sabato 30 giugno 2007

FIBROMIALGIA: "Una Malattia Invisibile" (post di FRIDA)

Ho avuto l'onore di conoscere on line attraverso anche il suo blog, una donna forte e coraggiosa, che assapora ed ama la vita come pochi; io direi anche unica ma lei si schernisce dicendo che non é vero (ops scusami ma oramai l'ho scritto :-))))))) Perdonooo!!!! lol!!!)

Il suo nick é Frida Khalo, come la grande pittirice messicana.

Il suo blog http://khalofrida.blog.tiscali.it (che i più attenti di voi avranno visto peraltro essere già linkato da ieri) oltre a parlare di tematiche sociali con coraggio e lucidità, sensibilizza e parla di una "malattia invisibile" , di cui si sa poco o nulla, e che "Frida" ha contratto circa un anno fa: la FIBROMIALGIA, patologia praticamente sconosciuta di cui, recentemente si sta pensando, potesse soffrire anche la grande pittrice Frida Khalo.

Sono onorato di ospitare in questo blog questa splendida persona. Grazie Frida per il tuo intervento e per il tuo prezioso contributo.

Daniele Verzetti, Rockpoeta.

------------------------------

"UNA MALATTIA INVISIBILE" (di FRIDA)

Sappiamo tutti, direttamente o indirettamente, che al mondo esistono decine di migliaia di patologie, ma, a meno che non esista uno specifico interesse professionale, per una sorta di istinto di sopravvivenza, cerchiamo di pensarci il meno possibile e, facendo di volta in volta i debiti scongiuri, cerchiamo di vivere la nostra vita con la maggiore serenità possibile.

Ma esiste una patologia, la FIBROMIALGIA (FMS), che è una sorta di malattia invisibile, e proprio per questo, ritengo importante cercare di sensibilizzare (con quelle poche risorse che mi competono) il maggior numero di persone possibili.

Circa il 90% dei pazienti è di sesso femminile, non si tratta di una malattia rara (si calcola, tra la popolazione femminile , un incidenza di circa l’8%), ma sono numerosissimi i casi non diagnosticati, soprattutto qui in Italia, dove la situazione è molto grave:

- medici di base carenti anche delle minime nozioni in tema di FMS con conseguenti casi non diagnosticati sul territorio;

- isolamento istituzionale;

-mancanza di corretta informazione pubblica;

-difficoltà economiche per il malato che si trova costretto in molti casi a ridurre o abbandonare la propria attività lavorativa.

L’Italia, aderente all’OMS e alle sue indicazioni, continuando ad ignorare questa malattia, riconosciuta dalla stessa Organizzazione Mondiale della Sanità, si pone oggettivamente in una posizione di discriminazione nei confronti delle persone sofferenti della suddetta patologia. Solo la provincia di Bolzano ha “ufficializzato” nel 2003 la Fibromialgia: per i malati di FMS è concessa l’esenzione dalle spese “per le prestazioni sanitarie appropriate per il monitoraggio delle patologie di cui sono affetti e delle loro complicanze, per la riabilitazione e la prevenzione degli ulteriori aggravamenti”.


L’ultima interrogazione parlamentare a favore del riconoscimento della sindrome fibromialgica è stata presentata nel 2005. Di fatto, solo per un “problema” di inquadramento diagnostico, per i malati continuano a passare inutilmente troppi anni: di sofferenze, di spese ingenti ( per molti di noi, insostenibili) e di discriminazioni lavorative per una malattia che quasi nessuno conosce. Io stessa, pur lavorando in una struttura ospedaliera, nonostante sia molto stimata e unanimemente riconosciuta come persona “equilibrata”, quando parlo della mia patologia non posso fare a meno di cogliere, insieme ad una grande ignoranza (sto parlando di medici e primari!), dei sorrisi velatamente ironici, quel genere di sorrisi che in genere si riserva agli ipocondriaci.

Diagnosi

I comuni esami di laboratorio e la diagnostica per immagini non danno alcun risultato che possa spiegare i numerosi diversi sintomi.

Questo comporta che per il paziente, la mancanza di evidenze dimostrabili, è spesso molto difficile da comprendere e da sopportare. Deluso, egli si sottopone dunque a nuovi esami, nella speranza di “avere finalmente qualcosa in mano“. È probabile che con una ricerca così accurata si finisca per trovare “qualcosa che non va“, perché nessuno mai è del tutto perfetto. Queste scoperte casuali vengono assunte come spiegazione di tutto il quadro sintomatico e possono portare facilmente a una terapia sbagliata. Ma non solo ciò che si può misurare conta davvero. Questa situazione genera nel paziente la paura di non essere preso sul serio dal suo medico, la paura che questi lo consideri nevrotico o ritenga addirittura che sia tutto una sua invenzione.

Molti medici prendono sul serio i sintomi solo quando corrispondono a uno stato organico chiaramente identificabile. Dietro a questa convinzione giace un modo di intendere la salute e la malattia che riconosce per vere soltanto variazioni dalla norma che siano visibili o misurabili. C’è malattia, allora, solo quando i valori di laboratorio sono alterati, quando si possono riconoscere danni o alterazioni nelle immagini radiografiche o quando esami istologici rilevino evidenti alterazioni dei tessuti. La fibromialgia invece offre un quadro patologico in cui non si verifica alcuna variazione, o quasi, nella struttura delle singole parti: è la funzione a subire importanti modifiche.

