venerdì 19 settembre 2014

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Scozia Ed Art. 18

Scozia ed art. 18 dello Statuto dei Lavoratori. Cos'hanno in comune questi due temi per accomunarli?
Apparentemente nulla.

Sul primo possiamo osservare purtroppo come ancora esista una maggioranza sia pure risicata di conservatori e come il passo dalla restaurazione al cambiamento vero e reale, richieda ulteriori lotte, denunce, prove e sacrifici.

Sul secondo, possiamo osservare in primis come Renzi eviti il problema dicendo che non si deve limitare tutta discussione sul Job's Act all'art 18 e che altre sono le cose importanti. Ok, allora, non tocchi quell'articolo e discutiamo tutti sul resto della (presunta a mio modo di vedere) sua proposta di riforma.

In seconda battuta vorrei farvi una domanda: trovate logico sentirvi dire che semplificando i licenziamenti si stimola ad assumere? Io, onestamente, trovo questa realtà quasi pari ad un ossimoro, soprattutto poi in questo periodo storico in cui si versa in una crisi profonda e nel quale le imprese licenziano appena possono ma ad assumere altro personale non ci pensano per niente.  Io credo che si stimolino le assunzioni facendo crescere la domanda interna, abbassando il costo del lavoro (ma non i salari, i costi reali del lavoro!) e ridando così fiducia al consumatore ed al Paese nel suo insieme.

Fatta questa piccola digressione concludo il post tornando al tema iniziale. Cosa accomuna queste due notizie?

Semplice, la manipolazione dell'informazione o, meglio, il tentativo evidente di manipolare le opinioni delle persone: Sulla Scozia,  Ezio Mauro di Repubblica fa un intervento on line dove dice, in un video, che la vittoria dei NO è un chiaro segnale contro i nazionalismi. Ora, si fosse trattato di un referendum per l'indipendenza della Liguria, posso capire che quel suo commento avrebbe avuto un senso, ma sulla Scozia che di fatto è già uno Stato per molti aspetti, parlare di sconfitta della deriva nazionalista, lo trovo davvero patetico e mostra la paura che molti  hanno di poter vedere nuove realtà libere ed indipendenti e fuori dal "Sistema".

Idem per l'art 18 dove tolte le dichiarazioni dei protagonisti che non possono essere travisate od omesse,  i fondi di molti opinionisti e pseudo giornalisti sono quasi tutti asserviti alla tesi di Renzi e del suo Governo che di democratico ha davvero poco.

Ecco, la paura ed il servilismo filo europeista, o se volete filo BCE ed amichetti vari, è quello che unisce le due notizie e soprattutto il commento delle stesse ed il livore misto a paura (una paura scongiurata per quanto concerne la Scozia al momento) di vedere realtà e politiche libere e sociali avere la meglio contro un conservatorismo violento ed un Periodo di Restaurazione che dura ormai da tempo e che solo molto lentamente forse si riuscirà ad erodere per poi sgretolare definitivamente.
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNotizie Clicca QUI

martedì 16 settembre 2014

L'Angolo del Rockpoeta: " La Lettera"

Questo link è davvero sconvolgente: cliccatelo e poi continuate pure a leggere il post...

LA LETTERA

"Gentilissima Maestra

Ci scusiamo per il pessimo voto di nostro figlio sul tema " La carne che mangi è sana?"

La preghiamo di credere che la responsabilità è tutta nostra e che il ragazzo non c'entra nulla.
E' che lui la carne non l'ha mai mangiata
Non abbiamo i soldi per dargliela,
Così come non abbiamo abbastanza denaro per tutti i libri di scuola
O per i giocattoli che altri suoi compagni di classe hanno,
E pertanto non sapeva letteralmente cosa scrivere.

Cercheremo di risolvere a questa mancanza per quanto possibile.

Firmato
I genitori di Antonio."

Carne
Giocattoli
Istruzione scolastica
Sono lussuosità per pochi abbienti oramai.

Strisciante analfabetismo 
Serpeggia all'orizzonte
L'istruzione di base, bene di lusso obbligatorio.

