mercoledì 20 marzo 2019

L'Angolo del Rockpoeta®: "Analisi Costi - Benefici"

ANALISI COSTI - BENEFICI

Desolazione
Frustrazione
Analisi costi - benefici
E la vita perde di significato.

Tremolio costante e circostante
Furia anestetizzata
Rincorsa alla vita stroncata

Quando sopravvivere 
Diventa un pietoso sinonimo di vegetare.

Ridicola illusione di stare bene
Terminarsi l'unica soluzione.

Ed il mondo pianse
La fine della vita
Ed il pianeta in perfetta solitudine implose.

Ed il mio mondo interiore
Sorride amaro all'estinzione
E piange il non aver potuto vivere il suo sogno

Ascolta uomo il suono della fine
Il ritmo controlla il tuo fioco respiro
il tuo ansimare
Il tuo precario stato di salute ed il mio.

Rassegnazione
Disgregazione
Girare in circolo come automi
Disegnando il nulla
Affogando dentro immagini sonore:
Ascolta uomo, la sinfonia della tua morte.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

lunedì 18 marzo 2019

OPINIONE DEL ROCKPOETA®: Riccardo Lanzafame

 Riccardo Lanzafame è un tranquillo cittadino di Montescudo in provincia di Rimini.

Qualche anno fa apre un ristorante in città e grazie alla sua buona cucina ed alla sua cordialità e simpatia il locale va alla grande ed è sempre pieno. Di recente assume un aiutocuoco e da quel momento senza alcun apparente motivo data la bravura del neo assunto, il suo locale perde clienti fino ad essere perennemente vuoto. Riccardo non comprende il perché fino a quando non va su fb.

Inizia infatti a leggere feroci e volgari attacchi rivolti al suo aiutocuoco la cui unica colpa è di essere del Gambia quindi nero.

Riccardo scioccato ed indignato appende un foglio fuori dal suo locale dove invita chi è razzista a non varcare quella soglia. Il dramma assurdo è che lo hanno preso alla lettera e nessuno è andato più da lui.

Questa che vi ho raccontato è una storia vera e insieme a quanto accaduto in Nuova Zelanda ed a tanti altri casi ormai non più isolati, deve farci capire che il fenomeno del razzismo è giunto a livelli quasi di non ritorno e dobbiamo stigmatizzarlo con forza.

Dire no al razzismo non è solo segno di civiltà ma anche di dignità.

venerdì 15 marzo 2019

L'Angolo del Rockpoeta®: "Lancette"

LANCETTE

Numeri e lancette
Ridondanti e sonore
 Scandiscono la schiavitù del genere umano.

Palpebre serrate
Chiuse.

Abbracciare la morte
Per vincere il tempo.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

mercoledì 13 marzo 2019

L'Angolo del Rockpoeta®: "Mattina Ore 6"

Posto quest'altra poesia (dopo "Il Pallottoliere Bianco") anch'essa scritta anni fa per dire basta alle morti sul lavoro, ancora purtroppo un fenomeno attualissimo.


MATTINA ORE 6

Mattina ore 6
Stesso grigio albeggiare di periferia
Solita routine
E sempre più paura.

La fatica é tanta
Le garanzie del posto nulle
La sicurezza inesistente.

Ma lo fai
Lo fai lo stesso
Lo fai per loro
Loro che aspettano a casa
Per avere da mangiare.

Loro che contano su di te.

Ricatto sulla pelle di innocenti.
Ricatto che va fermato.

Un'impalcatura che traballa
E' come un'anima vacillante.

Entrambe possono farti cadere.

Non permettiamo più che questo succeda.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

lunedì 11 marzo 2019

L'Angolo del Rockpoeta®: "Canto Solitario"

Poesia postata nel 2010, ma i cui concetti espressi e presenti al suo interno, ciclicamente ritornano e mi attanagliano e forse toccano anche l'anima di ciascuno di voi.

CANTO SOLITARIO

Canto martire e solitario
Canto di lotta ed amore
Si rifugia dentro braccia senza vita
Uccise da tempi voraci
Da insensibilità quotidiane
Frettoloso disinteresse
Memoria anafettiva e vuota.

Cani e lacché
Olfatto perverso ricerca
Odori di pelle libera 
Desiderosa ancora di vedere cambiamenti.

Ed io scappo
Tento di non farmi trovare da quelle fiere
Ma le mie forze stanno svanendo
I miei occhi oscurandosi
Le mie gambe cedendo.

Li sento arrivare alle spalle
Non so fermarli più.

Lottare soli sfianca.

Forze esaurite
Chiudo gli occhi
Sento i loro denti affondare nella mia carne.

Cibo per la loro vergogna
Oblio di pace.

The End.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

venerdì 8 marzo 2019

8 Marzo: Riflettere Più Che Festeggiare

Altro che giornata di festa della donna, i femminicidi sono sempre tanti,  le donne in ambito privato sono pagate meno degli uomini, la discriminazione sessista continua ad esserci. Senza contare lo stato in cui versa la donna in molti Paesi del mondo...

Più che da festeggiare direi che c'è da riflettere e lottare uomini (veri) e donne insieme per cambiare le cose.

Daniele il Rockpoeta®

mercoledì 6 marzo 2019

L'Angolo del Rockpoeta® : "Scudo D'Infamia"

SCUDO D'INFAMIA

Scudo d'infamia
Salva banchieri corrotti
Ricicla denaro sporco
Macchiato del sangue di innocenti risparmiatori.

Sacerdoti del denaro
Divinità dell'etereo
Vomitano false promesse
Rivalutano carta straccia
E promettono altre bugie.

Scudo d'infamia
Salva banchieri corrotti
E come un compattatore impazzito
Schiaccia povera gente incolpevole
Ridicolizzando la giustizia.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®