Sintomi

La Fibromialgia è una sindrome, cioè una malattia che si manifesta con tanti sintomi in diverse zone del corpo (qualche ricercatore si è preso la briga di contarli, sono almeno 100!), ma i principali sono il dolore e la stanchezza:

- il dolore è il sintomo prevalente, colpisce tutti i muscoli, dal cuoio capelluto alla pianta dei piedi, alcuni lo descrivono come un profondo dolore muscolare, dolore pulsante, muscoli tirati e dolore simile a coltellate, oppure come bruciante. Spesso è accompagnato da intensi formicolii

- la fatica può essere moderata in qualche paziente e può arrivare ad essere causa di invalidità in altri. Spesso il sonno non è ristoratore e risulta inoltre disturbato dal dolore muscolare.

Io sono affetta da tale malattia da circa un anno e posso dire che da allora la mia vita è cambiata. Non soltanto a causa della sintomatologia, ma anche per la lotta quotidiana che noi fibromialgici siamo chiamati a sostenere: contro l’immobilismo, l’ignoranza e lo scetticismo che riscontriamo un po’ ovunque nei confronti di tale malattia.
Per noi malati di fibromialgia, sarà forse possibile ottenere qualcosa, soltanto unendo le nostre forze, sensibilizzando l’opinione pubblica e la classe politica.

Solo così riusciremo a percorrere il nostro difficile cammino, ricevendo
finalmente le giuste attenzioni, riconoscimenti e terapie.
Non sarà una “passeggiata” ma almeno non ci ritroveremo più davanti ad un muro.
Un muro di gomma.

FRIDA KHALO

venerdì 29 giugno 2007

NEWS: PFIZER ASSASSINI!

Non bastano le multinazionali USA che impediscono (o forse impedivano con il benestare di Bush) ai Paesi del Terzo Mondo di produrre medicine costosissime per l'AIDS senza pagare il costo del brevetto (spero di aver detto bene).

Non basta che multinazionali farmaceutiche, vere e proprie lobby, realizzino medicinali inutili e osteggino anche la produzione dei principi attivi (vedi nimesuslide - principio attivo- e mesulid - medicina della Novartis) nonché il ricorso all' omeopatia.

Ora, (come se già non lo sapessimo e non fosse già accaduto in passato) usano esseri umani e in questo caso di nuovo bambini come cavie.

La notizia l'ho appresa andando sul blog di SALPETTI che ringrazio per avere fatto un post così brillante, intenso ed esaustivo al quale vi rimando per ulteriori approfondimenti insieme al link da cui ha preso la notizia:

ecco il link della notizia http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo367976.shtml

Il blog di Salpetti lo trovate tra i links del mio blog.

Io aggiungo solo questo:

Che fare? Boicottare la Pfizer? Sarebbe una grande idea ma poi certe medicine di cui si potrebbe avere bisongo e che magari sono loro a produrre come potrebbero essere sostituite da chi ne ha bisogno? Forse usando i principi attivi ove potendo. Tanto tutte le multinazionali farmaceutiche sono anch'esse tutte "della stessa risma"

Loro abusano del fatto che noi possiamo avere bisogno di curarci. Ci vogliono usare e sfruttare.

1996: 200 bambini nigeriani affetti da meningite usati come cavie per sperimentare il TROVAN farmaco mai testato dalla Pfizer e da loro invece dichiarato efficiente e pronto per curarli.

Ora finalmente il Governo Nigeriano ha deciso di chiedere un forte risarcimento alla Pfizer: 7 miliardi di dollari. Sono ancora pochi.

Io vorrei la testa dell'A.D. e di tutti i responsabili. DEVONO ESSERE ARRESTATI E CACCIATI.

Si considera il Terzo Mondo come un laboratorio di esperimenti scientifici con cavie umane fresche e pronte. Senza nessuno che le possa difendere.

Ricordiamo la NESTLE' che invio non medicinali ovviamente ma latte materno scaduto. E ancora i bambini come vittime.

Altro non aggiungo. La poesia che segue la scrissi nel 2004 quindi non nasce dall'indignazione e dalla'amarezza del momento. Ma é figlia di altrettanti e vergognosi scandali del tempo.


"LE MANI DI MENGELE"

Profitto che stritola la Salute
Leggi di Mercato che schiacciano i malati
Cure negate.

Multinazionali
che si tengono ben stretti
i loro brevetti insanguinati
Paesi che si ribellano
a logiche di Follia monopolistica.

E intanto
muoiono
come mosche
E si dissolvono
come vapore.

E non c’è più tempo.

Assassini in smoking
Falsi scienziati
Ricercatori prezzolati.

E la nostra Salute
nelle mani di Mengele.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA.

-----------------------------

PS: Ricordo il post sottostante dove trovate il link per firmare la PETIZIONE "BASTA MORTI BIANCHE". Grazie a tutti coloro che hanno già firmato e che firmeranno. Un Grazie anche a chi sta promuovendo in giro questa petizione. GRAZIE!

Daniele Verzetti.

mercoledì 27 giugno 2007

ULTIMA CHIAMATA: "Mattina ore 6"

Ultima chiamata per la petizione sulle morti bianche; qui il link:
http://agoradelrockpoeta.blogspot.com/2007/04/appello-del-rockpoeta-petizione-basta.html
Arriviamo a 100 (siamo a 46 se non erro) firme per il primo luglio. Tentiamoci!

E qui una poesia per ricordare la realtà di molti lavoratori:

" Mattina ore 6 "

Mattina ore 6
stesso grigio albeggiare di periferia
solita routine
e sempre più paura.

La fatica é tanta
le garanzie del posto nulle
la sicurezza inesistente.

Ma lo fai
lo fai lo stesso
lo fai per loro
loro che aspettano a casa
per avere da mangiare.

Loro che contano su di te.

Ricatto sulla pelle di innocenti.
Ricatto che va fermato.

Un'impalcatura che traballa
é come un'anima vacillante.

Entrambe possono farti cadere.

Non permettiamo più che questo succeda.


DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA

L'ANGOLO DEL ROCKPOETA: Discesa agli Inferi.