Prestiti per pagare i libri
Quando mancano le sovvenzioni comunali

E l'infanzia gioiosa
E' una chimera dalle ali spezzate
Una realtà per pochi.

"Cara maestra
Oggi i miei genitori mi hanno portato al supermercato ed ho potuto vedere la carne.
Ora so com'è fatta ma cruda, quindi non posso lo stesso dire se è sana e se è buona.

Perdona la mia povertà Maestra
Antonio."

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA
--------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

venerdì 12 settembre 2014

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Il Torneo di Calcetto Più Caro Del Mondo!

Sono nauseato, incazzato nero e stufo di essere preso per in giro!!!!

Vi presento (basta che per un attimo facciate un click su questo link) il torneo di calcetto più costoso del mondo o se preferite più caro al mondo!!!! Parliamo di 185.000 euro per una sfida a tappe tra varie ed amene città della Lombardia, la cui formazione vincente poi affronterà una sorta di selezione della Regione capitanata dal grande Maroni!

Calcetto capite??? E Maroni si difende dichiarando che è stato fatto per promuovere l'Expo!!!!

E poi questi essere abietti dicono che non ci sono soldi. Ecco dove vanno a finire i nostri soldi!!! E magari poi quando si tratta di organizzare un evento culturale e sociale i Comuni, le Regioni e gli Enti Pubblici in genere, piangono miseria!

Anatema su di voi essere nauseanti!
-----------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

giovedì 11 settembre 2014

OPINIONE DEL ROCKPOETA: It Was The Day...

Trovare altre nuove parole per quella tragedia e per quel dolore non è facile.

Almost 3,000 dead… Correva l'11 settembre 2001.

E la Storia cambiò e con essa il nostro misero bagaglio di certezze…

giovedì 4 settembre 2014

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Tutti I Nodi Vengono Al Pettine

Per quei pochi o tanti illusi che si erano convinti che la furbata degli 80 euro (lordi) in busta paga (e non per tutti) fosse la prova di un esecutivo differente dagli altri, ecco che davvero oggi i nodi vengono al pettine (non solo da oggi, in verità).

In primo luogo per dare a pochi quegli 80 euro lordi le tasse sono aumentate per tutti con il risultato che chi ha avuto quel lieve aumento di 47 euro netti lo ha di fatto utilizzato o lo utilizzerà per l'aumento della tassa sulla casa ecc….. Gli altri non hanno avuto neanche questa magra soddisfazione. Inoltre oggi si è avuta l'ennesima doccia fredda.

Eh già, perché Renzi ha dichiarato che anche per quest'anno i salari e gli stipendi dei dipendenti pubblici non saranno aumentati. In realtà "aumentati" non è la parola giusta, dato che si tratta in verità di adeguarli al costo della vita attuale dato che sono fermi dal 2010 mentre tutto il resto aumenta e parecchio...

Tra questi dipendenti abbiamo tra l'altro non solo magari dirigenti amministrativi ma soprattutto insegnanti, forze dell'ordine, tanto per fare alcuni esempi importanti. Forze dell'ordine che minacciano uno sciopero consistente se non cambieranno le cose.

Intanto Draghi fa un gesto importante, oserei dire quasi roboante, che denota non un atteggiamento filo - italiano, ma solo un comportamento realistico e conscio del fatto che la deflazione grave che si ha in Europa sta lentamente colpendo tutti, e va sconfitta.

La presunta miopia di tanti in Europa e non solo, resta (forse) un mistero, ma va sconfitta perché oramai la crisi è davvero all'ultimo stadio ed un cambio di rotta urge veramente.
---------------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

lunedì 1 settembre 2014

L'Angolo del Rockpoeta: "Ammutinamento"

AMMUTINAMENTO

E se le lettere e le parole evadessero dai libri
Stanche di una prigionia insensata
Soffocate da polvere figlia di pagine mai sfogliate?

E se le consonanti si ammutolissero
Seguendo chi ha già scelto quella strada
Come un capo silenzioso ma carismatico.

E se le vocali urlassero isolate
La loro rabbia
Il loro impotente senso di inutilità?

