venerdì 3 marzo 2017

OPINIONE DEL ROCKPOETA®: Conoscete Marie Collins?

Conoscete Marie Collins? Lei è una ex vittima irlandese di preti pedofili e faceva parte (l'imperfetto come vedremo tra poco è oramai d'obbligo) di quell'organismo internazionale contro gli abusi del clero o più precisamente la Pontificia Commissione per la tutela dei minori con all'interno molte persone anch'esse in passato vittime di abusi pedofili da parte di preti; commissione voluta da Papa Francesco per realizzare (se ho inteso bene) uno o più statuti di prevenzione da far applicare a tutte le diocesi nel mondo ed i cui membri iniziali di tale Commissione sono, molti di loro almeno, anche personaggi di rilievo come potrete leggere nel link.

La Collins denuncia come fin dal principio, a fronte di un sincero e concreto interesse e sostegno del Pontefice, la Commissione di cui faceva parte trovasse invece molte reticenze e talvolta veri e propri muri da parte della Curia Vaticana.

A tale riguardo è davvero incredibile ed oserei dire imperdibile, da vero gesuita, la risposta che fornisce un certo Zollner, anche lui dentro quella Commissione ma che sembra invece tentare di spegnere l'incendio creato dalla Collins, smorzando nei contenuti le ragioni delle dimissioni di questa donna.

L'eccessiva lentezza della Commissione sarebbe alla base delle dimissioni della Collins e nulla di più. Di fatto, potremmo sentenziare, dopo aver voluto davvero credere alle parole di Zollner, che la Collins ha abbandonato per pura isteria ed eccessiva fretta non giustificate vista la necessità di certi tempi tecnici per ottenere documentazione varia da studiare all'interno della Commissione stessa.

In realtà sappiamo dalla Collins come questa "eccessiva lentezza" fosse realizzata a regola d'arte e scientemente per boicottare la suddetta Commissione, e le ragioni sono evidenti.

il Clero (buona parte almeno) è marcio ed ha molta paura delle regole che potrebbero uscire da quest'organo. La cosa che mi fa inorridire di più è che non stiamo parlando di svuotare un po' le casse dello IOR per aiutare i poveri stabilendo, per esempio, un massimo ammontare di riserve e denaro al suo interno oltre i quali il surplus dovrebbe essere destinato DAVVERO per opere di bene, ma parliamo di abusi sui minori!

E' vergognoso e viscido assistere a risposte così laconiche e diplomatiche per un qualcosa di davvero grave.

Tutto questo sembra anche mettere in luce un serio problema: Papa Francesco è solo o quantomeno non ha all'interno del Vaticano tutti dalla sua parte, e che la Curia Romana (e forse non solo Romana) è profondamente divisa, spaccata al suo interno, lasciandoci immaginare un conflitto intestino dentro il ventre di Santa Romana Chiesa.

30 commenti:

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Tieni presente il film Angeli e demoni? Ecco, qualcosa di oscuro all'interno del Vaticano esiste. Bisogna che la parte buona della Chiesa, denunci chi ha fatto abusi e collabori con la giustizia, non è tollerabile tutta questa indifferenza.
Saluti a presto.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE: yes ho presente il film e concordo con la tua riflessione. Temo possa essere ancora un percorso lungo ed accidentato ma dovrà compiersi perché tutta questa omertà su fatti così gravi è inaccettabile.

iacoponivincenzo ha detto...

Il pontificato di Papa Luciani -Giovanni Paolo I°- durò 33 giorni e si concluse con una misteriosa morte quando il Luciani mostrò troppo interesse per il bilancio dello IOR, combinazione. Se ci fai caso DOPO sono stati eletti sistematicamente papi NON ITALIANI, dopo oltre 400 anni. Un polacco, un tedesco, un argentino. Evidentemente c'è un blocco dei cardinali stranieri, la maggioranza, contro l'elezione di un italiano. A me la cosa sta benissimo, ma basti la decisione di questo papa di non abitare e DORMIRE nel Palazzo per far capire il clima che si deve respirare là dentro. Comunque cosa può fare un Papa oltre cercare di sopravvivere immune -come ha fatto Ratzinger- quando la Curia, TUTTA la Curia ti osteggia?
I preti sono marci e si proteggono tra loro. La pedofilia è un Sacramento per costoro. Pensano di avere l'uccello beatificante che assolve da tutti i peccati i poveracci che lo toccano. Cazzum cardinalensis beatum est. Benedicetur, benedicetur atque basia mille.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VINCENZO: è vero la Curia è marcia ma proprio per questo va apprezzato il tentativo forte di Papa Francesco di sconfiggerla o meglio di rifondarla sotto principi più etici e nel rispetto più profondo della religione cristiana.

Anna ha detto...

Amico caro io ho sempre pensato che il problema del Vaticano non sia il Papa ma la curia. Mi viene in mente Papa Giovanni XXIII (il mio papa preferito, confesso) riguardo al Concilio.
Prima della Collins ci fa un uomo che si dimise dalla commissione e, non vorrei dire una castroneria, ma tempo fa lessi da qualche parte ma non ricordo dove, questi preti pedofili non sono denunciabili e il Papa o chi per esso non può fare nulla se non spostarli in altra diocesi.
Sia come sia rimane sempre una vergogna per tutta la Chiesa.
Abbraccio <3

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ANNA: qualcosa può fare cambiando le regole e permettendo anche alla giustizia Italiana, per es., di perseguirli ed arrestarli. Sarebbe già un primo passo.

Rosa Bruno ha detto...

Personalmente credo di avere una posizione piuttosto estremista in merito... non credo, sinceramente, nell'estraneità del Pontefice in questo gioco ad occultare le carte ed a tirare lungo. Sebbene il contrasto fra lui e la curia romana e vaticana sia palese ed a tratti persino pubblico. Credo che la chiesa sia marcia nel profondo, sin dalle premesse, sin nell'educazione dei sacerdoti. Credo che lui stesso, da buon gesuita, non sia estraneo, anzi, ai giochi di potere ed ai ricatti, interni a Santa Madre. L'ipocrisia assunta a monumento. La menzogna abituale e radicata, così come l'autoreferenza e l'auto-assoluzione. Certo papa Francesco è molto, sin troppo, attento ai media ed alla propria immagine di Pontefice, ponte verso la modernità, ma questo non lo assolve dai silenzi e dalle omissioni di tutto il suo cammino... da sacerdote a vescovo sino al soglio pontificio, non è passato di lì per caso, ma ha giocato il proprio ruolo di potere e non è stato certamente eletto per sbaglio. Perdonami, ma non ho alcuna stima del potere religioso e dell'organizzazione ecclesiastica... meglio, di nessun potere religioso e di nessuna organizzazione ecclesiastica!
Ciao Rockpoeta, una buona giornata :))

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ROSA BRUNO: Il Papa attuale qualche apertura l'ha fatta ma pur sempre Papa è e pur sempre elemento cardine della Chiesa cattolica con tutto il suo indegno passato e presente. Ed hai ragione quando dici che la Chiesa è marcia nel profondo pur se con rare eccezioni su cui tornerò tra poco.

Questo non toglie che esistano e siano esistite figure importanti ed a suo modo, con i limiti e talvolta le furberie che anche Papa Francesco mostra, credo che non sia proprio sempre in malafede. Vedremo cmq se tutte queste riforme che il Pontefice sembra voler fare poi le realizzerà sul serio o saranno state solo parole vuote lanciate ai media per farsi amare ingannevolmente dai suoi fedeli.

Anch'io sono, come si diceva una volta lol, un "mangiapreti" ma devo ed ho dovuto riconoscere che dentro quell'enorme calderone ci sono e ci sono state figure importanti. Da Genovese lasciamene citare una su tutte: Don Gallo.

Ciao Rosa e buona giornata anche a te :-)))

Rosa Bruno ha detto...

Sì Daniele, certamente! Don Gallo, Padre Alex Zanotelli ed altri, Don Milani fondamentale ... la chiesa è comunque importante nella storia di questo paese, persino Giordano Bruno è nato al suo interno, ma questo non la assolve, anzi ... quelli come Giordano Bruno li ha bruciati e, se solo potesse, farebbe lo stesso anche con Alex Zanotelli e l'avrebbe fatto con Don Gallo, temo.
Poi esistono i credenti, che sono altro dalla chiesa.

Ri-ciao ;)

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ROSA: concordo con questa tua risposta. Don Gallo di fatto era quasi considerato un eretico! Solo dopo la sua morte la Chiesa lo ha in parte ricordato con ipocrita benevolenza e falsa ammirazione.

PS: ti sono giunti i miei commenti sul tuo ultimo post?

Rosa Bruno ha detto...

Perfettamente recapitati e diligentemente evasi :))

Santa S ha detto...

Siamo ancora all'"isteria", poveri noi!
Grazie per questo racconto e la lucida narrazione. Chè di lucidità se ne ha poca di questi tempi.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER SANTA S: Grazie per le tue parole!| E' vero la lucidità è un altro ingrediente che manca in chi spesso scrive soprattutto sui social.

Sergente Elias ha detto...

Sicuramente il conflitto c'è. Dinnanzi ai processi innovativi c'è sempre la volontà di coprire per lasciar le cose come stanno. "Il caso Spotlight" docet.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER SERGENTE ELIAS: hai ragione (molto significativo quel film concordo con te)

Antonio C. ha detto...

Di solito si dice che la faccenda è oscura ma in questo caso è tristemente chiara, in un modo o nell'altro si inceppa un'inchiesta scomodo.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ANTONIO C: in primis benvenuto in questa agorà. Purtroppo hai ragione, e questa commissione dà parecchio fastidio.

Anonimo ha detto...

Qui ti do ampiamente ragione: la credibilità intesa come dare al lettore l'impressione immediata di essere in buone mani.....


L'impressione magari anche di spacciarsi per morto in rete ..ridendo alle spalle di chi ?

Buona serata a tutti, mi scuso con l'autore del blog per questa breve interferenza, che nulla ha a che fare con il titolo o i commenti del post.

@Vincenzo Iacopini.

Avrebbe mai immaginato che un giorno le sue tracce da scrittore si sarebbero scontrate con quelle di uno stesso lettore?

Quale brivido ha provato nello spacciarsi morto ridendo alle spalle di qualcuno che avrebbe pianto per ciò che scriveva?

Tranquillo non sono arrabbiata e non la odio....forse chissà grazie a quel dio pagano che spesso lei menziona nei suoi scritti.

Sono qui per ringraziarla e sa perché? Perché mi ha donato la "consapevolezza" del sapere quanti tipi di sofferenza esistono per il bisogno e la mancanza di amore e di attenzione, e non perché lei è un bravo poeta, un bravo scrittore o un bravo pittore..ma per aver fatto emergere la sua autenticità... Autenticità fatta bene o male non per quello che in rete fa ma per quello che di natura è..

Un comune essere umano che cerca il brivido del dolore negli altri per alleviare in parte il suo..

Buonanotte a tutti.

L.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER L: questo è un off topic scusa ma se hai da dire qualcosa a Vincenzo lo contatti in privato. Altri commenti come questo verranno da me cancellati e non più accettati

cristiana2011 ha detto...

E' mutato l'approccio e lo stile della chiesa, ma in fondo niente è cambiato dal tempo delle 'indulgenze'. Un Papa deleterio, a mio parere, è stato Wojtyla, un autentico accentratore politicizzato.
Mai lo dimenntincherò sul balcone con Pinochet.
Una buona giornata!
Cristiana

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CRISTIANA: ho ben presente e stampata nella mente anch'io quella triste immagine.

iacoponivincenzo ha detto...

Scusa Daniele, ma vorrei precisare all'Anonimo che i "comuni esseri umani" si firmano con nome e cognome, come faccio io, come fai appunto tu. Vorrei inoltre precisare che avevo in mente di scrivere un racconto dove avrei fatto annunciare da mio figlio la mia morte, ma mi sono fermato in tempo, giusto per non dare ragione a lei, mia cara anonima, dandone notizia in un commento sul mio blog, che lei conosce bene a quel che vedo.
Nel mio blog sono rimasti solo gli amici veri e le persone sincere, più alcuni quaquaraquà e qualche femmina che mi aborre. Lei da che parte sta?

iacoponivincenzo ha detto...

Giuro che non userò più il tuo spazio per rispondere a certi interlocutori, ma non avevo niente di lei cui fare riferimento. Scusa ancora l'indebita mia intrusione.

Daniele Verzetti Rockpoeta® ha detto...

PER VINCENZO: tranquillo va tutto bene sei assolutamente sempre il benvenuto nel mio spazio e sarò sempre onorato di ricevere e leggere un tuo commento.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER "LINDA": Spero che oltre a me chi doveva leggerlo l'abbia letto in tempo. Mi spiace ma come le avevo promesso non lascio questo commento suo di risposta. SE ha bisogno di chiarimenti con lui lo faccia per altre vie non sul mio blog. Eventualmente si faccia un blog suo ma non può parlare di cose personali qui dentro tra l'altro non potendo io neanche dire nulla. Quindi, ripeto, spero che chi di dovere oltre a me l'abbia letto ma ora è cancellato. Mi spiace Linda

UnUomo.InCammino ha detto...

Le castalie cercano di sfruttare il loro potere per perpetuare i meccanismi di redazione e sfruttamento.
Osservare, prego, i neosoviet progressisti del peggio alla Clinton, Vendola, Soros, Zuckerberg, Boldrini etc. e la frantumazione sociale del peggio"proletariato" che stanno realizzando.
Perché la Chiesa dovrebbe fare eccezione?

UnUomo.InCammino ha detto...

meccanismi di predazione ...

frantumazione sociale del "proletariato" con lo tsunami migratorio applicatogli

bizze del furbofono, scusate

Cri ha detto...

E quasi mi fanno più rabbia quelle persone stupide e cieche che credono davvero che, essendo costoro ministri di dio, non sia possibile che abbiano fatto o facciano male a qualcuno, quelle persone che reputano una critica al clero alla stregua di un bestemmione. Che cancro la religione cattolica!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER UN UUOMO IN CAMMINO: hai ragione, la Chiesa è un potere che nasce da una istituzione millenaria che non solo non fa differenza ma forse questi comportamenti li ha perfino creati ed incentivati.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CRI: molte persone preferiscono mettersi una mano davanti agli occhi purtroppo, piuttosto che vedere certe loro convinzioni crollare