Di solito metto sempre due righe di introduzione alle poesie che posto, questa volta non lo farò. Ve la lascio leggere così senza alcuna "intro" del Rockpoeta.


"DISCESA AGLI INFERI"

Attendere l’ignoto
Sperare nel nulla

E abbiamo sparato,
Imbracciato fucili esausti
Caricati a lacrime di rugiada.

Suicidi
Come vie d’uscita e di salvezza
Per anime disperate,
Oscuravano soli morenti
Offuscati
Da ombre di sorrisi muti.

Hanno rubato quei sogni
Hanno impedito i miei sogni
Hanno sentenziato la fine.

E la mia anima
Un’ombra in più
Per quel sole amaro.

E perdente.

E Voi,
Brucerete all’Inferno
Bastardi!

E le mie mani sataniche
I miei occhi iniettati di sangue
Saranno la vostra tortura per l’eternità.

Uno ad uno
Accorrerete al suono della mia voce
E risponderete al richiamo del mio appello
Come dei bravi e disciplinati scolaretti.

E la vostra eterna agonia
Sarà il mio Paradiso.

Qui,
tra le fiamme dell’Inferno.



DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA.

-----------------------------

sabato 23 giugno 2007

OPINIONE DEL ROCKPOETA: La Gramigna va estirpata.

La gramigna é erbaccia. E va tolta.

Però é giusto non generalizzare. Ci sono varie "specie" di gramigna. Certo quelle di cui parleremo ora non hanno tanta ragione di restare a calcare i nostri"prati"

Andiamo in ordine di apparizione:

1) Centro sociale Gramigna di Padova: questi "simpaticoni" hanno manifestato decisamente per rivendicare il diritto a veder liberati dei presunti terroristi(scusate ma finché non c'é condanna definitiva per deformazione personale avendo laurea in legge, chiunque - sic -é innocente fino a prova contraria) arrestati poco tempo fa.

Adesso Basta! Se noi scendessimo in Piazza con la stessa veemenza che ci succederebbe? Forse é ora di pensare che possiamo farlo anche noi? E' ora di credere che la violenza paga? Ci dobbiamo provare? Voglio ancora illudermi di no.

Ma queste notizie (fonte tg5 é vero, ma questi tipi sono conosciuti) mettono a dura prova la pazienza e la resistenza.

2) Il mio "amicone" Don Angelo che come la gramigna peggiore attacca la libertà degli altri si trova a dover fronteggiare una tragicomica realtà. Vi ricordate i famosi tre bossoli o cmq munizioni arrivate a lui tempo addietro? Anche gli investigatori (che spesso sono un po' come i Tenori nell'opera lirica, ossia i soliti "gnoccoloni") erano riusciti a sospettare che non erano forse di matrice terroristica.

Ed infatti...oggi si sa che una persona ha fatto in modo che si intuisse che ovviamente non era da seguire la pista estremista anticlericale, ma nel contempo, aveva cercato di far ricadere la colpa su una coppia dove lei era un prostituta per ragioni di rancore personale.

Che storiaccia LOL!!! Altro che il timore di minacce ideologiche LOL!!! Ma nonostante ciò le misure cautelari al capo banda di quella sgangherata cosca che é la CEI restono. E le paghiamo noi. Caro Don Angelo sei proprio un volpone gesuita :-)))

3) Pensioni. Su questo punto, mi verrebbe da dire, la situazione é un vero e proprio "saliscendi"

E lo scalone no, e lo scalone sì; e si riduce qui, si taglia là... Insomma io faccio molta fatica a capire poi realmente cosa vogliano fare. E questo é vergognoso! Una materia che vede in ballo la vita da anziano di tutti noi, ridotta a mere formulette matematiche incomprensibili. Basta a questi governanti fasulli che cercano di ingannare la gente. Tanto le loro pensioni dopo appena 2 anni 6 mesi ed un giorno non gliele porta via nessuno!

Sono criminali alla stregua della gramigna di cui al punto uno.

Non si scherza più sulla pelle della gente!

venerdì 22 giugno 2007

OPINIONE DEL ROCKPOETA: UNO su "iMille" ce la fa.

Avrete letto o sentito che Veltroni sembra accettare l'investitura (perché di quello si tratta più che di una candidatura) a leader del Partito Democratico.

Certo, ci dovranno essere le Primarie a sancirne appunto l'investitura ufficiale ma insomma direi problemi in quell'occasione non dovrebbero essercene.

Ne parlo anche in relazione al progetto de "iMille" di cui vi ho fatto partecipi un paio di post più sotto.

Lo faccio perché questa novità ha creato forse, in alcuni, qualche tentennamento.

Io, a prescindere dall'opinione che posso avere di Veltroni, credo che non ci si dovrebbe appiattire su quel candidato, anche perché lo scopo di questa iniziativa dovrebbe e doveva essere differente e cioé quello di portare dentro al neo Partito Democratico persone più giovani con idee nuove, fresche, e quindi cercare di dare una svolta verso un Partito che non fosse appiattito anch'esso sulle solite tematiche gerarchiche ed un partito che volesse non solo avere un leader ma anche una serie di persone al proprio interno che fossero linfa vitale per il presente ed il futuro dello stesso nonché del Paese.

Perché cmq anche apprezzando Veltroni, una rondine non fa primavera e pertanto ripeto sono necessari progetti, idee, volti nuovi e una politica che cambi. Un nome non basta.

La mia posizione ufficiale é di fatto la seguente:

"Ritengo che l'eventuale candidatura di Veltroni non debba far deviare questo progetto dal suo obiettivo iniziale.

Lo scopo de "iMille" doveva essere ( ed ancora dovrebbe a mio avviso) soprattutto quello di "formare" una nuova classe politica preparata e più giovane volta a portare idee nuove, più concrete e tese a risolvere i veri problemi del Paese, con forze fresche e soprattutto intenzionate a lavorare seriamente senza concentrarsi sulle poltrone e sui soliti intrallazzi di palazzo.