E se noi
Non potessimo più parlare
Pensare
Scrivere, narrare, sognare?

E se le lettere evadessero dalla Storia
E Dalle nostre corde vocali
Dalla nostra mente e dalle nostre emozioni,
Sapremmo e riusciremmo di nuovo a piangere ed amare?

E se quel giorno fosse oggi,
Davvero l'uomo capirebbe l'insulsa essenza della violenza?
E comprenderebbe il senso vitale del loro ammutinamento?

Sguardi
Tatto
Lacrime e sorrisi
Si intensificherebbero
Cancellando l'odio
O diventeremmo ancora più crudeli ed efferati?

Apriamo gli occhi
E sentiremo ululati bestiali di uomini senza espressione
Uccidere
Appellandosi a significati distorti di parole pulite.

E se i nostri sensi
Stanchi di violenza
Ci abbandonassero?

Prima le lettere dei nostri alfabeti
Poi udito e vista, olfatto
E poi il tatto
Ed un corpo inerme, vuoto
Uno spento involucro
Vagherebbe senza meta
Cancellato dalla sua stessa ferocia.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA

sabato 30 agosto 2014

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Del Piero Ed I Marò

E' vero, apparentemente ci sono problemi più seri di questo, ma ci sono alcuni aspetti di questa vicenda legata "all'intervento - appello" della Meloni nei confronti di Alex Del Piero teso a chiedergli di rifiutare il trasferimento in India, che mi hanno fatto scattare, nonché in un caso rafforzare, alcune mie riflessioni.

In primis, perché proprio Del Piero deve fare l'eroe? Non mi risulta che l'Italia abbia cacciato via gli indiani che stanno qui nel nostro Paese, né che abbia chiesto o obbligato a chi lavora in India o (cosa più possibile) abbia contatti con quella nazione (vedi imprese di import - export per es.) di staccare la spina e smettere di fare affari con quello Stato.

Non mi pare neanche che sia stata allontanata dall'Italia la rappresentanza diplomatica Indiana (ma su questo punto magari potrei essere in errore) ed allora mi chiedo perché proprio e soltanto Del Piero debba per primo fare il passo indietro.

Inoltre, e questo da sempre, mi sono domandato come mai ben due governi Indiani succedutesi, siano stati (e quello attuale continui ad esserlo) così testardi dal e nel non voler rilasciare i due marò o quantomeno nell'aprire una trattativa seria per risolvere questa intricata e spinosa vicenda. Quale motivo logico, mi chiedo ( se non quello di un capriccio - ma tendo ad escludere un'ipotesi così puerile a questi livelli -), avrebbe l'India nell'insistere così ossessivamente nel voler di fatto far condannare i 2 marò italiani.

Ed allora mi balza alle orecchie :-))) un video che i marò fecero durante la loro detenzione quando (soprattutto uno dei due) piuttosto arrabbiati chiesero decisamente al nostro Governo perché si trovassero ancora lì in India quando loro avevano semplicemente "Obbedito a degli ordini". (guardate il video al 15")

Ecco, questa frase mi è suonata strana. Io, al posto loro, mi sarei chiesto perché sono recluso in India quando non ho sparato a nessuno, o cmq non ho colpito pescatori ma criminali e sono oggetto di accuse false, infamanti e diffamatorie. Invece, peraltro solo in quella specifica occasione, nel video viene detta quella frase in modo chiaro e specifico.

Ed allora, mi chiedo e concludo: sappiamo davvero tutto sulla missione che i 2 marò avevano da compiere in acque indiane? E se è così, perché questa mollezza dell'Italia nell'intervenire? Ed ancora perché quando sono giunti in Italia non li hanno tenuti qui fregandosene altamente dell'India? D'altronde quando ci fu la vicenda del Cermis, gli USA disinteressandosi altamente della giustizia Italiana, si portarono via i due piloti "giudicandoli" poi in casa loro…

Ecco, su questa vicenda io continuo ad avere questo fastidioso ronzio di dubbi che non trova pace e soluzione in me.  E voi, che opinione avete al riguardo?
----------------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI