragione, sono donna, ho avuto mio cognato su all'Aquila tutta la prima settimana è tornato a casa il lunedì di Pasqua, a rifatto lo zaino ed è ripartito martedì, e ci ha raccontato di cose allucinanti sia da parte dei terremotati, sia da parte dei giornalisti! Ho molti amici, di cui non si sapeva niente fino a due giorni dopo il terremoto. Ho amici bloggers che abitano lì, e non ultimo, ogni volta che sentivo la coda della scossa, quaggiù, pensavo a quanto era forte là nel centro del sisma!;-)
Scusa di nuovo la lunghezza, e salutoni!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER FIORDICACTUS:io credo che certe licenze poetiche personali si debbano valutare come tali. E' un blog d'opinione il suo. Ma quello che accade e che documenta va ascoltato, e quello che commenta va rispettato e commentato come uno sente. Io mi sento molto vicino ad Anna anche nei suoi commenti più umani come quello di volere normalità, una normalità ancora lontana ma che il nostro animo umano agogna avere in tempi rapidi. Questo dico, poi se qualcuno vuole avere un'opinone diversa dalla sua Anna l'ha sempre permessa se espressa con civiltà. Ora cmq non sta a me fare una difesa di Anna per giunta qui :-)))

Ciao
Daniele

Fiordicactus ha detto...

Mi sono accorta che il mio commento, non c'è, non penso che l'abbia tolto, dev'essere la mia imbranataggine, e non l'avevo scritto in Word, ma direttamente lì . . . Acc. :-(
Adesso non ho tempo, e non so se lo riscriverò! quasi 300 commenti sono molti, e il mio che apporto può dare??? Magari scatenare una nuova bagarre??? ;-)
Ciao! R

fiordicactus ha detto...

La voglia di normalità la capisco, io sono stata "alluvionata" per due giorni e per tornare alla normalità c'è voluto molto di più dei 2 giorni dopo. . . in più, i miei figli, per alcuni anni, quando in primavera iniziava a piovere per tutta la giornata, incominciavano a fare progetti per mettere in salvo le cose più importanti e io dovevo cercare di calmarli, per cui, capisco benissimo sia Anna, sia tutti gli altri!
Credo che lei abbia davvero bisogno di aiuto, e che sia il suo carattere a portarla a scrivere come scrive, purtroppo, un lettore superficiale, si attacca a certi appigli per darle addosso!
La ascolto, anche se qualcosa mi lascia perplessa!
Ciao, ci si risente, R

lucillastra ha detto...

lo so, sarò impopolare. Ma ci sono davvero molte altre cose di cui parlare. E a me non sembrano ridicole, come non mi sembra ridicola la questione del terremoto ma insomma, mi sono già espressa.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER LUCILLASTRA: elencale. Io parlo sempre di tante cose ora credo che si debba anche agire oltre che parlare. Io non faccio venire meno le altre notizie ma ribadisco che lasciare cadere la cosa per poi tra qualche mese non parlarne non sarà la politica di questo blog.

Tratterò anche di altro ma quando sarà necessario tratterò sempre di questa storia dando spazio ad Anna ed a chiunque avrà cose vere e serie da dire.

Daniele il Rockpoeta

alianorah ha detto...

Solite quisquilie da Italietta. Si distoglie l'attenzione dalle cose grandi e si posa sulle piccole, perché così si ha meno paura.

chit ha detto...

Per fortuna è una "scelta obbligata" fatta da tanti, non perdiamoci mai di vista ok?! ;-)

ArabaFenice ha detto...

Ciao Daniele, ti ho riletto con estremo piacere. Spero di riprendermi la mia vita di blogger al più presto, ma finora me ne è mancata l'occasione. sto al pc tutto il giorno ma sono pochissimi i minuti che posso dedicare alla rete.

Condivido il tuo post e il tuo stato d'animo. La notizia della scarcerazione penso si riferisse a circa 200 affiliati del Clan Strisciuglio che da qualche hanno reso Bari e dintorni una specie di far west. quella notizia mi ha mandato nello sconforto perché penso a quanti si sono esposti in prima persona per denunciarli e farli arrestare.
senza scadere in posizioni generalizzati contro la magistratura, voglio affermare che non mi capacito del fatto di come i giudici possano commettere certe leggerezze, per utilizzare un eufemismo, e non pagare in prima persona per delle conseguenze così devastanti. Ciao, a presto