La candidatura di Veltroni, a mio modesto avviso, dovrebbe essere appoggiata solo se lui appoggiasse "iMille", ossia se decidesse di seguire le linee guida di questo progetto e prendesse con sé i rappresentanti quantomeno più significativi di questa iniziativa.

Altrimenti, avremmo un candidato "forte" che unificherebbe tutti ma che poi sostanzialmente lascerebbe tutto come é adesso.

Ossia, senza futuro e con una nuova speranza tradita."

Volevo con questo post rendervi edotti degli sviluppi che ci sono. Esiste anche un blog di "iMille" e sono curioso di vedere che sviluppo avrà il tutto.

E' chiaro che una candidatura di Veltroni che portasse "iMille" a non esprimere un loro candidato alle Primarie mi lascerebbe perplesso.

Temo peraltro che in quel caso non sarebbe neanche necessario uscire dal progetto, si sfalderebbe da solo purtroppo. Resto cmq speranzoso ed in attesa.

Daniele Verzetti, Rockpoeta.

mercoledì 20 giugno 2007

NEWS: Emergenza Clima ed "Aria irrespirabile"...

Oramai é realtà, ormai ci siamo.

L'emergenza clima non é più fantasia o l'occasione per una sceneggiatura da apocalisse da realizzare per il grande schermo. Ormai si inizia già a fare dei piani per affrontarla.

L'Europa in questo é decisa ad essere l'antesignana in materia.

Presto dovremo abituarci a cambiamenti climatici che già in questi giorni (ma anche in questi ultimi anni direi) abbiamo potuto constatare. Aridità, desertificazione, surriscaldamento, tutti problemi che devono essere affrontati.

Ed il piano esiste. E comporterà anche dover alzare dighe, cambiare certe abitudini(il turismo per fare un es. più free, nel Mediterraneo cambierà dato che saranno Primavera ed Autunno i mesi più vivibili ed "estivi" mentre nei mesi attuali la situazione sarà insostenibile) e rassegnarsi a vedere impoverirsi zone intere del nostro Pianeta. Ma agire ora permetterà, dice la UE, di non dover spendere quattro volte di più dopo e soprattutto permetterà di "limitare" i danni già piuttosto forti a cui si andrà incontro.

Terrorismo ecologico? Forse, ma é l'UE..... Forse non avremo un riscontro così devastante già nel 2020 come sembrerebbe se non ho inteso male dall'articolo che vi linko qui sotto, ma se questo allarme é sempre più lanciato da organismi più disparati qualcosa di vero e molto vicino ci dovrà essere....

Siamo davvero "at the end of the world"? come cantavano molti anni fa i REM?

Il link:
http://www.repubblica.it/2007/03/sezioni/ambiente/clima2/piano-europa/piano-europa.html
-------------------------------

Ed in questo "clima" di emergenza per la salute del nostro Pianeta é "consolante" vedere che c'é chi se ne disinteressa completamente, oltretutto ferendo nuovamente un popolo ed una cultura già martoriate.


Non é bastato loro sottomettere e uccidere la popolazione libera del Tibet.

Ora umiliano anche il paesaggio.

Stanno realizzando un'autostrada che arrivi "sul tetto del mondo" (parole di Rampini su Repubblica). Il Tedoforo la inaugurerà a piedi, ovviamente, e poi tutti potranno dal lato Tibet raggiungere l'Everest più facilmente.

Tutti i media cinesi all'unisono affermano entusiasti che la Cina porta la modernità e la fine dell'arretramento nelle zone più remote e povere del Tibet.

La verità é un'altra e la sappiamo bene tutti.

Già ora l'Everest sta trasformandosi in una discarica a cielo aperto in più punti e dopo questa "brillante opera dell'uomo" sarà ancora peggio.

In realtà la Cina vuole anche ribadire il suo "dominio" sul Tibet.

Queste Olimpiadi sono davvero nefaste. Stanno accelerando pericolosamente una deriva di "imperialismo cinese" d'altri tempi per poter dare del loro Paese un'immagine moderna e vincente.

Ma sono solo un nuovo e avanzatissimo modello di "Schiacciapietre".

Perché chi rotola fa rumore....

Ecco il link:
http://www.repubblica.it/2007/06/sezioni/esteri/everest-autostrada/everest-autostrada/everest-autostrada.html

lunedì 18 giugno 2007

PROPOSTA DEL ROCKPOETA: Diventiamo Leader di Noi Stessi?

Ok, io sono per il fare.

Fatta questa premessa vi spiego di cosa stiamo parlando.

Poco tempo fa Luca Sofri propose una sorta di petizione (vanno molto di moda da quando le ho rilanciate io LOL, scherzo!!!) per chiedere chi fosse d'accordo sulla necessità di svecchiare la politica e segnatamente il Partito Decmocratico, che, dico io, oltre essere al momento una sorta di Compromesso storico teso solo ad uccidere la laicità dello Stato e interessato (da parte dei suoi membri) solo a fare un ragionamento di poltrone, era costituito dai soliti nomi e soprattutto con l'assenza pressoche totale della generazione più giovane (dai 40 anni in giù).

Io, favorevole a questo processo, la firmai.

Oggi ho ricevuto due mail. Una da Luca Sofri inviata di fatto a tutti coloro che avevano firmato detta petizione, e l'altra da Mario Adinolfi in seguito alla mia risposta positiva.

In sostanza ( a questa idea aderiscono anche persone come Mario Adinolfi appunto, ma non solo) la proposta é quella di agire in prima persona tutti.

Dal candidarsi alle primarie all'agire cmq collettivamente per tentare di essere noi in prima persona protagonisti di una nuova politica.

