giovedì 25 ottobre 2007

OPINIONE DEL ROCKPOETA: A Testa Alta.

Oggi posso riportare una notizia che ha un risvolto anche indirettamente positivo per quanto concerne il comportamento del nostro Paese su una questione inerente la nostra salute: Gli OGM.

La notizia di per sè è negativa perchè la Commissione Ue apre le porte all'importazione (non coltivazione) ad una barbabietola ed a tre nuove varietà di mais transenici tra i quali spicca l'Herculex, destinati all'alimentazione dell'uomo oltre che degli animali.

L'importazione potrà avvenire da società quali Pioneer, Dow Agro Sciences e la Monsanto.

Quest'ultima è più o meno vista come il Demonio da chi contesta gli Ogm e per chi soprattutto si ricorda che questa multinazionale produsse anni fa delle sementi geneticamente modificate tali da "drogare" il terreno ossia assuefarlo non solo ad un trattamento OGM ma anche esclusivamente alle sementi della Monsanto.

La nota positiva è che tra le capitali più decise ad opporsi a questa decisione c'è Roma, ossia il nostro Paese.

Da quando è venuta meno la moratoria nel 2004, sono stati importati 15 prodotti geneticamente modificati sfruttando la mancanza di un accordo unitario (eppure si chiama Unione Europea...) tra i Paese membri tale da promuovere o cassare in via definitiva le varietà esistenti in questo settore produttivo.

La decisione di ieri in realtà preoccupa in chiave futura. In prossimità di una decisione assai più rilevante in tema ogm e cioè concedere il benestare per l'importazione della "superpatata" (e non ridete lol!) biothech prodotta ed esportata dalla Basf.

L'arrivo sui mercati nostrani di questa "cosa" costituirebbe invece davvero una svolta in negativo, a mio parere, nei rapporti con i cibi geneticamente modificati. Inoltre esistono molti dubbi, o se preferite, dall'altra parte non riescono a fornirci certezze, circa gli effetti sulla nostra salute. La patata Amflora, è uno dei pochi ogm su cui infatti molti addetti ai lavori nutrono gravi preoccupazioni e forti dubbi di pericolosità e nocività verso l'uomo dato che si sospetta anche, tra l'altro, che possa sviluppare una resistenza dell'organismo agli antibiotici. Inoltre, "aprirebbe la strada alle colture transgeniche, oggi praticamente inesistenti nel Vecchio Continente, nonostante l'Ue non abbia regole contro la contaminazione accidentale delle colture biologiche da parte di quelle ogm".(stralcio tratto da un articolo su Repubblica on line il cui link troverete in conclusione del mio post come sempre).

Grande lotta intestina quindi all'interno dell'Unione Europea, ma, almeno per una volta, noi siamo, secondo me, dalla parte giusta.

E' vero che già nei cibi che mangiamo ci sono sostanze spesso non proprio esaltanti, ma è altrettanto vero che i cibi biologici stanno andando forte e che molti nel fare la spesa se possono cercano di stare attenti a quello che poi porteranno in tavola.

Inoltre, il problema serio degli OGM è che non si conosce ancora perfettamente che danni possono procurare, e soprattutto il fatto che sembra che li procurino anche.

Io non sono un "ecologista radicale" (passatemi questo parziale neologismo) e neanche uno contrario al progresso della scienza; sono a favore di tante cosa che la scienza ha realizzato. Dalla nanotecnologia, all'utilizzo delle staminali, solo per farvi due esempi paradigmatici.

Ma sugli OGM nutro davvero tanti dubbi. E non mi raccontino la storiella della fame nel mondo curata a suon di ogm, in primo luogo perchè se fanno male non vedo cosa risolvono, e poi perchè una multinazionale che abbia a cuore il bene dell'Africa io non l'ho ancora vista. Ricordiamo lo scandalo del latte per neonati scaduto, inviato in Africa dalla Nestlè ed i danni causati dalla Pfizer in Nigeria quando dichiarò di avere un farmaco già sperimentato ed efficace contro la meningite mentre non era vero e utilizzò di fatto, a loro insaputa, quei malati, tra cui tantissimi bambini, come cavie ( ne parlai anche sul mio blog della Pfizer proprio qui: http://agoradelrockpoeta.blogspot.com/2007/06/news-pfizer-assassini.html)

Ed allora permettetemi di salutare in modo positivo l'impegno del Ministro delle Politiche Agricole Paolo De Castro in tale direzione. E per una volta, Italia a testa alta in Europa.

Per la nostra salute, e per quella di chi mi auguro ci succederà.

Il Link: http://www.repubblica.it/2007/06/sezioni/ambiente/ogm-prodotti-bio/scontro-mais-ogm/scontro-mais-ogm.html

24 commenti:

Eccio ha detto...

Qualche giorno fa mentre lavavamo la macchina, io ero seduto dentro, un professore alla radio parlava dgli OGM, come una frontiera della scienza mal compresa, che si pone l'obbiettivo di innestare fra di loro le specie, per salvare il salvabile, perchè, con gli OGM sarà impossibile ricreare perfettamente il frutto d'origine, se un gene viene cambiato, cambia tutto il prodotto.

Franca ha detto...

Concordo perfettamente con te.
Gli OGM andrebbero studiati ancora a lungo perchè gli effetti si vedono sulla lunga distanza.
In ogni caso ci sarà da gestire il problema dei brevetti in mano alle multinazionali (i farmaci insegnano)

Arte ha detto...

no ma quale attacco personale! mi riferivo solo a gente che dice di farlo per lavoro e usa il blog non come strumento di confronto ma solo come vetrinaa per l'autocelebrazione...
grazie ti linko subito!!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ok, link ricambiato :-)))

Daniele

tintus ha detto...

