venerdì 6 luglio 2007

NEWS: Questione di Zeri...

Siamo in India. 22 anni, per protesta questa ragazza sfila seminuda per le strade di Rajkot nel Gujarat. Tra le mani una mazza da baseball per simboleggiare le violenze ed i soprusi subiti dal marito e dai suoceri per la dote misera portata ( a loro dire) e per aver partorito una femmina e non un maschio.

Ha protestato perché, rivoltasi alla polizia, questi non l'hanno neanche minimamente ascoltata.

Ora, in seguito al suo coraggioso gesto, il marito ed i suoceri, interrogati, sono stati già rilasciati su cauzione purtroppo, mentre lei invece sarà denunciata.

Quando dovresti essere trattata come 1 ESSERE UMANO ed invece ti considerano meno di ZERO.

(FONTE: Quotidiano "La Repubblica" di oggi, pag. 26)

-----------------------------

Paradossalmente anche i nostri parlamentari cercano di contare meno di ZERO... anzi cercano proprio di eliminare gli zeri.

Beh, sul valore di molti di loro sappiamo già che c'é da stendere un velo pietoso...

Ma loro fanno di più!

Loro, oltre a tutti i privilegi di....legge che hanno, decidono di fare una curiosa "cura dimagrante" quando vanno al ristorante.

Curiosa perché invece di mangiare leggero, salutare e contenuto, si "regalano"(fonte "La Repubblica" di oggi, pag.29) il ristorante pagando appena 9 euro pranzi che costano al meno 90 euro (ed anche qui come vedete é questione di zeri...)

Ah, beh, questa accade nella Sala Ristarante di Montecitorio...allora cambia tutto direte voi.

Sì, certo, perché fuori invece i deputati pagano sempre tutto fino all'ultimo centesimo.... o no?

E come vedete lo "ZERO" conta eccome, altro che cifra senza valore...

-------------------------------

E concludo in breve con un risultato: 1-0

Ok, ok mi spiego meglio: mi riferisco al titolo di Repubblica di oggi "Speriamo che muoiano tutti, 1-0 per noi" (articolo di pag. 13)

Parole molto gentili pronunciate da chi ha messo piede nella Diaz a Genova (nella fattispecie sembra, dette da una poliziotta...).

Beh, vorrei dire solo una cosa a costoro: Vergogna, infangate il nome di un'arma che sacrifica giovani coraggiosi in molte zone del Paese per combattere mafia, camorra, crimine organizzato.

Ecco, quelli sono eroi voi sieti solo feccia!

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Immagino che per una ragazza indiana vincere l'umiliazione di correre nuda in mezzo alla folla significhi aver raggiunto il limite della disperazione; la foto su Repubblica è molto significativa...

Non finisco mai di sentire un disgusto insopportabile ogni volta che vedo le immagini della violenza gratuita e feroce inferta da parte della polizia ai manifestanti del G8 di Genova.
Violenza cieca e punitiva, come se il loro compito fosse di tipo vendicativo.
L'unica notizia buona è che lo Stato risarcirà 24mila euro a una donna,picchiata a genova dalla polizia.

Frida

Luca ha detto...

Caro Daniele, considera inoltre che la cura dimagrante dei nostri politici li ha indotti a fare lo sforzo di aumentarsi ancora una volta lo stipendio. Per un totale di circa 4.000 € all'anno in più a testa.
E che bello vedere per una volta tutto l'arco costituzionale d'accordo sull'approvazione di un provvedimento.

Buona domenica.
Luca.

Marco Blitz ha detto...

E' triste. La prima notizia fa star male e soprattutto spero che qualche associazione per i diritti civili la protegga veramente, lei e la sua bambina.
Sui pranzi dei politici : spero che gli vadano di traverso. Sapevo dei cappuccini e dei cornetti sotto costo, non dei pranzi però. Ps ma sarà un ristorante enorme quello di montecitorio. Ci andranno tutti a strafogarsi, che dite?
Sulla diaz: la sapremo mai la verità?

Rosie Blindy ha detto...

La notizia che più mi ha fatto indignare è quella della ragazza indiana. C'è da pensare che stavano meglio al tempo degli Inglesi?? Sarebbe necessario richiedere degli sforzi a certi governi, per il rispetto di libertà civili che sono tutelate solo sulla carta. Pretendere per dare.
Che i politici siano buon solo a mangiare...già si sapeva e sulla diaz sono d'accordo con Blitz: la verità non la sapremo mai

Andrea ha detto...

Anch'io sono rimasto sconvolto dalla notizia della ragazza indiana. Dobbiamo prendere coscienza che i paesi del terzo mondo stanno emergendo nell'economia mondiale (o meglio lo fanno le multinazionali) ma il progresso economico non si accompagana a quello della società civile. Possiamo fare qualcosa secondo voi?

Lilly ha detto...

cioè non compriamo più prodotti dal terzo mondo che non rispettano certi diritti umani?? Sarebbe utopico ed alla fine ingiusto

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Lilly, non credo che Andrea volesse dire questo, ma magari boicottare le multinazionali (che certo non arricchiscono altri che se stesse) forse sì. Inoltre, sarebbe cmq giusto che ci fosse più rumore su queste notizie.

Sviluppo e civiltà devono essere un must. E dire che anche noi Paesi"civili" abbiamo le nostre colpe, non é una giustificazione accettabile a mio avviso.

Laurie Laurie ha detto...

Già sviluppo e civiltà devono essere un must. Ma purtroppo i soldi vengono prima. Così anche per l'ambiente. C'è da scoraggiarsi
:-(

Staedtler ha detto...

Questione di zeri. Noi non contiamo quasi nulla, quasi nulla rispetto ai politici mangioni, quasi nulla rispetto a giornalisti e magistrati poco imparziali. Più della ragazza indiana però. E queste nostre frazioni infinitesimali, sommate assieme, possono fare qualcosa. Qui e negli altri blog dove si parla del caso indiano, abbiamo tutti sommato le nostre quasi nullità e ci siamo fatti sentire. E' importante anche questo.