Che dirvi, magari si farà un buco nell'acqua, magari i "soliti noti" del mondo della cultura potrebbero usare questa idea per farsi più pubblicità, ma magari invece, ed io la penso così, é un'occasione per provare a vedere se la neo costituita "DC" (perché questo é adesso quel nuovo partito) diventerà davvero il Partito Democratico.

Questa é la mail per dichiarare la vostra disponibilità:

E' una e-mail collettiva per segnalare l'adesione ai Mille: iMille07@gmail.com

E per saperne di più vedasi anche il blog di Adinolfi (ma guarda un po' se tocca a me fare pubblicità ai più famosi LOL!)

Io non sono uno che si considera di Sinistra o di Destra ma uno che ha le sue idee. E da questa iniziativa vorrei provare a realizzare un'utopia: vedere di avere un partito che abbia nelle idee costruttive (tese a realizzare una vera economia, senza criminalizzare le imprese ma anche senza umiliare i lavoratori, proponendo valori della sinistra ma non anche i difetti più "storici" della stessa, nonché stabilendo una forte e inattaccabile laicità dello Stato) la sua vera bandiera.

Qui parlavamo di papocchio del PD, di mancanza di veri leader, o facevamo i soliti nomi.

Chi vuole provare ad agire può tentare.

Io tento.

Daniele Verzetti, Rockpoeta.

giovedì 14 giugno 2007

IL ROCKPOETA DAL VIVO IN CARNE….ED IMMAGINI, SUL SUO SITO!!!

Se avete la curiosità (non dite di no please!!! :-))) LOL!!!) di vedermi in azione dal vivo, sul mio sito, ora è possibile: potete infatti vedermi leggere e commentare una mia poesia, la cui interpretazione è stata estrapolata dalla performance live realizzata il 13 gennaio 2007 al Teatro Hopaltrove a Genova.

Questo il link al mio sito (link che è cmq presente anche in fondo al mio blog) :
http://www.danieleverzettirockpoeta.it

ROCKPOETA SHORT: E siamo già in due.

Michele Serra su Repubblica ha scritto che non voterà il Partito Democratico.

Vista la reale consistenza, attualmente, del medesimo, posso tranquillamente affermare che siamo già in due.

mercoledì 13 giugno 2007

DIFENDIAMO I MINORI: "Vicino al mare"

L'ho già scritto come commento al post precedente, ma ritengo giusto farne un piccolo post in modo che sia più noto a tutti.

Vogliono fare il "giorno dell'orgoglio pedofilo". Questa idea così aberrante era già girata nell'aria qualche mese fa, ma ora sembra davvero concretizzarsi.

La data sarebbe il 23 giugno e mi nausea il fatto che questa notizia venga fatta conoscere con più forza proprio il giorno seguente la "giornata mondiale contro il lavoro minorile", giornata che anche se affronta una problematica specifica non può non averci fatto riflettere cmq sulla necessità e l'imprescindibilità di proteggere i minori sempre e cmq da ogni forma di abuso, violenza e sfruttamento.

Mattia sul suo blog ha postato un link (che anch'io adesso vi linkerò qui sotto alla fine del post) per firmare una petizione su un sito con lo scopo di impedire tale aberrante "celebrazione".

Se firmerete sarete tra l'altro in buonissima compagnia: da Franca Rame a Walter Veltroni a Simone Cristicchi fino ad arrivare a Mattia ed anche a me lol!

Quanto ai sentimenti che provo, all'amarezza che avverto ed al dolore che sento, lascia a questa mia poesia il "compito" di esprimerli.

"VICINO AL MARE"

Thailandia
Cinque anni
E non ha mai visto il mare.

Segregata
Insieme ad altri suoi
Piccoli “compagni di lavoro”
Cuce palloni 15 ore al giorno.

Cresce.

Ha 12 anni
Ormai è già “matura”
Per altre esperienze…

Viene portata in città
Tra luci artificiali
E oscurità dell’anima.

12 anni,
E non aver ancora visto il mare…

20 anni
Spenta
Disperata
Senza più neanche la speranza
Pronta a finire la propria esistenza
Viene liberata.

Lacrime di gioia
Paura
Incredulità
Bagnano il viso di quell’uomo
Che la salva.

La porta alla luce del sole
E lei
Con un timido sorriso
Ancora umido per le lacrime versate
Gli chiede…

PORTAMI…. PORTAMI
VICINO AL MARE….

---------------------------------

Daniele Verzetti, Rockpoeta.


Questo é il link per firmare la petizione suddetta:
http://petizione.epolis.sm/

martedì 12 giugno 2007

OPIONIONE DEL ROCKPOETA: Tutto il mondo é Paese...

Rampini su Repubblica ne parla.

"Dalla Cina con disgusto": potremmo quasi titolare così questa notizia; certo non con "stupore" dato che da laggiù ci possiamo aspettare quasi di tutto.

Parliamo di sfruttamento del lavoro minorile, problema che peraltro potevamo già immaginare prima che in Cina fosse molto sviluppato.

Hanno scoperto che alcune imprese che producono gadgets per le Olimpiadi del 2008 a Pechino usano bambini per realizzarli e, come se già questo non bastasse di per sé, costringendoli ad orari massacranti.

Il Governo di Pechino ha subito fermato (visti gli occhi puntati addosso non poteva certo fare diversamente in questo caso...), una volta che la notizia si é saputa, quelle 4 imprese, ma sicuramente altre già saranno al "lavoro"usando manodopera minorile.

Nell'articolo si legge che queste Olimpiadi costringeranno i Cinesi a stare più accorti e che saranno un faro puntato su tutto quello che accade in quel Paese, e quindi anche cassa di risonanza per i dissensi nonché anche per gli abusi che vengono e verranno perpetrati.