Un ragazzo che ho conosciuto che lavora in una casa farmaceutica, mi ha raccontato che sono più di 20 anni che si fanno cibi transeginici all'insaputa dei consumatori (noi!). Hanno cominciato dalle fragole, per poi passare ad altri frutti.

Cristina ha detto...

E' vero, "per una volta a testa alta in Europa".
Grazie per averne parlato con la consueta competenza e con partecipazione e garbo.

Lieta di leggerti ogni giorno.

Cristina

simona ha detto...

pur essendo presenti da nni sul mercato(nella pasta,cioè nel grano,e anche in ortaggi vari,nel cotone),bisogna sempre valutare caso caso l'impiego di ogm.intanto,studiarli bene,singolarmente perchè non sono sempre uguali,e se alcuni sono innocui magari altri non lo sono,spiegare alla gente di cosa si tratta,e scrivere la loro presenza sui cibi x xmettere alle persone di scegliere.nn fare le cose di soppiatto,come accade sempre.non sono contraria a priori al loro impiego se può servire a diminuire l'impiego di pesticidi,ma solo in assoluta sicurezza e con l'informazione ai consumatori.per quanto riguarda le multinazionali,poi,è inutile che si atteggino a benefattori!

Monicanta ha detto...

E veramente pazzesco... la cosa allucinante e che spessissimo sulle nostre tavole finiscono cibi nocivi per la salute a nostra insaputa,purtroppo siamo sempre gli ultimi ad essere informati della nocività del cibo che consumiamo... credo che ci usino come cavie e che lo facciano da molto tempo.

ArabaFenice ha detto...

Non sono molto informata sull'argomento ma non mi fido assolutamente di ciò che non sia 100%naturale.

fabrizio ha detto...

Sottoscrivo pienamente. OGm significa multinazionali, multinazionali significa scienza del profitto, spesso sofisticazione del profitto e se bisogna anche del prodotto. Insomma è un'etica che tende per ragioni patenti alla disuguaglianza.

Giovanna Alborino ha detto...

Secondo me gli OGM meritano maggiore studio e piu' chiarezza nei confronti dei consumatori

tintus ha detto...

Mi discosto un attimo dal tema del post. Solo un saluto a PUFFO ROCKPOETA dato che sono in partenza per la sua bella città!

Lucia Cirillo ha detto...

OGM significa acqua, acqua e ancora aqcua. Purtroppo questo tipo di semi necessita di una quantità spropositata di una risorsa che non abbiamo quasi più, rispetto alla coltivazione di semi "tradizionali". Come se non bastasse sono semi che non si "autorigenerano" (le multinazionali è così che creano dipendenza economica da parte dei paesi a cui vendono i loro "semi ad alto rendimento"). Quand'anche non fossero dannosi per la salute (ma io credo il contrario) sono sicuramente dei distorsori dell'economia e delle risorse.
Un saluto :-)

enzorasi ha detto...

Daniele ma da te una notiziola leggera, esile, magari fatua come una bolla colorata di sapone mai, vero? E' sempre bello passare da te ma ti comunico che stai diventando serioso quanto me! Guarda che si vive male, ma tanto già lo sai. Vero comunque, l'Italia a testa alta, ogni tanto non guasta. Posso proporre per il futuro prossimo un argomento più leggero come: l'UE duplicato di farsa istituzionale, società delle nazioni più forti(noi no)oppure sogno interrotto? Ciao.

Eccio ha detto...

@Tintus .. e chissà cosa faranno :S

remyna ha detto...

probabilmente manifestavamo fianco a fianco qualche anno fa da brignole fino alla fiera, eh?

Davide ha detto...

Per ora abbiamo la fortuna di poterli respingere...ma quanto durerà ciò?
Il chè è preoccupante...

Cristina ha detto...

A testa alta. Per una volta, per una giusta causa. Con ottimismo.

Cristina

chit ha detto...

Confesso la mia ignoranza dell'argomento tanto da prendere posizioni precise. Mi fido del mio "istinto" e dico che abbiamo già tutto in natura. Rispettiamola e valorizziamola e poi chissà che anche gli OGM non diventino che un ricordo...

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Per Lucia Cirillo: Grazie per questo tuo commento che getta ulteriori ombre sulla reale utilità degli OGM.

Per Remyna: no, purtroppo non c'ero.

Lucia Cirillo ha detto...

@Daniele
Grazie a te per aver "destato" l'attenzione su un tema così ricco di sfaccettature.
Chi ha ancora voglia di scommettere nel futuro deve avere ben chiara in mente soprattutto una parola: sostenibilità

Mimmo ha detto...

...concordo...bisogna continuare gli studi sugli effetti. TUTTI gli effetti....

giulia ha detto...

Ciao Daniele, interessante problema! Fanno tutto a nostra insaputa, come fossimo cosa da usare e basta. Ieri lavorando presso la casa di riposo per anziani, una signora, ancora una bella signora di 80 anni mi dice: sono sempre stata attenta a quello che mangiavo eppure questo ictus che mi è arrivato tra capo e collo, non lo capisco......e io le ho detto che con tutte le "porcherie" che ci propongono sul mercato e che ci incantano con gli spot ecc.......come il cibo "trangenico" non fà altro che danneggiare anche il cervello.....Corpo sano mente sana.........E' orribile pensare che chi fà queste cose non si renda conto che per primis in fisicità ci rimettono loro e anche i loro figli........ma se ne fanno na pipa stì benpensanti ipocriti ma avidi di potere...........un bacio da Giulia.........
P.S. sei forte a parlare di tutte queste tematiche, sei in gamba!

Arthur ha detto...

Pienamente d'accordo