Forse é vero, ma mi chiedo che succederà quando tutto sarà finito e gli "intrusi" sbaraccheranno da Pechino. E poi ancora credo che per quanto scoveremo alcune questioni, queste saranno sempre e solo una goccia nell'oceano.

Io resto della mia idea già espressa in un mio post di qualche tempo fa: le Olimpiadi di Pechino andrebbero boicottate.

Ecco il link:
http://www.repubblica.it/2007/06/sezioni/esteri/bambini-schiavi/bambini-schiavi/bambini-schiavi.html
-------------------------------

Siccome un vecchio adagio recita che tutto il mondo é Paese, e poiché non sia mai che noi ci si fa mancare qualcosa, ecco che arriva la denuncia da parte di Telefono Azzurro e del Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro (Cncl) secondo i quali (dati provenienti dalla fonte Ires-Cgil) "in Italia oltre 400.000 bambini dai 7 ai 14 anni sono obbligati a lavorare sottopagati e sfruttati. Di questi, il 30-35 per cento nel Sud, il 15-18 per cento nelle città del Centro-Nord."

Oggi é la Giornata mondiale contro il lavoro minorile. Un'occasione per ricordare ancora l'esiestenza di questa terribile piaga che non é più e non é solo "prerogativa" dei Paesi in via di sviluppo a quanto pare...

Una giornata per ricordarci meglio, una giornata che non deve morire qui.

Perché ogni giorno questi bambini non vedono il sole, e non conoscono il calore di un sorriso.

Il link:
http://www.repubblica.it/2007/06/sezioni/scuola_e_universita/servizi/lavoro-minori/lavoro-minori/lavoro-minori.html

venerdì 8 giugno 2007

NEWS: E' tutto un déjà-vu.

E vai!!!! La grande notizia di oggi é che il Centrosinistra si riappropria di un valore che il Centrodestra gli aveva strappato!!! E cioé... IL POPULISMO!

Ieri, ed in questi giorni la penosa ed imbarazzante pantomima sul caso "Visco- Speciale" ed ora Padoa-Schioppa se ne esce fuori dicendo che si deve abbattere il gettito fiscale, insomma meno tasse agli Italiani.

In primis vorrei sapere quali Italiani, perché già altre volte e da altri pulpiti e da altri schieramenti queste voci le abbiamo udite e poi abbiamo visto come é andata a finire...

Inoltre, poi, preferirei davvero che invece che un contentino tampone ci fosse una vera riforma fiscale.

Ma lo so, sto vaneggiando... i politici che fanno le riforme??? OK, ok, non chiamate il 118 sto bene sono rinsavito davvero (LOL)!

In realtà é sempre la stessa minestra, il classico déjà-vu.

Ecco il link:
http://www.repubblica.it/2007/05/sezioni/economia/conti-pubblici-42/tasse-padoa/tasse-padoa.html
--------------------------
Ed a proposito di dèja-vu sembra che abbiano scoperto la causa scientifica di questo fenomeno.
Io resto perplesso, ma aggiungo che se anche fosse vero rimane la delusione per esserci visti togliere un po' di mistero, data che sembra si tratti soltanto di immagini mentali sovrapposte (che, lo so, detto così sembra pure interssante, ma in realtà si tratta solo di neuroni che invecchiano).
Comunque, se volete saperne di più vi posto il link...(ehi, ma questa frase a me sembra di averla giò scritta in passato LOL!!!!)

http://www.repubblica.it/2007/06/sezioni/scienza_e_tecnologia/cervello-dejavu/cervello-dejavu/cervello-dejavu.html


----------------

Ed ora due storie di"scuola".

La prima aberrante. Un insegnante di scuola materna, pedofilo. Non merita altre annotazioni, solo il link per chi vuole avere il caso più chiaro.
http://www.repubblica.it/2007/06/sezioni/cronaca/pedofilia-tre/pedofilia-tre/pedofilia-tre.html
-----------------------

Invece un caso su cui vorrei ancor di più la vostra opinione e pertanto vi chiedo di porvi molta attenzione.

Un'insegnante punisce un dodicenne facendogli scrivere per 100 volte "io sono deficiente".

Detta così immagino che sarete tutti scandalizzati e pronti a difendere il ragazzino. Ragazzino che però aveva impedito l'ingresso ai bagni ad un suo coetaneo apostrofandolo con insulti omofobici.

Vogliono punirla perché, secondo il Giudice che fa le indagini, la reazione e la punizione dell'insegnante sarebbero sproporzionate rispetto alla "marachella".

Davvero é così? Forse la frase é forte, poteva fargli scrivere "mi devo vergognare per quello che ho detto e fatto". Su questo posso anche concordare, ma sul resto?

E poi ci lamentiamo del bullismo e siamo pronti a sparare a zero sugli insegnanti che non sono attenti e non fanno prevenzione e non sono severi in questi casi.

Decidiamoci, perché la moglie ubriaca e la botte piena non sono possibili.

Vi posto il link:
http://www.repubblica.it/2007/03/sezioni/scuola_e_universita/servizi/bullismo-4/processo-insegnante/processo-insegnante.html

giovedì 7 giugno 2007

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Un voto, due voti, tre voti.. Zero voti!

Ho aspettato un po' a parlarne ma ora forse é il momento.

Sono stupefatto di come si riescano a cambiare anche i voti sicuri. E di come facciano anche.

La matita é indelebile quindi se io voto per il Partito "X" e per Tizio non dovrebbe essere possibile cambiare il voto (salvo sostituire le schede? Mah).

Cmq a questo punto un consiglio: se volete annullare una scheda pasticciatela tutta, segnate tutti i simboli, che debbano proprio sostituirla per taroccarla.

A questo punto che fare? Non presentarsi nemmeno? Ma non c'é il rischio che "facciano votare" anche gli astenuti? Beh dovrebbero conoscere il numero del documento di identità che si deve mostrare, però con tutto quello che succede ipotizzare che lo possano avere in qualche modo o cmq che lo inventino tanto "chi controlla?" é forse un po' eccessivo ma, alla luce dei fatti, anche legittimo supporlo.

Oramai ovunque c'é una cultura dell'imbroglio e dell'inganno.
Sono nauseato.

Fonte: Repubblica on line
http://www.repubblica.it/2007/05/sezioni/politica/amministrative1/brogli-palermo/brogli-palermo.html

PS: lo saprete certamente tutti dato che Camilleri é conosciuto, ma c'é una petizione su Repubblica on line per protestare contro un'impresa texana che vorrebbe trivellare la Val di Noto. La Regione Sicilia ha bloccato tutto ma l'impresa si é rivolta al TAR.

Se volete aderire alle oltre 20.000 firme come ho fatto io é ancora possibile.

martedì 5 giugno 2007

OPINIONE DEL ROCKPOETA: "Centrodx e Centrosx per me pari sono"

Scusate se ho ignobilmente parafrasato una frase di una celebre area di un'altrettanto conosciutissima opera lirica, ma la tentazione é stata irresistibile

Parliamo, (e come ci si poteva esimere lol?) della "Vicenda Visco-Speciale"

Ne parlo forse per alcuni aspetti che mi lasciano inquieto e che forse saranno anche marginali per molti di voi ma non per me.

In primis mi chiedo (ma non me lo sono chiesto soltanto io in verità...): "Perché l'allontanamento di Speciale e non anche le dimissioni di Visco?'

Mi spiego meglio. Se Roberto Speciale ha detto il vero perché viene rimosso lui dall'incarico? Se invece quei quattro funzionari hanno mentito, beh in quel caso sarebbero da colpire giuridicamente e ovviamente da allontanare dalle cariche che occupano e nel mentre cmq da sospendere cautelativamente con effetto immediato in attesa degli sviluppi dell'indagine.

Si é aperta un'inchiesta (peraltro un'inchiesta più per capire cosa é successo che non per cercare i responsabili, per ora almeno) e al momento ogni ipotesi é percorribile.
(Apertura inchiesta, vedasi al riguardo:
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2007/05_Maggio/25/visco_inchiesta.shtml

Credo allora che se, forse, per correttezza deontologica Speciale avrebbe anche potuto valutare di dare le dimissioni, Visco (che se le accuse sono vere é il VERO colpevole) dovrebbe fare lo stesso, no?

Io non so come stiano le cose, ma rimango amareggiato nel vedere ancora una volta che poi tutti e ripeto tutti si comportano allo stesso modo. E vorrei fare un plauso a Roberto Speciale che ha rifiutato la "promozione" all'italiana (ossia ti promuovo per rimuoverti da dove sei adesso...) che gli hanno gentilmente "offerto", nonché anche per le sue parole rilasciate ai media.

(Vedasi al riguardo: http://www.repubblica.it/2007/06/sezioni/economia/visco-gdf/visco-carte/visco-carte.html)

Aggiungerei che i fans del Partito Democratico possono gioire: i fatti a cui assistiamo ormai quotidianamente dimostrano a mio avviso quasi inequivocabilmente che a governare il Paese non é il Centrosinistra ma sono i DS con l'aggiunta dell'area cattolica della Margherita. Che è e sarà poi il nucleo vero e di potere del Partito democratico.

Beh se questo é l'assaggio, alle prossime elezioni spero arrivi piuttosto una porno-star a fondare un suo partito, il "Partito della Topa" (così lo chiamerebbero gli amici del Vernacoliere, permettete quindi anche a me per una volta questa licenza un po' colorita lol) perché tra Centrodestra e Centrosinistra davvero non saprei che fare.

La verità infatti é che Radicali, Socialisti ma anche altri come Rifondazione (a prescindere dalla bontà delle loro idee) non sono minimamente ascoltati.

Insomma se il Centrodestra aveva paura che questo Governo sarebbe stato schiavo di quei "gruppuscoli" di ribelli o nelle mani di Casarini e di quelli del G8 (cosa quest'ultima che anch'io non desideravo e non desidero tuttora) penso debbano ricredersi.

Ampliamento della Base Nato a Vicenza, laicità dello Stato sempre più in alto mare, decisioni prese di fatto da Prodi con DS e Margherita. Beh, da questo punto di vista quelli del Centrodestra si sono proprio sbagliati.

E veniamo al titolo del Post. Questo titolo nasce dalle affermazioni di Berlusconi, se non erro, che si domandava cosa mai sarebbe successo se una cosa del genere l'avessero mai fatta loro quando erano al Governo.

Ecco, al riguardo gli risponde molto efficacemente Carlo Bonini su Repubblica (articolo anche on line: http://www.repubblica.it/2007/06/sezioni/economia/visco-gdf/tremonti-gdf/tremonti-gdf.html) facendogli notare che é successo ed in quel caso tutto passò sotto accurato silenzio.

Per cui, senza fare polemiche da stadio, tipo "noi più bravi e buoni di loro" a me invece sembra che siano tutti della stessa risma.

Tutti pronti per il macero.

NEWS: Tragedia o Assassinio?

Caso Raciti; sembra, adesso, (ma ce ne hanno messo di tempo) che quel ragazzo accusato anche dell'assassinio dell'Ispettore Raciti sia innocente. Innocente ovviamente per quanto concerne l'accusa di omicidio, non per quanto rigurda la rissa e la resistenza alle forze dell'ordine.

La notizia soprendente é che si é ventilata l'ipotesi di un disgraziato "fuoco amico" come la causa della morte dell'Ispettore.

Coloro che si occupano delle indagini hanno smentito anzi hanno affermato che quella pista "é esclusa".

Attendo quindi gli sviluppi di un'indagine troppo lenta e mal condotta per conoscere, se mai la sapremo, qual é la verità e sapere come si sono davvero svolti i fatti.

Rimane però sul tappeto la lentezza di un'indagine che per mesi oramai ci aveva fatto credere che quel ragazzo fosse oltre che uno sconsiderato ed un facinoroso, pure un assassino.

Non voglio giustificarlo, il fatto che fosse in mezzo a quegli scontri e vi partecipasse attivamente lo squalifica come persona, ed il fatto che lui non sia colpevole di quel reato non significa che non avrebbe potuto commetterlo magari colposamente nella foga e nella rabbia cieca del momento. Quindi, restano la mia riprovazione e la mia condanna per il suo comportamento e spero che questa storia lo aiuti a capire (17anni forse il tempo per cambiare ce l'ha ancora) che il calcio non é quello.

Però intanto adesso brancoliamo ancora nel buio. Ed é questo che mi rattrista oltre al fatto che nel caso si trattasse davvero di fuoco amico, verrebbe il sospetto maligno, forse, che qualcuno avrebbe potuto cercare di nascondere questa verità per timore di vedere attaccata poi dai media, e non solo da loro, la polizia.

E non sarebbe stato certo un timore così infondato in un Paese dove ogni cosa é strumentalizzata politicamente per fini elettorali e di propaganda. Ormai siamo davvero in un clima da curve calcistiche se non peggio.

Ed é qui che vorrei arrivare. Probabilmente non é stato il "fuoco amico" ad uccidere Raciti, presto sapremo spero le cause di quella tragedia, ma fin d'ora vorrei dire che se anche fossero stati per errore i suoi colleghi di lavoro a sbagliare, io mi dissocio da ogni attacco in questo caso alle forze dell'ordine.

Riguardate quelle immagini, quel caos, e poi ditemi se era possibile capirci qualcosa. In quei momenti spesso non si riesce ad essere del tutto lucidi. Male, loro dovrebbero saperlo fare d'accordo, ma se li si può "colpevolizzare" (colpa in senso giuridico ossia di responsabilità colposa e non volontaria, dolosa) non li si potrebbe, in questo caso, criminalizzare.

E vorrei ancora aggiungere che non avete di fronte a voi un paladino ad oltranza delle forze del'ordine. In molti casi trovo ed ho trovato certi comportamenti assolutamente scandalosi nonché prefiguranti l'abuso di potere (pensiamo, tanto per restare nell'ambito del calcio il comportamento delle forze dell'ordine con quella vecchietta a Roma all'Olimpico durante Roma - Manchester Utd, immagini che avrete visto sia on line che su Striscia la Notizia forse).

Lentezza della giustizia, lentezza nelle indagini, siamo un Paese a slow-motion.

http://www.repubblica.it/2007/02/sezioni/sport/calcio/serie_a/agente-morto-6/revocato-ordine/revocato-ordine.html

lunedì 4 giugno 2007

OPINIONE DEL ROCKPOETA: La miccia del Referendum

Delle tante chiacchere udite a Santa Margherita Ligure, mi ha colpito soprattutto un passaggio di Montezemolo.

Lui che sembra atteggiarsi a paladino di una politica innovativa, che sembra voler portare il Paese ad un rilancio economico ad ogni livello (quindi anche della gente comune, anche perché se la gente é povera non compra quindi...) e che ribadisce la necessità che cisia di nuovo un contatto forte tra la "gente" ed i politici, poi, a proposito della riforma elettorale, ha affermato che deve essere fatta, ma con larghe intese in Parlamento, seguendo modelli che già si possono trovare, aggiungendo che sarebbe auspicabile che ciò accadesse, altrimenti resterebbe pericolosamente accesa "la miccia del referendum"

Ora, non so se poi ha spiegato cosa volesse dire, ma di primo acchito mi chiedo cosa ci sia di così pericoloso in questo referendum. Certi referendum erano davvero assurdi, ma questo come altri in passato (vedi abolizione del finanziamento pubblico ai partiti ora però rientrato dalla finestra sotto altre forme tanto per rispettare il volere del popolo) mi sembra importante.

Una legge papocchio che ha portato indietro ai tempi del proporzionale, svilendo inoltre la posssibilità di decidere quale candidato portare in Parlamento; questo é stato il risultato dei politici.

I mezzi per fare meglio ci sarebbero tutti a mio avviso. In primis, non due agglomerati giganti di partiti ma, secondo me, cinque, sei partiti che rappresentassero le sfere di pensiero italiane in politica

Un'area laica, (stile vecchio PRI per intenderci) un'area di Sinistra (gli attuali DS) un partito cattolico (la vecchia DC che intanto trasversalmente é cmq già rinata) i Comunisti, una Destra e Forza Italia che é difficilmente collocabile al di fuori del suo leader, almeno così sembrerebbe a livello nazionale. Aggiungerei i Radicali ed i Socialisti.

Direte: "Sì, ma non sono un po' troppi?" Sono 8 é vero ma a fronte di questo numero, poi io farei un bel maggioritario serio e porrei uno sbarramento al 4%. Allora così sì che avremmo un bel setaccio.

Mi fermo qui, ma ci sarebbero sicuramente anche altre varianti efficaci che si potrebbero studiare.

Ma, tornando al Montezemolo, quella sua affermazione sembra quasi stare a significare che il volgo non sa quello che vuole, mentre loro sanno dirglielo bene...

Un Montezemolo che in realtà mira solo a far parlare di sé per costruirsi forse un futuro politico per curare meglio i suoi interessi

D'altronde in questo Berlusconi docet, e forse a Montezemolo brucia il fatto di non averci pensato per primo.

Sapete com'é, nell'economia d'impresa c'é spirito di competizione...